INDECOROSE E OSCENE VACCINAZIONI ANTITETANICHE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Ciao Valdo, perdonami la domanda forse stupida.  Ho provato a cercare “tetano” sul tuo blog ma non ho trovato nulla a riguardo. Quindi, nel caso uno si pungesse o tagliasse con materiale arrugginito che dovrebbe fare per non rischiare di contrarre il tetano? Grazie.
Adriano

*****

RISPOSTA

INUTILITÀ E DANNOSITÀ DEL VACCINO

Ciao Adriano. Ho scritto Tetano e rabbia e Tetano, fango-terapia, propoli-terapia e digiuno-terapia. Ti invito anche a leggere un opuscolo dal titolo “Vaccinare contro il tetano? Indicazioni, non indicazioni e controindicazioni della vaccinazione”, realizzato da Roberto Gava ed Eugenio Serravalle, due autorevoli leader italiani sull’argomento vaccinazioni. Quello contro il tetano è uno dei 4 vaccini obbligatori in Italia, assieme alla scandalosa epatite-B, alla rosolia e alla pertosse. La loro opinione sul vaccino è totalmente negativa e vediamo il perché.

BASTA UN ACCURATO LAVAGGIO DELLA EVENTUALE FERITA

Il tetano è una malattia infettiva acuta, la cui sintomatologia è provocata dall’azione dell’esotossina prodotta durante la proliferazione di Clostridium tetani, ampiamente distribuito nelle feci degli erbivori” (soprattutto dei cavalli). Il bacillo del tetano non è per se stesso pericoloso, ma è pericolosa la tossina che produce, prodotta in assenza di ossigeno. Ecco perché la prima terapia antitetanica è il corretto trattamento delle ferite. Parliamo di un bacillo che si sviluppa solo in ambiente anaerobico. Quindi basta quasi sempre lavare la ferita tenendola aperta e disinfettandola con acqua ossigenata, estraendo ovviamente l’oggetto appuntito.

SINTOMI

I sintomi consistono nella rigidità e nelle contrazioni dei muscoli volontari, con relativi danni alle guaine nervose. La cosa migliore da farsi, in aggiunta a quanto sopra, è l’adozione di una dieta crudista-vegana di tipo depurativo e purificante, con abbondanza di spremute e di centrifugati tipo carote-sedano-ananas, finocchi, peperoncino, zenzero.

EVITARE LE DEIEZIONI ANIMALI

Il germe del tetano non si trova in nessun oggetto tagliente o arrugginito ma è più probabile trovarlo in oggetti o terreni che sono stati a contatto con il letame di mucche e cavalli, che è l’habitat della spora tetanica, quindi in pochissimi luoghi. Si legge infatti nello Studio epidemiologico sul tetano realizzato dall’Iss che “Il tetano è una malattia infettiva acuta, la cui sintomatologia è provocata dall’azione dell’esotossina prodotta durante la proliferazione di Clostridium tetani, distribuito nelle feci degli erbivori” (soprattutto dei cavalli).

MALATTIA RARISSIMA E CONFINATA AD ANZIANI DAL SISTEMA IMMUNITARIO MALANDATO

È una malattia da 20 anni ormai rarissima nel nostro Paese e guaribile nell’80-90% dei casi.
Colpisce quasi esclusivamente anziani (99%) e altre persone con sistema immunitario fortemente indebolito. Pochi lo mettono in chiara evidenza, ma il calo della malattia tetanica avvenuto in questi ultimi decenni non pare essere stato influenzato dal vaccino, quanto dalle migliorate condizioni igienico-sanitarie della popolazione e dai più efficaci interventi di pronto soccorso in caso di ferite a rischio.

LA PSEUDO-PROTEZIONE DA INDEBOLIMENTO RIGUARDA TUTTI I VACCINI

Parlare di protezione coi vaccini è già un percorso errato. Meglio dire le cose come stanno, e che quindi si tratta di indebolimento e devitalizzazione della persona vaccinata con ovvio abbassamento della sua reattività immunitaria. Una illusione protettiva. La vaccinazione non garantisce affatto la protezione assoluta e inoltre, quando e se la dà, il suo effetto pseudo-protettivo lo fa solo in via temporanea. Questo significa che, per essere sicuro, uno dovrebbe rivaccinarsi tutta la vita ogni 3-5 anni.

GLI ANTICORPI NEL SANGUE NON SIGNIFICANO NULLA E I VACCINATI MUOIONO SPESSO DI TETANO INDOTTO

Nel campo della protezione immunologica c’è ancora molta strada da fare. Non è stato affatto dimostrato che anticorpi elevati nel sangue per un determinato microbo significhino protezione dalla malattia che questo potrebbe provocare. Gli stessi cavalli superimmunizzati da cui si produce il siero antitetanico spesso muoiono di tetano!

FREQUENTI CASI DI IMMUNITÀ NATURALE

Esistono stati in cui una persona non ha nessun anticorpo e non si ammala e situazioni in cui si hanno anticorpi specifici e ci si ammala comunque. La letteratura scientifica fornisce molti dati sulla presenza di un’adeguata immunità naturale contro il tetano. Molti soggetti, anche bambini piccoli, presentano una quantità protettiva di anticorpi antitetanici pur non essendo mai stati vaccinati.
Se proprio si volesse vaccinare, prima di una vaccinazione antitetanica, allo scopo di evitare i gravi pericoli dell’iper-immunizzazione che apre la strada ad una moltitudine di danni da vaccino antitetanico, si consiglia il dosaggio degli anticorpi plasmatici contro il tetano.

MINISTERI DELLA SALUTE O MINISTERI DELLA MALATTIA?

Tuttavia Il nostro Ministero della Salute ha stabilito che va considerato come protettivo un tasso plasmatico dieci volte maggiore a quello proposto dagli studi scientifici internazionali (superiore a 0,1 UI/ml invece di 0,01 UI/ml). Il tetano non è poi una malattia infettiva! ammesso che ce ne siano. Non si può trasmettere da una persona all’altra!

COMPLICAZIONI E INSIDIE POST-VACCINATORIE

Per ridurre il pericolo di reazioni gravi alla vaccinazione antitetanica il vaccino è stato notevolmente diluito, rendendolo clinicamente inefficace. Nonostante ciò le complicazioni possibili dopo l’inoculazione sono notevoli e pericolose. Si parla di febbre elevata, dolori, formazione ricorrente di ascessi, danni al nervo dell’orecchio interno, neuropatia demielinativa (demielinizzazione degenerativa del sistema nervoso), shock anafilattico e perdita di coscienza.

SCANDALOSA OBBLIGATORIETÀ ANTITETANICA

Nonostante tutto questo, la vaccinazione antitetanica è stata resa obbligatoria in Italia dal 1938 per i militari, dal 1963 per i bambini nel 2° anno di vita e per alcune categorie professionali considerate più esposte a rischio di infezione, come per i lavoratori agricoli e gli allevatori di bestiame. Dal 1968 la somministrazione è stata anticipata al 1° anno di vita e il calendario vaccinale vigente prevede la somministrazione di tre dosi al 3°, 5° e 11°-12° mese di età (vedi calendario vaccinale del Ministero.

I DATI PARLANO CHIARO

Al ciclo di base fanno seguito due dosi di richiamo, rispettivamente al 5°-6° anno di vita e fra gli 11 e i 15 anni. Ulteriori dosi di richiamo sono raccomandate a cadenza decennale. A livello nazionale le coperture vaccinali entro 2 anni di età sono molto elevate benché ad oggi, in Italia, i casi di tetano sono nell’ordine delle 90 unità all’anno, di cui l’85% sopra i cinquant’anni.

UNA PEDIATRIA ROVINA-BAMBINI AL SERVIZIO DELLE MULTINAZIONALI

Queste cifre sottolineano l’inopportunità di milioni di dosi di vaccino iniettate su neonati, sui quali il pericolo di tetano ha valenza zero. Il Report 2008 dell’European CDC, a pag. 276 scrive che “il Tetano è un’infezione riguardante l’età avanzata e i soggetti a precaria immunità (Tetanus occurs classically in older individuals with waning immunity)”.

IL RISCHIO DI INVALIDITÀ PERMANENTE È ADDIRITTURA SUPERIORE AL SUPPOSTO POTERE PREVENTIVO

Il fatto più sconvolgente è che, negli anni 2001-2006 dai dati dell’ISS, un’incidenza dell’infezione da tetano nella popolazione prevalentemente non vaccinata è pari a 2,5 casi per milione (263 casi su 106 milioni di soggetti non vaccinati), http://www.epicentro.iss.it/problemi/tetano/epid.asp. Invece il rischio di vita o invalidità permanente, così come riportato dal rapporto dell’ISS “Sorveglianza vaccinazioni nei primi due anni di vita” é 3,7 su 1 milione.

POLITICHE SANITARIE MERITEVOLI DI PROCESSO PENALE PER DIRETTISSIMA

In conclusione il caso del tetano è una chiara dimostrazione di come le politiche sanitarie non tengono in considerazione proprio quei dati e quelle statistiche che i servizi informativi ed epidemiologici forniscono, ma sostengono solo la difesa insensata degli interessi, culturali ed economici delle multinazionali del farmaco e del vaccino, e dei tanti opportunisti operanti in questo settore, quanto mai osceno, turpe ed indecoroso.

NEMMENO BUCANDOTI APPOSTA TI VIENE IL TETANO

Non è per niente facile guarire dai danni da vaccino che causano infermità permanenti e totalmente invalidanti. Il tetano non è così frequente nemmeno se ti buchi con un ferro arrugginito, è il commento di una mamma responsabile e intelligente. Al mio bambino è successo esattamente questo. Siamo intervenuti lavando la ferita e applicando un impacco di argilla, che ha il potere di disinfettare ed assorbire le materie infette. È guarito benissimo senza che nel suo sistema immunitario venisse immesso il virus del tetano dai medici! Rendiamoci conto del paradosso dei vaccini, dove si immettono disinvoltamente tossine insidiose in sistemi immunitari sani e reattivi!

I SINTOMI REATTIVI SONO SEGNALI PREZIOSI E SONO NEL CONTEMPO MECCANISMI DI SCARICAMENTO TOSSINE

In realtà siamo stati condizionati dal concetto per cui la malattia, come l’influenza, è sempre distruttiva, invece è una reazione dell’organismo finalizzata a ritrovare un equilibrio. L’organismo ha in sé la capacità di guarire.

VUDUISMO SACERDOTALE A TUTTI GLI EFFETTI

Per l’igiene naturale l’influenza è solo una benefica crisi di disintossificazione, un tentativo del corpo di eliminare tossine attraverso colpi di tosse o un tentativo di bruciarle con la febbre, quindi non è il virus la causa dell’influenza. I sintomi reattivi sono finalizzati alla vita o alla morte? Evidentemente alla vita. Ad esempio la diarrea pulisce l’intestino, il vomito libera lo stomaco, il dolore articolare blocca il movimento e agevola la disinfiammazione. Contrastare febbre, influenza, vomito e diarrea significa praticare vuduismo sacerdotale e non certo terapie mirate alla salute!

LA RESURREZIONE DEI MORTI E LE ABOMINEVOLI FARSE HIV-AIDS, CARE ALLE DIVE HOLLYWOODIANE IN DISFATTA

Il virus poi non è qualcuno ma è solo qualcosa. È demenziale che si continui a parlare di virus nel terzo millennio come si trattasse di un mostriciattolo opportunista e belligerante pronto ad arrecarci chissà quali devastazioni, quando si tratta di banalissima polvere cellulare intasante e derivante dai miliardi di variegate cellule morte che, per nostra insufficienza immunitaria, il nostro corpo non è riuscito ancora ad espellere con prontezza. Questo vale per tutte le malattie esantematiche dei bambini, ed anche per l’herpes, come per qualsiasi influenza virale e per qualsiasi sindrome inventata tipo l’abominevole farsa mondiale chiamata Hiv-Aids.

MENZOGNE SISTEMATICHE AL CENTO PER CENTO

Fosse vera una virgola di quanto il monattismo vaccinatorio propone e impone, nota bene con l’appoggio indegno, indecente e colpevole delle leggi vigenti, una persona non trattata pesantemente con antibatterici ed antivirali dovrebbe finire in camposanto in quattro e quattr’otto, vista la supposta cattiveria dei microrganismi in questione.

PROVE ECLATANTI ED INEQUIVOCABILI CHE GLI AZZECCAGARBUGLI DEL VACCINO  SI REGGONO SOLO SULLA IMPUNITÀ LEGALE

Succede invece che qualsiasi malato messo a riposo fisiologico con digiuno, sotto le coperte e con sola acqua o sola acqua-limone da bere a sorsi, si ritrova dopo qualche giorno guarito e in forma, libero da materiale virale tossico ed intasante e libero dai mangiatori di tale porcheria organica, ossia dai batteri. Mistero della fede medica o dimostrazione scientifica e prova del 9 che la medicina imbroglia il mondo e ha torto marcio? Mistero o prova inequivocabile che l’igiene naturale ha tolto la foglia di fico a un pube fiappo, imbarazzante ed inquadrabile?

NON ESISTE AMBIENTE PIÙ ARROGANTE E CORROTTO

Il dr Francesco De Lorenzo, che nel 1983 ricevette per sua stessa ammissione 600 milioni di lire dalla Smith&Kline oggi Glaxo o GSK, per una sola parolina “obbligatorio” aggiunta di sua mano al decreto-legge, fa capire il grado di corruzione di questo ambiente. De Lorenzo è oggi fuori dai giochi e ha comunque pagato in carcere il suo debito con la legge.

POSTO FISSO ED INDISCUSSO NELLA GENEROSA BUROCRAZIA STATALE

Ma il dr Giorgio Brianti che sta tuttora a Udine come dirigente responsabile ed inossidabile della ASS  Regionale, tranquillo, super-stipendiato e super-pensionabile con soldi pubblici ed anche miei in milionesima parte, mi tormentò per mesi e mesi con raccomandate RR, con denunce, ammonimenti, ingiunzioni e multe salatissime, visto che rifiutai ogni forma di antiepatite-B e di richiamo per i miei due figli Francesco e William. Cose non da poco. Un funzionario onesto che fa il suo dovere? Non lo metto in dubbio e non sono un vendicativo. In tutti questi anni però non gli è evidentemente sorta una ombra di dubbio sulla trasparenza di quelle operazioni. Fatti sconcertanti, concreti e documentati di questa portata vanno menzionati e non messi nel dimenticatoio.

EPISODI NON ESATTAMENTE EDIFICANTI

De  Lorenzo è acqua passata, ma l’antiepatite-B, ulteriore strumento rovina-bambini, rimane al suo posto obbligatoria, sempre per quella firma. Caso esplosivo per vergognosità sanitaria nazionale. Come esplosiva per corruzione e compiacenza fu la commessa dei vaccini Tamiflu da parte del viceministro Ferruccio Fazio e del suo apparato, in favore della Gilead Sciences americana, di proprietà dell’allora ministro degli estero USA Donald Rumsfeld. Nessuno sa che fine abbiano fatto quei vaccini. Argomento tabù e prontamente insabbiato. Si sa solo che nessuno ha pagato. Miliardi a carico di Pantalone, ossia a carico del cittadino italiano ricco, povero o squattrinato poco importa, inseguito oggi dal fisco con inusitati impeto ed accanimento.

IL BARACCONE SANITARIO È MARCIO IN OGNI SUA COMPONENTE, VISTO CHE COMBATTE LE BENEFICHE MALATTIE AUTO-DEPURATIVE E NON I VERI MALI

Bisogna valorizzare l’alimentazione cruda. Non combattere le malattie ma costruire la salute, sostiene giustamente il dr Giuseppe Cocca, prestigioso medico-igienista di casa nostra. Bisogna anche masticare molto il cibo. Tutto quello che non riusciamo a sminuzzare non viene digerito e va in putrefazione batterica.

MANGIARE POCO, MASTICARE MOLTO E DIGERIRE ALLA PERFEZIONE

Horace Fletcher ha scritto “L’arte di Mangiar Poco”, dove afferma che ogni giorno bisognerebbe mangiare non più di quello che entra nel palmo di una mano ma masticandolo per 20 minuti e ingoiandolo solo quando diventa liquido, altrimenti si mangia ma non si digerisce.

NON ABBIAMO MACINE E CENTRIFUGHE NEL TUBO GASTRICO

Questo vale particolarmente per chi si ciba molto di alimenti ricchi di carboidrati, digeriti essenzialmente da enzimi presenti nella saliva e solo parzialmente forniti anche dal pancreas all’intestino. Il pane (ad esempio) deve essere masticato fino a quando si sente il sapore dolce. la produzione della saliva non è però infinita e termina al quinto boccone.

MANGIAR MALE E VELOCE, ED ANCHE MANGIARE COTTO E DEVITALIZZATO, PORTA INEVITABILMENTE AL DIABETE

Mangiare veloce significa forzare il pancreas a produrre questi enzimi “da solo”, cosa che porta al diabete. Il problema del secolo non sta sempre e solo nelle carni, per quanto orribile sia il loro contenuto di sofferenza e di sangue, ma all’eccesso di carboidrati raffinati e allo scarso uso di verdure crude.

TEORIA ANTI-CORPALE FASULLA, CORROTTA, DEFICIENTE, INCOSTITUZIONALE

La conclusione, in ogni caso, è che il vaccino antitetanico, al pari degli altri vaccini, non solo serve a un bel niente, ma è pericoloso al punto di causare esso stesso il tetano, come già è successo con la polio. Il vero problema comunque non sta tanto nell’antitetanica quanto nella teoria anticorpale che è fasulla, corrotta e deficiente. E poi c’è l’invalicabile diritto alla salute (art. 32 Cost), di fronte al quale ogni norma deve arretrare.

COSE DA CHIODI IN TERMINI DI LOGICA

La comunità non deve difendersi da questo supposto contagio, non essendo il tetano una malattia contagiosa. Il tetano poi non è conseguenza di un fatto virale ma batterico. Eppure, ennesima perla medica, si continua ad usare un vaccino antivirale!

LIBERAZIONE DELLA NEUROTOSSICA ACETILCOLINA

Il Clostidrium Tetani, scoperto da Arthur Nicolaier (1862-1945), professore di medicina interna a Berlino, è un bacillo anaerobico presente nelle feci. Il componente neurotossico tetanospasmina, emesso dalle cellule dei bacilli, è considerato tra i più potenti veleni. Trattasi di una neurotossina che, si pensa, agisce sulla sintesi e la liberazione di acetilcolina, neurotrasmettitore che ha un ruolo-chiave nella trasmissione degli impulsi nervosi. Da rilevare che un attacco di tetano non immunizza affatto.

PROVE FALLIMENTARI IN CAMPO MILITARE

Nell’esercito francese, il più vaccinato degli eserciti della Seconda Guerra (più di 4 milioni di vaccinazioni tra l’ottobre 1936 e il giugno 1940), il tasso di morbilità tetanica ogni 1000 feriti fu nel 1940 il medesimo che nella Prima Guerra del 1914-18 quando l’esercito non fu vaccinato.
Nell’esercito greco, non vaccinato, la frequenza del tetano durante l’ultima guerra è stata sette volte minore che nell’esercito francese (700% inferiore).

STERILIZZAZIONE FORZATA NEI RIGUARDI DI FILIPPINE, THAILANDIA E NIGERIA

Nei vaccini distribuiti al terzo mondo, sia a pagamento che come aiuti, si é scoperto che molti di essi contenevano l’ormone B-hCG un agente anti-fertilità. La Corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati. Stessa cosa è successa in Thailandia, in Nigeria ed in altri paesi ancora. Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti, lo faccia.
Sembrerebbe che, oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d’altro, come impedire alle donne dei paesi del terzo mondo di avere figli.

SUPPORTI MEDIATICI E UNA RIVISTA FOCUS A CUI DISDICO PUBBLICAMENTE L’ABBONAMENTO

Perché la farsa vaccinatoria possa mantenersi a galla, servono supporti politici e mediatici. Uno dei tanti esempi è la rivista Focus, tanto per non fare nomi. Rivista apparentemente intelligente e responsabile, a cui sono pure abbonato mio malgrado (per l’ultima volta di sicuro). Nella sua edizione di ottobre 2013 c’è un articolo Maggiorenni e Vaccinati? che è quanto di peggio si possa leggere.

LIBERTÀ DI OPINIONE È UN CONTO, LIBERTÀ DI DIFFONDERE MENZOGNA E TERRORE È ALTRA COSA

Il morbillo è una malattia pericolosamente sottovalutata, potendo evolvere in polmonite ed encefalite, determinando danni permanenti e anche la morte. Firmato Caterina Rizzo, ricercatrice del Centro nazionale di epidemiologia del l’Istituto Superiore di Sanità. Quasi sempre ad essere colpite sono le persone non vaccinate. I vaccini sono super-sicuri e danno reazioni transitorie e lievi. Gli effetti avversi e gravi sono rari e inferiori ai rischi del non vaccinarsi. La vaccinazione contro il morbillo protegge anche da rosolia e parotite. L’influenza stagionale poi  va contrastata coi vaccini sicuri e in uso da 60 anni. Ogni anno i vaccini salvano la vita a 2-3 milioni di bambini. I vaccini non causano assolutamente l’autismo.

SPAZZATURA SCIENTIFICA DELLA PEGGIORE SPECIE

Questa non è scienza ma martellamento terroristico. Questa non è informazione ma spazzatura scientifica istituzionale della peggiore specie. Mi denunci pure la dr Rizzo. Si ricordi però di portare con sé la documentazione capace di disgregare la mia prova del 9 sull’innocenza completa di batteri e virus, altrimenti dovrà arrossire ed impallidire di fronte a qualsiasi giuria pubblica.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

5 commenti

  1. Ignazio Podda on

    Due anni fa durante un escursione di trekking, sono andato a sbattere con la testa su un ramo accuminato di ginepro. Il colpo è stato serissimo, perchè l'ho preso in pieno mentre facevo leva per salire un gradone in pietra, quindi la spinta che ho dato con gambe e braccia era decisa e forte.
    Dolore assai forte, buco in testa e sangue a go go.
    Poche storie era sotto la dolina di Tiscali e tornare giù per una medicazione come si sarebbe dovuto fare, punti compresi, sarebbe stato peggio che mai. Sdraiato a terra, bevuto un sorso d'acqua, medicato alla buona da amici splendidi che non hanno fatto pesare per niente l'accaduto con battute e risa pure!!
    Rimessomi in piedi ho sentito tutta l'interessante esposizione di una guida superlativa sulla storia della dolina di Tiscali, partendo dalla preistoria.
    Poi pranzo, e rientro verso le auto per 3 ore di cammino.
    Arrivo al mio paese dopo altre 3 di auto, quindi il colpo l'ho presi alle 13 circa e arrivai dalla guardia medica alle 23.
    Giovane donna medico che non sapeva neanche fare una medicazione, mi voleva l'antitetanica, riempirmi di antibiotici e pazza come un cavallo in corsa, mi voleva mettere i punti dopo che la carne si era già ovviamente saldata… Rifiuto ogni cosa categoricamente, non si mette tanti problemi a patto che firmo una liberatoria. Dove devo firmare? E su cosa però insiste?? Sul vaccino, vaccino, vaccino.
    Facendomi tutto l'elenco dei rischi ai quali sarei andato follemente incontro se non mi fossi fatto somministrare la dose di vaccino. Ovvio le ho argomentato la cosa, lo zittita proprio… beh pareva aver capito che forse non aveva tutte le ragioni, beh ci riprovò ugualmente a farmi l'iniezione.
    Sono programmati, sono dei robot che il sistema protegge come le loro creazioni.
    Con due giorni a litri di spremuta d'arancia, e frutta….. in pratica ho tolto la benda e dopo due giorni ho tolto gli strip che le avevo detto di mettermi. Il veganesimo Igienista non si batte, perchè niente è più in simbiosi con la natura!

    • Mi perdoni, condivido quanto scrive, ma non capisco perchè si è recato dal medico. Cosa si aspettava? Propongono quello che è stato loro insegnato. Non deve meravigliarsi. La prossima vota si tenga alla larga. Saluti

  2. "Quello contro il tetano è uno dei 4 vaccini obbligatori in Italia, assieme alla scandalosa epatite-B, alla rosolia e alla pertosse." La stimo Dottor Vaccaro ma corregga questa inesattezza, i vaccini obbligatori sono per tetano, difterite, polio e epatite B. Grazie comunque per il suo interessantissimo post!
    Luca C.

  3. Non vaccinate i vostri figli.
    Non vaccinatevi.
    Diffidate di quello che proclama il Sistema Sanitario Nazionale, come dice il buon Ignazio Podda, sono macchine programmate per servire le multinazionali.
    Il corpo umano è un meccanismo meraviglioso, non inquinatelo con metalli pesanti e vaccini inutili.

  4. Hai la fonte di questo testo ? me la potresti fornire, grazie
    Nell’esercito francese, il più vaccinato degli eserciti della Seconda Guerra (più di 4 milioni di vaccinazioni tra l’ottobre 1936 e il giugno 1940), il tasso di morbilità tetanica ogni 1000 feriti fu nel 1940 il medesimo che nella Prima Guerra del 1914-18 quando l’esercito non fu vaccinato.
    Nell’esercito greco, non vaccinato, la frequenza del tetano durante l’ultima guerra è stata sette volte minore che nell’esercito francese (700% inferiore).