IL DIFFICILE COMPITO DI NUTRIRE I FIGLI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ASSALTI ALL’ARMA BIANCA

Ciao super Valdino!!! Sto trascorrendo le mie vacanze da igienista-salutista qui dalla mia famiglia in Sicilia (Barcellona, Pozzo di Gotto), e quindi ti puoi immaginare quanti assalti sto subendo ogni qualvolta mi siedo a tavola, visto che per loro l’affetto viene dimostrato attraverso il cibo e la maestria nel cucinarlo!

IL DIFFICILE COMPITO DI ESSERE MAMMA

Detto questo ti ricordo che, fin quando si parla di me che ho 30 anni nessuno mi dice nulla, o meglio alla fine cedono e mi lasciano in pace. Ma, avendo una figlia di 7 anni il tutto si aggrava. Se avessi una bacchetta magica vorrei che tutte le persone si svegliassero dall’ignoranza e reagissero al male che si procurano ogni giorno della loro vita!

PROGRAMMA VEGANO PER LA MIA BAMBINA DI 7 ANNI

Da inizio agosto ho tolto a mia figlia già tutta la carne, il pesce e i latticini, raccontandole storie su animali e distraendola con altro. Ho anche fornito alla pediatra un certificato di intolleranza ai latticini per ammutolire il papà e la famiglia.

DIFFICOLTÀ CON LA MENSA SCOLASTICHE

Ad oggi peró il mio più grande problema che mi affligge sono le istituzioni scolastiche da affrontare. Tra una settimana torno a Roma e vorrei incominciare a muovermi per presentare un certificato di scelta etica a scuola di mia figlia ed evitare tutti i cibi di origine animale dall’alimentazione. Ovviamente rischio che la intossichino con pane e pasta.

UNO SCHEMA NUTRIZIONALE DA PRESENTARE A SCUOLA

Sto leggendo il tuo libro dopo aver assimilato il grande Ehret. Sono quindi super spedita e forte, oltre che consapevole di ogni autolesionismo. Ascolto il mio corpo come non mai! Vorrei chiederti dal profondo del cuore se puoi farmi avere uno schema nutrizionale da presentare a scuola con la dieta per la mia piccola Martolina. So che aiuti tante persone e so che mi aiuterai quanto prima.

SARÒ A UNA DELLE TUE CONFERENZE IN ROMA

Il 19 settembre a Roma saró in prima fila alla tua conferenza e cercheró di portare il mio caro fratello, infognato nella medicina e pronto a contrastare ogni mia scelta.

CRESCENTE STACCO DAGLI OCCHIALI

Il mio prossimo obbiettivo è che tra un anno non porteró più gli occhiali. Ad oggi sono ipermetrope, e ho iniziato i primi di agosto a toglierli totalmente! Li uso solo per leggere. Mi sto facendo centrifughe di carote ogni mattina con il mio super robot che mi porto dietro ogni qualvolta che mi sposto, tanto che mi prendono per matta.

COLAZIONE LEGGERA E ACQUOSA

Detto ciò, ti ringrazio immensamente per esserci nella mia vita, per la luce che mi hai dato! La mattina in compagnia da mio zio ti penso sotto gli alberelli di fichi e di mele. Faccio la mia colazione senza abbuffarmi, come mi hai insegnato. Dalla mia anima ti dico Grazie!
Mamma di Martolina

*****

RISPOSTA

LIMITARE LE POLEMICHE FAMILIARI E TROVARE DEI COMPROMESSI

Ciao Mamma, ciao Martolina e un saluto a tutta la famiglia, con l’augurio di vivere in armonia senza troppe polemiche. Non è il caso di irrigidirsi su posizioni estreme. Meglio uno stress in meno che un cibo ottimale in più. Dare modo semmai ai familiari di incrementare la cultura di gruppo, senza pesanti forzature. L’importante è che la bambina abbia modo di sentirsi soddisfatta e saziata coi cibi giusti. Deve partecipare alle scelte e non subirle passivamente. Importantissimo insegnarle i danni dello zucchero e dei dolci industriali, delle bevande gassate, dei gelati industriali, delle merendine cariche d uova-zuccheri-additivi, del cioccolato al latte, dei biscotti dolcificati.

CONTINUARE SULLA VIA EDUCATIVA

Importante insegnarle a masticare piano e bene, a prendersi prima il crudo e poi l’eventuale cotto. Non serve puntare a un crudismo totale di utopistica applicazione. Patate, melanzane, zucchine, fagiolini, sfarinata di ceci, cavolfiore, cereali leggeri tipo miglio, riso integrale e saraceno, passati di verdure, gnocchi di patate, pasta con le verdure (in quantità limitate) sono cibi accettabili ai nostri climi.

PIÙ CHE SCHEMI SERVONO BUONI PRINCIPI

Sono un po’ restio a confezionare schemi, visto che poi la gente li pratica con modalità rigide, mentre occorre sempre flessibilità e personalizzazione. Importante che a colazione ci sia il succo d’arancia, o il grappolo d’uva, o il succo di melograno, o la fetta di melone, o i fichi d’India. Volendo anche la banana e tre gallette di riso o di mais, o i pop-corn. Importante che il pranzo cominci con una abbondante insalata di foglie tenere e ravanelli, o di pomodori e cetrioli, seguita da un secondo a scelta tra i cibi accettabili sopra menzionati, possibilmente con un quarto di avocado. Qualche mandorla, qualche uvetta, qualche pinolo. Se ci sono strudel di mele privi di zucchero e carichi di uvetta o datteri, o caldarroste, o castagnaccio, o patate dolci, ben venga.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.