VALDO CONSULENTE DELL’OMS E ULTERIORE TESTIMONIANZA DI PLURIGUARIGIONE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA    1  (data 30 Ottobre 2015)

LA OMS STA MANDANDO SU TUTTE LE FURIE I CARNIVORI INCALLITI

Caro Valdo, Cosa sta succedendo al mondo? L’OMS con il suo pronunciamento sulla carne riuscirà a far desistere milioni di carnivori dal farsi quotidianamente del male con l’alimentazione? Riuscirà tutto ciò a sconfiggere il male del secolo? Non lo so. Di sicuro ha fatto imbufalire il mondo dei carnivori che ora se la prendono con noi vegani, come se avessimo convinto noi l’OMS a mettere la carne tra i principali cancerogeni.

TRA UN PO’ CALERÀ LA SCURE SUL CAFFÈ. NON È FORSE CHE TI HANNO PRESO COME LORO CONSULENTE?

Tra l’altro sembra che a breve metteranno sotto indagine il caffè, altro ingrediente nefasto della moderna alimentazione. Quando ho letto la notizia del caffè ho pensato che avessero preso te come consulente. A parte le battute spiritose vorrei portare la mia testimonianza al popolo degli scettici.

IL MIO ATTUALE MENU

Da quando ho scoperto il tuo blog la mia alimentazione si compone di colazione liquida con spremuta di arancia, limone e pompelmi, nonché di ottimi cachi. Segue poi dell’altra frutta a pranzo. La sera una bella insalatona cruda condita con semini vari e poi piatto di verdure cotte. Aggiungo anche, nella stagione fredda, qualche sostitutivo della carne tipo falafel, polpette varie a base di soia, lupini e tofu. Per finire qualche ammennicolo, come li chiamo io, che può essere zenzero candito, noci, mandorle, datteri, fichi secchi, arachidi, pinoli, uvetta. Quando riesco, negli intervalli pomeridiani, frutta varia di stagione. Ovviamente ho eliminato il caffè.

I RISULTATI PARLANO CHIARO

Ho cominciato il mio percorso valdiano già da un anno e otto mesi e, in questo periodo, è successo che:

  • Ipertensione scomparsa (con ovvio abbandono pillole),
  • Alito migliorato,
  • Mal di testa è ormai un lontano ricordo, mentre prima mi tormentava 3-4 giorni a settimana,
  • Crisi emorroidali bloccate,
  • Coliche renali concretizzate nell’espulsione di un calcolo dopo diversi anni dal primo episodio di forte dolore,
  • Riduzione peso di circa 15-20 kg,
  • Riduzione di abituali capogiri,
  • Totale eliminazione di abituali bruciori di stomaco e di duodeniti, con abbandono di Malox e Magnesia Bisurata aromatic,
  • Eliminazione farmaco che prendevo da anni per combattere ansia e depressione,
  • Dolori articolari quasi scomparsi,
  • Aumentata di molto l’energia e la resistenza fisica, per cui mi sveglio naturalmente tutte le mattine alle 6.00 senza bisogno di ausili acustici,
  • Miracolosamente scomparse alcune cisti tendinee al piede che avevo da anni,
  • Intestino che marcia perfettamente a un ritmo regolare mai avuto prima,
  • Meteorismo non del tutto scomparso ma assai meno offensivo negli odori,
  • Coinvolgimento positivo e libero di mia moglie nel nuovo percorso alimentare, con reciproca soddisfazione e contentezza.

QUALCHE DOMANDA SU TACHICARDIA RESIDUA, SU FAME D’ARIA, SU FERRITINA E SU CARENZA ENERGETICA

La pressione è normale ma mi è rimasto ancora un po’ di battito accelerato, con sensazione di cuore in gola (e sento i battiti molto forti). A volte ho fame d’aria. Cosa mi consigli? 2) Quanto potranno durare le cosiddette crisi eliminative considerato che ho passato circa 50 anni del mio passato a ingerire di tutto, avendomi fatto credere di essere onnivoro? 3) Dalle analisi del sangue risulta la ferritina un po’ bassa, e comunque invariata rispetto a prima della svolta valdiana. 4) Può essere un buon rimedio finire i pasti con una spremuta di limone? 5) Mia moglie a volte lamenta un po’ di mancanza di energia: cosa consigli? Un caro saluto e grazie di esistere.
Michele

*****

LETTERA    2   (data 12 Febbraio 2016)

50 ANNI DA ONNIVORO E 2 ANNI DA FRUTTARIANO- CRUDISTA

Caro Valdo, ti leggo ormai da diversi anni e ti scrivo per un problema personale, sperando di essere di nuovo uno dei fortunati a cui riesci a rispondere. Sono vegano, anzi più fruttariano e crudista che altro, da due anni giusti dopo più di 50 anni da onnivoro. Non bevo più the, caffè, non mangio più cioccolato. Bevo solo un cappuccino di soia e orzo al giorno. Niente cole, dolci e altri cibi spazzatura.

L’OSTEOPOROSI DIFFUSA MI HA PRESO ALLA SPROVVISTA

Nel mio passato ho subìto numerosi interventi chirurgici con conseguenti esami e analisi pre e post-operatori. In tutti questi esami (RX, RM, del sangue ed altri ancora) non era mai comparsa la parola osteoporosi. Invece nelle ultime due radiografie che ho fatto in questi giorni a schiena e spalla è comparsa la diagnosi di osteoporosi diffusa. Penso che procederò a fare la MOC (mineralometria ossea computerizzata) se non altro per avere un valore da confrontare nel tempo.

NON SARÀ CHE SI TRATTA DI UN PROBLEMA ACCUMULATO DA ANNI?

Ma, ti chiedo, in quanto tempo l’osteoporosi si manifesta? Cioè: sono bastati due anni di veganesimo per scatenare un’osteoporosi diffusa e rilevabile già dai raggi oppure è un problema accumulato in anni e anni di onnivorismo sfrenato (con tanti yogurt, tanto the verde, tante frattaglie soprattutto tanto fegato per il ferro, latticini, carne) e adesso, magari per una qualche forma di crisi eliminativa, il problema viene a galla per il drastico cambio di alimentazione?

QUANTO TEMPO PER RECUPERARE?

Col cambio di dieta in quanto tempo si può recuperare? Per vedere miglioramenti nella densità ossea? anni? Ho letto degli articoli interessanti che sostengono che il fabbisogno di calcio sia stato troppo gonfiato e che invece l’osteoporosi sarebbe provocata più che altro dalla carenza di magnesio. Cosa ne pensi? Ho letto tutte le tue tesine sull’osteoporosi ma su questi punti, salvo sviste, non ho trovato specifica risposta. Grazie ancora.

Michele

*****

RISPOSTA   1

LA TUA È UNA OTTIMA TESTIMONIANZA DI PLURIGUARIGIONE

Ciao Michele. Intanto mi soffermerei sui 15 punti migliorativi che rendono la tua esperienza estremamente significativa ed esemplare, al punto da diventare per tutti una rilevante testimonianza di pluriguarigione, in linea con tante altre similari accumulate in questi anni.

STAI ORA VIAGGIANDO IN UN CORPO TRASFORMATO

Ovvio poi che se c’è qualche punto residuo che non risponde in modo soddisfacente, punto che può rappresentare una piccola macchia o comunque ingenerare qualche dubbio. Ecco allora il cenno sulla leggera tachicardia e sulla fame di ossigeno. Tieni presente che hai perso 15-20 kg e che pertanto il tuo corpo ha subito un salasso di liquidi e di tossine, per cui si è letteralmente trasformato, per cui sta subendo tuttora un processo di progressivo adattamento inquadrabile nelle crisi eliminative. Crisi eliminative che non è facile definire  nella loro intensità e durata.

QUALCHE CODA ELIMINATIVA È TUTTORA IN ATTO

Cinquant’anni di indiscrezioni alimentari in serie, di disobbedienza sistematica alle reali esigenze della tua struttura biochimica corporale hanno di sicuro lasciato il segno. La fase eliminativa lavora a ondate ed è diretta dal tuo asse ipotalamo-ipofisario-immunitario. La cosa migliore da farsi è continuare con coerenza e perseveranza l’opera depurativa in corso, senza però andare oltre il livello di guardia, senza finire in stato carenziale calorico. La quadratura del cerchio si realizza sempre puntando al riequilibrio, usando il buonsenso ed ascoltando i sensori del proprio corpo.

BASILARE LA CAMMINATA GIORNALIERA ABBINATA A ESERCIZI RESPIRATORI E A GRADUALE SOLLEVAMENTO PESI

Raccomando la camminata giornaliera di un’ora, arrivandoci per gradi, con l’aiuto di due racchette da trekking, e sempre associando all’esercizio fisico un ritmo respiratorio addominale ed intensivo, capace di influenzare il battito cardiaco e di incrementare il tuo assorbimento d’aria, capace cioè di compensare quel senso di fame di ossigeno-azoto che i tuoi sensori bronco-polmonari-cardiaci ti hanno segnalato. L’assorbimento solare non va mai messo in secondo piano. Un contributo alla risoluzione della osteoporosi, da parte del grande Fidel? Esercizi anche di sollevamento pesi, cominciando e procedendo con gradualità. I benefici sono immensi e duraturi. Sua madre ultraottantenne si ritrovò a suo tempo con osteoporosi sparita ed ossa rigenerate. Idem per diversi altri amici della sua cerchia olandese e romana.

RIMEDI ALLA FERRITINA BASSA

La ferritina bassa che avevi prima e che continui a riscontrare adesso è probabilmente un fattore fisiologico e pertanto non facilmente modificabile. In ogni caso non lo risolvi di certo con degli integratori. Occorre piuttosto operare sul crudo. Semi di zucca, di sesamo, di girasole, miglio, mandorle, castagne secche, tarassaco, cachi, ortiche, alghe, crescione di terra e di acqua sono ideali per apportare le giuste quantità di manganese, di rame e di minerali compatibili di traccia, visto che vale sempre la legge del minimo di Justus von Liebig (1803-1873). Il trio cereali integrali, frutta da guscio e foglie verdi rimane la soluzione regina.

RIMEDI ALLE CARENZE ENERGETICHE

Terminare un pasto col succo di limone non mi pare affatto una buona idea, salvo che non si tratti di un succo di mela con qualche goccia di limone. Le carenza energetiche provate da tua moglie derivano da una fase di adattamento e da un non rispetto del bilancio calorico. Anche lì 2 cucchiai di germe di grano (non di più perché contiene acido urico) e il ricorso a germogli, alghe e crescione, ad avena e saraceno, a pinoli e pistacchi, a lupini e patate non irradiate, può essere di aiuto. Anche a lei serve la camminata, la respirazione, il sole e il nostro pacchetto-salute nel suo assieme.

Valdo Vaccaro

*****

RISPOSTA   2

L’OSTEOPOROSI C’ERA GIÀ DA PRIMA, ANCHE SE NON RISCONTRATA

Ciao Michele. Vale l’ipotesi che hai fatto. L’osteoporosi non è stata certamente scatenata dal cambio dieta. Trattasi di accumulazione continuata negli anni e rilevata solo ultimamente. L’osteoporosi è una sorta di degenerazione dove le ossa diventano deboli e porose.

CAUSA PRIMA I PRELEVAMENTI CONTINUI IN FUNZIONE ANTI-ACIDA

Si pensa comunemente che essa derivi da carenza di calcio nella dieta, ma non è per niente così. Il motivo reale numero uno sta nei prelevamenti continui di osseina, ovvero di calcio osseo, per neutralizzare gli acidi formati dagli eccessi proteici nella dieta.

CAUSA SECONDA LA CARENZA DI ESERCIZIO, DI RESPIRAZIONE E DI ASSORBIMENTO SOLARE

Il motivo reale numero due sta nella carenza di esercizio, di movimento e di respirazione, cose che ti ho già segnalato nella risposta-1. L’osteoporosi colpisce sempre e solo gli arti inattivi. Ovvio che la stagione fredda non aiuta. Ogni raggio di sole catturato in più assume grande rilevanza.

Importantissime le camminate con racchette, dove si attivano muscoli e ossa di braccia e gambe in contemporanea. Per la dieta, valgono anche qui tutte le foglie verdi, cavoli, carote, zucche, tutti i semini, tutti i germogli, i frutti di bosco e l’uvetta ribes in particolare, il tarassaco, le ortiche, il crescione e l’equiseto.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x