STRENUA DIFESA DAL VACCINO, DALLE SUE INSIDIE E DEVASTAZIONI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Io e mia moglie ci rifiutiamo di fare il vaccino, ma i nostri due figli di 18 e 20 anni hanno voluto farlo. Ora anche loro sono spaventati, sentono che qualcosa non va, hanno paura. Molta gente è in questa situazione. Per favore indichi una strada di recupero della salute per queste tante persone che si sono fatte fregare dalla propaganda propinata dalle case farmaceutiche. Grazie.

Giampaolo


RISPOSTA

SONO SBALORDITO E CONTRARIATO DALLA ARRENDEVOLEZZA DEI GIOVANI

Pur provando piena comprensione per questi drammi, per queste paure e per questi cedimenti di fronte alla infernale macchina propagandistica messa in moto dalla barbarie medico-farmaceutica sul piano mondiale, mi chiedo come mai la gente, e i giovanissimi soprattutto, che hanno una lunga vita da percorrere davanti a loro, si lascino mettere nel sacco così facilmente e così banalmente, arrivino cioè a farsi iniettare direttamente nel sangue le cose più schifose, velenose e bizzarre, persino sconosciute e persino sperimentali, senza battere ciglio. Questa è una cosa che non riesco a capire e tollerare facilmente. È un segnale di irreligiosità e di gravissima mancanza di rispetto verso se stessi, verso le Leggi Universali della Natura, verso la creazione e verso la scienza.

MANCA LA TEMPRA E LA COMBATTIVITÀ DEI GIUSTI

Si possono trovare mille alibi e mille scuse, ma si tratta di errori troppo madornali per essere giustificati. Trovo in tutto questo lo stesso menefreghismo e la stessa irresponsabilità che si riscontrano nei tanti precoci fumatori e fumatrici di Marlboro, Winston, Camel, Kent, MS, ed anche nei tanti utilizzatori di sigarette elettroniche, e che si ritrovano nei troppi giovani che si fanno le canne o che si drogano disinvoltamente con svariate sostanze. Non ci sono scusanti. Il cinismo dei produttori lo sa bene e se ne ride delle raccomandazioni e degli ammonimenti che arrivano da ogni parte. Stampano persino con cinica chiarezza sui pacchetti messaggi chiari e illustrati, dove si afferma a lettere cubitali che il fumo non soltanto fa malissimo ma che letteralmente uccide. Figurati se, con queste premesse, con questo voler fregarsene del proprio benessere, hai poi la grinta e la tempra per ribellarti alle imposizioni vaccinali.

COLPEVOLE DISINTERESSE VERSO LA PROPRIA INTEGRITÀ

Pare che esista una specie di disinteresse per la salute e per la vita, o addirittura una distorta voglia di apparire superiori ai rischi, una sciocca tendenza all’esibizionismo e allo sfoggio, quasi che ci fosse in queste scelte uno sprezzo per il pericolo, un voler apparire duri, forti e protetti da chissà quale armatura agli occhi del prossimo. Direi che queste trasgressioni appartengono alla sfera della psichiatria. Una specie di disamore per il capitale più importante di cui disponiamo che è il corpo. Una specie di tendenza all’autolesionismo e al suicidio rateale, giorno dopo giorno. Si tratta di rovina morale, di somma stupidità, di alto tradimento. Il danno poi non è soltanto verso se stessi, ma verso la famiglia, verso gli amici, verso gli altri giovani che spesso subiscono gli effetti imitativi di un cattivo esempio.

IL GIOCHINO FILIBUSTIERE DEL GREEN PASS

Nel caso specifico i genitori si dimostrano molto più saggi dei loro figli e non cadono nella trappola dei vaccini. Dimostrano così di non subire in modo sciocco e banale la politica del bastone e della carota, di non spaventarsi dalla minaccia di non poter usufruire dello sventagliato e mitico green pass che ti permetterebbe di accedere un po’ a tutto.

NON CI SONO GENTILI CONCESSIONI MA DIRITTI FONDAMENTALI DA DIFENDERE

La paura di perdere tali prerogative li ha letteralmente fregati. I giovani devono sapere che la libertà di accesso e di movimento, la libertà di vivere sereni senza mascherine e senza distanziamenti non è per niente una gentile concessione che il potere ti può dare o togliere, ma è un diritto fondamentale che appartiene per natura e per precisi articoli della Costituzione, un diritto che non può essere soggetto a negoziazione. Occorre sapersi difendere dalle smargiassate e dalle arroganze del regime.

COSA FARE PER DIFENDERCI E COSA FARE QUANDO SI È GIÀ STATI DEVASTATI DAL VACCINO

Non voglio andare oltre con le mie prediche. Intendevo soltanto chiarire che in tutti questi drammi sono equamente responsabili famiglie, istituzioni, scuola, governi, media, e anche le stesse vittime che si dimostrano prive di nerbo e di determinazione nel difendere se stesse a tutti i costi. Detto questo, passiamo ora alle domande ansiose e giustamente preoccupate di questi genitori. “Molta gente è nella nostra stessa situazione”, hanno concluso, e questa frase è carica di verità.

I VELENI VACCINALI SONO ALTAMENTE TOSSICI E PERTANTO NON SMANTELLABILI DAI BATTERI

Purtroppo il materiale altamente tossico ed offensivo, inoculato diretto in endovena o nell’intramuscolo, produce inevitabilmente danni, scompensi e sconvolgimenti in quanto non ha modo di essere filtrato e attenuato nella sua aggressività biochimica dagli organi emuntori destinati a questa delicata funzione, vale a dire polmoni, fegato, intestino, reni e cute. La parte terminale, vale a dire fegato e reni si spartiscono il compito di trattare i veleni vaccinali. Succede però che, al pari di tutte le sostanze innaturali e sintetiche assunte, i glomeruli renali -delicatissimi e intelligenti filtri- si rifiutano di far passare tali porcherie e le rispediscono tramite il sistema biliare alla cistifellea e al fegato. Il fegato, già super-impegnato nelle sue 500 e oltre funzioni, non trova di meglio che redistribuire tali sostanze tra le cellule lipidiche, tra le cellule sinoviali-giunturali, e tra le sacche di acqua pesante e scure di ritenzione.

UN CORPO INQUINATO È CARICO DI INSIDIE

Questi materiali rimangono a lungo nell’organismo sotto forma di incrostazioni, di minuscoli aculei calcificati di acido urico gottoso e reumatoide, oppure di acque stagnanti responsabili di ritenzione idrica nell’ambito della matrice extra-cellulare e del mesenchima dove fluttuano i nostri quasi 10 trilioni di cellule. Tale permanenza produce danni continui, sintomi dolorosi, debolezza immunitaria, disidratazione, acidità, insufficienza renale.

IL RINNOVO CELLULARE CI DÀ SICURAMENTE UN AIUTO

Per nostra fortuna, il corpo umano è una struttura che si rinnova in continuazione, al punto che ogni 7 anni tutte le parti del corpo, tutti i tessuti vengono rimessi a nuovo, mentre parte delle cellule meno durevoli si rinnovano in tempi brevi, tipo un anno o anche poche settimane come ad esempio le cellule del sangue (eritrociti, globuli bianchi, piastrine). Tant’è che nel giro giornaliero delle 24 ore abbiamo una moria di 300-800 miliardi di cellule, ossia di virus endogeni autoprodotti, che -con adeguata forza immunitaria- deve essere prontamente espulsa dal corpo per fare spazio alle nuove cellule.

VOLTARE PAGINA E DARSI DA FARE

Raccomando dunque di non disperarsi troppo per gli errori commessi. Occorre piuttosto voltare pagina, occorre impegnarsi nella conoscenza di se stessi, nella conoscenza di Madre Natura e delle Leggi Universali che reggono il mondo. Occorre studiare e sudare, dal momento che la preparazione e l’acquisizione di una cultura indispensabile non te la regala nessuno. Occorre alla fine amare, parola ormai sconosciuta e quasi scomparsa dal vocabolario umano. Amare se stessi, amare la natura, amare il prossimo anziché offenderlo e insultarlo, amare gli animali anziché ucciderli e divorarli, amare le piante, amare i fiori, l’aria, il mare, il cielo, la luna, i fiumi. Amare la vita e l’esistenza. Occorre armonizzarsi con il Tutto, secondo le regole stabilite per tutti gli umani. Occorre diventare protagonisti attivi e consapevoli della nostra rinascita fisica, morale e spirituale.

SIAMO MATERIA STELLARE DI GRANDE PREGIO

Non possiamo insomma sottrarci alle nostre responsabilità. È necessario essere sempre all’altezza della situazione e dei nostri compiti. Dobbiamo metterci bene in testa che non siamo affatto comparse passive, distratte ed impigrite, senza progettualità e senza costrutto. Siamo costituiti solo in apparenza da ossa, scheletro, materiale organico destinato a deperimento e a trasformazione in polvere. Siamo semmai costituiti da preziosa materia stellare, siamo frammenti attivi e intelligenti del Divino che governa l’Universo con infinita Saggezza. Divino che determina e gestisce, secondo criteri di logica che spesso sfuggono alla nostra comprensione, le vicende e gli accadimenti del pianeta Terra dove abbiamo la ventura di trovarci. Siamo tutto questo e niente di meno, a patto di esserne consapevoli. Chi decide di svalutare se stesso ottiene quello che si merita e diventa persona-spazzatura.

USIAMO LA NOSTRA ARMATURA PER DIFENDERCI STRENUAMENTE DA SABOTATORI E PERSECUTORI

Detto in concreto e in soldoni, ci sono molte cose importanti e decisive che possiamo e dobbiamo fare. Innanzitutto risvegliarci dal sonno ipnotico e dalla nera ignoranza che ci blocca e ci impedisce di agire secondo coscienza. È gravissimo sotto-stimarci e sotto-valutarci. È gravissimo dimenticare che siamo formati da una magnifica e formidabile Entità meccanica-biochimica corporale al servizio temporaneo di un’Anima Immortale e senza tempo, una Entità che va difesa e tutelata con le unghie e coi denti da ogni interferenza impropria e deleteria, da ogni interferenza esterna malevola e degradante. Affinché tale nostra macchina funzioni al meglio serve vivere in regime di costante depurazione, operando le giuste scelte alimentari, culturali e comportamentali. Non esiste tempo da sprecare. È nostro obbligo dare il giusto valore a ogni secondo e a ogni istante della nostra vita, attribuendogli il giusto peso e il giusto significato. Vivere cioè divertendosi, col sorriso e la gioia di chi ha svolto il suo compito.

STO DANDO LE GIUSTE INDICAZIONI NON DA IERI MA DA UNA SETTANTINA DI ANNI

Mi si chiede di dare una indicazione di recupero della salute ai giovani che vengono ingannati ed ingabbiati in continuazione. Ricordo qui che in ogni mio scritto pubblicato sul blog, messo tra l’altro a libera e gratuita disposizione del pubblico, sto educando i giovani di tutte le età dai 15 ai 150 anni, le persone dalla mente aperta, a depurarsi, a mandar fuori le tossine mentali e materiali, a pensare correttamente e ad agire di conseguenza. Ci sono migliaia di tesine che ognuno farebbe bene a leggersi poiché contenenti tematiche proveniente dalla gente e destinate alla gente. Rappresentano per me un motivo di gioia e di orgoglio, in quanto caratterizzate dalla voglia autentica di rendermi utile e di fare del bene, e dunque a guadagnare tempo, e a non dissiparlo malamente.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
6 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
6
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x