SCHIZOFRENIA DA MENINGITE, SEQUENZA PIERRE ROBIN E MICIDIALE VACCINO PREVENAR-13

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

QUALCHE PREZIOSO CONSIGLIO PER IL MIO NIPOTINO

Gentile Valdo Vaccaro, mi chiamo Folgorino e sono un suo fervido lettore. Le scrivo questa lettera nella speranza di un suo prezioso consiglio. Il caso riguarda mio nipote e le espongo qui di seguito il problema.

PROBLEMI FIN DALLA NASCITA E OPERAZIONI IN SERIE

Parto regolare. Nasce con palatoschisi più sequenza di Pierre Robin, nonché petto escavato. Operato alla mandibola per distrazione mandibolare, intervento che non sarebbe servito perché respirava male a causa di un enfisema lobare congenito. Operato per asportare il lobo medio. Operato ancora per asportare i distrattori, più chiusura del palato. Ospedalizzato quasi per un anno.

CRISI DI ASSENZA DOPO UNA VACCINAZIONE PREVENAR 13

Dopo vaccino “Prevenar 13”, esattamente dopo 12 ore dalla somministrazione, ha avuto una crisi d’assenza. Oggi prende “Depakin” con dosaggio di 150 ml la sera e 150 ml la mattina. Soffre di gastrite. Ritardo neurologico. Tre anni e mezzo senza parlare. Spettri autistici. Da notare che, fino al vaccino, il bimbo si stava riprendendo bene, ma dopo il vaccino è peggiorato.

CI TENIAMO AL SUO PARERE

Confido in una sua risposta ringraziandola in anticipo sia per questa che per i tanti consigli sul suo blog che personalmente, facendone tesoro, mi hanno portato sulla buona strada. Parlando con mia figlia, ci tenevo tantissimo ad avere un suo parere. Cordiali Saluti.
Folgorino

*****

RISPOSTA

PRIORITARIA UNA LIBERAZIONE DAI FARMACI

Ciao Folgorino. Non è facile darti una risposta sul da farsi. Il bambino, per quanto sfavorito in partenza dalla malasorte, è stato decisamente sottoposto a cure devastanti. La cosa migliore penso sia quella di detossificarlo in modo progressivo liberandolo dai farmaci, e dandogli modo di riprendersi nella misura in cui la sua residua forza immunitaria glielo permetterà.

RINFORZO IMMUNITARIO MEDIANTE FRUTTA, SPREMUTE ED ESTRATTI

L’inserimento nella dieta di regolari succhi di frutta carichi di vitamina C naturale e di forza radiante e rivitalizzante, anche allungati con dell’acqua leggera specie nel caso degli agrumi e delle melegrane, potrebbe ridargli i mezzi rimediali di cui ha urgente necessità. Non manchino gli estratti di carote e ananas, il centrifugato di mele e limone, le fragole e i mirtilli, le spremute di arancia rossa, i datteri, il latte di mandorle.

LABIOSCHISI E SEQUENZA DI PIERRE ROBIN

La labioschisi (o cheiloschisi) è una malformazione che si presenta con un’interruzione più o meno grande del labbro superiore, in gergo detta labbro leporino. La sequenza di Pierre Robin comporta scarso sviluppo della mandibola nelle prime settimane di gestazione. Questo causa un posizionamento arretrato della lingua, che tende a rimanere sollevata, impedendo la fusione del palato e causando la palatoschisi. Nella grande maggioranza dei bambini con sequenza di Pierre Robin si manifestano sintomi lievi, come sonno inquieto, veglia intermittente e pianto, difficoltà di deglutizione, difficoltà di respirazione e scarso aumento di peso.

SOLUZIONI NON NECESSARIAMENTE CHIRURGICHE

Nel 70% dei casi i sintomi si risolvono senza trattamento chirurgico adottando accorgimenti come la posizione laterale o prona a pancia in giù, che permettono alla lingua di assumere una posizione corretta cadendo in avanti senza interferire con la respirazione. Per precauzione molti ospedali dimettono i bambini fornendo ai genitori un saturimetro, che permette di monitorare costantemente la respirazione e di intervenire in caso di apnea. In alcuni casi vengono forniti anche un aspiratore e l’ossigeno. In genere nelle prime settimane si osserva un miglioramento del tono muscolare, che porta ad un miglior controllo della lingua e ad una migliore coordinazione nella deglutizione e nella respirazione. Alimentare un bimbo con questo problema può essere complesso, ma con il giusto supporto la gran parte dei bimbi iniziano a nutrirsi attivamente, senza bisogno di sondino.

STOP AL PREVENAR 13-VALENTE IN GIAPPONE

Il Giappone ha temporaneamente fermato l’utilizzo di vaccini della Pfizer e della Sanofi-Aventis, per indagare sulla morte di 4 bambini sottoposti alla profilassi per la polmonite e per la meningite. I decessi hanno colpito bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 2 anni poco dopo l’iniezione del vaccino.

VACCINO CAUSATORE DI CASI MORTALI ANCHE IN OLANDA

Il Prevenar 13-valente già a novembre 2009 aveva procurato morte in Olanda. Ciononostante rimane molto propagandato pure in Italia, come anti-influenzale, anti-polmonite e come anti-meningococco. Pur essendo potente e carico di effetti collaterali viene somministrato in contemporanea con altri vaccini nella stessa seduta, e viene inoltre inoculato in bambini molto piccoli. Quanto potente sia invece il sistema immunitario in evoluzione di un bambino di pochi mesi sembra che a nessuno interessi saperlo, per cui le tragedie che spesso accadono non sono una sorpresa.

NEI DOCUMENTI CONFIDENZIALI ED INTERNI DELLE CASE PRODUTTRICI SI APPRENDONO DETTAGLI DA BRIVIDO

Un documento confidenziale della GSK GlaxoSmithKline da 1200 pagine afferma che dal 2009 al 2011 si sono verificati 36 morti. Altri 37 morti da morte improvvisa o SIDS si erano verificati dopo che il produttore lanciò il vaccino nel 2000. Altri documenti riservati riguardano la co-somministrazione di Prevenar 13 e Infanrix Hexa che triplica il rischio di effetti collaterali neurologici (http://www.initiativecitoyenne.be,
http://ddata.over-blog.com/3/27/09/71/2012-2013/Initiative-Citoyenne-Press-Release-about-Prevenar-13.pdf ).

SEGNALAZIONI DI REAZIONI AVVERSE E DI CASI NEUROLOGICI ALLA PFIZER

Il Prevenar 13 è un vaccino pneumococcico prodotto da Wyeth-Pfizer. Si tratta di una iniezione di 13 diversi ceppi del batterio e reclamizzato per essere una migliore versione del vecchio Prevenar, rivolto solo a 7 ceppi virali. È stato, infatti, immesso velocemente sul mercato nel 2010 per sostituire il predecessore Prevenar 7 che aveva causato un aumento di gravi ionfezioni. La Pfizer ha ricevuto 1691 segnalazioni di eventi avversi e 18% di questi casi, cioè eventi 312, erano neurologici.

NON MANCANO IN ITALIA LE CORAGGIOSE SEGNALAZIONI DELLA MEDNAT

È quindi evidente che la somministrazione concomitante di diversi vaccini, in particolare quelli raccomandati nel calendario vaccinale belga (Prevenar 13 a fianco di Infanrix Hexa), moltiplica il rischio di reazioni neurologiche tra cui eventi avversi gravi e potenzialmente irreversibili!

PER LE IPOCRITE AGENZIE SANITARIE LA CO-SOMMINISTRAZIONE DI PIÙ VACCINI SAREBBE TOTALMENTE SICURA!

Pianto persistente, convulsioni, episodi ipotonici o di torpore, tremori, perdita di coscienza, epilessia, spasmi infantili o assenza di risposta agli stimoli, sono stati sempre più frequenti quando il Prevenar 13 è stato somministrato insieme all’Infanrix Hexa. Quanti genitori erano consapevoli di questo e chi ha detto loro queste cose? Forse l’ONE, Ufficio belga per il parto e l’infanzia? Nemmeno per sogno! Il ONE ha sempre sostenuto in tutta la sua letteratura che la co-somministrazione di più vaccini è totalmente sicura e, vergogna, la stessa cosa succede in Italia!

CIRCOLANO POLITICHE DI MORTE E NON DI VITA SANA NEI RIGUARDI DELLA POPOLAZIONE INFANTILE

È chiaro che le autorità sanitarie nascondono le informazioni, ai genitori. Gravi effetti collaterali sono molto più frequenti di quanto ci dicono, e la salute dei nostri figli è direttamente compromessa.  Le autorità sanitarie spingono al massimo per proteggere gli interessi commerciali in gioco! L’iniziativa dell’agenzia belga Citoyenne ha pubblicato un invito audace e coraggioso affinché la gente si desti dal suo torpore e si opponga duramente a queste politiche di morte e di danneggiamento della salute pubblica.

BATTERI PREZIOSI E INNOCENTE POLVERE VIRALE DEMONIZZATI DAL MONATTISMO PASTEURIANO

La realtà è che l’intera questione delle vaccinazioni è legata a concetti blasfemi e fuorvianti su batteri e virus. Si continua infatti pervicacemente a ignorare l’insegnamento di menti illuminate come quelle di Florence Nightingale (1820-1910) e di Claude Bernard (1813-1878), scaricando il barile su una categoria innocente quale i microrganismi, dimenticando una verità scientifica ultra-dimostrata per la quale il terreno corporale è tutto e il microrganismo è niente, dimenticando che il concetto contagista è il rifugio delle menti deboli e fragili  della medicina. E si continuano inoltre a usare nei vaccini sostanze micidiali come l’alluminio e il famigerato ed ultra-tossico Thimerosal, contenente etilmercurio che altera e distrugge la flora intestinale e che è pesantemente implicato nelle malattie autistiche dell’infanzia. La Eli Lilly ha dovuto pagare enormi penalità allo stato Giapponese in occasione dello Smon, il simil-Aids che causò in Giappone 11000 vittime negli anni scorsi.

UN CONTO SONO LE OSTRUZIONI VIRALI DI SCORIE MORTE E UN ALTRO CONTO SONO LE ALLUCINANTI TEORIE SULLE MICIDIALI BANDE DI MOSTRI VIRALI

Ovvio che i virus endogeni inespulsi prontamente dal sistema per debolezza immunitaria pregressa, causata da condizioni patologiche pre-esistenti, formano uno stock in continua accumulazione, uno stock di scorie che è dannoso ed intasante, oltre che devitalizzante, secondo la formula di Arnold Ehret V=P-O (vitalità %=Potenza%-Ostruzione%). Ma tra i danni ostruttivi di tipo meccanico-vascolare e le allucinanti teorie dei mostri virali devastanti e contagianti predicate dalla medicina convenzionale passano non decine ma miliardi di km!

I CREATORI DI PANICO E DI INQUIETUDINE SOCIALE SONO UN PERICOLO PUBBLICO DA CUI OCCORRE ATTIVAMENTE DIFENDERSI

Che devo dire di più? Ora si parla tutti i giorni di una nuova epidemia di meningite in Toscana? Nulla di nuovo sotto le stelle. Era già accaduto a Treviso nel dicembre 2007. Tutti in fila per il vaccino. Migliaia di chiamate ai telefoni delle USL regionali. Panico montante e tutti disposti a farsi inoculare. Non è forse questa schizofrenia indotta ed ingenerata ad arte?

LA MENINGITE NON È CAUSATA DAI MENINGOCOCCHI MA DA MALNUTRIZIONE E DA TOSSIEMIA INTERNA

Per la meningite, come per qualsiasi infiammazione del corpo e del cervello, l’igiene naturale non ammette vaccinazioni. La meningite è una patologia infiammatoria cerebro spinale a carico delle meningi, più frequente nei bambini e più diffusa d’inverno e in primavera, quando la gente mangia peggio del solito accumulando tossiemia. Apporta deperimento, cefalea, nausea, ipertermia, delirio e coma. Trattasi sempre di malattia causata da malnutrizione e da disordini digestivi, e da conseguente febbre intestinale e cerebrale, anche se non sempre rivelata dal termometro. Le presenze batterico-virali nulla hanno a che fare con i fattori causanti.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

1 commento