BIMBO MAGNIFICO E LEZIONE ESEMPLARE ALLE MAMME DEL MONDO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

STORIA DI COPPIA VEGANA, DI UN RAGAZZO CON TUMORE INTESTINALE E DI UNA BRIGLIADORI GUARITA DA CANCRO AL SENO

Ciao Valdo, Anziché chiederti consigli voglio raccontarti la nostra storia di coppia e di genitori vegani. Silvia ed io cominciamo ad affacciarci al Vegan nel 2010, quando ad un mio amico viene diagnosticato un tumore all’intestino. Mi chiedo intanto, come è possibile che ad un ragazzo di 30 anni venga una malattia così brutta e difficile? Per cercare risposte mi imbatto prima in un articolo in cui si raccontava dell’attrice Brigliadori, guarita dal cancro al seno solo con l’alimentazione, senza cure mediche.

ALIMENTAZIONE NATURALE E STUDIO INTENSO DEL TUO BLOG

Il passo verso il tuo blog è stato rapido, ed è stato seguito dall’acquisto del tuo libro Alimentazione Naturale, che oggi tengo come la bibbia e consiglio a tutte le persone che si incuriosiscono al nostro mondo. Quindi la mia compagna ed io intraprendiamo la nostra strada, fatta di cambiamenti radicali, problemi con i genitori e la società in generale. Al nostro diventare Vegan si associa ovviamente la completa diffidenza e sfiducia verso la medicina ufficiale. Dal 2011 diventiamo praticamente vegani e decidiamo di avere un bimbo.

GRAVIDANZA SERENA CON SPINTE VANE VERSO LE CARNI AL SANGUE E GLI INTEGRATORI

Silvia rimane incinta subito e qui cominciano gli atti terroristici di parenti e medici. Ci dicono che nostro figlio non sarà sano, avrà problemi di vario tipo, problemi che si potrebbero ovviare assumendo integratori o mangiando della buona carne rossa. Ovviamente noi continuiamo per la nostra strada. Silvia passa 9 mesi in totale tranquillità, mai vomito, mai nausea, solo qualche problema negli ultimi giorni a causa della pancia. Niente di tutto ciò che ci era stato raccontato e a cui eravamo quasi rassegnati.

UN BAMBINO MAGNIFICO TRA LE MANI

Arriva il momento del parto. Silvia entra in ospedale tre giorni dopo il termine. Viene ricoverata per contrazioni ogni 2 minuti. Dopo 4 ore Alessandro era già tra le nostre braccia. Anche qui un parto tranquillo. Niente a che vedere con le tragedie raccontateci dalle altre mamme. Alessandro nasce di 2.750 e lungo 49 cm, in splendida forma. Nasce però con liquido tinto e i dottori partono subito con la cura antibiotica per via orale.

UN TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DI TROPPO, CON SFURIATA VERSO LA DIRETTRICE SANITARIA

Come ho fatto notare subito ai medici, mio figlio ha cominciato ad essere inappetente e apatico appena ingerito il medicinale. Allora viene spostato in terapia intensiva. Purtroppo non abbiamo retto. Il terrorismo dei medici ha fatto colpo. Ale resta in terapia per 10 giorni e fa 7 giorni di antibiotico, dopodiché, a seguito di una mia sfuriata contro la direttrice sanitaria, ce lo dimettono.

VACANZA AL MARE E SVEZZAMENTO SOTTO LO SGUARDO DELLA DR DE PETRIS

Dopo 20 giorni dalla nascita andiamo al mare. Ale è allattato esclusivamente al seno, a volte beve succhi di frutta centrifugata e sta benone. Prende 1,200 kg in un mese e così rientra nelle tanto care tabelle percentuali, per la felicità dei nonni. A 4 mesi incominciamo a somministrare cibo che non sia il latte, perché purtroppo Silvia deve tornare al lavoro quando Ale avrà 6 mesi e vorremmo abituarlo a mangiare anche le pappe. Ale viene seguito dalla dr Michela De Petris, la quale ci indica come svezzare correttamente nostro figlio. Va tutto benissimo. Ale mangia ma non rinuncia mai alle sue tre poppate giornaliere. Così fino ai 9 mesi, quando lui personalmente sceglie di non volere più il latte materno. A 8 mesi spunta il primo dentino e ora ne ha fuori 6.

FEBBRE, DENTIZIONE E FECI ACIDOGNOLE

In questi 12 mesi mio figlio ha avuto A) Febbre a 39 per tre giorni con puntini rossi sul corpo, non curata se non con pasti esclusivamente di frutta centrifugata o grattugiata. B) Fastidio ai dentini ma niente febbre, niente irritazioni varie, a volte solo un po’ di feci acide, ma tutto comunque molto blando e, a quanto vediamo, sopportabile.

NESSUN FARMACO E NESSUN VACCINO

Il bimbo non ha mai preso un farmaco, a parte purtroppo l’antibiotico in ospedale. Ovviamente non è vaccinato. Anche lì, dopo vari scontri con l’ASL, hanno finalmente capito che ci devono lasciare in pace, e che non avranno nostro figlio! Fa i controlli trimestrali previsti dal pediatra perchè non vogliamo essere visti dalle autorità come genitori che non si preoccupano per il piccolo. È assurdo dover dimostrare a terzi certe cose, come suggeritoci da Comilva.

UN BAMBINO SPETTACOLARE A VEDERSI

Nostro figlio è lo specchio della salute, è vispo, presente, parlucchia e comincia a camminare da solo senza aiuti. Uno spettacolo davvero. Mi chiedo solo come fanno gli altri genitori a vedere i loro figli sempre malati, sempre pallidi, sempre apatici e con mille problemi. Infine ci tengo a dirti che abbiamo letto il libro “Smetti di reprimere tuo figlio” e lo stiamo seguendo alla lettera. Nostro figlio è serenissimo e ci rendiamo conto che fa da solo quei passi che normalmente i genitori forzano, tipo l’allattamento ad esempio. Ascoltare i suoi bisogni è la prima cosa da fare secondo noi.

STIAMO GIOENDO PER IL NOSTRO ALE E PER LE SCELTE FATTE

Tirando le somme posso dire solo una cosa. Grazie Valdo! Grazie per il tuo insegnamento sostenibile e vegan-tendenziale, grazie all’igienismo naturale che stai promulgando magistralmente. Stiamo vivendo in modo intenso la nostra vita. Stiamo godendo appieno il nostro piccolo. Una creatura che non sa cosa vuol dire soffrire, ma sa solo quello che un bambino di un anno sarebbe tenuto a sapere, e cioè che la vita è divertimento e amore.

SIAMO A TOTALE DISPOSIZIONE DEL PUBBLICO

Spero che pubblicherai la nostra storia, in modo che faccia stare un po’ più sereni quei neo genitori che, presi comprensibilmente dalla paura, si lasciano troppo spesso traviare da medici e nonni, da pediatri e ostetriche. Se qualcuno vuole confrontarsi puoi anche inserire la mia mail se vuoi. Risponderemo in qualità di “Genitori contro il sistema”. Mi sono rendo conto di quanto importante sia parlare e dialogare con i propri simili. Anche a noi è servito molto, per cui ringraziamo anche la Rosanna! A presto.
Carmine e Silvia ([email protected])

*****

RISPOSTA

UNA LEZIONE ESEMPLARE ALLE MAMME DEL MONDO INTERO

Ciao Silvia e ciao Carmine. Che devo dire se non farvi vivissimi complimenti per come avete impostato il vostro progetto e per come state allevando il piccolo Ale. Ammirevole pure la vostra trasparenza e la vostra disponibilità verso gli altri. Siete tra i pochissimi che mi autorizzano a pubblicare la mail con tanto di indirizzo allegato, una dimostrazione di grande civiltà, oltre che un esemplare insegnamento verso mamme e padri, verso nonni e familiari, verso pediatri dallo spirito libero e aperto o comunque disposti a diventare più amici e meno satrapi nei riguardi di quelle coppie che, tra mille difficoltà, si accingono a generare nuove vite.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
2
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x