LE ALLUCINAZIONI DELLA PALEODIETA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN PARERE SULLA FONDATEZZA DEL MITICO STILE PALEOALIMENTARE

Buongiorno Valdo, mi chiamo Massimiliano seguo la dieta crudista vegana da due anni e mi sento molto bene. So che esiste una relazione tra equilibrio acido basico e salute. Mi sono imbattuto recentemente in questo link http://www.codicepaleo.com/acido-base/ e vorrei invitarla a leggererlo per avere un suo parere sulla fondatezza o meno. Grazie mille.

*****

RISPOSTA

IL PARTITO DEL MACELLO, DELLE BALENIERE E DELLE DOPPIETTE

Ciao Massimiliano. Questo articolo è scritto da gente preparata, foraggiata dal partito del macello, delle baleniere e della doppietta. Diverse considerazioni sul pH sono condivisibili, ma non certo quella per cui qualunque cosa che facciamo esiste la regolazione automatica del pH tramite la respirazione e i reni. Se fosse vero, nessuno al mondo sarebbe acidificato, mentre le cose stanno diversamente come ben sappiamo. La realtà è che per il sangue vige la regolazione automatica immunitaria, ma per il resto dei liquidi e soprattutto per l’insufficiente acidità stomacale e per l’eccessiva acidità della matrice extracellulare si parla di sbalzi notevoli derivanti dalle nostre quotidiane scelte alimentari e comportamentali.

NON OCCORRE SCAVARE NELLA NOTTE DEI TEMPI

Per le altre considerazioni, siamo ai limiti del ridicolo. La paleodieta è un voler disperatamente riportare in auge il mito di tribù umane cannibali del Borneo o dell’Africa Equatoriale, quando ci sono ricerche antropologiche serie e documentate che una cosa erano i rituali e una cosa era la dieta giornaliera vera e propria. Il tentativo di ribaltare la realtà dei fatti ha del penoso e del patetico. Non occorre certo andare indietro nella notte dei tempi per fare delle verifiche. Gli eschimesi, i lapponi, gli abitanti degli igloo, fanno esattamente le stesse cose idealizzate dai sostenitori della paleodieta. Sono forse esempi da seguire? Sono forse sani? Risulta che hanno una vita media decurtata e che il loro quoziente intellettivo bazzichi sui livelli più bassi.

I PERDENTI STANNO MASTICANDO AMARO

Il partito della bistecca ad oltranza è in stato di belligeranza. Sta facendo il possibile e l’impossibile per recuperare terreno. Ci sono mille prove inequivocabili e condivise dagli ambienti scientifici indipendenti a favore del vegancrudismo, e tante inconsistenti frivolezze da parte dei tormentatori di animali. Le ricerche accurate e decennali di Colin Campbell hanno lasciato il segno. Le defezioni di grandi allevatori nella stessa America hanno lasciato il segno. Gli esempi concreti, visibili e toccabili di donne odierne sugli anta e cariche di energia, di fascino e di condizione psicofisica fuori del comune, come Hessie Honniball, Johanna Quaas, Annette Larkins, Karyn Calabrese e Mimi Kirk, hanno lasciato il segno.

LA CATEGORIA DEI SUCCHIA-SANGUE HA MOLTI SOLDI SPENDERE

I succhia-sangue e i pappa-cadaveri targati McDonald’s e simili hanno una sola risorsa importante. Hanno tanti soldi da spendere e da reinvestire in spot pubblicitari. Coi soldi puoi comprare fior di ricercatori pronti a vendere madri e figli pur di farsi staccare degli assegni sottobanco.

NON TEMIAMO CONFRONTI E SFIDE

Quando i sostenitori di balorde ed allucinanti paleodiete mi porteranno qualcosa di concreto e di sensato, tipo un gruppo di persone carnivore in piena-forma non a vent’anni, quando è troppo facile esserlo in via temporanea, ma in età matura, potremo riparlarne. Quando mi porteranno una loro clinica carnivora, capace di reggere anche lontanamente il passo con le cliniche igieniste o anche con i Longevity Centers del dr Robert Pritikin, capaci di ridare la salute a decine di migliaia di pazienti famosi, potremo riparlarne. Quando mi porteranno un dr Gerson carnivoro capace di ridar vita a dei malati terminali a base non di dieta fruttariana ma di sanguinanti bistecche di cavallo, allora ne riparleremo. Quando mi troveranno una popolazione di Pimas dell’Arizona confrontabili con quella dei fratelli Pimas della Valle Pimeira, devastati da 50 anni di veganismo e non di carnivorismo (vedi mia tesina “La formidabile controprova dei Pimas“), allora ne riparleremo.

L’ITALIA AUTENTICA NON È AFFATTO QUELLA DI CREMONINI

Il pianeta è diviso nettamente tra gente che sa e gente che non sa, tra gente guidata e gente fuori di bussola, tra gente che usa il proprio cervello ed altra che incespica ad ogni minima trappola. Noi italiani abbiamo un vantaggio enorme, ed è davvero mortificante che spesso non lo utilizziamo e che lo dimentichiamo. Un vantaggio di posizione che comporta anche delle grosse responsabilità verso il resto del mondo. Non abbiamo soltanto le preziose tracce di Pitagora a Crotone, di Archimede a Siracusa e di Marco Aurelio nella Roma sotterranea Caput Mundi.

SIAMO IL PAESE DI CORNARO E DI LEONARDO

Un primo vantaggio che si chiama Luigi Alvise Cornaro, autore del primo trattato scientifico sulla salute umana. “Gratificare l’appetito vorace ed il palato è causa di malattia e di morte prematura, mentre il più importante piacere della vita sta nella salute del corpo e dell’anima, cioè nel buonumore”. Questo ci ha insegnato l’insigne nobiluomo di Venezia. Ci ha insegnato un valore che si chiama vita sobria. E un secondo vantaggio che si chiama Leonardo da Vinci, che ci ha dato un semplice ammonimento. “Verrà giorno in cui ogni uccisione di un singolo animale sarà giudicata orrendo crimine”. Salute ed etica con si contrabbandano con abominevoli ideologie tese a trasformare l’uomo in divoratore seriale di salme.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

3 commenti

  1. volevo precisare che la paleodieta, almeno quella descritta da Robb Wolf o Giovanni Cianti non e` accusabile di essere a favore di lobbies, in quanto e` totalmente anti-industriale!
    propone di allevare animali allo stato brado senza petrolio ne cereali, ma solo con erbe da pascolo
    questo la rende molto piu` ecosostenibile delle colture intensive di cereali e soia e non puo` certo essere approvata dalle grandi lobbies

    saluti

  2. In ogni caso fa comunque il gioco delle case farmaceutiche in quanto anche la carne più biologica è devastante per la salute umana.

  3. gianluca strada on

    io la seguo da due anni e gli effetti su di me (ho 40 anni) si fanno sentire: niente piu disbiosi intestinale, maggior tono muscolare, energia, pelle piu giovane, organi meglio funzionanti, arterie pulite, maggiore memoria e concentrazione nello studio e apprendimento, maggiore resistenza fisica…incomincio a pensare che funziona, soprattutto da quando ho eliminato totalmente il grano!