Tumore & Cancro

CANCRO SENZA VELI

(Documento esplosivo del Nobel Otto Heinrich Warburg sul Cancro, nascosto e sequestrato dal 1931, in edizione riveduta e corretta)

LETTERA

HO TRA LE MANI INCREDIBILI RICERCHE PREMIATE DA NOBEL E INSABBIATE PER ANNI

Caro Valdo, sono Nicola da Milano e ci siamo conosciuti alle terme di Sant’Omobono. Non intendevo violare il cordone sanitario che qualcuno ha creato attorno alla tua casella postale ma, in questi giorni, tramite un amico, sono entrato in possesso di documenti straordinari. Documenti che fanno luce su voci che, del resto, si rincorrono da decenni. Alcuni scienziati, non ancora collusi o minacciati dalle lobbies dei produttori di carni, formaggi e salumi, ossia di cibo-spazzatura-proteica, avevano già scoperto che le proteine animali avrebbero potuto generare brutte malattie compreso il cancro!

NON MANCA IL PENTITISMO TRA GLI ONCOLOGI AVANZATI

Come ben sai negli ultimi tempi ci sono alcuni casi di pentitismo tra gli oncologi che hanno cominciato a strillare contro i pericoli derivanti dall’ingurgitamento della carne. Peccato che, a tutti coloro che si fanno operare per cancro allo stomaco, non mi risulta chiedano informazioni sul loro tipo di alimentazione. Peccato anche che tali oncologi pentiti non si decidano a gridarlo forte ai quattro venti e al mondo intero. Cosa mai aspettano a dirlo a chiare lettere che il cancro è abbinato alla rottura del tetto proteico di 24 grammi/giorno? Cosa aspettano a confessare apertamente che essi stessi sono da tempo vegetariani? Mi fanno davvero pensar male. Non sarà che si auspicano un vantaggioso ritorno sul tavolo operatorio dello sventurato di turno?

NON E’ AFFATTO UNA BUFALA

Colpito, a sangue freddo dall’ articolo che trovi sotto, ho pensato: vuoi vedere che è una bufala! Allora, facendomi coraggio, sono andato su Google ed ho inserito “Chi vinse il Nobel per la Medicina nel 1931?” Al che sono apparsi oltre 2 milioni di siti al riguardo!!! Pazzesco, allora è vero. E tu cosa ne pensi? Grato per l’attenzione, ti aspetto alla Conferenza di Milano del 17 Novembre.
Nicola

*****

DOCUMENTO ALLEGATO

SUL CANCRO SI SAPEVA TUTTO DAL 1931, 40 ANNI PRIMA CHE RICHARD NIXON LANCIASSE LA FALLIMENTARE GUERRA VENTENNALE AL CANCRO

By Edoardo Capuano – Posted on 01 novembre 2012 . Una notizia che ha dell’incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni fa da uno scienziato premio Nobel per la medicina nel 1931, coadiuvato da un team di scienziati autonomi e indipendenti. E da allora nulla è stato fatto in base a tale conseguimento, se non continuare a raccogliere in tutto il mondo soldi per la ricerca, attraverso associazioni come ad esempio l’italiana AIRC. Tutto ciò quando la causa primaria del cancro era già conosciuta. Pochissime persone al mondo lo sanno, perché questo fatto è stato tenuto nascosto dall’industria farmaceutica e alimentare. Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro. Proprio così. Ha trovato la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Ma nessuno lo ricorda.

ACIDOSI ALIMENTARE E SEDENTARIA CAUSA PRIMA DI CANCRO

Warburg ha scoperto che il cancro è il risultato di uno stile di vita anti-fisiologico, ovvero di una dieta basata su cibi acidificanti da un lato (acidificazione) e sulla inattività fisica dall’altro (precaria ossigenazione cellulare). La mancanza di ossigeno nelle cellule crea ambiente acido. Il grande ricercatore tedesco ha affermato che “La mancanza di ossigeno e l’acidità sono due facce della stessa medaglia. Se una persona ha uno, ha anche l’altro”. Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, è anche carente, nel contempo, di ossigeno nel suo sistema.

TOGLI OSSIGENO ALLA CELLULA AL 35% PER 48 ORE E PROVOCHI IL CANCRO

Egli ha anche detto: “Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno”. Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno. “Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore è possibile convertirla in un cancro”. “Tutte le cellule normali hanno bisogno assoluto di ossigeno, mentre le cellule tumorali possono vivere senza di esso”. Trattasi di regola senza eccezioni. “I tessuti tumorali sono acidi, e quelli sani sono invece alcalini.”

ACIDOSI E IPOSSIA

Nella sua opera “Il metabolismo dei tumori”, l’autore ha mostrato che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali:

A) Acidosi del sangue
B) Ipossia (mancanza di ossigeno)

AMBIENTE ANAEROBICO UGUALE AMBIENTE CANCEROGENO

Warburg ha scoperto e messo in chiara evidenza che le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Le cellule tumorali richiedono soltanto glucosio e un ambiente privo di ossigeno. Vivono cioè nella sovrastruttura cellulare di emergenza chiamata mioma, lipoma, timoma, sarcoma e carcinoma.

CANCRO COME MECCANISMO PERVERSO DI DIFESA

Pertanto, il cancro non è altro che un perverso meccanismo di difesa instaurato da alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente a loro congeniale, vale a dire acido e privo di ossigeno. Detto in sintesi, le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il loro normale funzionamento. Le cellule tumorali vivono invece in un ambiente acido e carente di ossigeno. Stessa cosa che i colibatteri anaerobi da alimentazione carnea. Stessa cosa che i miasmi putrefattivi da diete alto-proteiche, risalenti internamente dal colon a occhi, orecchi, naso, gola e cervello!  Coincidenze strane? Non direi!

TUTTO DIPENDE DAI CIBI, ALTRO CHE DA FANTASIE HAMERIANE

Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità nel corpo. In altre parole, tutto dipende unicamente da ciò che si mangia. Il risultato acidificante o alcalinizzante viene misurato con una scala chiamata Ph, i cui valori vanno da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un pH neutro. È importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché le cellule per funzionare correttamente dovrebbero essere di un ph leggermente alcalino (poco di sopra al 7). In una persona sana, il pH del sangue è compreso tra 7.4 e 7.45. Se il pH del sangue di una persona è inferiore a 7, essa va in coma.

ELENCO DEGLI ALIMENTI ACIDIFICANTI-KILLER

– Zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. È il peggiore di tutti i killer. Non ha proteine, grassi, vitamine o minerali, ma solo carboidrati raffinati che schiacciano o meglio ipertrofizzano il pancreas. Il suo pH è di 2,1 (estremamente acido ed acidificante nel contempo.
– Carne. Si intende carne di tutti i tipi, bianca e rossa, di terra e di acqua.
– Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt).
– Sale raffinato e tutti gli integratori sintetici.
– Farina raffinata e suoi derivati (pasta, torte, biscotti, cracker, merendine, dolciumi).
– Pane. La maggior parte dei pani in circolazione contiene grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti.
– Margarina.
– Antibiotici e medicine in generale.
– Caffeina (Caffè, the, cioccolato, cole, red bull)
– Alcool.
– Tabacco (Sigarette).
– Qualsiasi cibo cotto, pastorizzato, irradiato e sintetizzato (la cottura elimina l’ossigeno aumentando l’acidità dei cibi).
– Alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti e simili.

IL SANGUE, PER AUTOREGOLARSI E NON DEGENERARE, HA BISOGNO DI CIBI RIVITALIZZANTI E NON DI SCHIFEZZE CADAVERIZZATE

Il sangue si autoregola costantemente per non cadere in acidosi metabolica garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare. Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l’acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già citati (per lo più raffinati) acidificano il sangue e ammorbano il corpo. Dobbiamo tener conto che col moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno”, 365 giorni l’anno e tutti questi alimenti sono anti-fisiologici.

ELENCO DEGLI ELEMENTI ELETTIVI, ALCALINIZZANTI E SALVA-VITA

– Verdure crude. Alcune sono acide al gusto, ma all’interno del corpo avviene una reazione alcalinizzante. Le verdure crude producono ossigeno, quelle cotte no.
– Frutta al naturale. Ad esempio, il limone ha un pH di circa 2,2, tuttavia, all’interno del corpo ha un effetto altamente alcalino, probabilmente il più potente di tutti. Non lasciarsi trarre in inganno dal sapore acidulo. La frutta apporta ossigeno ma soprattutto carburante vero, ossia acqua biologica bilanciata.
– Semini e frutta secca. Le mandorle ad esempio sono marcatamente alcaline.
– Cereali integrali. Vanno inclusi, nonostante le riserve di Ehret, di Hotema e dello stesso Shelton. Gli unici cereali alcalinizzanti sono il miglio, il grano saraceno, il riso integrale e il quinoa. Tutti gli altri sono leggermente acidificanti, tuttavia, siccome la dieta ideale ha bisogno di una percentuale di acidità, oltre che di vitamine del gruppo-B, è bene consumarne qualcuno. Tutti i cereali devono essere consumati cotti, ma al dente, dopo preventivo intenerimento nell’acqua.
– Miele crudo. E’ alcalinizzante. Va limitato per la sua concentrazione zuccherina e per l’effetto doping che causa alla lunga. Ovvie e condivisibili le obiezioni etiche.
– Clorofilla delle piante. A crudo è fortemente alcalina.
– Acqua leggera e naturale. E’ importante per la produzione di ossigeno. La disidratazione cronica è causa di stress corporale e fonte di tutte le malattie degenerative, secondo il dr Fereydoon Batmanghelidj, autore del testo “Il tuo corpo implora acqua”.
– Esercizio fisico.  Serve ad ossigenare tutto il corpo. Uno stile di vita sedentario usura il corpo.
– Alimentazione alcalina. Alcalina al 60% alcalina, ma soprattutto viva e rivitalizzante. Evitare i prodotti maggiormente acidificanti, come le bibite, lo zucchero raffinato, l’aspartame e gli edulcoranti industriali in genere.
– Alimentazione super-alcalina per i malati. Più una persona è fuori equilibrio e più leggera, vitale ed alcalina deve essere la sua alimentazione, con rigorosa eliminazione dei componenti nocivi (sali inorganici, farmaci, integratori, cibi sintetici provi di enzimi e di vitamine naturali, cibi cardio-acceleranti a deriva depressiva, cibi dopanti).
– Strategia anticancro. Stop a ogni trattamento invasivo e ricorso immediato alla alcalinizzazione ed alla ossigenazione del sistema.

LA MORTE E’ UN PROCESSO DA SATURAZIONE ACIDA

Inutile dire altro, non è vero? Il dr George W. Crile, di Cleveland, uno dei chirurghi più rispettati al mondo, dichiara apertamente: “Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo.” Come precedentemente accennato, è del tutto impossibile per il cancro di comparire in una persona che liberi il corpo dagli acidi con una dieta alcalina, che aumenti il consumo di acqua pura e che eviti i cibi acidificanti. In generale, il cancro non si contrae e nemmeno si eredita. Ciò che si eredita sono le abitudini alimentari, ambientali e lo stile di vita. Questo può produrre il cancro.

L’ELEMENTO KILLER È LA SCORIA ACIDA NEL CORPO

“La lotta della vita è contro la ritenzione di acido. Invecchiamento, mancanza di energia, stress, mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli renali, arteriosclerosi, tra gli altri, non sono altro che l’accumulo di acidi”, scrive Mencken. Il dr Theodore A. Baroody, nel suo libro “Alcalinizzare o morire” (Alcaline or Die), ricorda che “In realtà, non importano i nomi delle innumerevoli malattie. Ciò che conta è che esse provengono tutte dalla stessa causa principale, ovvero dalle troppe scorie acide nel corpo”. Il dr Robert O. Young aggiunge che “L’eccesso di acidificazione nell’organismo è causa di tutte le malattie degenerative. Se succede una perturbazione dell’equilibrio, e un corpo inizia a produrre e immagazzinare più acidità e rifiuti tossici di quelli che è in grado di eliminare, allora le malattie si manifestano.”

INDUSTRIA DEL CANCRO E CHEMIO SONO LE ATTIVITÀ PIÙ REMUNERATIVE DEL PIANETA

La chemioterapia acidifica il corpo a tal punto che ricorre alle riserve alcaline del corpo per neutralizzare l’acidità, sacrificando i minerali depositati in ossa, denti, articolazioni, unghie e capelli (calcio, magnesio, potassio, sodio e fosforo). Per questo motivo osserviamo, nelle persone che ricevono trattamenti chemio, fenomeni come la caduta improvvisa dei capelli in età infantile e giovanile.  Niente di tutto questo è descritto o raccontato perché, per l’industria del cancro, la chemioterapia è una delle attività più remunerative che esistano. Si parla di un giro multi-milionario e i proprietari di queste industrie non vogliono ovviamente che queste imbarazzanti notizie arrivino alla gente e quindi al mercato.

COSPIRAZIONE MONDIALE DELLE INDUSTRIE ALIMENTARI E DELLE INDUSTRIE FARMACEUTICHE

Tutto indica che l’industria farmaceutica e l’industria alimentare sono un’unica entità e che ci sia una cospirazione ed una coalizione mondiale basata sui vantaggi reciproci e sul profitto. Più le persone sono malate, più sale il profitto dell’industria farmaceutica. Non a caso i titoli più appetibili e redditizi alle borse di Londra e New York sono quelli del cibo-spazzatura, dei farmaci e degli integratori.

IL CANCRO NON CAPITA A CASO, MA IN BASE ALLA LEGGE DI CAUSA ED EFFETTO

Quanti di noi hanno sentito la notizia di qualcuno che ha il cancro e qualcuno dire: “Poteva capitare a chiunque”. No, non poteva! “Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo”. Ippocrate, padre della medicina. Fonte: pmbeautyline.wordpress.com

*****

RISPOSTA

UN DOCUMENTO FORMIDABILE, COMPATTO ED EFFICACE

Ciao Nicola, grazie davvero per questa tua formidabile mail. Ovvio che conoscevo Otto Heinrich Warburg, spesso citato anche dagli igienisti americani. Conoscevo le sue posizioni in linea con le nostre. Ma questo documento messo in circolazione dalla WordPress e da Edoardo Capuano, è estremamente compatto ed efficace, in quanto sintetizza magnificamente il testo “Metabolismo dei tumori”, che è sicuramente meno agevole e facile alla lettura. Qualcosa è stato aggiunto, tipo le considerazioni di Batmanjelidi e di Young. Ho dovuto togliere qualche strafalcione per renderlo più scorrevole e comprensibile, senza alterare il messaggio originale di Warburg, che sta comunque nel testo ufficiale a disposizione del pubblico.

TUTTO IN LINEA ED IN ARMONIA CON QUANTO AFFERMIAMO DA UNA VITA

Per certi aspetti è la fotocopia esatta di quanto sosteniamo nel blog sin dal 2008. Nel dopoguerra c’è stata una gara ad insabbiare le ricerche più vere, più oneste e più autentiche. Una gara a manipolare dati sulle proteine cosiddette nobili, sulla B12, sul ferro-eme, sugli Omega-3. Una gara a piazzare piramidi alimentari tanto sballate, quanto gradite ai torturatori-allevatori-accoppatori di bestiame del mondo intero. Lo abbiamo visto con l’esperimento Cambridge2000, che fu letteralmente strappato via agli occhi della gente. Basta verificare quanto abbiamo scritto sul cancro nelle varie tesine, oltre che nei miei libri in circolazione.

UN IMPAREGGIABILE MANIFESTO SCIENTIFICO DA ESPORRE IN TUTTE LE BACHECHE IMPORTANTI E DA TRADURRE IN TUTTE LE LINGUE

Qui parliamo di ricerca pura e di scienza trasparente, cose che oggi non esistono più. Se qualcuno cercava uno schema comportamentale e alimentare moderno, senza brogli, senza incertezze, senza strafalcioni, senza ipocrisie, senza omertà, e concentrato in un paio di pagine, ebbene l’ha trovato. Se qualcuno cercava una pergamena da accoppiare al Vangelo Esseno della Medicina Naturale, depositato nella Biblioteca Vaticana, ebbene l’ha trovata. Più che documento e scartoffia, questo è un manifesto scientifico da esibire nelle scuole, nei municipi, negli ospedali. Uno strumento che a mio avviso vale almeno quanto se non di più di The China Study. Warburg è un Nobel di quelli seri dei tempi andati, quando i Nobel venivano assegnati a ragion veduta, e non sotto il pilotaggio e le losche manovre della politica e dell’economia, stile Pauling, Montalcini e persino Obama. Sarà opportuno farlo circolare in tutti i possibili circuiti.

CHI HA INSABBIATO, CHI SAPEVA E HA TACIUTO, SI PORTA UN INSOPPORTABILE PESO SULLA COSCIENZA

Quanti milioni di sofferenze inutili, di morti anticipate, di lutti familiari ha procurato questo insabbiamento di Warburg durato 85 anni? Dio solo lo sa. Non a caso, tra gli articoli pubblicati, ne ho uno intitolato “L’elogio dell’asino e l’elogio del maiale”. Quanti disgraziati sono stati danneggiati e vengono danneggiati in questo momento dalle diete farabutte in circolazione nel mondo, si chiamino Atkins, Indice Glicemico Montignac, Zona Sears, Gruppi Sanguigni D’Adamo, Dukan, Mediterranea Moderna, Lemme e simili? Dio solo lo sa.

LA TERNA VANGELO ESSENO -THE CHINA STUDY- CANCRO SENZA VELI, TOGLIE DAVVERO OGNI FOGLIA DI FICO ALLA CUROMANIA CHEMIO-CHIRURGICA E ALLE BRODAGLIE OSPEDALIERE

“Il punto non è evitare gli alimenti di origine animale, quanto piuttosto saperli scegliere moderandone le quantità. Che le piaccia o no, questa è la conclusione a cui giungono scienziati seri e preparati, anche se, probabilmente, non quanto lei”, mi scriveva due anni fa la prof Carla Favaro, intendendo che ci si difende dal cancro consumando il pollo al posto del fegato di maiale, il tacchino al posto della trippa bovina e il pesce azzurro al posto del capodoglio. La mia risposta, gliela diedi già circostanziata nell’ultima tesina del lungo elenco sopra citato. Dovesse a caso sbirciare pure su queste righe, le aggiungerei anche questo “Cancro senza veli” dove mi sono limitato, come dicevo, a insignificanti ritocchi, oltre che a inserire titolo e sottotitoli, senza alterare alcun concetto.

Valdo Vaccaro