FRUTTA ACIDA ALCALINIZZANTE E STRAFALCIONI PROGETTO 3M

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN CHIARIMENTO SULLA FRUTTA ACIDA

Ciao Valdo, seguo quotidianamente il tuo blog e ammiro moltissimo ciò che fai. Ti scrivo poiché necessito di un chiarimento molto importante riguardante la frutta acida, la quale, da quando ti seguo e ho modificato la mia alimentazione, è divenuta un alimento cardine della mia dieta, soprattutto nel periodo invernale.

LE TUE SPIEGAZIONI RISULTANO LOGICHE E CIRCOSTANZIATE

In molto tesine ho letto che sostieni che la frutta acida è acida/acidognola in partenza ma la valutazione sulle proprietà acidificanti e su quelle alcalinizzanti si deve fare non in sede di partenza, ma a livello di rilascio-ceneri in fase post-digestiva ed assimilativa. Quindi limoni, arance, pompelmi, frutta matura-acida in genere, rilasciano ceneri alcaline in zona duodenale, ed è quello che esattamente va a finire nel sangue umano, alcalinizzandolo.

NON LA PENSA ALLO STESSO MODO IL LIBRO “SPECIE UMANA PROGETTO 3M”

Il libro “Specie umana: progetto 3M” sostiene al contrario che talvolta si confonde il pH delle ceneri con il pH del risultato metabolico finale ematico. Quando si parla di ceneri di un cibo ci si riferisce esattamente al metodo del crogiolo, e cioè ad un metodo di misurazione biochimica del tutto esterno al nostro organismo: si prende un cibo, si pone su una bacinella (detta crogiolo) che a sua volta si riscalda con una fiamma sottostante. Il cibo inizia una fase di combustione lenta, fino a lasciare nella bacinella solo i suoi prodotti di combustione finali, cioè le sue ceneri. Quando si parla di ceneri ci si riferisce, quindi, a sostanze al di fuori del nostro organismo, ottenute in una bacinella.

IL METODO DEL CROGIOLO

Ora, l’arancia, all’esterno del nostro organismo, col metodo del crogiolo, come la maggioranza delle combustioni totali extracorporee, può produrre ceneri anche alcaline, ma, come predetto, non solo l’arancia fresca, è un sistema materiale ad incredibile acidità (pH 2,1), ma addirittura l’arancia consumata (mangiata) da un individuo della specie umana, dopo che essa ha interagito con le sostanze chimiche della saliva, con quelle dello stomaco, con quelle dell’intestino, con quelle ematiche, fino a quelle cellulari, ha un risultato metabolico finale ematico che è fortemente acido.

ARANCIA ACIDIFICANTE?

Essendo solo il risultato metabolico finale ematico ciò che conta per il nostro organismo (e non le ceneri del crogiolo esterno, e non esistono ceneri all’interno del nostro organismo), scientificamente si dice che l’arancia è fortemente acidificante a livello ematico (del sangue).

CI TENGO A VIVERE ALCALINIZZATO E SANO ANCHE DURANTE IL PERIODO INVERNALE

Spero che potrai chiarirmi le idee poichè nell’alimentazione vegana tendenzialmente crudista che seguo, la frutta acida ha un ruolo estremamente importante per me. Ti ringrazio anticipatamente. Un saluto.
Stefano

*****

RISPOSTA

NON FACCIAMOCI DISTRARRE DALLE ASSURDITÀ

Ciao Stefano. Ma è forse questo il modo di affrontare gli argomenti? Ti bastano delle ridicole considerazioni sul crogiolo per scuotere la fiducia nelle cose che stai facendo con successo? Mi spiace per i fanatici della mela ma l’arancia e i limoni, tutti gli agrumi e tutti i melograni, sono imbattibili nella alcalinizzazione del corpo, e soprattutto della matrice extracellulare, visto che il sangue è praticamente inalterabile e protetto dai vari tamponi immunitari.

NON CENERI ALCALINIZZANTI MA BOLO ALCALINIZZANTE

Se l’espressione ceneri dà fastidio agli abti-agrumisti associati del Progetto 3M, gli diamo subito un banale contentino. Anziché ceneri chiameremo tali sostanze bolo alimentare alcalinizzante. Se poi loro continueranno a negare l’evidenza dei fatti sulla base di pregiudizi assurdi e privi di fondamento, trattasi di fatti loro. Continuino pure a mangiare 10 mele al giorno e a perdersi i frutti più sani dell’inverno.

SPEZZO NON UNA MA UN MILIONE DI LANCE A FAVORE DEGLI AGRUMI

Mi arrivano 10 testimonianze al giorno di gente che guarisce dalla cistite, dal mal di stomaco, dai bruciori e da altri disturbi ancora, grazie al limone e al succo d’arancia, e dovrei perdermi a commentare strafalcioni di questa portata? L’unico mio rammarico è che le magnifiche arance tarocco della cara Sicilia non esistano 12 mesi l’anno!

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
28 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
28
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x