FORMIDABILI TECNICHE DI RAFFORZAMENTO MENTALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Buongiorno, soffro da molti anni di dolore quando mi metto a sedere, sensazione di calore e fitte tipo pungiglione, la terapia tradizionale in questi casi propone antidepressivi e antiepilettici per la sofferenza dei nervi. Ogni medico ha detto la sua dalla prostata, alla clamidia, al nervo pudendo, all’Epstein Barr,…… Volevo avere un suo parere perché non so più cosa fare. L’unico problema che ho è il diabete mody 2 con a digiuno valore 130. Cordiali saluti. Le allego risonanza magnetica nervi piccolo bacino.
Luca


RISPOSTA

LA VITA È TUTTA UNA QUESTIONE DI NERVI

Non esiste nulla al mondo di più piacevole e appagante di una vita serena, equilibrata, in piena armonia con se stessi e con la natura che ci circonda. Sulla base di questa semplice considerazione andiamo subito a parlare di sistema nervoso, l’organo umano direttamente collegato alle emozioni positive e anche purtroppo alle precarietà e alle sofferenze mentali che spesso affliggono il genere umano.

SISTEMA NERVOSO ACCUMULATORE E DISTRIBUTORE DI ENERGIA CORPORALE

Il sistema nervoso è probabilmente l’opera più bella e affascinante del creato, poiché dalla sua attività dipende il funzionamento di tutto il nostro corpo. È anche molto resistente ai disordini organici, ma se viene rovinato e compromesso da vita innaturale e priva di rilassamento, esso necessita di lunghe attenzioni per riprendersi. Va messo in evidenza che il sistema nervoso svolge compiti fondamentali essendo l’accumulatore e il distributore delle energie di tutto l’organismo.

DINAMISMO, FRETTA E STRESS LOGORANO LA GENTE COMPROMETTENDO LA FORMULA DEL SANGUE

Il sistema nervoso è nutrito e mantenuto solo dal sangue. Basilare dunque che il sangue sia puro e fluido, se vogliamo avere nervi sani. Un sangue impuro infatti comporta debilitazione e intossicazione del sistema nervoso, paralizzandone spesso le funzioni e causando non solo depressioni e abulia, ma anche patologie letali, tipo SLA, sclerosi multipla, polio, Alzheimer e così via. Purtroppo la civilizzazione, basata su industrializzazioni intensive e su urbanizzazione progressiva, ha comportato una degenerazione per la specie umana, al punto che gli abitanti delle grosse città inquinate, rumorose e stressanti hanno i nervi più o meno tesi e compromessi. Si tratta del logorio della vita moderna.

IMPOTENZA DELLA MEDICINA BRAVA SOLTANTO A IMPORRE I SUOI TSO, I SUOI TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI

La medicina convenzionale è impotente di fronte alle malattie nervose, perché non si può purificare il sangue mediante droghe, farmaci, vaccini, iniezioni e tanto meno con interventi chirurgici. Succede semmai che i sofferenti di malattie nervose sono vittime di sangue impuro e catramoso causato da medicamenti vani e impropri, o da putrefazioni intestinali per diete iper-grasse ed iper-proteiche raccomandate dal mai abbastanza deprecato nutrizionismo medico.

SI CONTINUA A FARE BUSINESS SULLE SPALLE DEI SOFFERENTI

Eppure si continua a percorrere la strada perdente delle cure psichiatriche. Troppo importante e troppo in continua espansione il mercato mondiale degli psicofarmaci, per riconoscere il totale fallimento e cambiare rotta. Fatto sta che dovunque succede un dramma di persone che si tolgono la vita, la prima cosa che fanno gli investigatori del NAS, vanno a cercare nei cassetti dell’abitazione la presenza di qualche pillola proibita. Leggasi il testo Assassini in Pillole di Pietro Bisanti.

PRIORITARIO DISINTOSSICARE L’ORGANISMO

I malati di problemi nervini abbisognano di trattamenti naturali, poiché non esistono altri rimedi per disintossicare l’organismo. Cibi leggeri e digeribili, aria pura di giorno e di notte, attività fisica aerobica e traspirazione, esposizione solare, docce frequenti alla regione genitale, dormire profondo la notte con le finestre aperte d’estate e socchiuse d’inverno. Questi gli ingredienti i quali ricorrere sempre e ad occhi chiusi, con la massima fiducia.

SIAMO IL PRODOTTO DI UN CREATORE GENIALE

Il Sistema Nervoso può essere paragonato a un gigantesco computer compattato e miniaturizzato magicamente all’interno della calotta cranica. Una struttura molto più complessa e miracolosa di qualsiasi strumento meccanico ed elettronico inventato dall’uomo, data la vastità delle informazioni fornite, dato l’infinito numero di unità funzionali ivi esistenti, e data la miriade di compiti che svolge. Dobbiamo assolutamente concludere che siamo una sbalorditiva opera realizzata con impareggiabile genialità da un Super-Creatore Divino.

86 MILIARDI DI NEURONI

Detto molto in sintesi, il SNC-SistemaNervosoCentrale è composto dal cervello e dalla corda spinale, mentre il SNP-SistemaNervosoPeriferico incorpora i gangli nervosi e una rete di nervi che partono dal SNC e si diramano su tutto il corpo. L’unità funzionale del Sistema Nervoso è il neurone, o cellula nervosa. Ci sono nel cervello 86 miliardi di neuroni. Ogni neurone si connette con gli altri legandosi simultaneamente a tutte le parti del corpo e del cervello. Le fibre nervine, protuberanze allungate delle cellule nervose, si intrecciano in filamenti che raggiungono muscoli, organi, mucose interne e pelle esterna.

SINAPSI, CONNESSIONI E FILAMENTI A NON FINIRE

Oltre a 31 nervi efferenti che partono dal SNC e proseguono lungo la corda spinale trasmettendo impulsi a ogni parte del corpo, ci sono i nervi afferenti o recettori che terminano negli organi e nelle ghiandole corporali, e ci sono pure 12 coppie di nervi cranici legati agli organi percettivi di vista, udito, equilibrio, odore e sapore. Il SNA-SistemaNervosoAutonomo è a sua volta separato in 2 serie di nervi chiamati Simpatico e Parasimpatico che regolano i muscoli involontari mantenendo in equilibrio costante organi e ambiente interno tramite accelerazione e inibizione dell’azione cardiaca.

LE MERAVIGLIE DEL CERVELLO CI LASCIANO STUPEFATTI

Il cervello, stupendo complesso di tessuto nervoso, è composto dal cervello o cerebro, la parte più alta e consistente, divisa in emisfero destro per le emozioni ed emisfero sinistro per i calcoli e la logica, legati tra di loro dalla materia bianca interna e dalla materia grigia esterna. Il cervello, essendo la parte centrale, controlla tutte le attività del Sistema Nervoso. Le sue funzioni includono tutte le attività coscienti, i movimenti volontari, le funzioni mentali, l’intelligenza, la memoria, il pensiero, la personalità, le emozioni, le sensazioni visive-uditive. Il cerebello o cervelletto sta sotto il cerebro e controlla le azioni di movimento, i riflessi posturali, l’equilibrio del corpo, gli istinti e il comportamento.

MIDOLLO ALLUNGATO CENTRO VITALE DEL CORPO

Il midollo allungato o bulbo è la parte cerebrale che si attacca alla corda spinale. Questo sottile strato di tessuto lungo un paio di centimetri è sorprendentemente il centro più vitale e indispensabile alla vita, dal momento che contiene i centri-riflessioni delle funzioni cardiaca, respiratoria e vasomotoria, di controllo diametro dei vasi.

IL SISTEMA NERVOSO MERITA LE NOSTRE MIGLIORI ATTENZIONI

Una dieta povera di micronutrienti, con cibi pesanti e stressanti è causa ovvia di problemi nervosi. Zucchero, alcol, cole, bevande gassate, caffè, tè, farine bianche, gelati e dolciumi vari sono sostanze notoriamente deleterie per il sistema nervoso. Stress e tensione nervosa, preoccupazioni e ansietà si manifestano con segnali d’allarme o sintomi come il mal di testa e l’affaticamento cronico. Carenza di sonno e carenza di esercizio aerobico, respiro corto e affannoso, eccesso di lavoro e di impegni sono tutte cose che danneggiano i nervi.

L’AURA GRIGIO-NERA INDICA NERVI ALTERATI E CORPO IN DEBITO

Seguire una dieta vitale ad alta vibrazione e colori all’infrarosso, come indicato nella scala Simoneton, e come rivelato dalle aure rosse e rafforzanti dei corpi sani, e affiancarla ad abbondante e regolare attività all’aria aperta, a riposo sufficiente, a pensiero positivo e ad alta autostima, è massima garanzia di un sistema nervoso efficace e funzionale. Se invece si scende sotto i 6500 Angstrom della scala, quota minima accettabile, contrassegnata da aura grigio-nera indebolente, tipica di un corpo fuori-forma che si comporta da assorbitore di energia e da buco nero, significa che il nostro sistema nervoso è decisamente alterato.

METODI DI RAFFORZAMENTO

I nervi vengono rafforzati mediante regolare apporto di vitamine naturali e non sintetiche, soprattutto Vitamina C ed E, oltre che l’intera gamma del gruppo B. La massaggio-terapia fa miracoli nel rilassare i nervi e nell’allentare la tensione. L’applicazione di cataplasmi, o panni caldi e freddi alternati, su spina dorsale, fegato, milza, stomaco dà benefici. Tra le erbe in possesso di poteri neuro-guarenti ci sono salvia, malva, menta, camomilla, ginseng, peperoncino piccante. Una appropriata respirazione di tipo ritmato e addominale per massimizzare l’apporto di ossigeno al sistema è basilare in quanto sviluppa attitudini mentali positive.

SUCCHI FRESCHI RICCHI DI MINERALI CONTRO LA SCHIZOFRENIA

La schizofrenia è malattia mentale assai diffusa e risultante da squilibri e deficienze chimiche. Si risolve mettendo a disposizione del corpo litio, rame, ferro, potassio e altri minerali di traccia in forma organica e non inorganica, non da integratori o da acque mineralizzate ma da verdure crude e ben masticate. L’assunzione di succhi freschi di verdure risulta di grande aiuto, più ancora dei succhi di frutta esageratamente dolci. Ad esempio succhi di carote-bietole-sedano, o di carote-ananas-sedano, o di carote-mela-sedano, o di carote soltanto, o di sedano soltanto, o di mirtilli soltanto. Il sedano risulta basilare per i suoi sali. Preferire l’uso dell’estrattore rispetto alla centrifuga.

AMPIA GAMMA DI CIBI AMICI

Altri cibi amici dei nervi sono avocado, avena, bietole, cavolo, crescione, lattuga, radicchio, germogli vari, prezzemolo, fagioli, albicocche, patate dolci, mirtilli, frutti di bosco, patate e melanzane , zucche, pinoli, noci, castagne. Pure il digiuno fa bene al sistema nervoso. È fondamentale che le persone depresse stiano lontane da zuccheri e dolciumi. Ovvio che gli zuccheri della frutta nell’assieme non hanno controindicazioni.

VIETATA LA SOPPRESSIONE DEI SINTOMI

La depressione è una brutta gatta da pelare, ma si tratta sempre di un sintomo, di una conseguenza di errori e fattori causanti a monte, ed è su quelli che occorre concentrarsi. Troppa gente, mal consigliata dai medici, commette l’errore di sopprimere e silenziare i sintomi per via farmacologica, assumendo farmaci, antidolorifici, tranquillanti e ansiolitici. A volte le condizioni neuro-critiche sono innescate da diabete e ipertensione, per cui diventa prioritario risolvere quei problemi.

RIMEDI CONTRO DIABETE E CONTRO IPERTENSIONE

Per il diabete sono utili i lupini che hanno il pregio di abbassare la glicemia, di ridurre il colesterolo LDL e i trigliceridi, le bietole che in Turchia sono considerate il rimedio-principe contro il diabete, il riso integrale, i mirtilli, i litchi. Abbondare in castagne amiche e toniche del sistema nervoso. Fare frequente utilizzo di farina di castagne, farina di tapioca, farina di carrube. Ricordarsi inoltre che la cottura di frutta e verdura comporta innalzamento dell’indice glicemico, e la stessa considerazione vale per i cibi concentrati, pastorizzati, inscatolati. L’ipertensione poi è soltanto un problema di stili di vita e niente altro, risolvibile senza alcun farmaco.

INDISPENSABILE L’ENERGIA SOLARE

Tiri via la pessima e disordinata dieta e la sostituisci ad esempio col mio sistema vegan-crudista tendenziale, riduci il peso, ti esponi giornalmente al sole, pratichi esercizio fisico e trasudazione, via sigarette-alcol-caffè-cole-zuccheri e l’ipertensione o pressione alta si regolarizza entro 3 settimane. Ribadisco ancora che il sole è straordinario davvero in quanto non soltanto è fonte di insostituibile energia, ma abbassa pressione e colesterolo (niente più statine), stabilizza gli zuccheri, aumenta l’energia e la forza muscolare, attiva la vitamina D.

IL BUON CARATTERE RESILIENTE SI COSTRUISCE GIORNO PER GIORNO FACENDO LE GIUSTE SCELTE

Come riporta il celebre medico americano Michel Greger nel suo capitolo “How not to die from suicidal depression”, 40.000 americani ogni anno si tolgono la vita per specifica colpa della depressione. È una disgrazia immane per le vittime, per chi resta, per la società americana nell’assieme. La maggior parte dei casi si risolverebbe con semplici modifiche degli stili di vita. La salute mentale e l’equilibrio emozionale non sono certo meno importanti della salute fisica. Può succedere a tutti di essere occasionalmente tristi e abbattuti, o di risentire delle assurdità e delle cattiverie che troppo spesso il mondo attuale ci propina e ci impone. Del resto, una vasta gamma di emozioni fa parte caratteriale della natura umana. Non siamo dei freddi e insensibili robot.

LE PERSONE FELICI SI AMMALANO DI MENO

Alla Carnegie University hanno condotto ultimamente un test prendendo centinaia di soggetti felici e non felici, gli hanno offerto 800 dollari cadauno per inserire nel loro naso un tampone col virus del raffreddore e dell’influenza, dunque un Coronavirus simile al Covid. Tra i soggetti felici soltanto 1 su 5 si ammalò prendendosi il raffreddore, il muco e i sintomi classici dell’influenza, mentre 1 su 3 si ammalò tra i soggetti ansiosi-depressi-infelici, e quindi sorretti da scarsa immuno-competenza, cioè da bassa protezione immunitaria.

NON ESISTE CONFRONTO TRA VEGETARISMO E ONNIVORISMO

Occorre dunque mettere in chiaro che la gente abituata a mangiar bene, cioè a mangiar giusto-corretto-semplice-digeribile-vitale-innocente risulta essere più rilassata e anche più felice, più armonizzata con se stessa, col prossimo umano e animale e con la natura circostante. Chi invece si ingozza di cibo carneo e di cibo-spazzatura è portato a far ricorso a farmaci, a digestivi, a tranquillanti a pillole per dormire, e deve sopportare spesso costipazioni, emorroidi, vene varicose, ospedalizzazioni, visite mediche che stressano, irritano e deprimono.

LA PRIMA PREOCCUPAZIONE DELL’UOMO DEVE ESSERE DI MANTENERSI SEMPRE SGOMBRO E PULITO AL SUO INTERNO

I miliardi di nervi del cervello comunicano l’un l’altro fra di loro senza toccarsi, usando una sostanza chimica chiamata ormoni-neurotrasmettitori i quali, se il corpo non è intasato e rallentato da acidosi e da conseguenti carenze enzimatiche, viaggiano a velocità istantanea, alla velocità della luce, mentre negli onnivori tali tempistiche si moltiplicano per 3 e per 4, causando una serie di gravi contraccolpi. Ricordo che il 90% della serotonina viene prodotta dal microbiota intestinale e, se tutto è in regola, la serotonina risale nel cervello e va a rimboccare la pineale cedendo serotonina che si trasforma in melatonina, entrambi preziosi ormoni della serenità.

LA DEPRESSIONE NON È DI CASA TRA I VEGETARIANI-CRUDISTI

I livelli di una importante classe di neurotrasmettitori chiamati mono-amine, come la serotonina e la dopamina, sono controllati da un enzima chiamato Mono-amina Oxidasi (MAO) che distrugge ogni eccesso di mono-amine. La gente depressa rivela elevati livelli di neurotrasmettitori mono-aminici causati da eccesso di enzimi MAO che sono dei mastica-neurotrasmettitori. Molti cibi vegetali come mele, frutti di bosco, cipolle, aglio, origano, cannella, chiodi di garofano contengono fitonutrienti che inibiscono il MAO. Questo spiega il perché coloro che adottano diete vegetariane subiscono basse percentuali di sindromi depressive.

TRIPTOFANO VEGETALE ALTO UGUALE BUONUMORE GARANTITO

Merita parlare pure del triptofano, un amminoacido essenziale, non sintetizzato dal corpo umano, precursore della serotonina, coinvolta come abbiamo appena visto nella modulazione dell’umore, della melatonina, coinvolta nella regolazione dei ritmi del sonno, e anche nella formazione della Niacina B3 e della Piridossina B6. Da rilevare che il blocco formato da serotonina e triptofano si ottiene dalla bocca e passa diretto al sangue e quindi al cervello.

DOVE TROVARE IL TRIPTOFANO

Negli anni ’80 si pensava che il triptofano di origine animale fosse il massimo per contrastare rabbia e depressione. L’esperimento però fallì clamorosamente causando pure molti decessi tra i soggetti a test. Ci si accorse che il triptofano buono e prontamente assimilabile dal cervello sta nel regno vegetale (cereali, legumi, frutta secca, cacao, spirulina, fagioli, semi di zucca, germe di grano, sesamo, girasole, cacao, semi di lino, avocado, arancia, agrumi). Ad esempio una colazione con 3 bicchieri di succo d’arancia produce innalzamento dei livelli di triptofano nel sangue e nel cervello molto più alti di una colazione tipica americana a base di tacchino, di uova e di formaggio.

ZAFFERANO APPORTATORE DI ARMONIA

Da rilevare che un farmaco usato già 3600 anni or sono era efficace contro la depressione. Parliamo dello zafferano che produce gli stessi effetti anti-depressivi del Prozac, ma senza causare effetti collaterali. Lo zafferano è ricco di manganese e magnesio, due sostanze che facilitano il riposo e permettono un recupero muscolare più rapido in caso di sforzi fisici. Contiene Tiammina B1 e Riboflavina B2, agisce incrementando il buonumore, incrementando la libido, aumentando i livelli di glutatione, combattendo lo stress ossidativo e i radicali liberi, incrementando la secrezione biliare e i succhi gastrici con miglioramento della digestione.

ANCHE IL GLUTATIONE TRA LE ARMI ANTI-STRESS

Il glutatione o GSH è un tripeptide con proprietà antiossidanti, costituito da cisteina, glicina e glutammato. Le verdure più ricche di glutatione sono quelle che forniscono al corpo i più alti livelli di antiossidanti. Il glutatione è più concentrato a livello del fegato, dove protegge gli epatociti da sostanze tossiche introdotte, specialmente da farmaci. Contiene selenio. Il glutatione rientra anche nella composizione di alcuni enzimi come glutatione perossidasi. Nelle cellule in buono stato di salute il rapporto tra glutatione ridotto e glutatione ossidato si mantiene intorno a 9:1, ed una eventuale diminuzione è considerata indice di stress ossidativo. Il glutatione contrasta la stanchezza cronica, il cancro e le malattie polmonari, e rafforza il sistema immunitario.

DOVE TROVARE IL GLUTATIONE

Tener presente che se si mangia male, si fuma e si assumono alcolici e caffè, se si fa vita stressata o si respira aria inquinata, e si vive in mezzo ai rumori, si può arrivare a forti carenze di glutatione. Il glutatione si trova particolarmente nei vegetali contenenti zolfo. Sono ricchi di glutatione avocado, spinaci, ravanelli, rape, bietole, rucola, broccoli, crescione, peperoni, patate, carote, cipolle, aglio, porri. cavoli, broccoli.

QUERCETINA CONTRO IL COVID-19

Tenere presente anche la quercetina, che fa parte dei flavonoidi ubiquitari. Si trova in frutta, ortaggi e verdure ed è in grado pure di contrastare il Covid-19, secondo le ultime ricerche condotte a Caserta. Si trova in uva, mele, olive, capperi, frutti di bosco, pomodori, cipolle, peperoni, broccoli, porro.

ALLA LARGA DALLO ZUCCHERO E ANCOR PIÙ DALL’ASPARTAME

Fare invece molta attenzione ai danni provocati dall’aspartame, usato disinvoltamente nelle cole e nei tè senza zucchero. L’aspartame è in effetti causa specifica di effetti mentali avversi sia nella popolazione sensibile che nei soggetti normali. Lo zucchero fa malissimo, ma l’aspartame devasta ancora di più. È un po’ come cadere dalla padella nella brace.

UN STORIA ASSAI EDUCATIVA

Alla fine, coloro che decidono di alimentarsi a frutta e verdure crude, più verdure amidacee non stracotte, con patate, zucche, legumi, cereali integrali, cibo ricco di di contenuto mineral-vitaminico, di fibre e di antiossidanti, risultano fortemente beneficiati in termini di salute fisica e mentale. Qualche tempo fa, racconta il dr Michael Greger, la signora Shay, americana quarantenne, mi ha informato della sua dura battaglia contro la depressione. Era sempre stata legata alla tipica dieta SAD-StandardAmericanDiet. Negli ultimi anni aveva sofferto di severa emicrania, insopportabili costipazioni, irregolari e dolorosi mestrui. La sua depressione le impediva di andare al lavoro. Poi ha scoperto il mio website e ha cominciato a rivedere i suoi concetti e a rieducare se stessa sulla giusta nutrizione, cambiando drasticamente in favore di una Plant-Based Diet.

IL CIBO NON È TUTTO MA QUASI TUTTO

Mise in disparte totalmente i cibi di origine animale e i cibi spazzatura, e triplicò il consumo di frutta e verdura. Già dopo 4 settimane i suoi movimenti intestinali diventarono naturali e privi di sforzi, le sue emicranie scomparvero e il suo ciclo si regolarizzò. Fino a pochi mesi prima si era sentita così male da non poter nemmeno scendere dal letto di mattina. Questo è un memorabile esempio di quanto determinante può essere una dieta sana. Il cibo non è tutto, sia ben chiaro, ma rimane ugualmente un fattore di grande importanza, visto che ci alimentimo almeno 3 volte al giorno.

STIAMO ATTENTI ALLA AMNESIA SPIRITUALE

Un tocco finale di etereo e di sovrannaturale non guasta. Non va mai sottovalutato e ignorato l’aspetto spirituale, un dettaglio messo in chiara evidenza dallo straordinario Swami Sri Yukteswar (1855-1936), magistrale astrologo e scienziato indiano, nonché maestro di Paramahansa Yogananda (1893-1952). “D’accordo che sono in tanti e in troppi a soffrire di depressione e di malattie nervose, ma c’è qualcosa di molto più grave che deprime e taglia le ali all’umanità. Tutti soffrono di un male oscuro che si chiama Amnesia Spirituale. Quando sapremo chi siamo veramente e quale è il formidabile potere universale che ci sostiene, solo allora ridiventeremo sani e saggi”, dice Yukteswar.

L’ULTIMA PAROLA SPETTA A YOGANANDA

“Coloro che cercano con ansia salute e felicità, coloro che temono malattie, morti e lutti, agiscono sotto la falsa convinzione che la salute sia diversa dalla malattia, che la vita sia diversa della morte. Ma, non appena meditano, riflettono e si risvegliano dal loro intontimento, comprendono finalmente la loro natura superiore e la dualità scompare, per cui tutte le mancanze e le lacune vengono riconosciute come illusioni. Ed è proprio allora che tutti i desideri superflui scompaiono. Non esiste nulla di più potente della coscienza cosmica e delle dotazioni che il Divino Creatore ti ha concesso e riservato”, e questo è Yogananda, non meno saggio e non meno illuminante del suo maestro.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x