RISPOSTA IN RIMA AGLI EX-VEGANI FRANCESCA E ITALO CILLIO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

SONO ITALO CILLIO E SONO CONTRO LE DIETE VEGANE E VEGETARIANE

Mi chiamo Italo Cillo e sono contro le diete vegane e vegetariane. È uscito il Primo Episodio del nuovo “Energy Podcast”, il Podcast di mia moglie Francesca dedicato alla Salute, all’Energia e alla Longevità. ENERGY PODCAST – Episodio Uno

In questo Episodio ci sono io in veste di ospite, con una mia registrazione, dedicata ai rischi dell’alimentazione vegana e vegetariana. La registrazione sta suscitando grandi controversie a causa
delle posizioni forti che esprimo in questo audio.

SETTE ARGOMENTI DA MANEGGIARE CON CURA

Ecco perché raccomando di leggere le seguenti istruzioni per l’uso, al fine di maneggiare il tutto con cautela.

1) Ho un enorme rispetto per chiunque abbia abbracciato la scelta vegetariana o vegana.

2) Io stesso, e Francesca, siamo stati vegani per 15 anni. Vegani “seri”, con un’alimentazione realmente naturale, non di quelli che vanno avanti a cibi industriali e budini alla soia.

3) Ogni costituzione individuale è diversa (è proprio di questo che parla www.EnergyTraining.it!). Ciò che fa bene a uno può fare male a un altro e viceversa.

4) La registrazione è estratta da una teleconferenza riservata ai miei studenti di meditazione. Questa è la mia risposta a una domanda specifica,
formulata in un contesto specifico.

5) In campo nutrizionale non esistono leggi assolute. I fondatori
degli stili alimentari più sani sono morti di infarto, e chi fuma sigari e beve superalcolici può vivere in salute oltre i 100 anni. E ci sono pure gli Yogi che vivono senza mangiare né bere per anni. La grande variabile è la mente umana.

6) In campo nutrizionale la perfezione, ammesso che esista, è irraggiungibile. Al massimo, si fa quel che si può! Se non trovi uova di galline in libertà, usa quelle biologiche. Se non trovi carne nutrita al pascolo, usa quella di allevamenti biologici. Se non trovi burro non-pastorizzato, usa quello biologico.

7) Perdona i miei toni forti. So quello di cui parlo per averlo vissuto in prima persona, e per averlo studiato con passione per molti anni. Il tono forte è dovuto al dispiacere che provo vedendo persone buone, animate dalle più nobili intenzioni, fare scelte alimentari errate, che danneggiano la loro salute e non soddisfano nessuno dei problemi nutrizionali ed etici che pretendono di risolvere.

Con i miei saluti più cordiali.
Italo Cillo, Imprenditore online, Padre di famiglia, Autore, Blogger, Podcaster, Libero Pensatore, Ricercatore e Insegnante spirituale. Appassionato adepto dell’Autonomia individuale e del
Miglioramento personale.

*****

RISPOSTA

1) Enorme rispetto non mi pare. Giudicare qualcuno come persona che si illude di risolvere dei problemi etici e nutrizionali senza farlo, e che danneggia la propria salute, è darle del deficiente senza tanti preamboli.

2) Cambiare opinione e cambiare abitudini nella vita non è vietato. Una coppia che, dopo essere stata vegana per 15 anni, addiviene a un cambiamento di rotta così eclatante, mi fa pensare che ha sbagliato tutto sia prima che dopo. Ci volevano forse 15 anni per accorgersi di aver fatto un buco nell’acqua? Eravate forse ciechi, sordi ed inebetiti? E poi non uno ma entrambi. Non so cosa e come mangiavate e come vi comportavate, né conosco quali fossero le vostre ambizioni di allora. Ma qualcosa di poco chiaro e di poco razionale dovete aver covato, per franare e retrogradare in quel modo non dopo 2 o 3 anni, ma dopo quasi un ventennio. Forse avete scambiato il veganismo per una dieta perfetta daapploicare alla lettera 360 giorni l’anno? Il più grande e il più seguito nutrizionista mondiale del momento si chiama Colin Campbell. La scorsa settimana a Vicenza la gente è accorsa in massa e ha riempito una sala da 800 posti, pagando un biglietto d’ingresso di 350 euro per caduno. Veterinario, medico, di origini contadine e fortemente filo-carnivore. Docente universitario alla Cornell University e ricercatore di primo piano al MIT Massachusetts Institute of Technology. Oggi medico personale di Bill Clinton e Famiglia, oltre che autore del best-seller mondiale The China Study e di Whole. Per 10 anni aveva insegnato all’America, e con grande enfasi, a mangiare carne e bere latte, per crescere bene, sani, longevi e felici. Spedito in giro per il mondo si è accorto che la realtà alla resa dei conti era totalmente diversa da quella in cui credeva. Senza pensarci 3 volte, nel 1995 è diventato il più importante promotore mondiale del vegancrudismo tendenziale, avendo riscontrato i danni enormi prodotti dalle proteine animali nell’organismo umano. Tu, caro Italo, pretendi di fare il percorso opposto e, non contento di questo, parli di meditazione e di miglioramento personale, con una logica alquanto bacata che non esprime solo toni forti ma anche toni dogmatici e categorici.

3) Ogni costituzione è diversa? Sì, ma non certo nel senso che intenti tu, credendo forse alle frottole di Peter D’Adamo sui gruppi sanguigni. Siamo diversi nei dettagli caratteriali, nei tratti somatici, nelle abitudini e negli errori commessi, ed anche nelle nostre condizioni psicofisiche di un determinato momento. Ma ciononostante abbiamo tutti cose basilari e comuni che ci contraddistinguono, come il pH del sangue, invariabilmente fissato a 7.30-7.50, per cui le nostre esigenze e il nostro carburante, che ti piaccia o no è praticamente il medesimo.

4) Se fai davvero meditazione seria dovresti anche esserti accorto dell’importanza fondamentale di una dieta leggera ed innocente. Spiegami che tipo di meditazione può mai insegnare un maestro, un migliorista e un responsabile padre di famiglia  che accetta la legge della sopraffazione e dell’uccisione del debole e dell’indifeso.

5) Affermare che i fumatori e i bevitori vivono 100 anni e che i fondatori di scuole salutistiche muoiono prima è una falsa canagliata, scusa il termine. Tutte le statistiche esistenti, come quella recente condotta in America dalle maggiori università, ha dimostrarti che i vegetariani vivono 7 anni più dei carnivori e che i vegani vivono 15 anni oltre i carnivori. La verità è che Shelton è morto a 90 dopo una vita intensa e contrastata persino col carcere. Diversi maestri igienisti sono poi diventi tali in risposta a grossi problemi riscontrati fin dall’infanzia. Se qualche fumatore vive 110 anni non significa che lo fa grazie al fumo ma nonostante il fumo, per cui senza fumare ne avrebbe vissuti 152 come il giardiniere vegetariano di casa reale inglese Thomas Parr.

6) La perfezione non esiste nella nutrizione? Posso essere d’accordo su questo. Non a caso il nostro non è vegan-crudismo rigido e fanatico ma vegetarianismo e veganismo tendenziale, dove ognuno trova la sua giusta percentuale e il suo ritmo personalizzato di crescita, inclusi gli eventuali scivolamenti temporanei. L’ovetto ruspante può anche essere incluso per chi adotta il vegetarianismo. Il formaggino crudo di malga anche, entro certi limiti quantitativi. Persino l’acciughina o l’alice col cappero può essere tollerata. Ma il vostro difendere allevamenti e macelli dimostra che per qualche motivo avete perso il bandolo della matassa e che siete scaduti nella mediocrità.

7) Il tuo pietismo paternalistico verso persone buone che si illudono di farsi del bene e di fare del bene senza trovare alcun risultato e danneggiando la salute, è il linguaggio identico di Carlo Cannella, ex docente alla Sapienza e promotore di carnelattismo come i suoi colleghi Michel Montignac, David Servan-Schreiber, e Robert Atkins, tutti stroncati da gravi malattie in età precoce negli ultimi 5 anni, non centenari ma spesso cinquantenari! Il tuo argomentare è sospettosamente identico a quello del dr Giorgio Calabrese, strapagato peraltro dall’Agroalimentare Italiano.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

46 commenti

  1. Caro Italo…ho visitato il sito da te suggerito e sono risultata una persona calda….Ma questo lo sapevo già..ho sentito le diverse testimonianze pubblicate e si parla sempre di un programma Energy…niente di più stressante, a mio avviso, per seguire un regime alimentare…sì perchè le diete ( ATKINS, DUKAN, ZONA etc) non sono altro che imposizioni fuorvianti ed illusorie…IO sono felice di essere diventata vegana anche per l'assoluta libertà di scegliere i cibi giusti per l'essere umano ……e naturalmente per me! Finora ho perso 16 Kg serenamente e senza più avere disturbi di alcun genere se non crisi eliminative sacrosante!! Riconvertiti Italo…è meglio!

  2. Valdo, sono Italo Cillo e ti ringrazio per la tua attenzione.
    Dalla tua risposta si capisce molto bene che NON hai ascoltato la registrazione audio mp3.
    Hai risposto al mio "commento/introduzione" a quell'audio, ma non agli argomenti dell'audio.
    Inoltre inizi l'articolo facendomi dire cose che non ho detto.
    Nessuna di queste è una pratica corretta.
    Se vuoi rispondere ai miei argomenti (e dire cose rilevanti), dovresti prima ascoltare l'audio, non pensi?
    (Tanto per dirne una, io ho parlato CONTRO allevamenti e macelli, non a favore…).
    Possa tu essere felice,
    Italo Cillo

  3. Enzo Spataro on

    Proprio così Valdo, in perfetta sintonia col "dr" giorgio calabrese, fulgido esempio di farabutto divulgatore di morte, strapagato da lobby e con soldi pubblici

  4. stimatissimo valdo – semmai non bastasse la scelta etica, ormai sono davvero troppi gli argomenti per non pensare al vegetarianesimo (una scelta nemmeno troppo estrema, secondo me); può essere un viaggio lungo e tortuoso, ma a quanti ancora mettono in discussione questo 'naturale' traguardo, semplicemente dico: non avete ancora compreso o siete in malafede…….

  5. Ne sorgeranno ancora di persone la quale missione sarà screditare il vegetarismo e l'Igienismo!

    Coloro si arrampicheranno sui vetri fino a che potranno, per poi cadere nel dimenticatoio, sovrastati dai fatti incontrovertibili e dalle ormai incontrastabili e numerosissime testimonianze a favore di una dieta vegana che porta solo salute e benessere generale alle persone e il mondo intero.

    Dato che è stato presentato un podcast, ne riporto volentieri a decine (tra i quali anche uno tuo, Valdo), a questo indirizzo: http://silvioto.wordpress.com/category/salute-e-benessere/alimentazione-salute-e-benessere/

  6. Paolo Cavacece on

    Sono Siti di Vendita,
    e quindi ricerca di Pubblicità dove le Visite Quotidiane sono parecchie Migliaia….

    Il sig. Cillo, vende e vendeva Metodi per guadagnare con il Web,
    e il suo fare gentile e cortese fà parte della sua "metodica",

    nulla in contrario, ci mancherebbe altro, ma il suo obiettivo pubblicitario
    niente ha a che fare con l'Alimentazione.

  7. Ignazio Podda on

    Ricordiamo al signor Cillo che un Antony Robbins, che con tutto il rispetto parlando per lui, è semplicemente un'altra galassia, è uno sperticato vengan crudista!! Purtroppo casca male pure lui negli integratori dannosi come e quanto i farmaci, ma mai e poi mai si sognerebbe di scavarsi la fossa in questo modo!!
    Valdo non ha ascoltato il suo mp3 Cillo? Amesso e non concesso…… Ma lei hai mai letto The China Study?? Che poi su, non è che la conferma di quanto l'Igienismo sa benissimo da 2500 anni, quindi è caduto nell'assurdo degli assurdi, lei e sua moglie e pure tutti coloro che la seguono.
    Mai avere adepti poi, niente di peggio se si vuole vivere felici e a lungo, la legge di causa effetto non dimentica nessuno!! Si risvegli Cillo, che è meglio!!!

  8. Marco Zanetti on

    VALDO e' uno dei pochi se nn l'unico a nn guadagnare con internet ,sistemi alimentari o altro . il blog e' gratis e i libri sono liberamente venduti senza nessuna offerta miracolosa . mi auguro che l'esempio di valdo venga sempre piu CAPITO buona vita a tutti un padre di famiglia ciaooooooooo

  9. fabio fontana on

    Trovo semplicemente incomprensibile il motivo per cui sia stato pubblicato questo scritto. Un perfetto sconosciuto ex-tutto che viene qui a dare lezioni di nutrizionismo? Lasciamo fare il predicatore-guaritore-meditazionista a Cillo in casa sua (un altro col metodo vincente per dimagrire ci mancava proprio); eviterei però di fargli pubblicità gratuita su questo Blog serio e rispettabile. "Argomenti da maneggiare con cura", "posizioni forti"…cos'è oggi le comiche?

  10. Scusate Signori, con questo tolgo il disturbo:

    1) Perché "arrabbiarsi" su questi argomenti? Soprattutto se siamo (siete) sicuri/sereni delle vostre idee perché arrabbiarsi così tanto (la rabbia mi sembra il denominatore comune delle risposte qui sopra)…

    2) Perché nessuno (ripeto: nessuno) ha risposto agli ARGOMENTI di cui ho parlato nella mia registrazione audio, parlando completamente di ALTRO?
    Quegli argomenti erano molto semplici:
    a) dovremmo ricavare il 60% delle nostre calorie dai grassi soprattutto saturi, il 30% dalle proteine e solo il 10 % dalle granaglie (carboidrati complessi). La SCIENZA dietro questa affermazione è spiegata in "The Perfect Health Diet" di Paul Jaminet, che raccomando caldamente per approfondire (dopo tutto, che ne è della nostra saggezza se non mettiamo continuamente in discussione – e aggiorniamo – le nostre conoscenze e punti di vista?).
    Questo libro è il più completo uscito sull'argomento nutrizione da decenni a questa parte, a mio umile parere…
    b) un piatto di riso uccide più esseri viventi che una fetta di carne. Anche passeggiare per strada o guidare l'automobile uccide più esseri viventi che mangiare una fetta di carne. E' impossibile vivere in questa dimensione e pretendere di essere "puri" e non danneggiare altri esseri viventi.
    c) l'agricoltura danneggia il Pianeta più dell'allevamento di bestiame in libertà, ed è meno sostenibile.

    Sono argomenti: si può essere d'accordo o meno, ma perché "arrabbiarsi", litigare o (peggio) insultare: non dovrebbero essere una materia su cui RICERCARE insieme, per amore della Verità?

    Saluti cordiali a tutti e grazie

    Italo Cillo

  11. Enzo Spataro on

    Sig. cillo, il libro più completo uscito sull'argomento nutrizione da decenni a questa parte a mio autorevole parere sono IO medesimo, praticamente in fin di vita alla soglia di 50 anni e, dopo 2 anni e mezzo di fruttarianesimo vegan crudismo, letteralmente rinato con le lancette dell'orologio biologico spostate indietro di 20-30 anni e non smetterò mai di ringraziare la mia buona sorte che ha fatto sì che potessi entare in contatto con questo splendido universo di reale .consapevolezza.

  12. Ignazio Podda on

    Forse che Pritikin, Bircher, Gerson fossero tutti degli idioti a tenere lontani anni luce i loro pazienti e tutte le persone in generale proprio dai grassi saturi? E non sono che i più recenti…… pensiamo Pitagora, ma non disturbiamo il maestro!! E cosa assurdissima i grassi saturi addirittura…….., mi dispiace ma è una roba da circo col tendone andato a fuoco, dove anche il clown ha sbagliato tutto il suo spettacolino incenerendo lui stesso!!
    Faccio presente al caro Cillo che io stesso conosco un pochino perchè l'ho pure seguito un periodo, che qui non stiamo ad asciugare gli scogli phon, che se permette di meditazione e di lavoro interiore non abbiamo complessi d'inferiorità nei confronti di nessuno…… tanto meno da uno che non se non riesce a sentire le biette e oscure vibrazioni dei poveri animali morti, non c'è davvero nulla che possa insegnare!

  13. Bel articolo!
    Ormai anche in Italia ci siamo accorti di questo…
    già qualche italiano ne aveva parlato:

    Leonardo Rubini
    Dottor Perugini Billi
    Dottor Aronne Romano
    Gabriele di codicepaleo.com (storia di ex vagano malaticcio)
    Daniela Dott.ssa Pelotti
    anche per un verso Giovanni Cianti

    Complimenti!
    Denis di ErezioneCerta.com

  14. fabio fontana on

    (A Cillo) Arrabbiarsi? Non mi pare di aver letto commenti arrabbiati, ma piuttosto divertiti dalle esilaranti uscite tragicomiche di un incompetente. Perché se gli "argomenti" sono quelli dei punti b e c non trovo altri aggettivi. Lei ha dapprima incoraggiato a mangiare carne biologica come se questa non provenga da animali che vengono macellati esattamente come tutti gli altri. Dopodiché si è risentito affermando di aver parlato contro allevamenti e macelli. Si metta d'accordo con se stesso. Ora sostiene che "l'agricoltura danneggia il Pianeta più dell'allevamento di bestiame in libertà, ed è meno sostenibile". Dunque sembrerebbe che lei sia contro gli allevamenti biologici (che di biologico non hanno proprio nulla per i motivi anzidetti e che io definirei al contrario allevamenti Mortologici). A parte il fatto che sono proprio gli allevamenti la causa di territori utilizzati per produrre cibo per gli animali a discapito degli esseri umani. Ma anche se per assurdo fosse come lei sostiene (sbagliando), cosa vuol dire che dovremmo tappezzare la terra di allevamenti? E se anche fosse, come verrebbero alimentati gli animali di quegli allevamenti se l'agricoltura danneggia più degli allevamenti stessi? Mah, siamo nel campo dell'imponderabile. Guardi Cillo, anche i detrattori più accaniti (nutrizionisti compresi) affermano sulla base di studi unanimi che una alimentazione (non dieta, badi bene quella la lasciamo a lei) vegetariana costituisca il non-plus-ultra. Il tutto è scientificamente-praticamente-tecnicamente-personalmente suffragato dal più Autorevole divulgatore di alimentazione oggi in circolazione, ovvero Valdo Vaccaro, con migliaia di scritti sull'argomento a disposizione di chiunque. Oltre che dalle migliaia di testimonianze spontanee di chi ha tratto giovamento da tali consigli. Prego, si metta umilmente in fila e cerchi di imparare qualcosa. Poi vedremo se ci sarà da imparare qualcosa anche da lei, quando avrà fatto un corso di logica e di buon senso.

    PS qualcuno l'ha messa in buona compagnia con un altro "fenomeno" di nome Rubini. Auguri a entrambi.

  15. Enzo Spataro on

    Se mi consenti Fabio, l'unica cosa esatta proferita da cillo tra le tante castronerie è proprio inerente all'arrabiarsi, almeno per quanto mi riguarda e la cosa non mi fà per niente bene, io sono super incazzatissimo per essere stato tenuto in scacco per quasi mezzo secolo da cialtroni di quella risma e vederli sciorinare teorie ed insegnamenti mi provoca una certa intolleranza.

  16. fabio fontana on

    Acconsento Enzo carissimo. Sono assolutamente d'accordo con la tua incazzatura e sul fatto di sputtanare senza pietà sia i nutrizionisti ufficiali che gli improvvisati che si svegliano la mattina e propongono la ennesima dieta "rivoluzionaria" pretendendo pure di dare lezioni a chi ne sa cento volte più di loro. Ripeto: niente pubblicità gratuita a costoro, se possibile.

  17. Alla fine contano i fatti; anzi direi che contano i fatti così come li sperimentiamo individualmente…..a patto di interpretarli bene. Ecco perché per quanto mi riguarda, i tipi come Cillo possono predicare quanto vogliono, ma con esiti nulli. Qui trovo risultati, testimonianze e fatti concreti. Da altre parti non accade altrettanto. Quando abbandonai l'ambiente macrobiotico, un'amica mi disse con tono polemico che i risultati veri si vedono nel lungo periodo. Come dire : alla lunga te ne pentirai. Peccato che io stia sempre benone, mentre lei combatte continuamente con stati influenzali ed anemia persistente, mentre il figlio minore ha per es gravi intolleranze al pelo dei gatti e la figlia non riesce a calcificare nei tempi dovuti una frattura ossea. Segni evidenti e concreti circa il fatto che con quella dieta le cose non vanno nel verso giusto. Quando Cillo mi mostrerà l'evidenza e la giustezza delle sue teorie, io sarò pronto a dargli la giusta attenzione. Per ora solo chiacchiere e ricerca di pubblicità, come ha scritto più su qualcuno.

  18. Giorgio Tacchini on

    Buongiorno,
    la discussione è effettivamente accesa. Devo però dire che nulla è più rammaricante di andare a cena con amici o parenti e mettersi in cattedra a far sentire gli altri degli autodistruttori scellerati mentre mangiano un sacrosanto boccone di polenta e salame. Io credo che il vegan crudismo tendenziale sia senz'altro una scelta molto saggia a cui io ho, per esempio aderito felicemente non senza pochi tentennamenti iniziali. Una cosa però deve essere chiara: questa è una scelta delicata che in pochi passi può anche diventare "violenta" se imposta nei termini di una VERITA'. D'altro canto basterebbe ammettere che l'igienismo ha anche i suoi non pochi problemi teorici da affrontare e non meno gravi della medicina tradizionale. Basti un esempio: la medicina contempla una condizione ideale di fede in cui la farmacologia sarà completamente sviluppata per curare i sintomi senza alcuna controindicazione. E' una illusione, chiara e metafisica per definizione ma è ANCHE il motore che la rende forte e potente dal punto di vista scientifico. L'igienismo per parte sua ha però la sua gratta da pelare nella credenza che tutti i sintomi di malessere diventano perciò stesso di benessere perchè riconducibili a crisi eliminative e perciò equilibranti e guarenti. Karl Popper direbbe che qui si annida nella teoria dei principi NON FALSIFICABILI e quindi ritorniamo al problema di metafisicità che caratterizza anche la medicina tradizionale. Io mi complimento con il blog e con il lavoro del sig. Valdo Vaccaro a cui però, con la mano sul cuore, mi piacerebbe poterlo consigliare a correggere certe conclusione argomentative a volte troppo forti dove invece, qualche domanda interrogativa e riflessiva io magari la riterrei più costruttiva.
    Auguri e buon lavoro
    Giorgio
    BERGAMO

  19. In Italia signori e anche in europa e america fatemi i nomi di dottori, medici laureati che praticano la professione regolarmente che prescrivono diete vegane.
    Aspetto i nomi … Grazie

    Io come già elencato sopra ne ho fatti solo di quelli italiani:
    Dottor Perugini Billi
    Dottor Aronne Romano
    Daniela Dott.ssa Pelotti

    Saluti e Grazie
    Denis

  20. Andatevi a vedere e leggere la storia di questo ragazzo (che non vende NULLA!!!) … neache libri!
    su codicepaleo.com
    e poi andate a vedere la sezione "dei siti che leggo" – sono 13 in america – (tra cui paul jaminet)
    fatemi una lista così, di gente che la pensa così?!?

  21. Enzo Spataro on

    …se quelli sono dottori vegani mi vedo costretto a consigliarti l'etilometro e mi raccomando, prima di intraprendere la guida, smaltisci la sbornia sia per la tua che per l'altrui incolumità.

  22. Italo di persone arrabbiate qui dentro io leggo solo tu e la tua lettera o post,che permettimi,è sconclusionato.
    Io sono vegana da tre anni,mi sarebbe impossibile retrocedere.

    Dal punto di vista etico,ho visto troppo e so ora. Se facessi finta di nulla,sarei complice.

    Dal punto di vista salutare. Ho abbracciato il regime vegano sulla spinta emozionale/etica,dopo poco tempo ho alzato la cornetta e preso appuntamento da una nutrizionista vegana. Mi ha creato uno schema in base alla mia costituzione/abitudini/vita da seguire ed insegnandomi ad associare gli alimenti in modo corretto.

    Dal punto di vista del gusto. Ho imparato a conoscere i veri sapori dei cibi ed il mio corpo ora,naturalmente,rifiuta certi alimenti (grassi animali,burri,margarine,cibi confezionati al sapore di plastica,succhi confezionati acidi,etc). Non mi piacciono più,da una parte il sapere (e l'aver visto,i video spesso ci colpiscono maggiormente che uno scritto) come sono confezionati,dall'altra li trovo indigesti.
    Ho imparato ad usare le spezie,ho introdotto tantissimi cibi a me sconosciuti in passato.

    Dopo 15 anni,se le motivazioni erano forti e se avete seguito un regime alimentare calibrato,mi chiedo la vera motivazione della vostra retromarcia.

  23. Buonasera, io sono una persona qualunque ma ho sempre cercato di scegliere per la mia famiglia e per me l'alimentazione più sana(secondo le tradizioni con cui sono cresciuta) forse sono curiosa per natura e questo mi ha portato a scoprire (a 68 anni) la vostra visione dell'alimentazione, spinta anche dalla continua tensione per curare il diabete ventennale di mio marito. La molla primaria è stata etica poi continuando nel percorso ho avuto benefici insperati ( il mio mal di schiena è SPARITO e ho delle analisi invidiabili ) Il tempo è passato e ora ne ho 69 ma mi sembra di invecchiare molto meglio. Grazie anche a Lei dr Vaccaro, a The China study e a tutti i blogger che diffondono sane abitudini.GRAZIE

  24. Conosco molto bene sia Valdo che Italo e Francesca. Tre persone adorabili che a loro modo fanno del bene alla Coscienza Collettiva. Vi assicuro che Italo non ha bisogno di pubblicità; crede in ciò che ha scritto come tutti coloro che credono di essere guariti grazie alla nutrizione. A livello nutrizionale concordo con Valdo, non per niente ho creato http://www.igienenaturale.it, anche se su certi aspetti bisognerebbe approfondire ulteriormente, come suggerisce Giorgio Tacchini. Un esempio su tutti: pare che il ph ematico sia sopra il 7 per tutti i mammiferi, compresi i carnivori! Continuiamo ad elencare tutte le altre prove dell'anatomia comparata assolutamente inoppugnabili ma, nel dubbio , lasciamo da parte il ph ematico onde evitare di perdere in credibilità.
    Tempo fa cominciai a domandarmi perché alcune persone non guariscono pur cambiando dieta oppure perché recidivano dopo mesi o addirittura anni nonostante un regime alimentare "ideale" per tutti noi che seguiamo questo blog. E perché digiunando in alcuni casi i tumori regredivano ed in altri no. Ho trovato tutte le risposte "studiando" la Nuova Medicina del dottor Hamer. Consiglio a tutti di sospendere ogni giudizio, cominciare a studiarla partendo dal libro del dottor Claudio Trupiano "Grazie dottor Hamer" (non ci guadagno un centesimo da questa pubblicità, sia ben chiaro) e solo dopo esprimere un parere. Fermo restando che lo stile di vita igienista rimane l'ideale per tutti noi!

    Un caro saluto

  25. Gabri di Gaia on

    Conosco bene sia Italo che sua moglie Francesca, e posso garantire che sono persone assolutamente oneste e in continuo aggiornamento delle proprie conoscenze, come dev'essere per ogni sincero e onesto ricercatore.
    Mi sono interessata all'alimentazione da sempre, si può dire, vegetariana da moltissimi anni e in transizione verso il veganesimo. Però, non avendo mai cessato di studiare e osservare, sono arrivata alla conclusione che ogni persona è un caso a sè, e non esiste un'alimentazione che vada bene per tutti gli individui! Forse la teoria che più si avvicina alla verità è qulla dei gruppi sanguigni.
    Tempo fa frequentavo un sito sull'alimentazione proposta da Ehret, che è molto simile all'igienismo, e leggevo commenti entusiasti di chi aveva migliorato la salute, e commenti di gente che vedeva i propri denti (sani) spaccarsi in quattro o sviluppare macchie nere o cadere in pezzi. Chiedevano perchè e la risposta era che erano le tossine che venivano espulse, oppure che sbagliavano qualcosa. Ho pensato: no grazie, preferisco tenermi i denti!
    Ricordo anche commenti su una diffusa e decisa caduta del desiderio sessuale, il che, se si vuole seguire un sentiero spirituale, può essere un bene.
    Così ho lasciato perdere quelle teorie, che hanno tuttora un buon numero di fedelissimi seguaci.
    Mettetevi in testa che non siamo tutti uguali, e, se, come me, volete salvare la vita degli animali, mettete in conto di accettare che POTREBBE, per la vostra costituzione, esserci una ricaduta negativa. Sono scelte che ciascuno deve fare per sè e non imporle agli altri.

  26. Enzo Spataro on

    Gabri di Gaia, daccordissimo con te sul non imporre niente a nessuno, per il resto il tuo intervento ha del raccapricciante.
    Dopo 2 anni e mezzo di vegan igienismo, l'unico rammarico che ho è di non averlo intrapreso una decina di anni prima,,sicuramente il mio patrimonio di 24 denti che adesso ho messo in sicurezza ed è più inamovibile che mai, sarebbe potuto essere ben più cospicuo, inoltre ho debellato una terribile fibrosi cistica. con tutto il rispetto per la vita degli animali la vita che più mi è premuto salvare è stata la mia, ed ancora, probabilmente perchè dotato di un ottima fluidità sanguinea, sessualmente son diventato uno stallone….ah, anche il mio livello di spiritualità è soddisfacente.

  27. Troppa confusione, Signori. Suggerisco prove individuali oltre a libera coscienza. Dico la mia: da onnivoro (non troppa carne, troppi latticini, qualche grasso saturo di troppo e molte farine bianche) e fino all'età di 45 anni, ho sofferto di frequenti allergie, asma, stipsi, ho perso 5 denti, sono finito in ospedale per calcoli renali, ma non mi perdevo ogni singola influenza stagionale, facendo incetta di sintomatici e antibiotici. Da 46 a 47 anni, mi sono lentamente disintossicato da carni animali o di pesci, poi ho lasciato per sempre il consumo di latte di mucca (e latticini), e non prima che lo stesso mi provocasse una continua acidosi oltre alle solite difficoltà digestive sempre crescenti. Dall'età di 47 anni (ora ne ho 51) consumo solo vegetali crudi e cotti, oltre a pane e pasta, un caffè al giorno, includendo latte di riso o avena, un po' di seitan e prodotti similari. Risultati pratici ed evidenti: non vedo più medici, medicine, inclusi i dentisti, laboratori di analisi, farmacie ecc. Intorno a me, gli onnivori si vaccinano, soffrono le influenze e i mali di stagione mentre io non ho fatto una sola assenza per malattia sul lavoro dal giorno (benedetto) in cui ho realizzato che mangiare carne e sangue equivale a ingerire morte e sofferenza. Gli effetti di cadaverina e putrescina non sono una leggenda, come non è leggenda che le povere vittime degli allevamenti-lager siano alimentate con farmaci e antibiotici in quantità. Ho pietà per loro e per me stesso, tutto qui. Auguri di cuore a tutti voi di trovare comunque l'equilibrio alimentare migliore.

  28. L'alimentazione regolata dai gruppi sanguigni è una sciocchezza immane. Non si era mai visto nulla di simile in passato né vi è alcuna evidenza reale circa la sua efficacia. Ma vi pare possibile dover tener conto di una variabile come quella, quando in natura tutte le specie viventi della stessa razza si nutrono tutte allo stesso modo? Allora perché non dire che si deve variare l'alimentazione a seconda della lunghezza del piede o di…..emh emh… qualcos'altro? Anzi a pensarci bene forse posso trovarmi un nuovo mestiere : l'alimentazione basata sulle detrazioni fiscali o sui numeri del lotto. Oggi mangio dispari.

  29. Matteo Cicaloni on

    Non entro in merito dell'argomento perché non mi interessa discuterne in questa sede, dico solo che trovo orripilante che si metta in discussione la buona fede e la bontà di Italo, che chiunque conosce di persona potrà testimoniare essere autentica e niente affatto una "trovata di marketing" come assurdamente ha insinuato qualcuno, senza sicuramente aver mai avuto l'occasione di anche solo chiacchierare a distanza col suddetto Italo.

  30. Non Cillo, ma una utente che si è inserita nella discussione, ha elogiato quel tipo di dieta. Cosa pretendete……di andare su un sito che tratta un certo argomento e parlarne male, senza che nessuno risponda?
    Provate ad andare su un sito che parla di signoraggio bancario o di scie chimiche e ditegli che trattano argomenti -bufala. Poi vedete che valanga di insulti arrivano! Qui mi pare che ci sia abbastanza libertà per tutti. Poi se uno ha idee diverse, le esprime, si prende qualche critica e poi se ne va altrove. Non ha senso torturarsi con il sentire continuamente cose con le quali non si è daccordo e non serve a nessuno….mi pare. Conclusione : caro Cillo, ognuno per la sua strada.

  31. Matteo Cicaloni on

    Per caso mi sono re-imbattuto in questo articolo.
    Visto che conosco bene Italo, potrei tranquillamente rispondere ai punti esposti da Valdo Vaccaro.

    1) Si può tranquillamente rispettare una persona che segue una ideologia, senza sposare quest'ultima. Non ho mai sentito Italo insultare o mancare di rispetto a vegetariani e vegani.
    2) Italo, come da lui stesso detto, non è stato un vegetariano qualunque, ma uno che si interessava attivamente di nutrizione e salute.
    3) Italo si riferisce alle antiche conoscenze cinesi e ayurvediche sulle costituzioni kapha, pitta, vata
    4) Italo è discepolo di uno dei più grandi maestri realizzati viventi della tradizione vajrayana nygma del buddhismo tibetano, questi un avanzatissimo maestro dzogchen venerato come bodhisattwa dalle elevatissime realizzazioni. Non stiamo parlando dello yoga della domenica fatto nelle palestre di kick boxing. Italo ha più di 20 anni di pratica TRADIZIONALE solida, quotidiana, nonché di insegnante, alle spalle. Non mi pare proprio il caso di chiedersi se "faccia meditazione seria", ti assicuro – e parlo da meditante io stesso – che difficilmente in occidente si trovano persone con un background spirituale come quello di Italo.
    5) Italo non ha affermato che fumare fa bene e che chi fuma campa 100 anni, per favore non dica sciocchezze Valdo Vaccaro che fa la figura di chi non sa leggere 😀
    Ciò che ha affermato Italo è che esistono persone che, pur fumando e avendo una vita alimentare tutto sommato sregolata, campano bene e a lungo. Oltre ad essere vero, questa affermazione era una evidente estremizzazione che voleva far intendere il concetto che segue: non esistono regole precise nell'alimentazione e nella salute, perché così come è possibile che un vegano che segue alla perfezione il cosiddetto igienismo naturale alla fine si becchi un tumore a 30 anni, allo stesso modo è possibile che un super-carnivoro e divoratore di schifezze campi fino a 80 anni in maniera dignitosa e senza grossi problemi di salute. Esistono molti casi di questo genere, io stesso ho conosciuto persone di questo tipo. Non si può ridurre tutta la salute all'alimentazione e allo stile di vita.
    6) Mediocre è chi attacca una persona senza conoscerla e dimostrando, cosa ancora più grave, di non aver capito nulla delle argomentazioni da essa esposta. Italo è CONTRO gli allevamenti intensivi della carne.
    7) Non so se questo sia un insinuare che Italo sia "strapagato" da qualcuno o qualcosa. In tal caso, ciò è assolutamente ridicolo considerando il carattere di Italo, che io conosco bene

  32. Porto la mia esperienza: il crudismo vegano mi stava semplicemente uccidendo e non digerivo più nulla. Sono rinata grazie ai consigli di Francesca Forcella. La penso come lei: regole generali non esistono. Non mi piace che qualcuno si atteggi a guru che ha tutte le risposte. Io quando non assumo carne aggravo la mia anemia anche se prendo tutti gli integratori consigliati.

  33. Ah , no ! Nimò on

    http://www.andrealeti.it/italo-cillo/
    http://buddhismoitalia.forumcommunity.net/?t=58704434

    http://italocillo.it/risveglio-spirituale/#comments

    <<
    Ho saputo solo oggi, che Italo purtroppo è venuto a mancare prematuramente il 25 Marzo 2016, per una malattia fulminante :-(.
    Provo un’enorme tristezza per il vuoto che ha lasciato, in me, e presumo in tantissimi che lo seguivano in questo blog ed anche dal vivo.
    Sentite condoglianze alla moglie ed ai figli.
    Italo era un’uomo di grande caratura morale e di grande saggezza. Mi mancherà moltissimo :(.
    Adesso cosa accadrà a questo blog ? Ed alla altre iniziative online di Italo ?
    Non ci sono parole per commentare questa grande perdita 🙁
    R.I.P. Italo (in realtà la morte non è la fine di tutto, ma un’opportunità per la liberazione spirituale attraverso il Bardo. Ti auguro ogni bene, ovunque tu sia…)
    >>

  34. Per carità, ognuno ha il suo percorso, il suo destino, ma con un po' di freddezza (lo ammetto) ho sorriso cinicamente nel sapere che fosse mancato così giovane pur proclamandosi, insieme alla moglie, portatore di luce e verità di un'alimentazione perfetta…
    Con tutto il rispetto per la sua anima e i suoi affetti, però parlandone da vivo a me non è mai piaciuto. Atteggiamenti strani quelli in cui camminava tra la folla e sedeva poi in alto come un Buddha new age che a me personalmente hanno sempre fatto sorridere.

    • Posso essere d’accordo che spesso i commenti dei blog sono ben poco fraterni e mancano di rispettosa tolleranza, ma forse chi apostrofa le persone giudicandole orribili non si dimostra da meno.