REPUBBLICA ITALIANA FONDATA SUI VACCINI E NUOVA DENUNCIA DA ROMA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

DENUNCIA PUBBLICA AL TRIBUNALE SUPERIORE DELLA GENTE ONESTA E PENSANTE

DOPO PORDENONE ARRIVA ROMA

Dopo la Procura della Repubblica di Pordenone, ora entro nel mirino della Procura della Repubblica di Roma. Manca solo che arrivi qualcosa dalla Val d’Aosta, da Cagliari e da Palermo e  poi il nostro carnet sarà al completo. Sarà opportuno rivedere in sintesi la storia delle mie recenti vicende persecutorie. Non gioco a fare la vittima. Ma troppa gente mi chiede ragguagli sul mio status. Ed è giusto informare  chi mi segue.

GRAVISSIMA VIOLAZIONE LEGALE DI DOMICILIO A LUGLIO 2016

Lo scorso anno a metà luglio fui sottoposto come molti ricordano a un raid scandaloso e paradossale da parte dei carabinieri NAS, propiziato dal Procuratore della Repubblica di Pordenone. Diverse gazzelle in fila nella mia strada di campagna prima ancora che scoccassero le 7 del mattino. Strategie riservate in genere ai blitz anti-mafia. Violazione di domicilio in piena regola. Violazione che grida tuttora vendetta al cielo per la sua assurdità e per la sua tracotanza. Nulla di personale ovviamente contro gli autori materiali del blitz, stipendiati dallo stato per fare questo, messi in moto da denuncia anonima di persone e gruppi di potere ben determinati e individuati con nomi e cognomi. Ma il fatto rimane. Mi hanno rovinato non solo le vacanze estive ma tutti i mesi dell’anno fino a oggi, mantenendo il possesso del maltolto, delle cose di mia proprietà, e mantenendo la cappa minacciosa sulle mie sorti, in barba ad ogni principio di rispetto e di giustizia. Il mio crimine presunto? Abuso di medicina!

VIVERE IN UN PAESE AFFLITTO DA BARBARIE STATALE NON È COSA FACILE

Rovistare e mettere sottosopra l’intera abitazione e persino i cofani e i tappeti delle nostre auto per ore e ore, non è servito a nulla, a parte il disagio causato ai miei due ragazzi e alla mia compagna di vita Kathleen, e a parte l’improvvisa e irresistibile sensazione di vivere non più in un paese gradito, civile e protettivo, ma in un paese divenuto malvagio, barbaro e persecutore nei riguardi delle persone Onorabili e Oneste.

CADUTA VERTICALE DI TANTE ILLUSIONI

Mi illudevo che avere una fedina penale immacolata, che far crescere e istruire al meglio due ragazzi dovunque apprezzati per la loro educazione e gentilezza, che sopportare eroicamente, come tanti altri genitori, le incongruenze e le manchevolezze economico-sociali di questo stato, abilissimo nel mantenere i giovani in stato di malessere e di disoccupazione, fosse titolo di merito. Mi illudevo che dedicarsi in modo trasparente e pacifico alla demolizione dei falsi miti ed alla ricostruzione di una nuova mentalità salutistica, ecologica, rispettosa del prossimo e di ogni creatura vivente, pur se mal sopportati da chi persegue interessi contrastanti, fossero dei titoli di merito. Mi illudevo che non occupando e non togliendo spazio a nessuno, non avendo mai avuto nessun famigliare a dipendenza dello stato, non costando una lira allo stato nell’espletamento della mia attività culturale libera e spontanea, fossero titoli di merito. Mi sono accorto che le cose non stanno assolutamente in questi termini.

UN BLITZ IN GRANDE STILE ALLA RICERCA DI QUALCOSA CHE NON ESISTE

Non avendo trovato un lettino, un batuffolo di cotone, una siringa, una singola pillola, un singolo bisturi, rendeva i razziatori-di-stato, al di fuori delle apparenze gentili ed amichevoli, irrequieti e malcontenti per il risultato inconsistente e catastrofico della loro “missione in grande stile”. Ecco allora il loro calcare la mano e il loro affondare i colpi. Ecco il sequestro del mio nuovo computer Apple, più dati ivi registrati di valore incalcolabile per un danno operativo oltre che morale di oltre un milione di Euro a dire poco, la sintesi di 10 anni di lavoro e di corrispondenze. Milione di Euro che un giorno qualcuno dovrà pur pagare. Oltre a questo mi vengono sequestrate 19 agende personali, 5 quaderni, mezzo quintale di documenti, e persino 14 vasetti antichi di ceramica di proprietà familiare che tra l’altro nulla c’entravano con la questione dell’abuso di medicina, per cui mi sono visto arrivare altre gazzelle dei Carabinieri addetti alla “Tutela del Patrimonio Culturale” di Trieste.

UN INTENTO FORTEMENTE PERSECUTORIO

Non contenti di tutto questo, hanno cominciato a rovistare tra i nomi segnati nelle agende sequestrate, convocando persone alle stazioni del carabinieri delle rispettive località italiane di appartenenza, nel tentativo altrettanto assurdo e demenziale di trovare l’arma del delitto, la confessione di qualcuno adatta ad inchiodarmi. Come dire che chi mi aveva denunciato anonimamente aveva dato precise istruzioni tipo “Distruggete questo elemento in tutte le cose che fa e in tutte le relazioni che ha”, evidenziando un intento fortemente persecutorio. Mi ha telefonato tra l’altro pure un medico genovese, per ringraziarmi degli ottimi consigli datigli per il proprio bambino piccolo, e per raccontarmi della sua convocazione da parte dei carabinieri NAS della Liguria.

SPRECO INUTILE ED IMMORALE DI RISORSE PUBBLICHE

Ovvio che ho la coscienza a posto. Non occorre essere delle cime di intelligenza e non occorre sciupare tempo, risorse e soldi pubblici per azioni investigative incredibilmente ridicole e ottuse, per capire che chi come me critica duramente e a buona ragione la medicina ufficiale tutto farebbe fuorché mettersi a fare il medico. Non occorreva poi sequestrare computer mediante un blitz stile spettacolare sceneggiata, quando bastava semplicemente digitare valdo e un argomento specifico cercato per ottenere a gruppi tutte le tesine e tutti i contatti nero su bianco. Non era logico e non era lecito sequestrare agende datate 1998-1999-2000-2001-2002-2003-2004 eccetera, visto che i miei articoli e le mie conferenze partono dal 2008 in avanti.

DIFFERENZE ABISSALI TRA MEDICINA E IGIENISMO

L’ho detto in mille salse, da 10 anni a questa parte e in oltre 6000 tesine e in diversi libri, che la Medicina attuale, all’infuori della Medicina di Emergenza (indispensabile per le riparazioni d’urgenza e per l’espletamento legale di cure da pronto soccorso),  è una Manovalanza Ingegnosa rivolta a illudere ed imbrogliare la gente facendole carambolare sotto il naso la carota della guarigione, senza mai raggiungere veramente e stabilmente l’obiettivo, e procurando alla gente stessa malattie iatrogene e gravi effetti collaterali nella maggioranza dei casi. E ho aggiunto che l’Igienismo è al contrario una SuperMedicina basata sui fatti e rispettosa delle leggi universali e millenarie stabilite da una Sovrana Medicatrice di tutti i mali che si chiama Madre Natura.

LA HEALTH SCIENCE IGIENISTICA NATURALE INSEGNA E PRATICA SALUTE, AL CONTRARIO DELLA MEDICINA

L’ho detto e lo ridico che la Medicina nulla ha purtroppo a che vedere con la Salute, ma al contrario è fattore di impedimento della salute. L’Igienismo invece non guarisce nessuno e non pratica azioni intrusive ed invasive, ma insegna alla gente l’arte del pensare, del vivere, del mangiare e del comportarsi secondo le buone regole e secondo natura. L’Igienismo non illude e non promette, ma insegna alla gente sana e malata a prendersi le proprie responsabilità e a non delegare a terzi le proprie sorti. L’Igienismo pratica la cura della non-cura sul sintomo, visto che la malattia-sintomo è non solo un segnale d’allarme prezioso ed un invito a cambiare urgentemente stili di vita, ma è anche indispensabile strumento di guarigione. Rimuovere il sintomo e lasciare al suo posto il fattore causante, come fa esattamente la medicina, è insomma stupidità manifesta ai massimi livelli.

CRITICHE IMPLACABILI E DOCUMENTATE ALLA PRESUNZIONE MEDICA

Tra i medici del resto esistono, sia nel passato che nel tempo presente, persone straordinarie ed eccezionali verso le quali esprimo rispetto ed ammirazione. Essi conoscono queste cose e cercano di barcamenarsi, di sopravvivere e di galleggiare. Cercano di dare buoni consigli quasi-igienistici senza subire l’onta e il disagio della radiazione. Quanto però alla loro scuola, all’Ordine Medico in generale, al Regime Sanitario di tipo Militaresco ed impositivo, alla arroganza medica, alla presunzione medica di possedere la verità e il meglio nelle cure del corpo e della mente umana, sono decisamente critico e ho mille ragioni per esserlo.

LIBERTÀ DI PENSIERO E DI OPINIONE

Sono un libero cittadino del mondo che si dedica in modo autonomo e indipendente ai temi attinenti la salute e il benessere, seguendo la traccia indicata dai grandi maestri e da Madre Natura, una strada radicalmente diversa da quella percorsa dalla Medicina Convenzionale. Non esistono leggi, principi o dogmi che mi impediscano di pensare e di esprimere con franchezza e trasparenza le mie opinioni.

SMETTIAMOLA DI CHIAMARCI PAESE LIBERO, DEMOCRATICO E CIVILE

Se lo stato italiano attraverso i suoi apparati mi impedisce il diritto di pensare e di espletare persino queste prerogative fondamentali, significa che non è uno stato all’altezza dei suoi compiti e tanto meno lontanamente all’altezza dei tanti martiri che si sono sacrificati per generarlo e per assemblarlo in linea coi principi sia pur generici e lacunosi della Costituzione. Se lo stato ha queste gravissime manchevolezze non è più uno stato secondo le attese e le aspettative ma una sua caricatura, una presa in giro per i cittadini e per chi ci guarda e ci giudica da fuori. Andiamo tutti sotto il Vaticano che è meglio e chiediamo il ripristino della Inquisizione e dei Roghi, come ai bei vecchi tempi.

OGGI 25 LUGLIO 2017 HO RICEVUTO IN AGGIUNTA ALLO STATUS DI SEQUESTRATO, LO STATUD DI INDAGATO PENALMENTE

Dicevo che mi hanno rovinato le vacanze estive lo scorso anno. Beh, neanche farlo apposta, sono stato convocato a un meeting informativo presso la Polizia Postale. Altre vacanze estive rovinate? Temo proprio di sì. Oggi, martedì 25 luglio 2017, a un anno esatto dagli eventi sopra descritti, mi sono recato a Udine dove mi è stata notificata una denuncia per diffamazione e un invito a nomina di un difensore di fiducia. Pare che la mia tesina dal titolo “Sporchi affari nel settore vaccini“, pubblicata il 3 luglio scorso, non sia stata gradita nell’ambiente romano.

NON SPORCHI AFFARE MA AFFARI PULITI, PER UNA REPUBBLICA FONDATA SULLA DISOCCUPAZIONE E SUL VACCINO

Non ho fatto altro che pubblicare un articolo di Gianni Lannes, giornalista investigativo ammirato e stimato per la sua precisione e per il suo coraggio. Forse avrei dovuto modificare il titolo, scrivendo “Affari puliti nel settore vaccini”. Il solito discorso del “Non nominare il nome di Dio invano”, oppure il solito discorso del “Chi tocca i fili muore”. L’Italia è una Repubblica fondata sui vaccini e per giunta sui vaccini obbligatori, non più 12 ma 10 soltanto, però, nota bene, con l’aggiunta di altri 4 non obbligatori ma fortemente consigliati, con grandi salti di gioia da parte dei marpioni della Glaxo e della Merck, con grandi salti di gioia da parte dei facoltosi commercianti di feti umani da inserire come adiuvanti nei vaccini stessi, con brindisi e Urrà da parte della vasta fauna lobbistica che prolifera e banchetta intorno a questa enorme mangiatoia, sulle spalle di una ignara e sfortunata massa di bambini traditi e vilipesi dai pediatri, dai politici, dai media e dagli stessi genitori.

LA GENTE TI STA LEGGENDO FINO IN FONDO

Sono stato dai miei avvocati di fiducia e ho dato loro la copia di questa seconda denuncia. “È un buon segno, mi hanno detto”. Sei finito nell’orbita delle persone sequestrate e indagate. Ti hanno preso di mira. Significa semplicemente che i tuoi articoli non sono leziosi e noiosi come spesso succede, significa che stanno diventando sempre più popolari, che stanno circolando in modo efficace, e che soprattutto vengono letti fino in fondo. Non ti possono radiare perché non appartieni a nessuna congregazione medica, e pertanto ricorrono a immorali e indecenti denunce anonime. Un modo come un altro per silenziare le voci che contano.

COSA ALTRO SI PUÒ PROVARE SE NON INDIGNAZIONE E VOLTASTOMACO?

È forse diffamazione provare indignazione, spoetizzazione e voltastomaco nei riguardi di tutto quanto accade giorno per giorno in questo paese marcio fin dalle fondamenta  in tema di vaccini e non solo? A chi vengono a raccontarla questi malfattori e questi occupatori abusivi e scialacquatori seriali di risorse pubbliche? A questi percepitori di stipendi, di regalie e di pensioni da nababbi. Farebbero bene a starsene buoni coi danari razziati tutti i mesi ai bilanci traballanti di questo stato inerte, iniquo ed autolesionista, che asseconda impunemente e vergognosamente la loro ingordigia e la loro voracità per il potere e per il danaro.

ARROGANTE E CONTINUATA ABITUDINE AL MALAFFARE LEGALIZZATO

Ma non gli basta nemmeno questo. Pretendono pure il godimento di una reputazione superlativa. Pretendono pure immunità ed intoccabilità. Nessuno gliela può accordare. Sono degli illusi, sono degli ubriachi dopati dalla loro stessa arrogante e continuata impunità, dalla loro inveterata abitudine al crimine più odioso ed ignobile, che è quello legalizzato e ammantato di rispettabilità. Io non sono un giustizialista e non invoco la forca per nessuno. Sono anzi portato a perdonare e a riabilitare, ma solo in presenza di un minimo di umiltà. Se le facce di bronzo che intendono perseguitarmi tramite la Procura della Repubblica di Roma avessero un minimo di dignità e di  credibilità, avrebbero contestato i dati elaborati da Gianni Lannes e avrebbero chiesto una immediata correzione dell’errore, cosa che avrei fatto in presenza di spiegazioni convincenti. Avendo essi torto marcio ed essendo in totale malafede, non lo possono fare e parlano di diffamazione ex art 595 comma 3 c.p. o codice penale. Quante siano piuttosto le loro violazioni dei codici dell’etica, oltre che del codice penale le Procure di questa Repubblica delle Banane non si azzardano a dirlo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
15 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
15
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x