LE SBILENCHE AFFERMAZIONI DEL SITO ALBANESI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN ANTI-VEGANISMO CARICO DI PRECONCETTI E DI IMPRECISIONI

Ciao Valdo, sono quel chimico che ormai, grazie ai tuoi consigli di gradualità, ha già eliminato pure le benzodiazepine e da 4 mesi marcia spedito con lo schema alimentare da te consigliato. E ho portato nel vegan crudissimo un paio di persone. Intaso la email solo per segnalarti un articolo anti-muco di Roberto Albanesi che ha già diverse volte categoricamente criticato la dieta vegan attraverso il suo web-site.

PERSONA POSATA MA ACCANITA CONTRO LO STILE DI VITA NON-CRUDELE

Non so perché, lui sembra una persona seria, ma è veramente accanito contro lo stile di vita non crudele. E’ un preparatore atletico che ha iniziato a far correre centinaia di sedentari con i suoi libri e le sue tabelle. Peccato perché ha molto seguito e se desse dei consigli più salutari sarebbe un esempio perfetto di alimentazione sana ed attività fisica. Un abbraccio.
Gianluca

*****

LA DIETA DI UN GRANDE EHRET SECONDO LA VERSIONE DI UN MICROBICO ALBANESI

ARNOLD EHRET E LA MUCULESS DIET

La dieta senza muco è un regime alimentare ideato da Arnold Ehret (1866-1922), uno scrittore e insegnante tedesco, fondatore dell’Ehretismo (noto anche come Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco), uno stile di vita che su tale dieta si basa. Ehret affermava che l’adozione di una dieta di tipo fruttariano che escludesse il consumo di alimenti di origine animale o elaborati industrialmente o che (secondo quanto lui riteneva) non producessero muco, fosse in grado di risolvere la gran parte di problemi di salute dell’individuo, portando il corpo a riparare se stesso.

IL POTERE AUTORIGENERANTE DELL’ORGANISMO

Secondo i sostenitori di questo regime alimentare, l’organismo, se nutrito in modo adeguato, possiede un suo potenziale autorigenerativo e la capacità fisiologica di rimuovere, in modo graduale, tutto ciò che può danneggiarlo (tossine, muco, veleni, intasamenti, insomma tutto ciò che per il corpo non è naturale).

ALIMENTANDOSI SENZA MUCO NIENTE ATTECCHIMENTO DI VIRUS E BATTERI

Alimentandosi secondo le direttive della dieta senza muco si impedirebbe l’attecchimento di virus e batteri i quali si limiterebbero a transitare senza recare alcun danno. È corretto precisare che diversamente da quello che comunemente, in modo abbastanza ristretto, si intende con muco (secrezioni nasali, secrezioni dei seni facciali e degli enterociti intestinali), gli ehretisti con tale termine fanno riferimento a molte altre sostanze (catarro, colesterolo, flemma).

I SUGGERIMENTI ALIMENTARI DI ARNOLD EHRET

I suggerimenti alimentari di Ehret consistono sostanzialmente nell’eliminazione di quegli alimenti che conterrebbero muco (per esempio, carne, farina bianca e tutti i suoi derivati, formaggi, pesce, riso brillato, salumi e insaccati, uova) e nel favorire il consumo di tutti quegli alimenti capaci invece di scioglierlo (per esempio, agrumi, frutta e verdura in genere, uva passa).

EHRET SECONDO ALBANESI, DETTO IN SINTESI

Riassumendo, i punti cardine della dieta sono che 1) Molte malattie sono dovute all’intossicazione dell’organismo, 2) Il corpo umano è descrivibile attraverso un modello idraulico, molto complesso con tantissime condutture e liquidi circolanti in esse, 3) L’intasamento dei condotti produce la patologia, 4) Il muco gastrico (che protegge la parete dello stomaco) dopo la digestione in parte passa nell’intestino e, anche legandosi con cibi particolari, intasa le pareti intestinali, 5) Necessità di evitare un lungo elenco di cibi (proteine animali considerate non-cibi e alimenti-spazzatura).

LE AUTOPSIE NON HANNO MAI RILEVATO GLI INTASAMENTI VIRALI

Bisogna premettere che le autopsie, ed Ehret questo non lo sapeva, non hanno mai rilevato questi intasamenti (se non quelli che causano l’infarto). Le occlusioni non sono certo dovute al muco. È noto ormai da decenni che sono invece attribuibili all’azione di germi patogeni.

IL SEMPLICISMO DI UNA MEDICINA ALTERNATIVA SMONTATA CATEGORICAMENTE DALLA SCIENZA ODIERNA

In sostanza, la dieta senza muco è una delle stranezze della medicina alternativa. Essa è basata su considerazioni molto semplicistiche che le scoperte scientifiche successive hanno smontato in modo categorico. In effetti, ogni frase soprariportata appare risibile per chi ha conoscenze appena decenti di anatomia e di fisiologia. Del resto è sufficiente pensare che l’attività del suo ideatore risale alla fine del XIX secolo.

Se la dieta senza muco funzionasse veramente, il solo passaparola l’avrebbe fatta diventare il farmaco più usato al mondo.

COME MAI I MANGIATORI DI CARNE SONO SANI E ATLETICI?

Inoltre, se quello che afferma il prof. Ehret fosse vero, come spiegare il fatto che esistono milioni di individui che si nutrono dei cibi incriminati e non hanno problemi di salute? Centinaia di sportivi hanno ottenuto record mondiali, o comunque prestazioni superiori alla media, mangiando i cibi che gli ehretisti considerano dannosi. Quindi il corpo di questi soggetti può funzionare benissimo anche nutrendosi di tali alimenti.

PER AVERE UN CORPO SANO E FORTE SERVE SANO ESERCIZIO E MENTE EQUILIBRATA

Come spesso ribadiamo, per avere un corpo forte e magro occorrono un’alimentazione corretta, un sano esercizio fisico e una mente equilibrata. Quando manca anche uno dei tre fattori, i risultati sono imprevedibili e serve veramente a poco o niente usare teorie più o meno plausibili per cercare di ristabilire un equilibrio che si è rotto.
Roberto Albanesi

Fonte

*****

RISPOSTA

VALUTO NON LA PERSONA MA QUANTO ESSA ESPRIME

Non conosco di persona Roberto Albanesi e non vorrei esprimere dei giudizi personali antipatici su di lui come del resto su nessuno. Sarà pure persona seria e seguita. Questo non cambia la sostanza delle cose. Anche una persona seria può sparare strabilianti cazzate, per dirla in termini fantozziani. Mi limito pertanto a valutare quanto leggo.

ANSIA DEMOLITIVA NON È SPIRITO SCIENTIFICO

Le considerazioni che fa su Ehret dimostrano soltanto la sua grande ansia di demolire uno dei più grandi uomini del salutismo mondiale. Il microbo che vorrebbe corrodere il gigante. Ehret è qualcosa di irraggiungibile per un Albanesi, non è alla sua portata, non è nemmeno in grado di leggerlo. E infatti non se lo è letto e non lo ha studiato. Al massimo ha dato una distratta occhiata al titolo e forse ai commenti introduttivi. Come puoi giudicare una Ferrari se conosci a malapena i pedali e i freni della bicicletta?

LA SCIENZA MEDICA AL TOP DELLA PERFEZIONE? LO DIMOSTRA LA PRECARIA SALUTE DEL MONDO INTERO.

Parla di Ehret e di intasamenti, di muco e acidificazioni, atteggiandosi ad esperto e ad aggiornato. Si culla e si trastulla nella bambagia, nella presunzione e nella pseudo-sicurezza della scienza attuale che avrebbe smontato le precarie idee del polveroso passato. La pigrizia mentale e l’adeguamento alle boiate pazzesche della medicina al potere, arrogante, fallimentare e pasteuriana fino al midollo, dimostrano il precario livello scientifico del suo articolo, che non è poi un caso isolato.

STARE NELLA BAMBAGIA E NELLE COCCOLE CONVIENE SEMPRE

Stare con la medicina ufficiale comporta ovviamente grossi vantaggi. Nessuno mai si sognerà di insultarlo nel blog o di denunciarlo ai carabinieri o di minacciare oscuramenti e altre cose ancora. Al contrario verrà coccolato ed inseguito dagli sponsor, potrà proporre diete dimagranti e diete per atleti e palestre, visto che i campioni, i forti e i sani di mente starebbero tutti dalla sua parte.

UNA TONNELLATA DI IMMONDIZIA CULTURALE

A questo punto non so cosa pensare. Dovremo forse andare tutti a farci curare da Albanesi? O non sarà il caso invece che sia lui a liberarsi della tonnellata di immondizia culturale accumulata e concentrata nel suo Dna cerebrale?

LE VERITÀ NON SUBISCONO L’INSULTO DEL TEMPO

Ehret vecchio e superato? Ehret è attualissimo. Esiste un continuum logico ed ininterrotto che conduce da Pitagora, a Ippocrate, a Galeno, a Leonardo, A Bruno, a Paracelso, a Cornaro, a Voltaire, alla Naturopatia Germanica e alla Scuola Igienistica Americana. Le cose vere non si ossidano, caro Albanesi. Gli imbrogli e le usurpazioni pasteuriane contro Antoine Béchamp, sono menzogne storiche in via di sgretolamento.

GAMBE CORTE ALLUNGATE DA CHI HA TROPPA PARTE E NIENTE ARTE

Le bugie hanno le gambe corte, salvo che non vengano prolungate dai bombardamenti ideologici di Big Pharma su virus, batteri e contagi, su epidemie inventate Aids e stagionali. Le falsificazioni e le manipolazioni si reggono ancora grazie ai Servizi Segreti Colonizzati, alle Multinazionali del Farmaco e del Cibo Avvelenato, al servilismo e alla voracità per il vile danaro e la sicurezza stipendiale e pensionistica dei cattedratici, dei baroni, dei primari, dei banchieri-falsari, degli speculatori, dei capiredattori del piccolo schermo e dei giornali.

L’ENERGIA AUMENTA DIMINUENDO LE PROTEINE

Siccome Albanesi blatera sui campioni dello sport, dimenticando che i più grandi campioni, grandi in performance e durata, stanno dove lui nemmeno si immagina, ricordo qui i professori Chittenden, Hindede e Fletcher, citati da Ehret e non solo. Docenti del campo medico che ancor prima di Ehret sperimentarono più volte come l’energia e la resistenza allo sforzo psicofisico aumentassero con meno cibo e soprattutto con meno proteine. Superati? Attualissimi. In linea coi 24 grammi/giorno del tetto proteico e coi più avanzati traguardi raggiunti dallo scibile umano (The China Study di Colin Campbell insegna, ma non lo suggerisco ad Albanesi, gli andrebbe di traverso).

EHRET IN GRANDE ANTICIPO SUI TEMPI

Tornando ad Ehret, non era per niente a corto di anatomia, e tanto meno di curiosità scientifica, come supposto da Albanesi. Al contrario, egli spese anni di ricerca sezionando corpi su corpi. Non si limitò a scrivere con grande anticipo sui tempi che “L’errore più devastante dell’uomo è quello di acidificare il suo sangue”, e che “Il livello di sporcizia interna dell’uomo medio è qualcosa di inimmaginabile”. Non diede mai alcun peso a virus e batteri. Le autopsie non rilevano le intasazione virali? Non è affatto vero. Le rileva ma le chiama con altri nomi. Definisce virus i detriti cellulari. Se Albanesi, con tutta la sua scienza, non sa cosa sono, vada ad aggiornare le sue conoscenze.

SE LA DIETA EHRET FOSSE VALIDA

Se mia nonna fosse stata una ruota, io forse sarei una carriola, si dice in Friuli. Albanesi equipara chiaramente dieta corretta a dieta comune. Come se il mangiar carne, fenomeno diffuso all’inverosimile, fosse indice di buona scelta e non di coacervo e groviglio di interessi, di grosse spinte pubblicitarie, di autentiche guerre della bistecca (vedi caso Korea), di imposizioni e ricatti internazionali, di tradimenti papali e cardinalizi, di profonda ignoranza nutrizionale.

MEMORABILI DIGIUNI AD ACQUA DISTILLATA E SUCCO DI LIMONE

Ehret era pieno di gravissime magagne fisiche in gioventù, e solo chi ha letto la sua storia con occhio attento può capire cosa intendo. Fu salvato dai suoi memorabili digiuni. Uno di 21 giorni, uno di 24, uno di 32 e uno di 49 giorni, tutti nel giro di 14 mesi. “Tra questi digiuni, e anche dopo, il mio lavoro continuò splendidamente con lezioni universitarie e test di forza e di resistenza davanti al pubblico e ai miei studenti, con articoli scritti per le università e la stampa, con la fondazione di un mio Sanitario Internazionale in Svizzera”.

HO LA COLPA DI NON AVER ASSUNTO FARMACI E DI NON ESSERMI MAI AMMALATO

Questo discorso si inquadra tra l’altro con la mia tesina di ieri “Sondaggio sul digiuno e un teschio al posto del girasole”, dove vengo criticato per la mia inesperienza digiunistica su me stesso. Mi si vuole forse colpevolizzare del mio stato di salute straordinaria dall’anno zero all’anno 70, senza l’ombra di un antibiotico o di una aspirina? Mi si vuole demonizzare perché in vita mia non sono mai entrato in farmacia se non per dei cerottini, o per salutare i titolari e i manager della farmacia comunale, miei amici nonostante tutto (cito solo il dr Franco Comuzzi e l’ex-compagno di banco Paolo Pezzino?).

VITALITÀ E RESPIRAZIONISMO ANTICIPATI DI UN SECOLO

Ehret, dicevo, non si limitò a dimostrarsi modernissimo in ogni pagina del suo eccellente testo. Disse alcune cose che suonano addirittura profetiche. “Se è vero che il nitrogeno N, parte di ogni proteina, è un importante fattore per il mantenimento della macchina umana, se la vitalità dipende in qualche modo dal nitrogeno o dall’azoto (l’aria è composta da azoto per l’80% e da ossigeno soltanto per il 20%), allora mi pare chiaro che le proteine eventualmente mancanti vengano auto-prodotte mediante corretta respirazione dell’aria, per cui il cibo dall’infinito P=power rappresenta una incredibile e tremenda forza nutritiva”.

ALIMENTAZIONE CORRETTA, ESERCIZIO, EQUILIBRIO MENTALE E AMORE PER LA NATURA

Condivido in pieno la conclusione di Albanesi. Per avere un corpo forte e sano occorre alimentazione corretta, esercizio fisico ed equilibrio mentale. Ci aggiungerei pure un pizzico di etica e di amore per la natura. Pensa davvero di possedere queste doti il professor Albanesi? Invito a leggere la mia tesina del 25/3/13 “Campioni e personaggi straordinari del vegan-crudismo“, per rinfrescare le sopite ed illusorie memorie di qualcuno.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
5 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
5
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x