INTOLLERANZA AGLI AMIDI O INTOLLERANZA AI ROMPISCATOLE?

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

LA PROSPETTIVA IGIENISTA MI ATTRAE MOLTO

Gentile Valdo, grazie per la tua opera di informazione e formazione, unica nel suo genere, soprattutto qui in Italia. Ho trovato eccezionali le tesine sugli Angstrom e mi sento molto fortunato ad essere entrato in contatto con la prospettiva igienista. Sono consapevole che sei molto impegnato, perciò se non potrai rispondere non importa.

PASTA, CARNE E PESCE PER ANNI E ANNI

Mi chiamo Daniele e sono un ragazzo di 30 anni, che da circa un anno ha progressivamente levato la carne e le uova dalla sua dieta (i latticini mai troppo spesso, per deficit di lattasi). Negli ultimi anni nella completa ignoranza e assenza di sintomi ho mangiato male. Pur evitando merendine e prodotti industriali vari, i miei pasti sono stati per lo più a base di pasta a pranzo e cena, con condimenti grassi, e poi carne o pesce o fritti.

CELIACHIA SCONFERMATA E ADOZIONE DI DIETA VEGAN-CRUDISTA

Da qualche mese per sospetta celiachia (poi sconfermata dalle analisi) ho levato i cereali contenenti glutine. I sintomi (benedetti) mi hanno portato a studiare e a farmi tutta una cultura alimentare che prima era fortemente carente. Ora, grazie a una dieta vegana con largo consumo di frutta e verdura (sto man a mano aumentando il crudo), accompagnata da legumi e basmati integrale, sto cercando nuovi equilibri. Ho eliminato tutte le altri fonti di zucchero che non derivano dalla frutta, e tutti i prodotti industriali. Non ho mai fumato, bevuto, o usato caffè.

SINTOMI DI INTOLLERANZA AGLI AMIDI

A questo punti ti scrivo per due problemi. Il primo riguarda i sintomi che mi hanno portato a un ricovero in ospedale (per fortuna senza che sia stato necessario prendere alcun farmaco). Tali sintomi continuano. Si tratta di gas, dolori, borbogimi, pesantezza, a volte mal di testa, sangue nelle feci e ultimamente anche aritmia. Pare che la causa non sia il glutine ma gli amidi. Il mio corpo ha una scarsa produzione di amilasi, e avendo io per molto tempo consumato principalmente amidi, potrei aver sviluppato una intolleranza ad essi.

SI PUÒ FARE SPORT E FARE VITA BILANCIATA CON SOLA FRUTTA E VERDURA?

Secondo la prospettiva igienista, è possibile condurre una vita bilanciata, continuando a fare sport (corsa ed esercizi a corpo libero) eliminando dalla dieta perfino gli amidi? Mangiando cioè soltanto frutta, verdura e frutta secca?

PERSISTENTE PROBLEMA DEL SOTTOPESO

Il secondo problema è che sono da sempre stato piuttosto sottopeso. Sono alto 1,86 e, quando a 23 anni facevo sport regolarmente, il mio peso era fisso a 72. Smettendo di fare sport si è stabilizzato a 68, e poi a seguito dei problemi recenti sono arrivato a 60. Adesso sto a 62. Se, ammesso che sia sano, elimino dalla mia dieta gli amidi, rischio di perdere ancora più peso, oppure i compensamenti metabolici del corpo, favoriti da una dieta priva di sostanze indigeribili, potrebbero farmi riprendere peso?

PROPOSTA DI PALEO-DIETA A ZONA MA NON VOGLIO RICADERE NEL CARNIVORISMO

Un caro amico, medico nutrizionista, vorrebbe convincermi a una paleo-dieta a zona, spingendomi a utilizzare i grassi più che gli zuccheri come fonte energetica, ma mi sembra di aver capito che questa cosa si verifica se assieme alla riduzione degli amidi si aumenta notevolmente quella delle proteine e la prospettiva di tornare a mangiare animali non la voglio prendere in considerazione.

VIVO NELLA PREOCCUPAZIONE E HO UNA FORTE VOGLIA DI GUARIRE

Nel mentre sto cercando di limitare fortemente l’assunzione di amidi a una sola porzione di riso integrale al giorno, i sintomi hanno dei lievi miglioramenti ma mi sento un po’ preoccupato e, soprattutto, vorrei guarire. Grazie per l’attenzione e buon lavoro.
Daniele.

*****

RISPOSTA

LASCIAMO STARE LE PALEO-DIETE PER CARITÀ

Ciao Daniele. Poco importa quanto ti sia amico il medico-nutrizionista della paleo-dieta. Lascialo pure alle sue male-assortite ideologie e non farti traviare. Sarà persona magnifica ma stendiamo un velo pietistico sulle sue aberranti scelte dietologiche. Gli accumuli tossici che hai accumulato derivano già da una dieta simile alla paleo-dieta, e lui ti vorrebbe riportare su quella strada?

DACCI DENTRO ORA CHE SEI NELLA GIUSTA STRADA

A mio avviso hai saputo tirarti fuori da una situazione alquanto compromessa, e meriti soltanto di essere incoraggiato a continuare. I problemi che stai sperimentando attualmente, con intolleranze a questo e quello, con celiachie presunte, ricoveri ospedalieri, carenze ponderali, hanno un solo nome e si chiamano impregnazione tossica in progressiva disgregazione.

NON FARTI DISTRARRE DA NESSUNO

Il repentino cambiamento alimentare e comportamentale comporterà crisi eliminative non indifferenti. Crisi che dovranno essere capite, interpretate e sopportate. Meno preoccupazioni, meno dubbi è più fiducia in te stesso, ossia nei meccanismi auto-guaritivi interni. È per questo che insisto nella direzione di un maggiore impegno nello studio della materia igienistica.

NESSUNA DIFFICOLTÀ È PREVISTA PER PESO FORMA E SPORT

Ovvio che sarebbe meglio avere a disposizione una gamma di scelte cibarie il più possibile ampia. Anche perché da noi esistono le stagioni e occorre poter giostrare liberamente sempre su quanto la natura offre. Anche ammesso che la tua intolleranza all’amido sia un fatto serio e non presunto, non lo qualificherei come definitivo. Anche per la celiachia valgono queste considerazioni. Pertanto datti da fare per recuperare la tua normalità e la tua efficienza funzionale. A quel punto il peso starà sui giusti livelli e l’attività sportiva non sarà più un punto interrogativo.

INTOLLERANZE ED ALLERGIE

Qualsiasi reazione indesiderata scatenata dall’ingestione di uno o più alimenti, può essere definita come intolleranza alimentare. Parliamo di reazione riproducibile e dose-dipendente, mentre nelle allergie i sintomi si scatenano già con dei piccoli frammenti del prodotto critico.
A differenza dell’allergia alimentare, l’intolleranza non è mediata da meccanismi immunologici.

LE INTOLLERANZE HANNO UN BUON MOTIVO DI ESISTERE

La medicina si riempie la bocca di immunità, di anticorpi e di immunoglobuline IgA, IgE, IgG, cose che ci interessano relativamente. Il sistema immunitario è intoccabile punto e basta. Ci basta sapere che le intolleranze giuste sono quelle nei riguardi dei cibi sbagliati. È normalissimo essere intolleranti all’alcol, al fumo, al caffè, alla caseina e, in certa misura, persino al glutine. È normalissimo essere intolleranti ai rompiscatole e alle persone noiose. Le intolleranze sono stabili, inevitabili e tutto sommato naturali.

LE ALLERGIE SONO SEGNALI DI SECCHIO PIENO, DI ESAURIMENTO MARGINI DI TOLLERANZA AI VELENI

Le allergie invece sono fenomeni temporanei e superabili, legati non tanto ai prodotti in sé ma alle condizioni critiche del soggetto, che ha esaurito i suoi margini di tolleranza alle varie sostanze critiche del momento. La prova di questo sta nel fatto che, dopo un buon digiuno o dopo una buona dieta disintossicante, chi non sopportava una singola ciliegia, ne può consumare un chilo senza alcuna reazione.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

4 commenti

  1. Confermo e condivido in toto le parole di Valdo… anche io in passato soffrivo di varie intolleranze, allergia al nichel ed asma… con una'alimentazione vegan-crudista ho risolto tutti questi problemi. Mi sono disintossicata ed ora mangio di tutto !! Naturalmente solo frutta e verdura!

  2. Vorrei anch’io rassicurarti che una dieta a base di sola frutta e verdura non solo è possibile ma altamente auspicabile per chi, come me e te e molti altri come noi, hanno un cattivo rapporto con gli amidi (cereali con o senza glutine). Personalmente nella stagione fredda mangio anche della verdura cotta, patate comprese: frutta di giorno e verdure (prima crude poi cotte) la sera.
    Per la magrezza eccessiva le possibili cause sono: 1) insufficiente apporto calorico 2) intossicazione in zona intestinale, dunque scarsa assimilabilità dei nutrienti 3) scarso esercizio fisico, quindi niente muscoli.
    Tieni presente che mangiando solo frutta e verdura ti si scatena la detox (crisi eliminative), che è bene tenere sotto controllo per evitare di finire magari all’ospedale, nel qual caso addio benefici dovuti al nuovo stile di vita. Quindi se vedi che la detox diventa un pò troppo virulenta, la puoi mitigare con della frutta cotta, con della verdura cotta, o anche privilegiando la frutta zuccherina (banane) rispetto a quella acquosa e acida, o al limite (ma proprio al limite) con dei cereali senza glutine.
    Per avere un’idea del mio menù, tieni conto che io non mangio meno di tre chili di frutta al giorno (di cui 1 chilo zuccherina), poi la sera mi faccio una megainsalatona mista di 1 chilo circa, poi se ho ancora fame mangio della verdura cotta.
    In bocca al lupo.

  3. Il mio tempio on

    Quindi io che da neo crudisti con tre banane al giorno mi si gonfia la pancia da sembrare incinta posso sperare che il mio
    intestino prima o poi si abitui???