TUMORE AL SENO E CURA DI BELLA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CHIEDO UN TUO PARERE SULLA CURA DI BELLA

Gentile Dr Valdo, tempo fa ti parlai di mia figlia che sta curando un tumore al seno. A gennaio di quest’anno era di circa 3,8 cm. Volevo un tuo parere sulla cura basata sul metodo Di Bella, anche alla luce di quello che ho letto recentemente.

APPROVAZIONI, RICONOSCIMENTI E PUBBLICAZIONI QUALIFICATE

L’Università di Firenze ha condotto uno studio dal titolo “Effetti combinati di melatonina, acido trans retinoico e somatostatina sulla proliferazione e la morte delle cellule di cancro al seno” ed è stato poi pubblicato sulla rivista European Journal of Pharmacology ricevendo dall’Istituto Europeo di Oncologia diretto da Veronesi l’approvazione in seguito alla guarigione di cellule tumorali nel seno di una trentenne.

COCKTAIL DI FARMACI ED ORMONI, E 10000 PERSONE CURATE SENZA EFFETTI COLLATERALI

Per quanto ne so la terapia Di Bella si basa su di un cocktail di farmaci, ormoni e vitamine: somatostatina, melatonina, complesso vitaminico (soluzione di retinoidi e vitamine E C e D), ciclofosfamide in dosi giornaliere di 50 mg. Di Bella sosteneva di aver curato 10.000 persone senza effetti collaterali, ma non aveva mai pubblicato nulla di rilievo in merito. Grazie come sempre.
Giovanni

*****

RISPOSTA

MASSIMO RISPETTO PER CHI FA AL MEGLIO LE COSE IN CUI CREDE

Ciao Giovanni. Massimo rispetto per Di Bella, Simoncini, Nacci e per chiunque tenti di fare qualcosa di utile, o qualcosa che ritiene essere utile, o qualcosa che si rivela essere utile nel campo della salute ed in particolare nel campo dell’oncologia applicata al seno. L’argomento è di scottante attualità.

IPOCRISIA E CINISMO IN ZONA CASA BIANCA

Le first lady americane Mrs Obama e Mrs Romney stanno indossando in questi giorni sgargianti abiti color rosa, simbolo della lotta contro il tumore al seno, patologia che sta facendo sfracelli e che tutti sembrano voler combattere, mentre in realtà nessuno lo sta facendo.

SCOMPARSI I MACELLI E CHIUSE LE CENTRALI DEL LATTE, IL TIMORE AL SENO SPARISCE IMMEDIATAMENTE NEL MONDO

Basterebbe chiudere i macelli e le centrali del latte e il problema sarebbe risolto all’istante. Sono credibili dunque le Signore della Casa Bianca e i loro rispettivi mariti? Nemmeno per sogno. Esse sono di fatto le prime sostenitrici di quella NDC (National Dairy Council) che spende più della Coca-Cola nella pubblicità per latte, latticini e proteine animali.

CAMPBELL, ROBBINS, HYMAN, NESTLÈ E LOMA LINDA, FETTA CREDIBILE DELL’AMERICA

Credibili al contrario sono il professor Colin Campbell, la Loma Linda University (quella che ha testato la vita media di carnivori, vegetariani e vegani, trovando che i vegetariani vivono 7 anni in media di più dei carnivori, e i vegani addirittura 15), John Robbins, figlio dell’imperatore dei gelati al latte, Mr Hyman, grande allevatore pentito del Montana, e la Marion Nestlé, preside della New York University, Department of Hotel Nutrition, capace di dichiarare al mondo intero, in modo ufficiale e senza peli sulla lingua, la dannosità estrema delle proteine animali a tutti i livelli, e capace di dettare i salad-bar vegan-crudisti agli Hotel Hilton, Marriott, HolidayInn, Intercontinental e Sheraton.

PARLIAMO SEMPRE DI MEDICI, UNA CATEGORIA FORTEMENTE CARATTERIZZATA ED INQUADRATA

Massimo rispetto dicevo per Di Bella e colleghi, ma anche chiarezza e trasparenza nei giudizi. Indipendentemente dalle opinioni ufficiali, dalle valutazioni prestigiose di Veronesi, dalle pubblicazione su riviste qualificate, dai premi Nobel che si potranno dare in futuro alle ricerche sul cancro dei nostri ruggenti spiriti della medicina, regolarmente radiati dall’Ordine, parliamo sempre e comunque di medici.

HANNO IL PALLINO DELLA CURA DEL SINTOMO

I medici, radiati e non radiati, hanno in comune una qualità o un difetto (a seconda della lente che usiamo per valutarli), ovvero una caratteristica specifica, che è quella della cura del sintomo. L’igiene naturale, ispirata ai grandi medici delle origini, e in sofferta antitesi con la medicina convenzionale contemporanea, non crede nel modo più assoluto a questo di approccio ideologico e terapeutico.

L’IGIENE HA L’OPPOSTO PALLINO DELLA CURA IDEOLOGICA E COMPORTAMENTALE

L’igiene crede nei poteri curativi di una Natura che è Sovrana Medicatrice di tutti i mali. Crede nell’auto-guarigione attuata mediante affidamento agli strumenti immunitari del corpo. Crede in altri termini alla non-cura del sintomo, ma soltanto alla cura dei pensieri sbagliati, delle scelte sbagliate, delle azioni sbagliate, dei cibi sbagliati e delle emozioni castranti. In pratica, l’igiene è l’anticorpo della medicina e della curomania che essa rappresenta.

L’IGIENE È L’ANTICORPO DELLA MEDICINA, DELL’OMEOPATIOA E DI TUTTE LE CUROMANIE IN CIRCOLAZIONE

Ancor più anticorpo è dell’omeopatia e delle medicine alternative basate su cure a base di prodotti speciali, di medicamenti miracolosi cercati nella Fossa delle Marianne e nei picchi dell’Himalaya e di terapisti formidabili capaci di guarire, quando nessuno al mondo in realtà guarisce, se non il proprio corpo, a patto di essere messo nelle giuste condizioni per farlo.

QUESTE COSE LE CONOSCI MOLTO BENE

Fatta questa premessa, non capisco il perché della domanda. Tu Giovanni stai leggendo già da tempo le mie tesine su cui stanno scritte queste considerazioni. Mi vuoi forse mettere in difficoltà? Sinceramente penso di no. Ma nei fatti è così. Mi costringi a smentire l’opera di questi illustri terapeuti. Mi porti a smontare il loro castello di carte vincenti e titolate, corredate da studi e da dichiarazioni, da premi e da riconoscimenti. Le mie posizioni stanno su diversi articoli del blog.

TESINE  SULL’ARGOMENTO

NOI NON SIAMO NIENTE, MA STIAMO NEL CUORE DI LIBERI SUPPORTER E SIMPATIZZANTI

L’igiene non ha muri, non ha riconoscimenti, non ha istituti, non ha partiti o sindacati di categoria alle spalle, non ha ministeri e non ha fondi. L’igiene è qualcosa di etereo e di indefinibile. L’igiene è l’immagine del niente. Chiedi forse alla ultima ruota del carro di spiegare perché la macchina del cancro sta raccogliendo fallimenti a non finire? Anzi nemmeno l’ultima ruota del carro, visto che siamo totalmente fuori dal baraccone terapeutico mondiale.

I NUMERI NON MI DICONO MOLTO

E allora ti dirò una cosa. Il messaggio dell’Università di Firenze parla di 10 mila curati senza effetti collaterali? Il numero dei curati, fosse anche 100 mila o 100 milioni, mi dice poco. È sempre la qualità delle cose che conta. La medicina ne ha curati sicuramente milioni, ma non per questo è riuscita nel suo intento, visto che è il cancro a sconfiggerla tutti i giorni e non viceversa.

NESSUNA CURA FARMACOLOGICA È PRIVA DI EFFETTI COLLATERALI

Dire poi che Di Bella ha curato farmacologicamente 10 mila persone, senza effetti collaterali, è palesemente contraddittorio e privo di senso. Quando mai farmaci e ormoni, ciclosporine e integratori non causano effetti collaterali? Quando mai un cocktail di farmaci non ha ubriacato il corpo umano, non lo ha intossicato e non gli ha dato una bastonatura immunitaria? Fermo qui la polemica.

LA DECISIONE SPETTA SOLO A TE E A TUA FIGLIA

Ovvio che tu hai un problema scottante sottomano, ed è quello di curare tua figlia. La devi in pratica affidare a qualcuno. Ma la soluzione non sta fuori di lei. Serve una scelta chiara e motivata da parte tua e da parte sua. Non mi sogno nemmeno di darti una risposta. Non sarebbe di certo una risposta obiettiva. È come se tu andassi dal gelataio a chiedere se latte e zucchero, componenti fondamentali del suo gelato, fanno bene o fanno male.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

4 commenti

  1. Una domanda sorge spontanea: e quelli che sono guariti con queste cure dove li mettiamo?
    Come mai anche se non sono diventati vegani sono guariti?
    Forse la spiegazione sta nelle 5 leggi biologiche di Hamer, li c'è la risposta a tutti i casi, sia con esiti positivi che negativi.

  2. Ciao Pico, chi ti dice che seguendo la linea guida igienista e l'approccio alla Hamer-maniera non si ottengono risultati ancor più brillanti?
    Perché insistere a voler dare ragione soltanto all'una o all'altra?

  3. Ciao Adiva, la penso proprio come te, la mia era una domanda alla quale l'igienismo non sempre riesce a dare una risposta precisa, mentre con Hamer la si ha sempre in ogni caso con tanto di riscontro sull'individuo.
    Se vuoi possiamo approfondire.

    ciao

  4. Ciao Pico, mi farebbe piacere approfondire la questione. Stavo provando a leggere il libro di Hamer ma quelle 1000 pagine non sono un buon incentivo.
    Se ti va scrivimi su blogwebmaster@adiva.eu, Grazie : )