MEDICINA ORTOMOLECOLARE, INTEGRAZIONI E DIETE LOW-CARB

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

BUONA NUTRIZIONE SIGNIFICA CONCENTRAZIONE OTTIMALE DELLE MOLECOLE ESSENZIALI

Ciao Valdo, non volevo polemizzare sulla faccenda Linus Pauling e non voglio ugualmente polemizzare sulla medicina ortomolecolare. Vediamo allora di chiarire. Per raggiungere un ottimo stato di salute, il tasso di assunzione dei cibi dovrebbe essere tale da stabilire e mantenere nell’organismo la concentrazione ottimale delle molecole essenziali.

LA MEDICINA ORTOMOLECOLARE PUNTA AL RIEQUILIBRIO DELL’ASSETTO BIOCHIMICO INDIVIDUALE

La medicina ortomolecolare si basa dunque sul principio del riequilibrio dell’assetto biochimico individuale. Il traguardo è ricreare un ambiente ecologico che assicuri il funzionamento ottimale della cellula stessa e la sua produzione di energia, oltre che la capacità di combattere le malattie.

LA MEDICINA CURA I SINTOMI E LO FA COI FARMACI, PER CUI È TOSSICO-MOLECOLARE

La medicina ortomolecolare mira a curare la causa della malattia e non i suoi sintomi. Il dottor Bernard Rimland nel 1979 ha ripreso questa definizione, suggerendo che la medicina convenzionale, che fa ricorso ai farmaci, venga chiamata medicina “tossico-molecolare”. Cosa non è corretto, secondo te? Grazie. Cordialmente.
Renzo

*****

RISPOSTA

MANCANO ALCUNE COSE NON BANALI MA FONDAMENTALI

Ciao Renzo, ti ringrazio per questa mail semplice, chiara e trasparente. I principi enunciati sono tutti validi, e mi piace in particolare la definizione la definizione “tossico-molecolare” assegnata dal dr Rimland alla medicina. Cos’è allora che manca alla ortomolecolare per non essere perfetta al 100%. Mancano tre cose semplici e chiare almeno quanto la tua esposizione. Manca il concetto dei food-enzyme introdotto dal professor Edward Howell proprio negli anni ’70, manca il concetto di acqua biologica tipico della Scuola Igienistica, e manca il concetto di onda vibrazionale radioattiva espressa in Angstrom, come dalle celebri ricerche dell’ingegner Paul Simoneton.

MANCANO LE DIFFERENZIAZIONI TRA ORGANICO E INORGANICO, TRA SINTETICO E NATURALE, TRA VIVO E MORTO, TRA VITALE E DEVITALIZZATO

Ovvio che nella ortomolecolare manchino anche le differenziazioni fondamentali tra minerale organicato e minerale inorganico di terra e di acqua (a molecole pesanti e cristallizzate e quindi non filtrabili dai glomeruli renali), dove nell’organicato c’è l’opera di organicazione apportata dal sole e dalla fotosintesi clorofilliana, con massimo sminuzzamento dei minerali. Ovvio che nella ortomolecolare manchino le distinzioni tra vitamina sintetica e vitamina naturale (accompagnata dai relativi coenzimi).

LE DIETE PIÙ BALORDE DEL MONDO SI AVVALGONO DELLA MOLECOLARE

Pur essendo vicinissima alla scuola igienistica, la medicina ortomolecolare, per colpa dei limiti citati (e storicamente comprensibili), ha fatto purtroppo da cuscinetto e da rampa di lancio per le peggiori ideologie alimentari e dietologiche dei tempi nostri. Non esiste dieta balorda e farabutta al mondo (tutte le low-carb diets rientrano in quella categoria) che non ricorra alle stampelle ortomolecolari. Ti do bistecche a colazione-pranzo-merenda-cena e ti integro tale obbrobrio con tante belle pasticche.

VALGA PER TUTTI L’ESEMPIO DEL DR ATKINS

Il dr Robert Atkins era famoso per portare costantemente con se’ una sessantina di pillole di diverso colore, poco tempo prima di morire intossicato nel 2003 (cancro al pancreas). Il dr Montignac (IG diet o dieta indici glicemici) era famoso per le sue integrazioni mineral-vitaminiche, prima di morire intossicato nel 2011(cancro). Il dr David Servan-Schreiber era famoso per le sue integrazioni di Omega-3 ittici, prima di morire intossicato nel 2011 (cancro al pancreas, non ancora cinquantenne). Il dr Carlo Cannella era famoso per le sua dieta Mediterranea alto-proteica e per le sue integrazioni di B12, prima di morire iontossicato nel 2011 (cancro al colon). Parliamo di gente che stava all’apice del successo e che era attorniata da fior di medici, incapaci di risolvere i loro problemi.

PIÙ CHE DIETA ATKINS È IL CASO DI PARLARE DI TRAGICO TRANELLO ATKINS

“Il dottor Atkins si intendeva di salute e di diete tanto quanto il maiale del Nebraska si intendesse di astrologia”, è uno degli irriverenti commenti medici circolanti in America sul dottor Atkins, capostipite del disgraziato tranello low-carb. Ironizzare su una persona morta che non può difendersi non è cosa simpatica. Ma Atkins è un morto troppo speciale. E’ poi uno che ha sulla coscienza milioni di persone rovinate e mandate in camposanto con diversi anni di anticipo.

CON LE LOW-CARB IL CALO DI PESO E’ IMMEDIATO E SI FANNO PURE I SOLDINI

Qualche residuato delle low-carb tiene duro, perche’ con le low-carb si guadagna, perché alla gente stordita-disorientata-diseducata non interessa guarire e star bene in modo stabile e sicuro, ma solo buttar giù peso subito. E così succede l’incredibile e l’assurdo. Succede cioè che in Italia, paese che dovrebbe primeggiare in esperienza culinaria, c’è tuttora gente che crede a Peter D’Adamo (Gruppi Sanguigni) e a Barry Sears (Zona), quando queste diete sono state sonoramente bocciate da una decina di anni in Asia e nella stessa America, in quanto pericolose per la salute umana. E c’è pure gente che crede a Pierre Dukan, reintroduttore della famigerata dieta Atkins. Anche questi dietologi si avvalgono delle correzioni e della pasticcazioni della medicina ortomolecolare.

LE MIE PROPOSTE-SFIDA A DUE AMICI SINGAPORIANI

Un paio di ore fa, ho parlato a lungo con due giovani dirigenti d’azienda singaporiani, entrambi afflitti da sovrappeso e provenienti da esperienza assai negativa con diete low-carb, con calo di 10-15 chili nei primi mesi, e ripresa di 20 chili nei 6 mesi successivi, spendendo pure una fortuna in visite ed esami medici continuati. Gli ho dato la mia parola d’onore che risolveranno per sempre la loro obesità adottando un sistema igienistico “very high-carb, very low veggie proteins, zero animal proteins, zero pills, maximizing biologic water and raw-food”. Un sistema non inteso a ridurre peso ma semplicemente a ripristinare il peso forma di ciscuno di essi.

TRA QUALCHE MESE AVRANNO PERSO IL SOVRAPPIÙ STABILMENTE E SENZA DANNI

Via carni e latticini, via zuccheri industriali, via cibi stracotti, via sali inorganici, via ogni integrazione sintetica, via caffè, the, cole, alcol. Via ogni cibo e ogni bevanda-spazzatura. Mi guardavano tirando gli occhi, increduli e sbalorditi. Tutto il contrario di quanto vanno cianciando i medici e i nutrizionisti di regime! Ho lanciato la sfida e sono certo al 100% che tra qualche mese ingrosseranno le fila dei beneficiati.

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

1 commento