LETTERA DELL’AGRONOMO DOMENICO RIPA AL QUOTIDIANO LIBERTÀ DI PIACENZA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

GENITORE DI DUE FIGLI NON VACCINATI E SANISSIMI

Gentile Direttore, dopo aver letto l’articolo del 28 settembre e i successivi che il Suo quotidiano ha pubblicato in merito alle vaccinazioni, gradirei porre alla Sua attenzione e a quella dei lettori di Libertà, l’importanza del rispetto delle misure di igiene per il mantenimento di un buono stato di salute, in qualità di genitore di 2 figli, rispettivamente di 21 e 10 anni ed entrambi non vaccinati sempre in buono stato di salute.

ESPRIMO IL MIO PROFONDO DISSENSO SULLE INFORMAZIONI DISTORTE

Esprimo il mio profondo dissenso riguardo alle informazioni distorte poste dai responsabili del servizio sanitario che sono intervenuti, in qualità di genitore e non di medico. Sono comunque un Agronomo e mi occupo di alimenti oltre che di sicurezza alimentare. Esprimo tale dissenso sulla base sia della nostra esperienza familiare, sia in base a dati e informazioni qualificate reperibili nel campo delle vaccinazioni, delle malattie esantematiche e dell’Igiene alimentare, scienza autentica, millenaria e priva di secondi scopi.

SERVIREBBE UN DIBATTITO SERENO BASATO SULLA TRASPARENZA

L’argomento ha la sua complessità e richiederebbe un sereno dibattito pubblico tra esperti. Spero che possano svilupparsi tali confronti e vorrei stimolare l’attenzione sul tema evidenziando alcuni aspetti emblematici e quanto mai dubbi, confidando nel senso di maturità e responsabilità dei soggetti che si sentiranno coinvolti.

GLI OBBLIGHI VACCINATORI PUZZANO DI BRUCIATO, E STIAMO TUTTORA PAGANDO LE CONSEGUENZE DELLO SCANDALO DE LORENZO

Ad esempio, i miei dubbi sull’obbligo vaccinale si alimenta se considero alcuni fatti concreti, come quello relativo all’ex-ministro Francesco De Lorenzo che, nel 1983 ricevette per sua stessa ammissione 600 milioni di lire dalla Smith and Kline oggi Glaxo o GSK, per una sola parolina “obbligatorio” aggiunta di sua mano al decreto-legge. De Lorenzo è oggi fuori dai giochi e ha comunque pagato in carcere il suo debito con la legge.

IL VERGOGNOSO CASO DEI VACCINI TAMIFLU

È solo un esempio ma se ne potrebbero citare altri. De Lorenzo è acqua passata, ma l’antiepatite-B, ulteriore strumento rovina-bambini, rimane al suo posto obbligatoria, sempre per quella firma. Caso di corruzione di una gravità inqualificabile! Altro caso di corruzione fu la commessa dei vaccini Tamiflu da parte del viceministro Ferruccio Fazio e del suo apparato, in favore della Gilead Sciences americana, di proprietà dell’allora ministro degli estero USA Donald Rumsfeld. Nessuno sa che fine abbiano fatto quei vaccini. Argomento tabù e prontamente insabbiato. Si sa solo che nessuno ha pagato.

ALTRI ESEMPI DISARMANTI SU TETANO E POLIO

Altro esempio che dovrebbero farci riflettere è il vaccino antitetanico, al pari degli altri vaccini, non solo serve a un bel niente, ma è pericoloso al punto di causare esso stesso il tetano, come già è successo con la polio. Il vero problema comunque non sta tanto nell’antitetanica quanto nella teoria anticorpale che è fasulla e deficiente. In ogni caso, chi è contrario alle vaccinazioni deve poterlo fare senza timori di sorta, innanzitutto perché il pubblico non è idiota e schiavo, ed anche perché può finalmente disporre di informazioni controcorrente di tipo scientifico, senza dover piegarsi ignaro ed obbediente ai diktat di una medicina vaccinatoria corrotta ed inaffidabile quanto basta. Non dimentichiamoci poi che esiste l’invalicabile diritto alla salute (art. 32 Costituzione), di fronte al quale ogni norma deve arretrare.

LA PREVENZIONI SI ATTUA CON MODALITÀ NATURALI E NON MEDIANTE STREGONERIE VACCINALI PRIVE DI OGNI VALORE SCIENTIFICO

Ma allora, in concreto cosa fare per proteggerci, noi comuni mortali, soggetti alla sintomatologia delle malattie esantematiche? Dovremmo rivalutare e porre maggiore attenzione alle misure di igiene, corretta alimentazione con più pasti di frutta durante il giorno, oltre a verdura cruda. Con troppi cibi cotti ci priviamo di elementi fondamentali per lo sviluppo delle difese immunitarie naturali del nostro organismo (vitamine, enzimi, sali minerali). Dovremmo rivedere i meccanismi delle alterazioni e non spaventarci ad esempio dell’influenza, avendo essa lo scopo di stimolare l’organismo a ritrovare il suo equilibrio, a ripristinare la capacità autoguarente che ci caratterizza.

FEBBRE E INFLUENZA SVOLGONO BENEFICHE FUNZIONI DEPURATIVE

Per l’igiene naturale l’influenza è solo una benefica crisi di disintossicazione, un tentativo del corpo di eliminare scorie velenose interne attraverso colpi di tosse, o un tentativo di bruciarle con la febbre. Quindi non è il virus la causa dell’influenza. I sintomi reattivi sono finalizzati alla vita o alla morte? Evidentemente alla vita. Ad esempio la diarrea pulisce l’intestino, il vomito libera lo stomaco, il dolore articolare blocca il movimento e agevola la disinfiammazione intestinale. Contrastare febbre, influenza, vomito e diarrea significa bloccare le reazioni del nostro organismo. Questo vale anche per tutte le malattie esantematiche dei bambini, ed anche per l’herpes, come per qualsiasi influenza virale e per qualsiasi sindrome vera o inventata, tipo l’abominevole farsa mondiale chiamata Hiv-Aids.

BASTA UN RIPOSO FISIOLOGICO SENZA ALCUN FARMACO PER RIMETTERE IN FORMA LA GENTE

Infatti, succede che qualsiasi malato messo a riposo fisiologico con digiuno, sotto le coperte e con sola acqua o sola acqua-limone da bere a sorsi, si ritrova dopo qualche giorno guarito e in forma, libero da materiale virale tossico ed intasante e libero pure dai mangiatori di scorie organiche, ossia dai batteri, che si sono ritirati e ridotti intelligentemente dopo aver compiuto il proprio lavoro istituzionale.

NON COMBATTERE LE MALATTIE MA COSTRUIRE LA SALUTE

Fondamentale valorizzare l’alimentazione cruda. In altre parole, non combattere le malattie ma costruire la salute, sostiene giustamente il dr Giuseppe Cocca ([email protected]), noto medico-igienista. Bisogna anche masticare molto il cibo, ovvero il contrario di quello che facciamo abitualmente. Tutto quello che non riusciamo a sminuzzare non viene digerito e va in putrefazione batterica.

MANGIARE MEGLIO, MANGIARE DI MENO E MASTICARE DI PIÙ

Sarebbe opportuno mangiare di meno, masticare molto e digerire alla perfezione. Questo vale in particolare per chi si ciba molto di alimenti ricchi di carboidrati, digeriti essenzialmente da enzimi presenti nella saliva e solo parzialmente forniti dal pancreas all’intestino. Il pane ad esempio deve essere masticato fino a quando si sente il sapore dolce. La produzione della saliva non è infinita e termina al quinto boccone. Spero di aver stimolato l’attenzione e l’interesse sugli argomenti accennati. Auguro a Lei e a tutti i lettori di Libertà una Buona Salute, in vista dell’inverno che si avvicina.

Domenico Ripa

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
10 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
10
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x