QUATTRO ANNI PER DEBELLARE LA SOFFERENZA E RESUSCITARE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

LA MIA ESPERIENZA PERSONALE
 
Ciao Valdo, ti mando con piacere questa e-mail. Se la vuoi pubblicare non ho nulla in contrario.
Ogni mattina, mentre faccio colazione, apro il computer e vado sul tuo sito, leggo, prendo appunti, cerco di approfondire il più possibile, con ogni mezzo, i tuoi libri e le tue ricerche. Dentro di me non faccio altro che ringraziarti mentalmente. Ti ringrazio di esserci.

CAMBIARE NON È AFFATTO COSA FACILE

Se guardo indietro confesso che, dopo una vita di cattive abitudini, non è stato facile cambiare alimentazione, modo di cucinare, cercare e capire quello che mi faceva veramente bene e quello che nuoceva al mio benessere. Ma stavo troppo male e dovevo dare un giro di vite. Ero da sola. Nessuno mi dava risposte. Non mi avrebbero nemmeno ascoltata, e continuavo a peggiorare! Per fortuna Valdo, ti ho trovato, ed allora ho avuto riferimenti su cui basarmi, per cui tutto è diventato molto più fluido e leggero. Ho recuperato piano piano le forze. Capivo finalmente cosa preferivo mangiare. Così ho imparato a fidarmi degli input della mia vista e del mio stomaco.

IN QUATTRO ANNI SONO RESUSCITATA

Ci ho impiegato quasi 4 anni. Non ho più i mal di testa feroci che duravano 3 giorni con una media di 2-3 volte al mese, impedendomi addirittura di bere. Non vomito più come una fontana. Non ho più l’intestino in disordine e soprattutto, incredibile a dirsi, non ho più tachicardie. Ho anche riguadagnato peso. Sono stata così male che, quando sono resuscitata, le persone che mi circondavano volevano sapere il segreto della mia ripresa.

QUANDO SI STA MALE OGNI RAGIONAMENTO VA IN TILT

Perciò, quando leggo i messaggi che ti inviano, capisco che a volte appari insofferente e capisco pure le loro pene, perché io le ho provate sulla mia pelle, le ho provate davvero. Ti prego di non fraintendermi. Capisco solo che quando si sta male c’è sconforto, confusione, e la testa può fare brutti scherzi!

MAI GETTARE LA SPUGNA

Con questa lettera voglio ringraziarti di cuore per il lavoro che svolgi per noi ogni giorno, con dedizione. Senza la tua presenza non ce l’avrei fatta ad avere un notevole miglioramento. Spero che la mia testimonianza possa anche essere di aiuto a tutte le persone che stanno intraprendendo la strada del vero benessere. Spero di poterle convincere a non gettare la spugna, a perseverare, a non abbattersi mai. Il nostro corpo è intelligente. A volte ha solo bisogno di un po’ più di tempo.

ALLA FINE I RISULTATI ARRIVERANNO COPIOSI

Ma vale la pena, perché niente sarà uguale a prima. Il modo di vedere le cose, le nostre scelte e le nostre abitudini varieranno profondamente. Ci sarà un cambiamento radicale spontaneo e si tratterrà di una scoperta magnifica! Ti Auguro Buon Lavoro!
Daniela

*****
 
RISPOSTA

UNA TESTIMONIANZA SOFFERTA MA DOPPIAMENTE INTERESSANTE

Ciao Daniela. Molto interessante e carica di significato la tua testimonianza. Nessuno quanto chi ha sofferto di persona può offrire un quadro realistico ed efficace del percorso affrontato, delle difficoltà, degli alti e dei bassi. Ma alla fine esiste il giusto premio, ovvero la luce all’uscita dal tunnel. Il fatto di trasmettere la tua esperienza alle lettrici e ai lettori del blog non fa che moltiplicarne il valore.

Valdo Vaccaro 

 
 

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.