RECIDIVA DI PERICARDITE E ANTINFIAMMATORI NATURALI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

PERICARDITI A RITMO MENSILE

Ciao Valdo, mi chiamo Federico Cappelli, ho 42 anni e grazie a te vegano crudista tendenziale. Ti seguo da 11 mesi e 23 giorni, da quando una ennesima recidiva di pericardite (la settima in 7 mesi), mi spinse a cercare risposte alternative sul web sul motivo per cui non riuscissi a scalare i 4 mg di medrol, nonché la colchicina che prendevo dall’inizio della malattia (11 maggio 2011).

ADOZIONE DEL TUO SCHEMA NUTRIZIONALE E RISULTATI SUPERLATIVI

Ho adottato da subito lo schema nutrizionale, malgrado l’inverno rigido (ho provato piu’ freddo di sempre) e ho avuto risultati estremamente positivi: colesterolo( da 230 a 170), pressione( da 150/100 a 135/85), dimagrimento (da 86kg x 1.88 cm a 73 kg), forma fisica migliorata, sentimento di rispetto verso la vita (prima mangiavo pesce), nessuna recidiva per 11 mesi e 20 giorni!

SCALAGGIO CORTISONE ED ESTROMISSIONE DI TUTTI I FARMACI

Ma la cosa più importante è che ho attuato uno scalaggio del cortisone nei soli 3 mesi successivi all’inizio della tua dieta e ho eliminato tutti i farmaci!!

VEDERE MIA PAGINA SU FACEBOOK

Ho testimoniato il mio percorso igienista sulla pagina facebook dedicata a coloro che lottano contro le varie forme di pericardite (https://www.facebook.com/groups/45855568421/ ), facendo il tuo nome più volte, e riferendo di questo scalaggio che per molti è inimmaginabile

IL TERRORE DI DOVER RICADERE NEL CORTISONE

Purtroppo però, 4 giorni fa, è di nuovo affiorato il dolore retrosternale. All’inizio tenue, poi sempre più forte. Ho provato un digiuno con acqua e limone ma, dopo 50 ore, il dolore è aumentato a tal punto da diventare insopportabile. Ho cominciato allora coi centrifugati di mele e carote per poter ricorrere all’indometacina (50mg x3 al dì). Il dolore forte è passato, ma non del tutto. Il mio terrore è che mi costringa di nuovo all’assunzione di cortisone.

NON SONO ESENTE DA RESPONSABILITA’

Le mie contraddizioni è giusto menzionarle. Pur avendo attuato una rivoluzione alimentare al 90%, mi sono sempre mantenuto le due sigarette al giorno. Da 3 mesi ho ricominciato col vino (un bicchiere a cena), e le farine bianche ( 3/4 volte a settimana, tipo pizza , focacce, sempre senza formaggi). So che sono errori, ma ti posso assicurare che il mio cambiamento è stato estremamente significativo. Sono sempre stato un gaudente. La sera a cena, di vino dentro la bottiglia ne rimaneva ben poco. Serate e “ribotte” con gli amici come se piovessero, fumate di ogni tipo, attività sportiva sconclusionata senza gradualità!

ESISTONO VEGETALI PIU’ EFFICACI DEGLI ALTRI PER TENERE A BADA I PROCESSI INFIAMMATORI?

Ti chiedo, per individui come me, soggetti a processi infiammatori così frequenti, esistono nell’ambito del crudismo vegetali da prediligere al posto di altri? Ti ringrazio per l’energia che metti a disposizione di tutti!
Federico

*****

RISPOSTA

MANTIENITI ARMONIZZATO COL RITMO METABOLICO CELLULARE

Ciao Federico, Disinfiammare significa in pratica rendere il sangue più scorrevole, velocizzando i processi metabolici e rendendoli armonizzati con i tempi e le esigenze del sistema cellulare. Prima che pensare all’erba magica, che comunque non esiste, devi mettere da parte il fumo. Non sei ancora normalizzato del tutto e ci vuole massima determinazione nel continuare quel processo guaritivo che ti ha già dato molte soddisfazioni. Stringere i denti e non cedere al cortisone.

IN PRESENZA DI PATOLOGIA, NON CI SONO MARGINI PER GRANDI COMPROMESSI

Potrei al limite capire il mezzo bicchiere di vino, una tantum e non sistematico, senza lasciarsi andare. Quando ci sono di mezzo delle patologie serie, occorre più coerenza e più rigorosità. I margini di compromesso non sono tali da permettere trasgressioni. Devi imparare a fare il gaudente col succo di carota, e ci metti magari dentro la malva, l’ortica, il tarassaco e l’acetosa, con tanto ananas a dolcificare. Finocchio, carciofo e cavoli ti aiuteranno a completare l’opera. Ma per la sigaretta tolleranza zero.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x