AMARE RUDOLF STEINER E VALDO VACCARO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Caro Valdo, sono una persona che è rimasta folgorata alla lettura del tuo primo scritto. Folgorazione è la parola giusta. Una volta lessi cosa fosse l’opera d’Arte per un certo Steiner, nel libro “Vere Presenze”. Non mi riferisco a Rudolf Steiner della teosofia, ma ad un altro Steiner.

L’ARTE È QUALCOSA CHE TI INVITA PERENTORIAMENTE A CAMBIARE

L’arte, diceva, è qualcosa che ti stravolge come quando l’Angelo fa la sua Annunciazione alla Vergine, e comunica che da lì a poco nascerà nientepopodimeno che il Figlio di Dio. Il figlio di Dio? Oh Vergine Santa Madonna Mia! L’Arte è qualcosa che ti invita perentoriamente a cambiare. Un attimo dopo aver toccato l’arte, tu sai che mai sarai più lo stesso.

VIVRAI 380 ANNI PER LE BENEDIZIONI DI CHI INGURGITA TESINE

Io, dopo aver letto il primo tuo scritto ho cambiato tutto, e so che non mi volterò mai più indietro. Sapevi che il tuo blog è un’opera d’arte? Sapevi che vivrai felicemente fino a 380 anni, non solo per l’orientamento igienista, ma i pensieri d’amore (di Amore, Amore Puro) e le benedizioni che io, e quelle come me, ti mandano ogni giorno mentre ingurgitano tesine?

NON ERO TROGLODITA, AVREI DOVUTO UCCIDERE DELLE CREATURE ED IMPARARE SULLA MIA PELLE COSA SIGNIFICA ESSERE ASSASSINI

Non ero una troglodita prima di incontrarti. Ho avuto per tanto tempo un negozio bio, e gli incontri con gli altri erano variopinti e ricchi. Ma guardavo con sospetto qualsiasi cosa mi sembrasse estremismo. Essere vegan mi sembrava un fondamentalismo. Non ero una troglodita? Beh, magari lo fossi stata! Magari avessi dovuto io andare a cacciare e ad uccidere, tagliare, frantumare ossa. Forse avrei capito prima. Talvolta quando leggo le tue tesine piango. Avrei voluto capire prima. Ma va bene così, meglio tardi che mai.

C’È OGNI BEN DI DIO SUL TUO BLOG

Non ti chiedo nulla perché c’è ogni ben di Dio sul tuo blog. Spesso citi Rudolf Steiner e penso che può interessarti. Si tratta di un articolo veramente terribile apparso su Aam Terra Nuova, e qui in basso ti trascrivo la mia risposta, e in allegato la risposta dell’Associazione Biodinamica. Le persone stupende ricevono attacchi inauditi. Abbi cura di te, sei sicuramente nel mirino! Ma sei davvero protetto dalle nostre benedizioni. Un caro, carissimo abbraccio. Ci vediamo il 19 settembre a Roma!
Ornella

*****

Alla Redazione di AAM Terra Nuova (Commento al testo di Donata Brillante, pag 89-91, Giugno 2013)

RUDOLF STEINER E I SUOI SCRITTI ILLUMINANTI

Vien detto che gli scritti di Rudolf Steiner siano a volte così potenti che possono bastare poche righe della sua opera enciclopedica per donare l’ illuminazione. Comprendo meglio che questo non è sempre da intendersi come una trasformazione di colui che le poche righe legge, ma come una luce portatrice di Verità, che di fatto viene offerta al mondo.

UN ARTICOLO INDEGNO E FUORVIANTE, CARICO DI VIOLENZA E DI MENZOGNA

Ed è per questo che alla tale “lettrice” Donata Brillante sono evidentemente bastate poche righe (le uniche che presumibilmente ha letto di Steiner, e pure male), per essersi mostrata in piena luce, quella piena luce che ha rivelato impietosamente da che parte ella ha scelto di stare, quelle della violenza e della menzogna suggellate pure per iscritto.

NON CI SALVERÀ IL MANGIARE BIO, E NEMMENO L’ANDARE A MESSA LA DOMENICA

Il motivo per il quale neanche riporto citazioni del suo scritto pubblicato è che, facendolo, darei un’eco ad un pensiero che non è degno di chiamarsi tale, e che produce molto male. Qualsiasi eco non farebbe che farne il gioco. Forse tutti noi saremo sempre più chiamati in questa epoca di trasformazione a dover mostrare da che parte stiamo, e sarà sempre meno possibile che il disprezzo provato per se stessi e la propria menzogna possa essere occultato dai vari Ingegner, Cavalier, Dottor, o dall’essere lettori di riviste etiche mangiando tutto bio. Non ci salverà dall’orrore l’andare in chiesa la domenica o il fare meditazione tutti i giorni.

C’È GENTE CHE QUANDO APRE BOCCA O QUANDO SCRIVE, STUPRA ED AVVELENA, PIÙ CHE COMUNICARE

Io, quando leggo cose come queste, non sto male come persona che ama profondamente Rudolf Steiner, ma sto male semplicemente come si starebbe sapendo che la donna che incrociavi talvolta al mercato è stata stuprata, o il cane del vicino avvelenato. E quando riesco a riprendermi dal dolore che provo non posso che fare le mie scelte per portare interiormente riparo.

NON COMPRERÒ PIÙ TERRA NUOVA IN VITA MIA, A MENO CHE NON APPORTINO CORREZIONI E SCUSE

In questo caso la prima cosa che è in mio potere fare è non comprare più il giornale che permette scritti come questi. In epoca di grandi sovvertimenti ci sono i germi di una incredibile libertà, e si può almeno decidere di non alimentare chi alimenta violenza. Non credo sia necessario essere degli esperti di reincarnazione per comprendere che ogni scelta che facciamo ha delle conseguenze, a volte a brevissima scadenza.

Ornella Libutti

*****

RISPOSTA

SVEZZAMENTO A SUON DI CILIEGIE E NETTARINE

Ciao Ornella, Ti ringrazio per le benedizioni, per i 380 anni, e per tutto il resto. Pensiamo intanto a svezzarci a suon di ciliegie e nettarine, e a superare a novembre i primi 70, mettendo su qualche nuovo dentino e qualche ricciolo sui capelli! Mi hai dipinto in modo troppo sublime. Come faccio poi a presentarmi alla gente con tutti i difetti dell’uomo comune e normale che sta in me? Bellissimi ed emozionanti comunque i tuoi commenti sulla violenza contro gli animali.

UN CONTO E’ SCRIVERE COSE SENSATE, UN ALTRO E’ MACCHIARE LA REPUTAZIONE ALTRUI

Terra Nuova è una rivista prestigiosa del settore. A maggior ragione non dovrebbe ospitare scritti di bassa lega come quello che hai segnalato. Citare esperimenti di bruciatura insetti o di decorticazione topi. O dire che per Steiner gli animali sono cose da bruciare, cremare e infornare, per cui ci ricorda uno psicopatico di nome Adolf Hitler, significa albergare in se stessi un assoluto vuoto culturale, oltre che una irresponsabile voglia di denigrare qualcuno di cui niente conosci.

CONDIVIDO IN PIENO LA TUA PROTESTA

Anche nei Vangeli Apocrifi ci sono episodi dove il monello Gesù ne combina di cotte e di crude. Può essere benissimo che il piccolo Steiner, tanto precoce da fare a 7 anni il telegrafista per suo padre, capostazione delle ferrovie austriache, abbia detto e fatto qualche marachella. Non è su questi episodi della fanciullezza che si possono trarre delle conclusioni. Hai fatto benissimo a levare il tuo grido di protesta! Prendo qualche brano relativo alla ricchissima biografia di Rudolf Steiner, solo per far capire l’avventatezza di quanto ha pubblicato Terra Nuova.

CONFERENZA DEL 1902 PER L’ASSOCIAZIONE GIORDANO BRUNO

Nel 1902, Steiner fece un passo decisivo in occasione di una conferenza per l’Associazione Giordano Bruno. Dichiarò apertamente, per la prima volta, quale sarebbe stato lo scopo di tutta la sua attività futura: “trovare nuovi metodi per lo studio dell’anima su base scientifica”. “Quella conferenza” egli disse “fu la mia conferenza antroposofica fondamentale”. si può dunque dire che la sera dell’8 ottobre 1902 segnò l’origine dell’antroposofia.

ANTROPOSOFIA COME FORTE E AMPIA CONOSCENZA INTERIORE

A partire da quel momento la biografia di Rudolf Steiner (1861-1925) è inseparabilmente unita all’impulso spirituale che allora chiamò spesso teosofia, ma che ben presto denominerà antroposofia (dal greco “anthropos”, uomo, e “sophia” saggezza). Questa definizione voleva significare una forte e più ampia coscienza interiore, grazie alla quale l’uomo può sperimentare se stesso come cittadino di due mondi. A tale definizione aggiunse le parole: “è la coscienza della propria umanità”. Ciò che Rudolf Steiner aveva da dare, non era una nuova visione sociale, una dottrina morale o una nuova religione, nel qual caso avrebbe dovuto fare della propaganda o predicare.

STEINER, FIN DALLA FANCIULLEZZA ERA PORTATO A TRASMETTERE E A COMUNICARE COSE ESSENZIALI, VERE E REALI

Egli aveva da trasmettere delle conoscenze, e questo non poteva accadere che attraverso concetti e idee, cioè attraverso una tale comunicazione di fatti che potesse venir compresa dalla sana ragione umana. In questa maniera la libertà interiore dei lettori e degli ascoltatori era pienamente rispettata.
Durante la prima fase di sviluppo dell’antroposofia, Rudolf Steiner operò, quasi esclusivamente, con la parola e con la penna.

LA NATURA SOPRASENSIBILE DELL’UOMO

Il primo libro fu: “Teosofia”. In quest’opera, apparsa nel 1904, Steiner compie il primo tentativo di descrivere la natura soprasensibile dell’uomo e i suoi legami col mondo dello spirito. L’autore non vi fa altro appello al lettore se non quello di servirsi della propria cosciente facoltà di percezione e di esercitare il proprio pensiero libero da pregiudizi.

LA REINCARNAZIONE COME NECESSITA’ PER L’EVOLUZIONE DELLO SPIRITO

Un esempio particolare della sua maniera di esporre le cose ci viene dato nella seconda parte del libro dove Steiner percorre pazientemente con il lettore, passo per passo, ardui nessi di pensieri e lo porta ad ammettere, almeno come possibile, una grande prospettiva. E cioè che lo spirito umano ha bisogno per la sua stessa evoluzione di ripetute vite terrene, e che porta con sé, in ogni incarnazione, i frutti delle vite precedenti.

UN MAESTRO CHE OFFRE LE SUE STRABILIANTI ESPERIENZE AI SUOI ALLIEVI

Innanzitutto Rudolf Steiner espone le idee della “reincarnazione” dello spirito e del “karma” (cioè legge del destino) come possibili a comprendersi, poi accenna all’indagine spirituale che gli ha fornito prove innegabili della loro realtà. Nell’altro libro, intitolato “Come si consegue la conoscenza dei mondi superiori”, viene descritto, con la massima precisione ed efficacia, il metodo con cui si possono raggiungere i medesimi risultati da lui conseguiti nel corso della sua vita.

STEINER RIVELA E CHIARISCE MIRABILMENTE I SEGRETI DELL’OCCULTO

Nelle scuole misteriosofiche dell’antichità, i principi dello sviluppo spirituale venivano comunicati oralmente dal maestro ai discepoli, che erano poco numerosi e scelti con cura. Tale consuetudine fu mantenuta per molto tempo anche dopo l’era antica. Rudolf Steiner si assunse la responsabilità di rendere finalmente pubblico ciò che era stato così lungamente “occulto”. Si rivolge pertanto a tutti gli uomini. “In ogni uomo sono latenti quelle facoltà che possono portare alla conoscenza dei mondi superiori”.

I LEGAMI CON LA MEDICINA

Anche i medici scoprirono che gli insegnamenti di Rudolf Steiner erano in grado di arricchire notevolmente le loro conoscenze professionali. Steiner non era nuovo alle problematiche di tipo medico. Aveva dimostrato come la scienza dello spirito (antroposofia) poteva aprire nuovi orizzonti su quanto concerne l’organismo umano.

LA SCIENZA MODERNA AFFERRA SOLO IL LATO MORTO DELLA NATURA

La caratteristica tutta particolare della medicina ampliata antroposoficamente, consiste specialmente nelI’includere, in base all’indagine soprasensibile, la natura psichica e spirituale del malato nello studio della sua malattia. Rudolf Steiner era arrivato già da studente alla convinzione che la maniera di osservazione della scienza moderna altro non può afferrare, in fondo, che il lato morto della natura.

LE FORZE FORMATIVE ETERICHE

Attraverso la propria osservazione egli vide che le forze, le quali stanno alla base dei fenomeni organici, provengono da regioni soprasensibili. Steiner chiamò spesso queste forze “forze formative eteriche” e mostrò come sia possibile, in una maniera simile a quella di Goethe, studiare esattamente la loro attività in base a diversi fenomeni fisici.

IL COINVOLGIMENTO DI FORZE NON-CHIMICHE

Alcuni scienziati decisero di dimostrare sperimentalmente l’azione delle “forze eteriche”. Dopo esperimenti effettuati con la maggiore cura e attenzione si poté stabilire che non soltanto queste sostanze, ma che anche un gran numero di malattie creano la loro “immagine parlante”. Inoltre fu possibile rilevare che i colori e le forme delle immagini dipendono dall’ora in cui è stato compiuto l’esperimento. Ci si trovò così di fronte ad una grande quantità di fenomeni che non si potevano far risalire a processi chimici, ma che coinvolgevano l’azione di forze “non-chimiche”, di forze “soprasensibil”.

LO STEINERISMO E’ ENTRATO NELLA MENTE E NELLA TECNOLOGIA UMANA

Già ai tempi di Rudolf Steiner erano stati pubblicati i primi risultati di simili ricerche. Dopo la sua morte, specialmente dopo la seconda guerra mondiale, il numero delle pubblicazioni aumentò considerevolmente. I due metodi di analisi si sono rivelati di immediata utilità pratica, per esaminare la qualità dei cibi e per la diagnosi precoce di diverse malattie, tra cui il cancro. In numerosi paesi esistono oggi dei laboratori dove si lavora secondo le indicazioni di Rudolf Steiner.

L’OPERA LASCIATA DA STEINER NON HA EGUALI NELLA STORIA DELL’OCCIDENTE

Rudolf Steiner tenne molte conferenze dimostrando come la scienza dello spirito possa incrementare ogni conoscenza e rendere in generale più conscia ed efficiente la vita umana. Possiamo dire senza esagerazione che l’opera da lui lasciata, sia nel genere che nella quantità, non ha uguali nella storia dell’occidente.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

  1. Il Cavaliere più in vista dei nostri tempi ha mandato i suoi figli alla scuola steineriana di Milano, su consiglio di persone esperte, e non in una delle numerose scuole pubbliche o private dei dintorni.