LA CHEMIO PRODUCE NEOPLASIE E RECIDIVE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Non sia mai che la gente rischi di svegliarsi sul serio, sarebbe l’inizio della fine per i tanti ciarlatani stipendiati dalle industrie farmaceutiche.
Villa San Lorenzo a Flaviano

*****

SCONVOLGENTE DOCUMENTO SUI TUMORI

LA CHEMIOTERAPIA PROVOCA RICRESCITA DELLE CELLULE MALATE

(Dagli articoli originali: http://sharedresources.fhcrc.org/publications/papers/treatment-induced-damage-tumor-microenvironment-promotes-prostate-cancer-therapy)

Washington, 6 Agosto 2012. La chemioterapia mirata a distruggere le cellule cancerose nei pazienti colpiti da tumore può avere un effetto inverso al quello desiderato, ossia aumentare i rischi di una ricrescita veloce della neoplasia. Ricrescita che, a quel punto, non risponde più ai trattamenti.

LA CHEMIO INDUCE SECREZIONE DI PROTEINE WNT16B, RESPONSABILI DI NEOPLASIA

A fare l’inattesa scoperta è stato un team di scienziati del Fred Hutchinson Cancer Center di Seattle. I ricercatori hanno osservato che la chemioterapia non solo, come è noto, uccide le cellule che si dividono velocemente, ossia quelle cancerose, ma crea al tempo stesso danni nelle cellule sane, inducendo la secrezione della proteina WNT16B che sostiene la crescita delle cellule tumorali.

WNT16B VEICOLO DI CANCRO

Il meccanismo osservato in campioni di tessuto sia sano che malato, prelevati da pazienti colpiti dai tumori della prostata, del seno e delle ovaie, consiste nella aumentata secrezione della proteina da parte delle cellule sane che circondano il cancro. La WNT16B viene quindi agganciata dalle cellule tumorali che iniziano a crescere nuovamente.

UN RISULTATO DECISAMENTE INATTESO, IMBARAZZANTE  E RAGGELANTE

“L’incremento di questa proteina è stato un risultato decisamente inatteso”, ha detto l’autore della ricerca Peter Nelson. “I nostri test mostrano che WNT16B, una volta secreta, interagisce con le cellule tumorali vicine causandone la crescita, l’invasione di aree circostanti e la resistenza a future terapie”.

IL RAPPORTO È PUBBLICATO SU NATURE MEDICINE E, GRAZIE ALL’ANSA, È SFUGGITO AL SOLITO INSABBIAMENTO

“I risultati, si legge nel rapporto pubblicato su Nature Medicine, illustrano come sia la chemio a contribuire direttamente al ritorno del tumore”. http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/medicina/2012/08/06/Tumori-sa-chemioterapia-puo-aumentare-ricorrenze_7303228.html

*****

RISPOSTA

UN ENNESIMO PEZZO DEL MOSAICO CHIAMATO CANCRO

Ringrazio gli amici di Villa San Lorenzo per questo ennesimo squarcio di verità sulla questione del cancro. Un documento che va ad aggiungersi all’articolo “Cancro senza veli” pubblicato ieri, e alle diverse tesine sulla chemio, citate sul medesimo scritto. Non servono altri commenti. La cosa migliore sarebbe quella di stendere un velo pietistico sull’intera questione.

LA VERITÀ DEVE ESSERE MESSA A DISPOSIZIONE DI TUTTI

Solo che, mentre facciamo tante belle scoperte e considerazioni, c’è una marea di persone sotto i ferri e una marea ancor maggiore in attesa di andarci, e di sottoporsi a chemio. Con quale spirito e con quali prospettive di guarigione, possiamo soltanto immaginarci.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x