RIMEDI ALLA DEGENERAZIONE CORTICO-BASALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

PROBLEMI DI TIPO NEUROLOGICO

Gent.mo Valdo Vaccaro, Ammiro il suo lavoro, considerandolo una missione umanitaria. Ho fatto una ricerca sul soggetto indicato in oggetto nel suo blog. Non ho trovato nulla di diretto sull’argomento. Ho letto qualcosa su altre malattie degenerative, e sono certo che i suoi consigli sono sempre preziosi. Ma desidererei molto poterle parlare per fare alcune domande.

ALIMENTAZIONE VEGANA MA IN FORMA NON RIGIDA

In primo luogo, vorrei sapere se le è già capitato un caso simile e se ne conosce le particolarità. Sarei disposto a venirla a trovare. La malattia ha colpito mia madre che compirà 71 anni a settembre. Sono già 4 anni che le è stata diagnosticata tale malattia. Avendo avuto un approccio naturopatico con il dr Dascari di Messina almeno 30 anni fa, ha avuto negli ultimi 2 anni una alimentazione prevalentemente vegana. Ma non in modo rigido, inframmezzando anche se in piccole quantità proteine animali come, formaggi (nella pizza ad es.) ed occasionali strappi. Nonostante tutto credo che abbia avuto alcuni benefici dalla dieta ricca di insalate e frutta.

SERVIREBBE PROBABILMENTE MAGGIORE MOTIVAZIONE E PIÙ RIGORE NELLA DIETA

Ma mi rendo conto che occorrerebbe una guida e una speranza legata ad una specifica motivazione che possa infondere rinnovata fiducia, per spingerla a maggiore rigore. Sarebbe vitale un suo autorevole parere per aiutarci a fare sforzi mirati e motivati. Spero tanto che possa risponderci al più presto, visto che negli ultimi mesi abbiamo notato un rapido peggioramento motorio. Vorremmo sapere se la malattia si possa bloccare o quanto meno rallentare. La ringrazio anticipatamente per qualsiasi aiuto possa darci.
F.L.

*****

RISPOSTA

GARANTIRE UN BUON FLUSSO DI SANGUE AL CERVELLO

Ciao F.L. Il funzionamento regolare ed ordinato del cervello richiede un buon flusso di sangue. Pertanto la dieta ideale deve essere basso-grassa e basso-proteica. Spesso le subdole incapacitazioni tipiche dell’Alzheimer, del Parkinson, delle Degenerazioni cortico-basali e delle crisi epilettiche, sono causate da una deprivazione di ossigeno ai neuroni cerebrali. Un problema che riguarda la viscosità del sangue e la circolazione rallentata.

DIETA VEGAN-CRUDISTA RIGOROSA

Stare lontano da ogni farmaco è fondamentale. Mangiare molta frutta e verdura cruda ben masticata, che danno una quantità abbondante di antiossidanti, minerali e vitamine. Sono buoni alimenti per il cervello le fragole i lamponi, le arance, i mirtilli l’uva, l’avocado, il melone e le mele. Anche gli ortaggi verdi e alcune verdure vanno incluse, come ad esempio cavolo, cavolfiore, crescione, cavolini, broccoli, lattuga arricciata, radicchio, ravanelli, rape, carote. I latticini vanno decisamente evitati.

DIETA VITALE, SOLE, MOVIMENTO, RESPIRAZIONE

Importante comunque normalizzare la digestione con una dieta vitale, ricca sulla scala Simoneton. Raccomandati 3 bagni genitali o semicupi di 15 minuti al giorno sul bidè, con acqua fresca. Prendere il sole e camminare quanto più possibile all’aperto con l’assistenza di due racchette da trekking e di un accompagnatore.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.