AUROBINDO CI DÀ LA GIUSTA RISPOSTA SULLA DEMENZA DELLA CRISI VIRALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Carissimi Valdo e Fiorenza, come vedete, non sono poi così inattivo, vi allego bozza della prossima pubblicazione sul sito Ilmiolibro.it dei Pensieri e Aforismi di Sri Aurobindo. Si tratta di una traduzione italiana cui sono particolarmente affezionato. Entro novembre il testo dovrebbe uscire. Gli aforismi sono più di 600 e compongono nel loro insieme un quadro estremamente interessante, non solo perché alcuni di essi sono del tutto in linea con la visione igienista, ma per l’intera visione della Realtà che ne scaturisce. Aurobindo tra l’altro, in uno dei suoi ultimi scritti prefigurò e descrisse le potenzialità del corpo umano di nutrirsi direttamente di “luce bianca”. In pratica un breathariano ante litteram… Se vi farà piacere, posso presentare il testo alla scuola, dedicando alla cosa anche uno spazio di tempo ridotto.

Vi allego il pdf di parte del testo che verrà pubblicato. Mancano ancora circa un quarto degli aforismi che ho raccolto con cura dalla traduzione italiana di Davide Montemurri, facendo attenzione nel riportare alcuni termini con modalità più comprensibili al pensiero comune di oggi, essendo
l’originale degli anni 1920/30. Ho voluto unire alcune foto, e qualche altro frammento di Sri Aurobindo e della Madre (Mirra Alfassa). Un caro saluto.
Leo


PROFETICI AFORISMI DI AUROBINDO SULLA MEDICINA

399 – Proteggere la salute con ventimila precauzioni è la legge del medico; ma per il corpo, ciò non è né il vangelo di Dio né quello della natura.
400 – L’uomo era un tempo naturalmente sano e potrebbe tornare in questa primitiva condizione se solo glielo permettessimo; ma la scienza medica perseguita il nostro corpo con innumerevoli farmaci e assale la nostra immaginazione con orde voraci di microbi.
401 – Preferirei morire e farla finita, piuttosto che passare la vita a difendermi da fantomatici assedi di microbi. Se ciò significa essere barbaro e oscurantista, sono lieto di abbracciare la mia tenerosa oscurità.
402 – I chirurghi salvano e curano tagliando e mutilando. Perché non cercare piuttosto di scoprire i rimedi onnipotenti e diretti della natura?
403 – Ci vorrebbe molto tempo per curarsi da soli e per sostituire la medicina, a causa della paura, della sfiducia in sé stessi e dell’innaturale fiducia nelle medicine che la scienza medica ha instillato nel nostro corpo e nella nostra mente, facendone la nostra seconda natura.
404 – La medicina è necessaria al nostro corpo malato solo perché il nostro corpo ha imparato l’arte di non poter star bene senza medicine. Persino in queste condizioni, vediamo che la Natura per operare una guarigione sceglie spesso il momento in cui i medici abbandonano il paziente a sé stesso decretandolo come disperato.


RISPOSTA

UN MONDO LETTERALMENTE INCRETINITO HA UN ENORME BISOGNO DI ILLUMINAZIONE

Complimenti Leo per il tuo importante progetto che troverà massima accoglienza presso la nostra Scuola. Tra gli aforismi di Aurobindo si trovano battute non solo profetiche ma anche attualissime sul mondo che stiamo vivendo. Stiamo infatti assistendo a uno sbalorditivo rincretinimento generalizzato a tutti i livelli. Nei giorni scorsi si sono fatti sentire il presidente Mattarella, il premier Conte, il ministro Speranza, il capofila dell’opposizione Matteo Salvini. Non hanno espresso una sola parola originale, innovativa, sensata. Nessuno di essi lo ha fatto, dimostrando di essere degli incapaci totali al limite dell’intontimento. Tutti da ricoverare per stupidità manifesta. Salvini ha addirittura definito i cosiddetti negazionismi come dei matti. Inviterei Salvini a riflettere semmai sulla sua pazzia personale, sia sul piano puramente politico, dove ha sciupato malamente il vantaggio di cui godeva consegnando la conduzione governativa a un opportunista-cinico-calcolatore come Giuseppe Conte, e sia sul piano culturale-ideologico, dove continua ad appoggiare le scelleratezze della medicina convenzionale corrotta e ignorante più di sempre, e le scelleratezze della peggiore categoria di persone del Terzo Millennio, e mi riferisco ovviamente a quella dei virologi di regime.

I MATTI NON MANCANO E STANNO INCREDIBILMENTE AL POTERE, ARROGANTI E INDEGNI

Il matto da ricoverare non è soltanto Salvini capo dell’opposizione in Parlamento, assieme a tutta la compagine governativa, ma anche tutti i suoi governatori, quanto mai arroganti e dittatoriali. Tutta questa gente va fermata e va messa da parte in quanto ha già fatto una marea incredibile di danni al paese e al mondo intero che spesso prende spunto da quanto di pensa, si dice e si fa in Italia. Tutta questa gente si è dimostrata e si sta dimostrando tuttora indegna e incapace. Si è rivolta poi a task force costituite da gente altrettanto indegna e incapace, oltre che legata a interessi economici e a tresche internazionali. E poi, di fronte al popolo che si ribella nelle varie piazze del paese, vengono a piagnucolare sorpresi e scandalizzati, ipotizzando disegni e piani eversivi contro l’Ordine Costituito.

STANNO DANDO IL PEGGIO DEL PEGGIO

Non si sa bene se i protagonisti di questo collasso generale abbiano coscienza e consapevolezza dei loro crimini e delle loro gravissime manchevolezze. Di certo è che hanno saputo dare il peggio del peggio di se stessi. Prima ancora che generare rabbia e disapprovazione, fanno letteralmente pena anche ai sassi. La bontà delle proprie scelte e delle proprie politiche si giudica non solo dalla correttezza teorica dei progetti che si fanno, ma soprattutto dai risultati che si ottengono. E siamo infatti di fronte a un rovinoso collasso su tutti i fronti, economico, politico, sociale, salutistico, scientifico. E mai che nessuno di questi sgraziati protagonisti abbia avuto almeno il coraggio di attribuirsi le proprie responsabilità.

CHI PROVOCA CATASTROFI A RIPETIZIONE VA FERMATO

Che c’entra tutto questo con la alta spiritualità di Aurobindo? C’entra eccome. Troppo bello e scontato condannare oggi le violenze dei facinorosi contro cose e persone. Siamo tutti, cari Conte e cari Salvini, contro la violenza. Ma qui occorre vedere chi sono i veri violenti e i veri facinorosi. Si guardino bene allo specchio, senza maschere e scafandri, e capiranno che la loro faccia di bronzo non si lava facilmente col sapone da bagno e nemmeno col detersivo. Aurobindo ci insegna che tutti siamo fratelli interconnessi l’uno all’altro? D’accordissimo. Ma questo non esula dal fatto che questi soggetti stiano provocando catastrofi una sull’altra, e non esula dal fatto che continuano a ricevere stipendi regolari, garantiti e vergognosamente sproporzionati rispetto alla situazione di precarietà e di fame causata a larghissime porzioni della società in cui vivono.

ALLA GENTE DISORIENTATA E A CHI MALAMENTE LA GOVERNA SERVE UNA CIAMBELLA DI SALVATAGGIO

La materia non è mai avulsa dallo spirito. Occorre dunque affrontare la situazione di petto, usando ogni nostra risorsa. Un maestro carico di spiritualità autentica come Aurobindo ci sta dando importanti spunti. Occorre togliere la spazzatura dal cuore e dal cervello, se vogliamo depurare la mente e capire in quali sabbie mobili siamo finiti, in quale guazzabuglio di follia collettiva ci siamo cacciati. Aurobindo ci sta dando coi suoi semplici e chiari aforismi una ciambella di salvataggio.

LIBERIAMOCI UNA BUONA VOLTA DELLA DEMENZA E DELLA SCHIZOFRENIA CHE CI STA AFFOSSANDO

Quello che manca a chi partorisce decreti e disposizioni a getto continuo, è una corretta visione d’insieme. Conte dice 1 cosa giusta e 10 sbagliate. Salvini ne dice 3 giuste e 7 sbagliate, risultando ancora più pericoloso. Manca la coerenza, manca l’illuminazione. Manca la voglia di andare a fondo nei problemi, la voglia di non accontentarsi delle apparenze esterne. Se vuoi essere alternativa vera devi portare avanti qualcosa di sinceramente innovativo. Si continua a mantenere intatto e indiscusso il dogma del virus Covid assassino. Si continuano a snocciolare statistiche ridicole e manipolate, attribuendo al Covid misfatti inesistenti. Si continua a supplicare l’arrivo di un vaccino salvatore che non esiste e che non esisterà mai. Si continuano a predicare distanziamenti sociali, mascherine, tamponi, medicinali sperimentali di nessuna reale efficacia. Un manicomio vero e proprio dove domina il non-senso, il dogmatismo, il pensiero unico e la superstizione.

ENORMI RESPONSABILITÀ DELLA MEDICINA CONVENZIONALE

Noi, caro Salvini, apparteniamo alla Health Science e non alla debosciata Medical Science Convenzionale che non esiste nemmeno come scienza ma solo come Tecnica di Intervento e di Interferenza, come Abilità Chirurgica e niente altro che quello. Non siamo violenti, non siamo dogmatici, non siamo matti e non siamo negazionisti nel senso degenere da te inteso. Non neghiamo che esistono batteri e virus. Neghiamo invece fortemente che essi abbiano responsabilità diretta nelle malattie umane e, armati di buonsenso e di prove alla mano, affermiamo l’innocenza batterico-virale. Sul cosiddetto Covid in particolare esistono prove evidenti di manipolazioni dei dati, di montature, di operazioni strategiche-politiche-militari-commerciali.

IL CASO ARGENTINA DIMOSTRA IN MODO ECLATANTE CHE L’INTERO PACCHETTO CORONA-VIRUS È UNA FOLLIA

Se voi aveste mente aperta e un pizzico di buon senso, non citereste in continuazione i dati e i provvedimenti che si fanno in Francia, Spagna, Germania e Inghilterra, quasi a dimostrare che pure loro fanno le stesse cose e che dunque esiste un alibi giustificativo a favore di quanto si fa in Italia. Tutti i dati mondiali sono falsati e manipolati. È chiarissimo ormai che ogni cittadino del pianeta porta segni della presenza di tutti i batteri e di tutti i virus esistenti, ma che questo non significa niente. Tutti portatori di tutto, quando si facessero però dei test veri e affidabili. Come mai nessuno cita il caso dell’Argentina che ha chiuso tutto da 7 mesi, esercitando un furibondo lockdown e applicando alla lettera tutto il pacchetto simile al nostro, e che si ritrova con risultati ancora peggiori dei nostri? Dove sta dunque il vantaggio e il senso logico dei distanziamenti, delle chiusure, del coprifuoco, dei tamponi, delle mascherine?

O SI CAMBIA TOTALMENTE MODO DI PENSARE O RIMANIAMO TUTTI INTRAPPOLATI

La smettiamo o no di parlar di contagi, di infetti, di monatti e di untori? La smettiamo o no di gridare Al Lupo al Lupo? La smettiamo o no di spaventare la gente con un contagio che non esiste se non nella bacata e irreligiosa mente dei poveri di spirito? La smettiamo o no di svalutare l’uomo e di minare la sua autostima, oltre che la sua fiducia in se stesso e nel prossimo? La smettiamo o no di parlare di morti e di infetti, di malattie e di tamponi, dimenticando che, in forza della Legge di Attrazione, si attraggono così le peggiori disgrazie? Ecco dunque la necessità della assistenza spirituale che il grande Aurobindo può distribuire a piene mani. Fin quando crediamo ai venditori di fumo, che si chiamino Bill Gates, Anthony Fauci o Roberto Burioni, e ai sotto-venditori di fumo, che si chiamino Matteo Renzi, Zingaretti, Bonaccini, Zaia, e tutti gli altri, non andremo un singolo passo avanti. Grazie Leo per aver ripristinato la figura di Aurobindo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
7 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
7
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x