ASSECONDARE LA VELOCITÀ METABOLICO-CELLULARE, ALTRO CHE B12

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

FREQUENTO MEDICINA MA VOGLIO STUDIARE CIÒ CHE CURA DAVVERO, E MI METTO ALLA PROVA

Salute! Da qualche tempo mi viene da salutare così, un po’ come si usa fare nei nostri paesini in Sardegna, dagli ultra 80enni! Mi chiamo Virginia, e studio medicina. Proprio perché il mio sogno sarebbe quello di non lavorare in un ospedale, ma di studiare davvero ciò che cura, mi metto io per prima sotto la luce del suo sapere, per chiederle come potrei comportarmi di fronte a questa serie di sintomi.

ESAME DEL SANGUE E VALORI ACCETTABILI

Due settimane fa vado a fare dei prelievi per un profilo coagulativo atto a tranquillizzare il ginecologo. Dovendo iniziare a prendere la pillola, vuole saperne di più della mia protrombina, e di altri valori. Quindi torno con delle analisi che mi sembrano tutte dentro i valori, volendo donare il sangue e, sembrandomi buono il valore dell’ HGB12.4, vado al centro trasfusionale.

SENTITO CHE NON MANGIO CARNE LA DOTTORESSA DEL CENTRO HA AVUTO QUALCHE PERPLESSITÀ

La dottoressa del centro mi fa fare prima un altro emocromo, visto che non le piace il valore 12.4 e vuole valutare il profilo marziale. Anche perché le ho detto che da più di 6 mesi ho iniziato a non mangiare carni.
Non che ne sia mai stata una mangiatrice, ma ho eliminato anche il poco, mentre saltuariamente consumo latticini e uova di gallina felice.

L’EMICRANIA DAVANTI A UN LIBRO LA FA DA PADRONA

Intanto c’è da dire che io da diverso tempo sento stanchezza e non riesco più a studiare. Non che avessi mai brillato come studentessa modello, ma ho molte difficoltà. Un po’ perché non mi piace ciò che studio, visto che ho per ogni argomento delle informazioni diametralmente opposte (vedi vaccini, tecniche diagnostiche, valutazioni sull’alimentazione) per cui sto trovando più difficile che mai tutto, e l’emicrania davanti al libro la fa da padrona.

Ho anche pensato che la mia vista stia peggiorando, da ipermetrope a miope? E poi dulcis in fundo herpes labiali super ricorrenti!

CARENZA DA B12 SI LEGGE SULLE NOTE

Vado ieri a ritirare le analisi, e la B12 sta a 148, con un range di 189-883. “Si consigliano accertamenti nel nostro servizio trasfusionale, sulle cause di carenza da B12”, si legge sulla nota allegata. Per il resto tutto in regola.

ALTRI VALORI TUTTI A POSTO

La sideremia è a 70, la ferritina a 21, il colesterolo totale a 173, la glicemia a 71 un po’ bassa (ma ero a digiuno), i linfociti in aumento, l’emoglobina a 13.2, i globuli rossi un po’ più bassi a 4.2, il MCV a 89.7, il MCH a 31.5 e l’omocisteina a 7.11.

CONSIGLI SU DOBETIN E SU UNA CORREZIONE RAZIONALE DELLA DIETA

Domani mi daranno delle fiale di Dobetin 5000. Ricollego la mia mancanza di concentrazione e debolezza all’abbassamento della B12. Ho bisogno di un suo consiglio credo. In primis sul come correggere la mia dieta. Vorrei chiederle in particolare dove posso trovare della diete settimanali, con consigli sul cosa cucinare o consumare crudo.

ESAMI MEDICI VISTI TUTTI IN UN’ALTRA SALSA

La ringrazio infinitamente, e spero in una possibile chiacchierata sul come affrontare questi ultimi esami medici, visto che lei l’affronta in tutta un’altra salsa.
Grazie infinite per l’attenzione.
Virginia

*****

RISPOSTA

ALTRA SALSA INTERPRETATIVA

Ciao Virginia. Grazie intanto per avermi corretto con mail a parte qualche svista su ng/ml, nanogrammi usati per la B9, e pg/mL, picogrammi usati per la B12. Ho provveduto alla correzione su un paio di tesine, mentre in tutte le altre i simboli di misura sono corretti. Hai fotografato al meglio lasituazione, dicendo che affronto gli esami medici in tutta un’altra salsa.

LE VALUTAZIONI SONO UN FATTO SOGGETTIVO

Aggiungo però che, col mio sangue fluido e con la mia B12 stabilmente sui 100 pg/mL, ho sbalordito a ripetizione, in senso positivo ed elogiativo, gruppi di medici dotati di strumentazioni avanzate sia a Hongkong che a Singapore, che nella stessa cara Italia. Una dottoressa della mia regione, direttrice di un centro analisi, non si è fatta impressionare dalla B12 a 100 e m’ha detto “Avessero tutti un sangue da premio come il suo!”. Solo per dire che anche tra gli stessi addetti ai lavori esistono forti differenze.

NON CARNE E NON PESCE, MA SALME E CADAVERI MARINI IN PUTREFAZIONE

Dipende molto dall’ideologia che hanno le persone. I medici sono di regola dei mangiatori di proteine animali chiamati carne. E già qui si commettono errori in fatto di terminologia. Per carne si intende carne viva. In realtà essi sono dei mangiatori di carne, ma di salme cadaveriniche. Stessa cosa col pesce. Chi lo consuma non è un mangiatore di pesce, ma di cadaveri marini in avanzato stato di putrefazione. Putrefazione che comincia già un secondo dopo che il pesce è stato brutalizzato. Sfido chiunque a contestare questa osservazione.

PER LA CLASSE MEDICA IN GENERE NOI VEGANI-VEGETARIANI SIAMO DEI DEFICIENTI

Il consumatore-tipo di cadaveri è convinto nell’animo suo di essere nel giusto, ed è pure convinto che i suoi valori di B12, schizzanti in alto a 300 e 400 siano ottimali, quando in realtà indicano situazioni terribilmente allarmanti e patologiche. I consumatori di cadaveri, in linea generale, guardano al vegetariano e al vegano come a un deficiente, non solo mentale, ma anche rispetto ai loro rassicuranti e dogmatici valori, e quanto importante sia avere mentalità aperta, flessibile, curiosa e mai dogmatica. Un buon vegano non dà mai del deficiente alla controparte, ma lo considera semplicemente insensibile, crudele, autolesionista e degenerato.

DIO NON STA IN CIELO MA AD ATLANTA, NEGLI UFFICI FDA

Le tavole che usano sono sacre quanto e più dei Dieci Comandamenti, visto che provengono dalla divina e infallibile FDA. La stessa FDA che ha alterato clamorosamente le quote proteiche e le quote vitaminiche-C, portando le quote della WHO (World Health Organization), dal precedente range 80-1080, al presente di 189-883.  La stessa FDA che nello stabilire un vergognoso livello proteico di 250-300 grammi/giorno, oltre 10 volte la quota massima di 24 grammi, oltre la quale si va in acidosi, ha rovinato una marea impressionante di persone nel mondo intero, mandandola in cimitero con 10 anni e oltre di anticipo.

RELATIVITÀ ED INAFFIDABILITÀ DEI VALORI DI RIFERIMENTO

I range usati dai medici italiani sono quelli comunicati dall’America e sono gamme variative di tipo statistico, dove si prendono tot persone comuni americane, forti mangiatrici di carogne, si preleva il sangue e si fa la media, aggiungendovi punto minimo e punto massimo accettabile. Mai la FDA si è recata in una comunità vegetariana o in una vegana, o in una mormoniana, o tra gli Aventisti del Settimo Giorno, o tra i monaci buddisti Zen della Korea, a prendere i suoi test. Lo avesse fatto, il range ufficiale sarebbe stato assai diverso, tipo 50-200 pg/mL. Tanto per capire quanto relativi siano i valori di riferimento. Tant’è che essi variano anche tra un laboratorio all’altro.

NON HAI BISOGNO DI ALCUNA INTEGRAZIONE

Capisci dunque perché sono onorato e felice di sbugiardare quella dottoressa e quella nota scritta secondo cui tu saresti carente di B12. Per me non lo sei affatto e non dovresti prendere assolutamente l’integrazione Dobetin. La quota 148 è quella fisiologica che il tuo corpo esprime, e il Dobetin non te la farà comunque aumentare, procurandoti pure degli effetti collaterali. Sei libera di pensarla diversamente, e anche di fare la prova tu stessa. Dovessi decidere di farlo, ti chiedo cortesemente di riportarcene poi gli effetti, da brava cavia per la scienza.

L’OBIETTIVO PRIMARIO È LA FLUIDIFICAZIONE DEL SANGUE, E QUINDI UN’ALTA VITAMINA-C ED UNA MINIMIZZATA B12

In realtà un andare verso i minimi, nel caso della B12, coincide con un miglioramento qualitativo della salute, e non uno scivolare verso il baratro. Non a caso hai cambiato la dieta da 6 mesi e stai rendendo il sangue più fluido, obiettivo obbligatorio per tutti coloro che covino delle ambizioni perfezionistiche verso il benessere.

PARLIAMO DI PICOGRAMMI, VALORI CHE SFIORANO LA BILANCIA SENZA SMUOVERE LANCETTE

Da notare che, in mezzo a tutti i valori della banda sotto analisi, la sola entità a misurarsi non in milionesimi di mL o nanogrammi (come i folati B9) ma in biliardesimi di mL, ossia in picogrammi, è proprio lei, la vitamina a scomparsa, la vitamina tutta colore-odore e niente peso.

FARE UNA COSA CONTROVOGLIA PRODUCE SEMPRE MALESSERE

Come mai allora tutta quella stanchezza, quella emicrania, quell’herpes in pianta stabile?
Mi mancano i dettagli per valutarti appieno, ma posso dire senza tema di smentita che studiare delle cose in cui non si crede è la peggiore tortura che qualcuno ci possa infliggere. Comprensibile pertanto il mal di testa.

TOSSINE DA UN LATO E PRECARIO SCARICO DALL’ALTRO

Ovvio che ci sia anche dell’altro. L’herpes in continua forma recidivante testimonia una attività emuntoria continua attraverso la pelle, che sta a significare sostanzialmente due cose. Uno, la presenza di uno stock interno di materiale tossico di troppo (virus interni fuoriuscenti con difficoltà e lentezza) e, due, la difficoltà filtrativa renale (tendenza all’insufficienza renale-urinaria).
Che ci sia in te anche della pigrizia linfatica incipiente è poco ma sicuro. Chi studia ci cade immancabilmente. Una specie di patologia professionale.

NON ASSECONDIAMO MAI LA VELOCITÀ METABOLICO-CELLULARE

Per te che studi medicina, la gente vive e si scontra con la realtà del proprio corpo, senza rendersi conto di quanto folle sia il suo comportamento. La formula del corpo è semplicemente quella di una moria massiccia e veloce delle cellule, e quindi di un ricambio altrettanto veloce delle stesse. Basilare è dunque una altrettanto rapida fornitura di nutrienti e una proporzionato scarico esterno dei residui cellulari (i veri virus che sono quelli interni e non da demenziali contagi esterni), essendo ciascuna cellula l’equivalente di una città a intenso traffico interno, con fumi, acque reflue, ospedali, bare e cimiteri. Se blocchi anche di un pelo tale processo, metti in crisi l’intero sistema, perché le cellule continuano imperterrite a morire e a ricambiarsi al loro ritmo, senza aspettare minimamente i nostri sporchi e stupidi comodi, le nostre digestioni lunghe e difficili.

FRECCIA ROSSA E LOCOMOTIVE A CARBONE

È un po’ come avessimo sulla rete ferroviaria delle locomotive a vapore da 100 km/ora e dei treni freccia rossa da 300, costretti a frenare in continuazione, con intasamento sistematico lungo i binari. Le nostre cellule sono Freccia rossa, e i mangiatori di cadaveri sono i treni alimentati a carbone.
Una incompatibilità evidente ed eclatante. Una situazione insostenibile.

LE CELLULE RISPETTANO RITMI E TEMPI NATURALI, NOI NO, PER CUI CI INTASANO E CI CANNIBALIZZANO

Se non diamo loro da mangiare bussano violentemente al sistema endocrino e all’immunitario in cerca di cibo, e ci cannibalizzano pure (sia durante il digiuno igienista a stop totale cibo e tanta acqua, che nel semi-digiuno igienista a succhi o succhi 50-50, che nelle diete farabutte low-carb cariche di carne inassimilabile, dove le cellule si mangiano i cuscinetti di grasso lasciando però spaiate all’interno del corpo le tossine associate al grasso, e quindi avvelenando le vittime della Atkins, della indici glicemici Montignac, della Zona, della Mediterranea moderna, della Gruppi Sanguigni e della Dukan).

INSUFFICIENZA RENALE IN COSTANTE AGGUATO

La tendenza all’insufficienza renale è piuttosto comune nella media della popolazione italiana e mondiale, corrotta sempre più dal cibo sintetico, dal cibo alto-proteico, dal cibo cotto, dal cibo secco e concentrato. Popolazione che non sta assumendo nel modo più assoluto le quote di acqua biologica che dovrebbe e che si trovano essenzialmente in angurie, meloni, ciliegie, pesche, melograni, uva, kaki, arance, pompelmi, clementine, cetrioli, pomodori, fragole, mirtilli, papaie, manghi, ananas, banane, pere e mele, oltre che nelle crudità verduriane e tuberiane, cavoli, radicchi, carciofi, finocchi, cardi, patate, zucche, bietole, rape e carote in testa.

NON PROPONGO BEVERONI MA SOSTANZA RIVITALIZZANTE

È per quello che tra le tesine suggerite te ne allego alcune sul crudo. È per quello che mi ritrovo spesso a parlare di centrifugati di carote-sedani-mele, di carote-sedani ananas, di bietole-sedani-mele, di rape-patate-pere e così via. Qualche balordo, residuato della macrobiotica di Oshawa, mi accusa di proporre dei beveroni, come fossi un dietologo per maiali e non per umani.

PROVARE PER CREDERE

Chi mi segue sa che non è così. Già un bicchierozzo o due di carote-sedano-anans, migliorano sensibilmente la salute della gente in tempo invernale, quando scarseggia la frutta acquosa, meloni gialli a parte, che andrebbero adottati ampiamente, lodando chi li produce, chi li trasporta e chi li commercializza. Chiunque insomma che fatichi a metterci a disposizione questo ben di dio.
Nei centrifugati sono aggiungibili due cucchiai di germe di grano e un ciuffo di germogli o anche di verdurine piccanti o selvatiche o curative (germogli alfa-alfa, germogli di soia e simili, tarassaco, malva, crescione, acetosa, piantaggine, rucola, ravanello con foglie, radichetta di zenzero).

TESINE DA LEGGERE

LA SALVEZZA DEL MOMENTO STA NELLE ARANCE PRECOCI E NEI KAKI

Per fortuna che esistono gli agrumi al risveglio, nostri salva-vita invernali. Melograni, uve, kaki, nespole germaniche, pere e ananas ci accompagnano fino a fine febbraio almeno, e questo è molto positivo. Il fatto che esista una tendenza alla crescente presenza di manghi e papaie è di grande importanza. Non potrei sopravvivere in Italia senza i miei 5-6 kaki giornalieri, tanto per fare un esempio. Ovvio che se stai a Singapore e Hongkong, oppure nei paesi della fascia tropicale, Brasile e dintorni, Africa e Sud-Est Asiatico, il discorso cambia totalmente, e puoi inzupparti in mille modi di acqua biologica-zuccherina, cibo essenziale, elettivo e fondamentale per il nostro corpo.

VENIAMO ALLA TUA DIETA

Nel caso tuo, la dieta è presto fatta. Ruoterà su 2 kg di agrumi-banane-meloni di mattina e 1 kg di melograni-uve-mirtilli-kaki a tardo pomeriggio, su pranzo e cena leggeri e semplici, con primo piatto di verdure crude per esordio (condimenti olio extravergine più limone o qualche goccia di aceto balsamico) e secondo di compromesso-cucinato-intelligente (patate, melanzane, zucche, peperoni, cipolle, porri o miglio-saraceno-risointegrale-quinoa, o passato di verdure o pizzetta verdure senza mozzarella o pasta alle verdure e all’aglio-olio-peperoncino).

CENTRIFUGARE PIÙ CHE CUOCERE

Uno o due centrifugati a scelta potranno essere assunti in sostituzione del pasto di frutta a metà mattina o anche del pranzo, per chi vuole calare di qualche etto. Chi vuole invece metter su un paio di chili, o chi ha ambizioni muscolari e sportive adotti pure, sempre di mattina dopo gli agrumi o a metà mattina una sana e super-nutriente crema di avena (farina grezza rollata a freddo, in padellino con latte di riso o di altri cereali scaldati veloce a 60-70 gradi) con aggiunta dei vari semini tipo semi di zucca, girasole, lino, canapa, chia, oppure del pop-corn poppato in casa senza sale-zucchero associato a banana o datteri.

GRUPPO VITAMINICO-B E OMEGA-3

Per un completamento della vitamina F o del gruppo acidi-grassi e Omega-3. basterà la fetta di avocado o anche la manciata giornaliera di mandorle-pinoli-noccioline-noci-anacardi-pistacchi-carrube. Per il gruppo-B, con le determinanti B1-B2-B3-B5-B6-B9, includenti l’immancabile B12, valgono sempre la frutta secca citata, più i germogli, più i semini, più il germe di grano, più lupini, piselli, fagiolini, cereali tutti (da cuocere al dente con preventivo intenerimento nell’acqua).

IL CIBO NUMERO UNO NON VIENE STRANAMENTE MAI CITATO NÉ TANTOMENO MISURATO NEI TEST, ED È L’ACQUA BIOLOGICA

Chi nutre timori di tipo glicemico, ovvero chi sta lottando per patologie carne-causate e medico-causate, tipo diabete e situazioni pre-diabetiche, basterà frenare leggermente sulla frutta dolce e spingere un po’ più sull’acceleratore della verdura cruda, assicurando comunque al corpo il cibo numero uno, mai citato dai medici, che è l’acqua biologica dolce della frutta e, a completamento, l’acqua biologica verde-amara e minerale della clorofilla verduriana, entrambe vitalizzanti, radianti, alcalinizzanti, magnetizzate e in forma organica-assimilabile, oltre che digeribili a costo zero. L’uso costante di topinambur e di aloe (anche centrifugabili) offrirà abbondanza di insulina e inulina vegetale.

UNA STRATEGIA GLOBALE NON PUÒ PRESCINDERE DA NESSUNO DEGLI INGREDIENTI FONDAMENTALI

Riabituare il corpo a piccoli passi ed evitare di appesantirsi. Verificare gradino per gradino le reazioni del proprio corpo e personalizzare la dieta sulla base delle proprie necessità operative ed anche delle proprie priorità gustative. Mai abbastanza ricordata l’importanza della respirazione, del movimento, della traspirazione del pensiero positivo, dell’autostima, del rispetto maniacale a fatti e non parole per l’uomo, l’animale e l’ambiente.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x