UNA LIBIDO DA SPAVENTARE MIA MOGLIE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

VIVERE ACCANTO AI FORI BOARI RENDE LA GENTE CONTRARIA ALLA CARNE

Buon giorno dr Vaccaro, tralascio tutti i complimenti che mi vengono dal profondo del cuore per non imbarazzarla e non sentirmi un dispensatore di piaggeria. Premetto che, sin da quando ho incominciato a ragionare, sui 3-4 anni, sono sempre stato contrario alla carne. Abitavo di fronte al foro Boario della mia città dove, circa 40 anni fa, si effettuava ancora la compravendita di bovini ed equini per i vari macelli e mattatoi.

LA COMPRAVENDITA DI ANIME IN BASE AL PESO MUSCOLARE

Non le ricordo le scene a cui ero costretto ad assistere, perché le ha già trattate nel suo bellissimo libro che ho divorato in un giorno e mezzo, e di cui le faccio i miei complimenti. Oltre che contenere preziose informazioni, trasuda una forte convinzione anti-violenza, in favore di un mondo che Dio (qualunque sia il suo nome poco importa) ci ha donato.

LE GRANDI PREOCCUPAZIONI MATERNE

Essendo vegetariano fin dalla nascita, sono stato tirato su a vegetali sì, ma con l’aggiunta di formaggi, latte, pasta e cibi cotti. Non le dico quante sono state le preoccupazioni di mia madre al riguardo.
Essere vegetariani sembrava fare una missione spaziale su una stella fuori dal sistema solare.
Alla fine, sostanza sostitutiva qui e sostanza integrativa là, i risultati in termini di bilancia non sono tardati ad arrivare, e sono vissuto per anni con un sovrappeso medio di 20 kg.

PASSAGGIO DAL VEGETARIANISMO AL VEGANISMO CON RISULTATI STRATOSFERICI

Dopo i 30, e dopo aver messo su famiglia, ho incominciato un percorso di disintossicazione solitaria, abbandonando tutto ciò che era cotto, ed in particolare le proteine animali, tipo uova e latticini.
I risultati sono stati a dir poco impressionanti:

1) Interruzione dell’alopecia.
2) Vista stabilizzata (non diminuita con l’età)
3) Pressione arteriosa che si è abbassata, attestandosi su valori ottimali.
4) Libido da spaventare mia moglie.
5) Peso che non è diminuito, ma col grasso intorno al 14%.

ULTERIORE PASSO AVANTI GRAZIE AD ARNOLD EHRET

Ho mantenuto quel ritmo fino ai 35 anni, quando ho iniziato a conoscere Ehret e i suoi digiuni che pratico con scioltezza due giorni o anche più a settimana, pur lavorando e facendo un po’ di sport, visto che il divano e le poltrone non fanno per me. Da quel punto in avanti, non solo ho riconfermato i 5 punti precedenti, ma ne ho aggiunti degli altri. Non ricordo più nemmeno l’indirizzo del mio medico della mutua.

UN TOCCO DI CRUDISMO GRAZIE A LEI

Conoscendo poi lei, le sue tesine e il suo lodevole ed invidiabile stile di vita, ho ulteriormente virato dalla mia rotta, e sono passato ad essere completamente vegan, igienista e crudista (che brutte le etichette però). L’unica cosa che non ho ancora avuto modo di condividere è la questione dell’acqua piovana.

QUALCHE GAS INTESTINALE DI TROPPO

Ora però vorrei chiederle come fare a liberarmi di qualche gas intestinale di troppo.
La mia dieta attuale è la seguente:

1) Mattino: spremuta 4 arance.
2) Pranzo: banana o altro frutto di stagione.
3) Spuntino pomeridiano: mandorle.
4) Spuntino preserale: arance, kiwi, banane, mela, mandarini.
5) Cena: insalata condita con olio e limone, carote e/o finocchi con lo stesso condimento.

UNA DOMANDA DELLE MIE DONNE SU MELANZANE E BARBABIETOLE

Le mie feci non hanno odore. Non sono dure o liquide. Vado al bagno 3-4 volte al giorno senza nessuno sforzo, come se stessi passeggiando. Sto pian piano convincendo anche mia moglie carnivora e mia figlia adolescente (ex dipendente Mac Donald’s) ad abbracciare la nostra filosofia, e ci sto pure riuscendo. Le mie donne le chiedono se conosce un modo per preparare le melanzane e le barbabietole crude. La ringrazio e buon lavoro, nonché, mi permetta, viva i Vegan e la Vita donataci da nostro Signore.
Giorgio

*****

RISPOSTA

NON POLEMIZZIAMO SULL’ACQUA

Ciao Giorgio, sul problema dell’acqua non vorrei tornarci, avendo dedicato a quell’argomento diverse tesine. Ognuno è libero di pensarla come crede, a patto che le divagazioni ideologiche sull’acqua non compromettano il discorso sui minerali inorganici e organicati, che richiede massima rigorosità, e che ha grosse implicazioni e grosse cadute ideologiche e comportamentali a livello pratico. Ribadisco che l’acqua che gira e che fa il suo ciclo climatico-evaporativo è sempre la stessa, per cui alla fine i conti tornano e ce la ritroviamo nella pioggia, nella neve, nelle sorgenti, nelle falde acquifere, nei fiumi e nei mari, buona o cattiva che essa sia.

AL CORPO UMANO SERVE NIENTE ALTRO CHE H2O

Al corpo umano interessa l’acqua purissima, quella che non apporta nulla all’infuori del mitico H2O.
Nel caso di gran sete e di emergenza poco importa la qualità dell’acqua stessa, in quanto la necessità e l’utilità di bere in quel momento supera l’inconveniente di una minima presenza inquinante o minerale o persino batterica. Le acque di sorgente-sgorgante hanno tutte la caratteristica importante ed il vantaggio di essere euforizzanti, magnetizzanti e vivacizzanti, essendo cariche di ioni apportatori di magnetismo e di leggera radioattività naturale, favorite magari da quella minima presenza minerale. Questo lo posso ammettere. Ma quel minerale ha lo svantaggio di essere inorganico, di calcificare il corpo e di non apportare minerale assimilabile. Magnetismo che manca alle acque imbottigliate. Le acque di alta montagna sono sempre le migliori in quanto le più vicine alla perfezione e alla distillazione massima.

LE PEGGIORI ACQUE DEL MONDO SONO QUELLE MARINE, RICCHISSIME DI MAGNESIO, DI CLORO, DI SODIO E DI CALCIO

Le acque peggiori sono quelle clorate, magnesizzate, potassate, fluorizzate e calcificate dei mari,
in particolare quelle dei mari chiusi e caldi, tipo il Mar Morto, utilissime però per la pelle e per galleggiare senza alcuna fatica. È verissimo che i minerali alcalini sono indispensabili per l’attività sportiva e muscolare, e per la vita umana in genere, ma solo se vengono assunti nella forma organicata dalla funzione clorofilliana, e non dai laboratori scassa-uomo di BigPharma. L’acqua regina per l’umanità è quelle biologica-strutturata che si trova nell’anguria, nei meloni, negli agrumi e in tutta la frutta fresca.

IL GRAN COMMERCIO DEI POTABILIZZATORI

Continuo a essere bersagliato di domande su questo e quell’apparecchio magico che trasforma l’acqua del rubinetto in acqua miracolosa, seguendo vari processi che vanno dall’osmosi, alla distillazione al filtraggio con carboni attivi. Nella misura in cui l’acqua riprodotta viene alleggerita della sostanza inquinante organica e della sostanza minerale inorganica, ogni strumentino va bene. Se qualcuno pretende però di migliorarvi l’acqua e il cibo nel senso di dar loro più ricchezza, e vi parla di premi Nobel che parlano a favore di questo o quel minerale, o di questa e quella vitamina sintetica, lasciatelo perdere. Non ho altro da aggiungere.

SOLUZIONI PRATICHE PER MELANZANE E BARBABIETOLE

Per le tue donne, le melanzane migliori, gradevoli e digeribilissime, che mi capita di mangiare grazie alla Kathleen, sono quelle scottate leggermente alla piastra. Totalmente crude le ho provate ma, in verità non dicono molto e sono simili alle patate. Per tutte le bietole c’è la possibilità di grattugiarle, o di tagliarle alla Julienne, o di centrifugarle facendone ottimi succhi rivitalizzanti. In caso di cottura, evitare di sbucciarle e limitare la cottura stessa al minimo indispensabile (meglio al vapore o sulla piastra).

DIGIUNARE SE SI DIGIUNA E MANGIARE SECONDO GIUSTO APPETITO NEGLI ALTRI CASI

Per i gas intestinali, nel tuo caso sicuramente non particolarmente offensivi, ma caratterizzati da pure fermentazioni non putrefattive, ci potrebbe essere lo zampino di una dieta scarna e riducente, che tende a non riempire l’intestino, creandogli all’interno delle sacche d’aria su cui si riversa l’ossigeno liberato dalla normale digestione-assimilazione. In questo senso, eviterei di stare troppo a lungo senza niente, dalle 8 di mattina al pranzo delle 13. Due banane col popcorn o una crema di avena la inserirei verso le 10 e mezza, a occhio e croce.

LE BIBITE GASSATE, I LATTICINI E I FRUTTI MUSICALI

Evitare di bere acqua minerale frizzante, e bevande gassate o fermentate. Può essere anche che tu prenda aria a volte con la bocca, deglutendo aria anziché respirarla correttamente. Inserisci nel tuo menù degli ottimi esercizi di respirazione yoga. Chiaro poi che i latticini producono questi fenomeni all’umanità intera. A meno che una persona non sia già abituata e rovinata dal latte bovino e dai suoi derivati, rimane più o meno intollerante al medesimo. Ma mi pare che questo non sia il tuo caso.
Le leguminose producono pure questi fenomeni, tanto da essere chiamate frutti musicali. Succede a causa della notevole compresenza di materiale amidaceo e proteico, che sono incompatibili a livello digestivo, abbisognando il primo di ambiente alcalino ed il secondo di ambiente acido per la disgregazione.

DAI PNEUMATISTI DELL’ANTICA GRECIA AL DR MICHAEL LEVITT, SPECIALISTA AMERICANO DEL PETO

In America c’è addirittura uno specialista come il dr Michael Levitt, che le studia tutte, ed è diventato ufficialmente il mago dell’aerofagia e della flatulenza, una specie di continuatore di quegli antichi medici contemporanei di Ippocrate che si chiamavano pneumatisti. Un minimo di aria interna la produciamo quasi tutti, soprattutto in mancanza di moto e di ginnastica. Non siamo fatti per la vita sedentaria. Un buon programma di ginnastica minimizza quel tipo di inconveniente. Se capita, si va ai servizi e ce ne liberiamo. Il problema esisteva dunque sin da allora, anche se mancavano le cole e le gazzose. Pitagora, nelle sue scuole, aveva messo al bando i fagioli. L’indimenticabile attore Ugo Tognazzi, ha addirittura interpretato un film-commedia dedicato all’argomento, dal titolo Il Petomane, dove la flatulenza diventa addirittura uno strumento espressivo in più a disposizione.

L’IMPORTANZA STRAORDINARIA DELLA PERISTALSI INTESTINALE

Certi farmaci come gli antibiotici, gli antidepressivi e gli anti-ulceranti possono incrementare la flatulenza. Un’abbondanza di fibre naturali può anche portare a qualche leggero processo fermentativo.
Non è questo però un buon motivo per rinunciare alle fibre, importantissime per una corretta ed efficace peristalsi intestinale. I medici americani tendono a proporre farmaci antiacidi e farmaci alla carbonella, sottoforma di dimethicone (contenuto nel farmaco Asilone), che esplicano azione gas-assorbente.
Secondo il dr Klein, il miglior trattamento sul mercato è rappresentato dai biscotti anti-flatulenza Bragg’s, contenenti per l’appunto charcoal, ossia carbonella.

LE ERBE CARMINATIVE VANNO INSERITE NELLA DIETA

Manuel Lezaeta, miniera di suggerimenti naturali, suggerisce un giorno di digiuno, bevendo acqua in continuazione a piccoli sorsi. Per ripulire il tubo gastrointestinale dal muco, sono utili le infusioni di salvia, assenzio, menta e camomilla. Le erbe carminative, nelle classificazioni degli erboristi sono le seguenti: alloro, anice, camomilla, cannella, carota, ciliegia, cuscuta, finocchio (pianta e semi), lavanda, menta, peperone, pioppo, rosmarino, ruta, salvia, timo, valeriana.

Valdo Vaccaro – Direzione Tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x