INTERVENTO NON INVASIVO E NON CURATIVO SU TUMORI E VIRUS

Pinterest LinkedIn Tumblr +

-Edizione Straordinaria – Breaking News – Smascheramento scientifico della Sceneggiata Mondiale Covid-19 – Resoconto presenta in parte alla 1° Lezione HSU-HealthScienceUniversity ad Imola, 20 settembre 2020

LE CURE STANDARD DA PROTOCOLLO MEDICO SONO UN INEVITABILE FALLIMENTO

Tutti i valori interni dell’organismi sono in continua variazione. Più volte ho affermato che ogni persona è un essere unico e diverso da tutti gli altri. Diverso persino da se stesso in quanto il soggetto di oggi non è esattamente quello della settimana scorsa o di quella prossima, poiché nel frattempo si sono verificate delle evoluzioni interne rapportate ai cibi assunti, ai pensieri pensati e alle azioni compiute. Tant’è vero che su soggetti diversi non ha senso praticare le stesse applicazioni sanitarie.

PERSONE DIVERSE E SCHEMI FISSI

Non servirà a niente conoscere il nome della propria malattia, lo stato della pressione arteriosa, la composizione chimica del sangue e degli altri valori delle tabelle mediche e dei test di verifica, la composizione dell’urina, del succo gastrico, della saliva, degli escrementi. Idem per i tamponi, i tamponi veloci, i raggi, le biopsie, le mammografie, i prelievi. Non è solo una questione di diversità delle persone e di conseguente inadeguatezza degli schemi fissi usati dalla medicina. C’è pure il fatto della fallacia, della inattendibilità dei sistemi prescelti, persino delle strumentazioni e dei metodi di rilievo diversi tra un laboratorio e l’altro, tra un test e l’altro.

GLI ESAMI ISTANTANEI NON OFFRONO UNA CURVA DI VALORI

E c’è pure di mezzo, importantissima, l’inadeguatezza degli esami istantanei effettuati una tantum, in quanto essi danno i valori di un determinato istante, mentre i dati sul sangue, sull’insulina, sul cortisolo, sull’omocisteina, sulla carica virale e tutto il resto sono variabili in continuazione dalla mattina al pomeriggio, dal prima al dopo dei pasti, dall’oggi al domani, da questa settimana alla prossima.

CONCETTO DI SIEROPOSITIVITÀ VARIABILE E PROVVISORIA

Ecco il motivo per cui si arriva al concetto di Sieropositività Variabile. L’unico test valido richiede intanto un sistema tamponi affidabile e diverso dagli attuali metodi in uso che danno notoriamente risultati aberranti e sbagliati nell’83% dei casi di verifica del Covid. Forse in futuro, tra 50 anni e più svilupperanno metodi meno invasivi, più precisi e più seri. Al momento non c’è nemmeno la voglia di spendere e investire per trovare dati certi, in quanto tali dati sarebbero svantaggiosi e rivelatori proprio nei riguardi dello stesso Impero Medico-Farmaceutico che li dovrebbe pure sovvenzionare, smascherando le sue malefatte odierne.

NESSUN POTERE SANITARIO È INTERESSATO A FARE DEI VERI TEST

Ma c’è di più. L’unico test valido è un test seriale e ripetuto più volte nel corso della giornata e della settimana, per poter decretare alla fine del ciclo di controllo non un valore unico ed assoluto tipo “SÌ oppure NO, POSITIVO e COLPITO DAL VIRUS E QUINDI CONTAGIANTE, oppure NEGATIVO e NON CONTAGIANTE” da rilevazione istantanea, ma bensì una curva di andamento capace di segnalare se una persona è, non in assoluto ma tendenzialmente, sieropositiva. In pratica, nell’andamento con alti e bassi non esiste al mondo una persona sempre positiva o sempre negativa in assoluto ma soltanto una persona tendenzialmente e temporaneamente sieropositiva o sieronegativa. Ma effettuando i test in questo modo scientifico si manderebbero a casa tutti i virologi e si sbugiarderebbero gli autori e i pianificatori di tutte le false pandemie e di tutte le varie farse ed invenzioni chiamate Aids, Sars, Aviaria, Suina e Covid-19.

LA VITA È CONTINUO MOVIMENTO E NON LA PUOI RACCHIUDERE IN UNA FOTO ISTANTANEA, IN UNA RILEVAZIONE ISTANTANEA

Sieropositività e sieronegatività come quelle decretate attualmente sono situazioni teoriche-fisse-schematiche inesistenti e fuorvianti in una realtà che è dinamica-mutevole-evolutiva. La condizione umana non corrisponde a dati fissi. Tutto a questo mondo è in movimento e in variazione continua, con alti e bassi che si alternano alle 24 ore e nei giorni che seguono, mentre i medici pretendono di decretare strumentalmente una situazione fissa contrassegnando e catalogando le persone come sieropositive o sieronegative tout-court. Puoi essere positivo stamattina e negativo stasera, neutro domani, positivo dopodomani e negativo di nuovo nel week-end a seconda del grado di efficacia immunitaria ed endocrina del corpo, che è pure a sua volta variabile.

I VALORI SONO RELATIVI E MAI ASSOLUTI COME DIMOSTRATO DA FILONOV

Ricordo il medico russo-siberiano dr Sergej Filonov che, non parlando inglese quando venne a Imola, ad ampi gesti ci faceva capire come fosse difficile inquadrare lo stato dei reni con un esame strettamente tecnico e numerico, poiché i reni mica stanno fermi in attesa che qualcuno li fotografi e li esamini. Essi ruotano in avanti e indietro, si alzano e si abbassano in continuazione.

NESSUNO DEI TEST OGGI IMPIEGATI OFFRE RISULTATI CREDIBILI

Nel caso dei virus e in quello particolare del Covid, la carica virale si esprime necessariamente con valori percentuali da quota 1 quota 100 a significare l’intensità alta, media o bassa della sporcizia virale accumulata, o comunque delle semplici impronte retrovirali mantenute in circolazione probabilmente dai batteri stessi del microbiota, i quali si alimentano pure della sporcizia organica virale, offrendoci tra l’altro un prezioso aiuto depurativo. Come dicevo poc’anzi non esiste allo stato attuale della ricerca un test capace di misurare tale percentuale di carica virale. Nessuna sorpresa che i colpiti da Coronavirus risultino in forte aumento in proporzione ai molti tamponi effettuati, ancorché svianti e non predittivi 83 volte su 100.

DATI E STATISTICHE COVID PRIVI DI QUALSIASI VALORE SCIENTIFICO

Succede in pratica che ogni abitante del pianeta sia portatore minimo, medio o intensivo di positività virale, che viene di volta in volta segnalata strumentalmente in base anche alla sensibilità degli strumenti di rilevazione. In conclusione tutti i dati e tutte le statistiche prodotte in questo semestre di pagliacciata Covid hanno valore zero. Tanti soldi, tanta fatica e tanto tempo sprecato per niente, ovvero sprecato per spaventare le genti e per frenare bruscamente la crescita economica.

BUONE DIGESTIONI E RIEQUILIBRIO TERMICO BASILARI PER LA SALUTE

Ricordiamoci in ogni caso che tutte le malattie, anche quelle virali e quelle esantematiche ed infantili ed influenzali che creano tanto panico in questi giorni, siano esse cancro, sifilide, aids, asma, diabete, tubercolosi, tifo, scarlattina, morbillo, polio, meningite, polmonite, spariranno solo e sempre per mezzo di sangue pulito e scorrevole, per mezzo di buone digestioni e per mezzo di organi emuntori efficaci e di attive eliminazioni da parte dei canali escretivi cutanei a sostegno e rimpiazzamento del lavoro renale, mediante surriscaldamento esterno della pelle e trasudazioni della pelle stessa. Non potrà mai esistere un malato con buona digestione e nemmeno un sano con cattiva digestione. Nell’individuo che manca di salute si riscontra sempre una febbre interna intestinale sensibilmente maggiore della febbre esterna misurabile mediante termometro in bocca o sotto le ascelle. Occorre eliminare tale divario e raffreddare la febbre distruttiva interna, provocando nel contempo una febbre curativa esterna in vista di un riequilibrio termico generale.

MOTIVI DELLO SBALZO TERMICO TRA MUCOSE INTERNE E PELLE ESTERNA

Come mai la febbre interna alta? Come mai la febbre esterna bassa? Quella interna deriva da congestione e digestioni difficili che richiamano sangue dalle parti periferiche del corpo creando infiammazione interna. La pelle esterna e in particolare le aree periferiche del corpo al contrario si raffreddano per questa emigrazione temporanea del sangue dalla periferia verso il centro, verso la zona addominale.

CHI NON CONOSCE E NON RISPETTA LE LEGGI NATURALI NON HA ALCUN TITOLO PER PARLARE DI SALUTE

Come spiega con chiarezza assoluta Manuel Lezaeta Acharan, erede della medicina germanica tramandatagli da Padre Taddeo (eccellente medico tedesco diventato frate cappuccino e in missione esterna a Santiago del Cile agli inizi del secolo scorso), la Medicina Medicamentosa e Interventista di allora, e anche quella dei nostri giorni, non cercano affatto di ristabilire la normalità digestiva, l’attività eliminatorie della pelle e il riequilibrio termico, ma cercano di combattere e di silenziare stupidamente il sintomo che è intoccabile, essendo opera difensiva della Natura. Il medico-scamorza, male istruito e male inquadrato da una Medicina Repressiva delle Difese Naturali, dimentica sistematicamente che il nostro organismo è soggetto e guidato da Immutabili Leggi Naturali che non lavorano mai in proprio pregiudizio. Una di queste leggi stabilisce che il corpo non va ai contro se stesso.

I SINTOMI NON SONO MALATTIA MA LAVORI IN CORSO

In una ferita, in un trauma, come in ogni altra disfunzione, la prima cosa che si manifesta è una infiammazione. Infiammazione che è poi il processo di cura della Natura, ovvero un sintomo che non deve mai essere contrastato e combattuto. Nei casi di raffreddore, i persistenti starnuti sono il mezzo che la Natura usa per liberarsi le fosse nasali. Con la tosse e la espettorazione l’organismo si libera del muco, del catarro bronchiale, delle impurità che risiedono nella laringe. Le manifestazioni della tubercolosi sono il disperato sforzo che il corpo compie per opporsi alla decomposizione dei tessuti. Eppure per i medici i sintomi sono considerati come malattia e infermità. Come dire che la salute perfetta per loro sarebbe quella del cadavere, privo di dolori, di eruzioni e di crisi fisiche-mentali-spirituali.

PRATICHE MEDICHE FARSESCHE E PRIVE DI SIGNIFICATO

Otto von Bismarck (1815-1898), conte-barone-principe e cancelliere di ferro nonché primo ministro del Regno di Prussia, era un po’ come Napoleone, non si accontentava di poco in fatto di medico personale. Quello suo era il dr Schwenninger, docente all’università di Berlino. Per Schwenninger la pratica medica è una autentica farsa essendo il 90% dei medici dei ciarlatani, mentre solo sì e no il 10% è idoneo a praticare la medicina. I medici occultano e nascondono la loro ignoranza con il nome di scienza, mentre le loro cure sono sempre empirismo e approssimazione. Il dr Licutand, celebre medico alla corte di Francia, mentre stava morendo rispose al sacerdote che gli chiedeva se credesse in Dio: “Credo in tutto meno che alla Medicina” fu la sua risposta.

INCAPACITÀ DELLA MEDICINA DI RIPORTARE IL CORPO IN CARREGGIATA

Come mai tutti questi insuccessi della medicina, confessati dagli stessi medici?

  • Perché la medicina è incapace di purificare il sangue in tutti gli infermi, come rivela l’iride degli occhi. Con l’inoculazione di vaccini, iniezioni, farmaci, integratori si corrompe il fluido vitale dell’individuo come avviene con le operazioni chirurgiche, le trasfusioni, i trapianti, i raggi X e la chemio, tutte incapaci di purificare il sangue ma capacissime di peggiorarlo.
  • Perché la medicina è incapace di normalizzare la circolazione alterata, la congestione intestinale e la deficiente circolazione periferica nella pelle e alle estremità.
  • Perché la medicina difetta di mezzi per ristabilire la digestione, unico cammino verso una buona salute. Il fattore basilare in tutti i malati è la temperatura alterata determinata da irritazione congestiva infiammatoria, il che vuol dire calore febbrile.
  • Perché la medicina non conosce l’arte di normalizzare le funzioni di nutrizione e di eliminazione o depurazione del corpo umano.

PASSERANNO GENERAZIONI PRIMA CHE EMERGA LA VERA CIVILTÀ

Come scrive Franco Libero Manco nel suo articolo “Politici razza camaleontica” pubblicato per sul suo blog, l’educazione delle masse non sarà un processo né breve né facile, né tantomeno privo di contrasti ideologici. Passeranno generazioni prima che emerga la vera civiltà, prima che sia geneticamente sradicata dalla natura umana la propensione al sopruso, all’ingiustizia, alla violenza, alla sopraffazione. Ma se mai si inizia un’opera mai la si conclude e i problemi resteranno. A molti può sembrare superfluo ma non è forse il cardine del pensiero di tutti i grandi illuminati, quello di intervenire sull’uomo, sulla coscienza, sulla sensibilità, sulla bontà umana attraverso la conoscenza e lo sviluppo dei valori morali e spirituali? Già Socrate (come tutti i grandi filosofi), aveva indicato il valore imprescindibile dell’insegnamento delle virtù; anche Cavour prima di morire disse le stesse cose: “Educare l’infanzia e la gioventù”. Ma i politici sono sordi agli insegnamenti dei grandi.

EFFETTI PERVERSI DI OGNI DIVISA E DI OGNI CAMICE

Immaginiamo un uomo qualunque e mettiamogli addosso una divisa, una di quelle che conferiscono autorità e che sono tante. Sapete cosa succede? Quel soggetto non sarà più un uomo qualunque ma un qualcuno che eserciterà un potere, perché la divisa diventa spesso la cartina di tornasole di tutte le frustrazioni. Nel ginepraio di regole imposte e mai condivise, la scala gerarchica del potere è molto lunga e variegata, passa dagli ultimi ai primi, passa dagli uscieri e dai bidelli, sale ai maestri e si inerpica fino ad arrivare ai presidi, ai ministri, e ai premier, a quelle cariche che consentono privilegi, introiti economici e intoccabilità.

I CAPETTI PIÙ BASSI TENDONO A ECCEDERE NEI COMANDI

La divisa nasconde l’uomo, nasconde il suo carattere e i suoi limiti e tutti si trovano di fronte all’idiozia conclamata, alla sorda arroganza del sistema. Non ci credete? Parlate con un caporale dell’esercito, un vigile urbano, un assistente sociale e implorate loro il buonsenso e la flessibilità. Li troverete? Solo se avete fortuna. Troverete davanti a voi un muro. Più le regole diventano abusive ed oppressive e più si gonfia l’attitudine a comandare e ad esercitare dei diktat. La dittatura riproduce se stessa. Pure chi non indossa la divisa tende a rappresentare la legge giusta o sbagliata che sia, tende a imitare il superiore, a diventare un satrapo e un capetto ancora peggiore. Mi fa molta più paura il caporale del colonnello, l’appuntato del generale, il portaborse del ministro. La dittatura dei piccoli diventa una specie di rivalsa personale. La divisa associata alla mascherina sul volto non fa che moltiplicare l’effetto tirannico e dispotico.

UN CELEBRE ESPERIMENTO DI FREUD LO CONFERMA

Ci fu un famosissimo esperimento di Sigmund Freud dove prese una ventina di amici e li divise in due gruppi, 10 da una parte e 10 dall’altra, in un luogo chiuso, dove 10 erano definiti carcerieri e 10 carcerati, loro amici carcerati. Dopo neanche una settimana le violenze subite dai carcerati erano di una tristezza e di un cinismo assoluti. Persino torture. Perché tutto questo? Perché erano stati rivestiti di un titolo, di una divisa anche solo mentale. L’episodio viene citato dal comunicatore e filosofo romano Max Massimi.

CHIEDO ALLA GENTE SE AMA ESSERE LIBERA O INVECE CARNE DA MACELLO

Se avete dei dubbi, basta incontrare un medico, un poliziotto, un carabiniere o un finanziere. Persone normalmente civili e ragionevoli, ma rese burocratiche e arroganti dal camice o dalla divisa che indossano. Se andiamo poi nelle alte sfere si spalancano gli altarini e gli scheletri degli armadi. Cosa mai fanno i prelati sotto la basilica di San Pietro? Cosa mai fanno i politici in Parlamento o nel baraccone governativo? Cosa mai tramano le élite mondiali al convegni blindati Bilderberg e Trilateral Commission? Nessuno lo sa, e il popolo nemmeno se lo chiede. E voi siete lieti di essere governati da un siffatto mondo? Vi piace davvero di essere carne da macello? E qui siamo al punto cruciale. Esiste sulla terra qualcuno che non può essere comprato dal dio danaro? Esiste qualcuno che non ha una ideologia politica da rappresentare? Esiste. E se questo qualcuno ha già tanti amici che la pensano come lui, non è ancora meglio? Uno di questi posti è la HSU-Health Science University.

PIANETA TERRA STREGATO DALLE ARIE FETIDE, DALLE CLINICHE E DAI LAZZARETTI

A questo punto, dopo aver svolto la relazione mattiniera alla 1° Lezione di Imola, ho avvertito che in serata prima di lasciarci, avrei presentato un documento ad effetto deflagrante sull’argomento virus. Pare infatti che il Covid abbia ottenebrato l’intera mente, l’intera intelligenza, l’intera anima dei popoli, spazzando via ogni logica e ogni sensatezza dal pianeta Terra.
Se qualcuno in Italia pensa che la salvezza e l’illuminazione possa arrivare dalla politica e dalle elezioni dei vari governatori e sindaci delle varie fazioni si tolga pure queste facili illusioni.

DA QUESTE PARTI ENTUSIASMO E MOTIVAZIONE NON MANCANO

Ragazzi giovanissimi e meno giovani, dal momento che siete qui siete tutti ultra-giovani indipendentemente dall’anagrafe. È la motivazione, è l’entusiasmo, è l’essere liberi e galvanizzati in mezzo a un mondo osceno, calpestato e privato di ogni dignità che determina il grado di giovinezza e di grandezza di una persona. E voi tutti avete una caratteristica unica che vi distingue da tutti gli altri: siete autenticamente motivati dai valori che contano.

SIAMO CADUTI NELL’EPOCA PIÙ LIBERTICIDA DELLA STORIA

So che da me, e che da voi medesimi, vi attendete qualcosa di più e di diverso. Vedrò di venirvi incontro. Voi già lo state facendo prestandomi ascolto dopo una intera giornata di lavoro. Diamoci tutti una scrollata e una scossa di ulteriore energia. Non lasciamoci andare e non perdiamo le nostre chances. Non diamoci per vinti. Ma prendiamo nota piuttosto dei fatti e delle difficoltà che ci troviamo a dover affrontare. La massa umana è caduta nelle grinfie dei peggiori malavitosi e corrotti dell’intera storia. In nessuna epoca precedente il livello di omogeneità e di conformismo ideologico ha raggiunto livelli simili. Nella migliore delle ipotesi è caduta nelle mani di una genia dirigenziale-padronale imbelle, incapace, idiota e deficiente.

ABBIAMO IL COMPITO DI RICONQUISTARE I NOSTRI DIRITTI FONDAMENTALI

Tutto questo a conferma che libertà-dignità-diritti fondamentali vanno conquistati e riconquistati a spada tratta giorno per giorno, non essendo merce gratuita che cade dal tetto come gentile e gratuita concessione. I nostri padri hanno duramente combattuto per offrirci un mondo migliore e non uno schifo rivoltante di questo genere. Non si possono lasciare le redini del comando a nocchieri dal cervello vuoto o degenere.

UNA MACCHINAZIONE PAZZESCA A DANNO DEI POPOLI

Ho ben presente senza la minima ombra di dubbio che quella del Covid-19, al di là di ogni facile apparenza esteriore, è una macchinazione pazzesca. Ve l’ho detto in mille modi nei miei scritti. Ma evidentemente non basta mai. Non abbiamo a nostra disposizione giganteschi apparati di diffusione notizie. Non possediamo reti televisive, satelliti, redazioni, favori.

PIANETA TERRA TRASFORMATO IN UN INDECENTE POLLAIO

Avulsi e staccati dal buon senso, avulsi dalla realtà, avulsi dalla ragione stanno letteralmente trasformando il pianeta Terra in un Inferno Mai Visto e Mai Immaginato prima, in una palude di sabbie mobili, in una valle di lacrime, illudendosi di trovare rifugio e vita facile su qualche isola riservata e sicura. Questa è gente perversa e fuori di testa, da rinchiudere in casa di cura e di rieducazione, se non addirittura in manicomio criminale. Gente circondata poi da lobbisti, valvassori e valvassini, da lecchini, servitori e lacchè, da soggetti bravi solo a prostituirsi ai poteri forti, bravi a incitare all’odio e alla divisione sociale, alla delazione.

VORACITÀ E PRESUNZIONE AL POTERE

Caporioni, capi, capini e capetti che alzano trionfanti le proprie coppe di champagne di fronte alle proprie fasulle vittorie elettorali, dove la metà della popolazione non ha votato, e dove chi ha votato lo ha fatto tra mille dubbi e con scarsissima convinzione. Gente che alla resa dei conti predica democrazia e pratica dittatura. Gente che mette in ombra per voracità e presunzione Gengis Khan, Tamerlano, Hitler, Stalin, Mao e Pol Pot.

OGNI ATTO OPPRESSIVO, INIQUO E DELINQUENZIALE SARÀ CITATO IN GIUDIZIO

Nessuno può arrivare a tanta malizia e a tanta ipocrisia. Nessuno può dichiarare zone rosse, nessuno può imprigionare e deridere il prossimo, stracciare la Magna Carta e le Costituzioni. Nessuno lo può fare impunemente. Questi individui collusi con l’Impero e al servizio dell’Impero covano la pericolosa illusione di vivere eternamente in un guscio protettivo, in una corazza impenetrabile e invalicabile, in un regime di impunità continuata. Ma nessuno è immune al giudizio umano e ancor meno a quello divino. Pagheranno uno per uno i loro crimini.

OBIETTIVO FINALE IL MANTENIMENTO MACHIAVELLICO DEL POTERE A TUTTI I COSTI

I microrganismi e il cosiddetto virus Covid-19 sono un iniquo e furbesco alibi per alimentare i loro scopi di lucro e di potere, la loro aberrante attitudine a prevalere con ogni mezzo sul prossimo e sul più debole. Hanno messo in piedi una diabolica sceneggiata planetaria creando incubo-panico-paura, col fine blasfemo di

  • Portare l’Impero, il Deep State, i Poteri Nascosti, le Logge Massoniche, le Famiglie, le Maxi-Religioni, i Bilderberg a incrementare e rafforzare il potere economico e dittatoriale,
  • Rafforzare i controlli su ogni singolo cittadino mediante malefici e devastanti congegni tipo microchip sotto pelle, vaccini ingegnerizzati, telecomunicazioni 5G, satelliti speciali e altre diavolerie,
  • Bloccare e scoraggiare la crescita e il progresso della civiltà umana,
  • Pecorizzare la popolazione rendendola ancora più succube ed obbediente,
  • Ridurre drasticamente il numero abitanti con ogni mezzo lecito e abominevole,
  • Togliere ai singoli e ai popoli libertà, salute, diritti e gioia di vivere.

GOFFI TENTATIVI DI STERILIZZARE OGNI COSA

Non esistono beninteso appestati e appestatori, ma esistono solo soggetti sani e soggetti ammalati, poche persone in forma smagliante e tante purtroppo in forma scadente e disastrosa. Viviamo da anni ahimè nell’assurdo e impraticabile mito della pulizia assoluta, dei distanziamenti sociali, della smania di sterilizzare superfici-cose-persone-piante-animali. Dovremo presto vaccinare cani-gatti-lucertole, moscerini, zanzare, formiche e scarafaggi. La realtà è che siamo avvolti e intrisi dentro e fuori in una miriade infinita di microrganismi che se ne ridono e si fanno le beffe dei nostri goffi tentativi di sterilizzazione.

IL MITO DEMENZIALE DEL CONTAGIO E DELL’APPESTAMENTO

Aprite bene le orecchie. Vi sto facendo delle importanti rivelazioni provate e dimostrabili sul virus. Se ben ricordate, sono autore di una Prova del Nove sulla Innocenza Batterico-Virale e sulla Non Contagiosità che ho pure lanciato più volte come sfida, senza che nessuno abbia potuto ridire qualcosa o fare delle contestazioni. Ma quanto sto affermando oggi è materiale da Edizione Straordinaria e da Breaking News, materiale in grado di sbugiardare all’istante le montature e le dabbenaggini dei vari Anthony Fauci, Bill Gates e simili.

OGNUNO APRA IL SUO MAZZO E MOSTRI LE CARTE A SUA DISPOSIZIONE

Ma tu, chi credi di essere? Chi sei tu per dire tutto questo? Quale autorità e rilevanza scientifica possiedi per smontare e smantellare l’enorme menzogna intentata dall’Impero? Ricordatevi che siamo tutti ricercatori del naturale e del sovrannaturale, per cui tutti siamo in grado di percepire meglio o peggio la realtà che ci circonda a seconda della trasparenza, della intuizione e della concentrazione che immettiamo nel nostro pensiero. Lascio a voi percepire e intuire la veridicità e la sensatezza di quanto sto qui affermando, e di confrontarle con quelle allucinanti dei monatti e degli untori. Lascio a voi allinearvi con la logica e la chiarezza del mio sentire o con la buffonata pazzesca imposta furbescamente al popolino bue.

LA LOGICA DICE CHE CI SONO 8 MILIARDI DI CASI VIRALI COVID NEL MONDO, SENZA CONTARE ANIMALI, PIANTE E FRUTTI

Virus Covid in forte crescita in Italia e nel mondo? E allora? Dove sta mai l’arcano? Dove stanno il rebus e il problema? Esiste dentro ognuno di noi la traccia di tutti i virus, cioè di tutti i detriti cellulari (cioè di tutta la polvere di nostre e altrui cellule morte, ovvero di tutte le impronte di Dna retrovirali che nel presente e nel passato abbiano impattato o incocciato con noi stessi, con il genere umano, col regno animale e vegetale.

PIATTAFORMA TUMORALE E PIATTAFORMA VIRALE

Si può parlare pertanto di virus milieu o di ambiente virale intasato-devitalizzato e di metabolismo rallentato. Si può parlare di virosità alta o bassa, intensa o leggera, massiccia e rilevabile o anche impercettibile strumentalmente del nostro sistema-corpo, allo stesso identico modo in cui parliamo spesso di tumorosità o di cancer milieu, o di ambiente tumorale e fortemente acidificato portato a far crescere e proliferare le migliaia e migliaia di tumorini potenziali che il nostro sistema cellulare di 100 trilioni di cellule produce e mantiene a livello potenziale nella piattaforma tumorale di riserva che tutti possiedono e che normalmente non viene innescata e attivata nelle persone che mantengono stile di vita sano, alimentazione vegan-crudista tendenziale vitale e sostenibile, nelle persone avvedute e sagge che mantengono funzionalità organi emuntori, funzionalità sistema endocrino e sistema immunitario, alcalinità del sangue e della matrice extra-cellulare.

METTIAMOCI IL CUORE IN PACE

In altre parole mettiamoci il cuore in pace e non tormentiamoci nemmeno più col dilemma esistenziale se esiste un determinato virus e se ne siamo pure stati colpiti, se esiste il tumore potenziale e se davvero ospitiamo una piattaforma tumorale al nostro interno pronta a punirci e ad innescare ed ingenerare una determinata crescita non appena varchiamo i limiti di sicurezza dei punti massimi di tolleranza tossiemica, di aberrazione mentale e di distrazione spirituale. La risposta è affermativa per tutti. È di basilare importanza mantenere tranquille e allo stato potenziale e dormiente le piattaforme virali e le piattaforme tumorali, senza dar loro motivi per innescarsi e per crescere. Dunque niente pesti bubboniche, niente appestati e niente lazzaretti, nessuno ci venga a raccontare orribili storielle gridando Al lupo-Al lupo. Il vero lupo mannaro sono loro, spaventatori seriali delle tante menti deboli in circolazione.

IMPARIAMO A CONOSCERE NOI STESSI UNA BUONA VOLTA

Impariamo piuttosto ad accettarci come siamo e a dimostrare riconoscenza a Madre Natura e al Divino Creatore che ci hanno costruiti con una generosità e una magnificenza straordinaria. Impariamo a coniugare a tutte le ore il Comandamento stampigliato sui portoni di ingresso dei templi greci. Quel “Conosci Te Stesso” che la gente continua scioccamente a ignorare e sottovalutare.

PORTATORI SANI MA NON CONTAGIOSI DI TUTTI I VIRUS DELL’UNIVERSO

Siamo tutti potenziali portatori di tutti i virus e le impronte di Dna virali e Rna retrovirali e di tutte le forme potenziali di tumore esistenti, poiché questo fa parte integrante delle nostre dotazioni e della nostra struttura bio-chimica-spirituale, allo stesso modo nel quale ospitiamo nel nostro interno un sistema digerente e un sistema respiratorio che hanno le loro precise esigenze di cibo elettivo, di aria elettiva e di pensieri elettivi per una carburazione ad alto rendimento e priva di problemi collaterali.

TENIAMO IN BUON ORDINE FUNZIONALE IL NOSTRO SUPER-MOTORE

Siamo tutti tenuti ad amare e rispettare il nostro corpo, a tenerlo ogni giorno al riparo sistematico dei traumi e degli stress di tipo fisico-mentale-emotivo capaci di cagionargli danno e di renderlo vulnerabile a ogni sorta di alterazione, di squilibrio, di depressione, di caduta immunitaria. Dobbiamo in altre parole conoscere ed applicare in modo rigoroso Le Leggi Eterne Universali che Madre Natura ha stabilito e riservato per noi stessi. Le trasgressioni e le scelleratezze si pagano regolarmente in base alla legge di Causa ed Effetto. Se abbiamo buona cura del nostro motore usandolo con criterio, ripulendolo e lubrificandolo, rispettando le istruzioni del manuale, senza sfruttarlo troppo o mandarlo fuori-giri, senza surriscaldarlo, senza offenderlo esso ci ripagherà funzionando bene e a lungo.

AIUTATI CHE IL CIEL TI AIUTA

Se una persona vive male e ai limiti, se si alimenta male, respira male, pensa male, agisce male, dorme e riposa male, coltiva odio e non amore, evita il sole, non fa movimento, non traspira e trasuda, se vive nella paura e nell’ignoranza, se parla solo e sempre di malattie finendo per attrarle inevitabilmente a sé, se non ha grandi progetti e autentica voglia di vivere e di portarli a compimento, se non ha forte stima di se stessa e del prossimo, se vive avulsa dalla interconnessione che tutti lega in una unica identità universale, se non è disposta a progredire e ad operare un radicale cambio di logica e di marcia quando serve, se vive sul filo del rasoio in mezzo a traumi-tensioni-carenze affettive, se vive alla mercé di stimoli cardiaci e di droghe dopanti, o alterata da farmaci-vaccini-integratori, ovvio che il suo corpo non depura e la sua anima non respira.

OCCORRE VIVERE ALL’ALTEZZA DEL NOSTRO POTENZIALE

Ovvio che a quel punto accumula in continuazione tossiemia interna, provocando nel contempo una intensa e insostenibile carica virale che scatena l’allarme non solo ad ogni test di controllo, ma anche alla semplice osservazione visiva esterna, dal momento che un buon stato di forma psico-fisica si verifica con gli occhi, si percepisce dalle radiazioni che uno trasmette, si intuisce dai gesti e dai toni, e si fiuta dal profumo gradevole o dall’olezzo negativo che uno emana, e che persino cani-gatti-maiali disdegnano come succede con gli alcolizzati la cui vicinanza è particolarmente sgradita agli animali domestici. Se una persona non sa vivere, se non sa darsi un’esistenza all’altezza del suo enorme potenziale nascosto, finisce per svalutarsi e per auto-escludersi dalla interconnessione universale e per rimanere vulnerabile a ogni sorta di evento negativo.

PARAGONI E SIMILITUDINI TRA SINDROMI TUMORALI E SINDROMI VIRALI

Col tumore ci troviamo davanti a un sintomo e a una barriera di emergenza contro qualcosa di ancora peggio, come un ictus o un infarto fatale, per cui il sintomo tumorale come tutti i sintomi non va toccato e rimosso, ma occorre soltanto bloccarne e inibirne la crescita, e poi riassorbirlo per autolisi progressiva. Come fare questo? Semplice: agendo sui fattori causanti. Stesso discorso per l’auto-intossicazione da carica virale leggera o intensa che sia, che i tamponi odierni segnalano malamente e irregolarmente decretando falsi-negativi e falsi-positivi. Questa carica virale accumulante e non moltiplicante, trattandosi di poltiglia organica morta, va soltanto espulsa al pari delle sacche di acque fetide da ritenzione idrica.

IL VERO INGREDIENTE PATOLOGICO È L’IMPERIZIA UMANA

È provato che non esiste responsabilità e colpevolezza batterico-virale, ma soltanto grave imperizia umana e medica. Esistono batteri, microrganismi vivi e intelligentemente auto-moltiplicanti e auto-riducenti in quanto vivi e motivati, in quantità rapportata al cibo escrementizio e residuale della sporcizia interna a disposizione. I batteri prolificano in proporzione alle nostre prodezze e ai nostri errori alimentari e comportamentali, assumendo caratteristiche simbiotiche e amiche (batteri aerobi) oppure disbiotiche e nemiche (batteri anaerobi). Pure funghi e candide sono materiale chiaramente vivo in crescita o decrescita a seconda dalle condizioni interne da noi poste in essere. I microrganismi vivi (batteri-funghi) e morti (virus) sono sì certamente compresenti intensamente nelle malattie-alterazioni-infiammazioni ma soltanto come conseguenza delle stesse e non come fattori causanti.

RALLENTAMENTI E IMPIGRIMENTI FUNZIONALI

Per quanto concerne i virus endogeni, residuati di noi stessi e polverizzati dai nostri lisozomi intra-cellulari, ma non adeguatamente e regolarmente ripuliti ed espulsi dal sistema-corpo a causa di insufficienza e debolezza immunitaria, causano a quel punto ostruzione e impigrimento metabolico, acidificazione corporale, inibizione e flessione enzimatica, grave rallentamento dei neurotrasmettitori che viaggiano normalmente alla velocità istantanea della luce. Tutto questo dà luogo a impigrimento del linfatico, a sangue grasso, a rallentato ricambio cellulare, a insufficienza cardiaca e respiratoria, a insufficienza epatica e renale. Mantenendo a lungo tali pessime condizioni, il materiale virale lascia nel corpo la sua impronta più meno marcata e più o meno intensa, chiamata sieropositività rilevabile strumentalmente.

VIGE PER TUTTI L’OBBLIGO DI ESSERE DISTRIBUTORI DI ENERGIA E NON BUCHI NERI ASSORBENTI

Alla fine, grazie anche alla inadeguatezza e alla inaffidabilità dei test e dei tamponi attualmente in uso, si hanno sieropositivi asintomatici sanissimi come dei pesci oceanici che non contagiano nessuno, e sieropositivi sintomatici che stanno male per le proprie malattie opportunistiche e che non contagiano ma diventano dei buchi neri che assorbono energia altrui e che causano caduta energetica in chi gli sta accanto, facilitando e inducendo sintomi di ammalamento in coloro che erano in pre-condizioni simili. Ma non si tratta mai di contagio bio-chimico, concetto del tutto aberrante ed antiscientifico foraggiato e diffuso dalle multinazionali farmaceutiche per favorire la enorme mangiatoia vaccinale planetaria.
Ovvio che non stiamo demonizzando i malati. Ribadiamo semmai l’obbligo morale e civile per tutti di mantenersi sempre in salute, diventando distributori di energia e autentici carica-batterie sia per sé che per il prossimo.

SMETTIAMOLA DI ESSERE IPOCONDRIACI ED AUTOLESIONISTI

Ribadisco con forza, al di là delle facili ed illusorie apparenze, il concetto di assoluta innocenza causale di batteri, virus e candide, e ribadisco altresì il concetto di responsabilità causale delle nostre scelte irragionevoli ed acidificanti, dei nostri accumuli tossici mai debellati, delle nostre cadute immunitarie, dei 50 attentati giornalieri alla nostra salute, dei nostri sconvolgimenti endocrini, delle nostre orrende formule ematiche e linfatiche, delle nostre dispersioni di vitalità, di energia e di forza radiante-vibratoria.

CHI NON TEME LA VITA NON TEME NEPPURE LA MORTE CORPORALE

Come mai la gente muore? Muore precocemente e muore male per errori propri, per maltrattamenti terapeutici, per danni climatici ed ambientali, muore per auto-avvelenamento continuato da carni, latticini, eccesso proteico, fumo, alcol, caffè, cole, zuccheri industriali, dolciumi, aspartame, perversione pH, scarsità vitamine naturali e minerali organicati, carenze di acqua biologica da frutta acquosa e da clorofilla verde. Muore anche normalmente perché è normalissimo nascere-vivere-morire nel corpo fisico, pur essendo indistruttibili ed eterni nella parte più nobile chiamata anima.

NON SCARICHIAMO IL BARILE SUI MICRORGANISMI

È il trauma che uccide, è la paura che uccide, è la sfiducia che uccide, è l’indifferenza che uccide, è la cattiveria che uccide, è l’ignoranza che uccide.
Smettiamola dunque di scaricare il barile sulla peste e sul contagio, sulla banale e innocente micro-particella chiamata virus trasformata in orribile mostro malefico dalla bacata mente umana e dalla stupidità popolare.

SPERO DI NON DOVERMI ESPRIMERE IN OSTROGOTO

Chi racconta queste storielle dell’horror vada a raccontarle alle tante pecorelle che obbediscono e belano a comando, e non a chi possiede un minimo di coscienza e di consapevolezza. Come ve lo devo dire che siamo di fronte a una montatura mediatica mondiale? Come ve lo devo dire che per vincere ogni patologia non dovete imbarcare tossine, cattivi pensieri, cibi acidificanti e sostanze chimiche di sintesi? Devo forse esprimermi a gesti, o in ostrogoto?

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x