COME DIFENDERSI DAL VACCINO COVID?

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Buongiorno dottore, Spero che stia bene. Sono Ivan, quello che ha ricevuto da lei i consigli per il mio glaucoma. Vorrei chiederle un paio di cose, e cioè cosa devo fare contro i vermi intestinali che penso di avere. Questi possono originare cistite o prostatite?

E poi, se i delinquenti che abbiamo al governo ci costringessero a vaccinarci per il covid, al di là delle proteste, come ci possiamo difendere? Grazie.
Ivan


RISPOSTA

Per i problemi con i vermi intestinali ti rimando a questa tesina del 14 settembre 2020 dove parlo delle cause e delle soluzioni naturali ai problemi di parassiti intestinali.

IL LAVAGGIO DEL CERVELLO È PURTROPPO ALL’ORDINE DEL GIORNO

Per quanto concerne il Covid invece, la malattia inventata ed ingigantita ad arte dal regime sanitario assoldato pesantemente dai grossi poteri, il discorso è più complesso. Se una persona ha subìto il brain-washing o il lavaggio del cervello da parte dei media-mainstream e delle istituzioni, per lei c’è ben poco da fare ed è pressoché spacciata. Questo mio messaggio suonerà strano, storto, sballato, irreale ed inaffidabile. La sua mente ha subìto una pressione e una manipolazione continuata dei dati e dei concetti da parte di un sistema infido e cinico, gli è stata sottratta ogni facoltà, ogni libertà di giudizio aperto e indipendente. Come diceva Yuri Bezmenov, per quanto tu gli presenti su un piatto d’argento l’essenza vera, la sostanza delle cose, non le saprà cogliere e percepire. Fatica sprecata.

SFRUTTARE LE ENORMI DOTAZIONI A DISPOSIZIONE, INCLUSO IL TERZO OCCHIO

Per chi non si abbevera presso tali fonti inquinate, per chi è ancora disposto a fare buon uso della parte destra del suo cervello, della materia bianca, della pineale e del Terzo Occhio, oltre che del comune buon senso, la situazione è ben diversa. Ed è a questa fetta sana non compromessa della popolazione a cui mi rivolgo. Occorre per prima cosa andare al di là di quanto dicono le apparenze e di quanto ci stanno propinando con estremo cinismo le fonti ufficiali della pagliacciata virale e vaccinatoria in corso. Occorre ristudiare dalla A alla Z come funziona il corpo umano, quali sono le sue dotazioni e le sue autentiche esigenze. Tutte cose che sono familiari e comprensibili a chi segue e pratica la Health Science Naturale ed Igienista, mentre risultano ostiche, estranee e scomode a chi sta dalla parte opposta, ovvero dalla parte della Medicina Convenzionale Monatta-Untrice-Azzeccagarbugli dei nostri giorni. Occorre rileggere con spirito critico e aperto l’intera narrativa pro-vaccinale e mettersi in testa che le leve del potere economico-politico-bancario-mediatico sono tutte interconnesse e tese a mantenere inalterata la situazione globale di un mondo dominato dai pochi, da una minoranza di privilegiati.

MALATTIE E MALESSERI INDISPENSABILI PER LA SOPRAVVIVENZA DEL SISTEMA

Lo scopo primario della coalizione dominante è di ridurre drasticamente di numero la popolazione mondiale, di spossessarla di ogni autonomia e libertà economica, di toglierle ogni potere monetario di acquisto, di tenerla sotto controllo asfissiante e dittatoriale. Questo è il succo della questione.

Chiedersi a questo punto cosa sono i vaccini, cosa contengono, chi li produce e perché li produce diventa un esercizio banale. Le informazioni non mancano. Ho scritto e pubblicato centinaia di articoli sul mio blog. Basta consultarli senza pregiudizi. Troppo evidenti gli imbrogli e le farse, le manipolazioni e i giochi sporchi imbanditi intorno a questo orrendo e vergognoso commercio a danno della salute e dell’equilibrio fisico, mentale e spirituale della popolazione che studia, che lavora e che produce.

STIAMO ALLA LARGA DALLA DELINQUENZA SANITARIA

Nessuno al mondo è autorizzato a mettere le mani sul nostro corpo senza il nostro libero assenso. Questo è un principio universale e invalicabile. Cosa fare? Zero credito alla Medicina Convenzionale al potere, che rappresenta poi il 95% della Medicina. Zero credito per essersi venduta al potere economico di Big Pharma, per essere ormai collusa corpo e anima con la Peggiore Delinquenza Sanitaria mai apparsa sulla terra. Stare dunque alla larga dai medici e dagli ospedali se non nei casi di reale e indilazionabile emergenza. Stare alla larga da farmaci, vaccini e integratori sintetici. E che nessuno osi avvicinarsi armato di pillole, di siringhe e di strumenti cartacei o digitali con progetti di pressione e di coercizione. Serve una ribellione decisa e determinata a difesa della nostra integrità e dei nostri diritti inviolabili.

TORNIAMO A UN MONDO LIBERO E NATURALE

Mi è appena giunta una mail da parte del prof Giuseppe Altieri, noto ed agguerrito agroecologo, che mi ha girato una mail di Maurizio Blondet, dal titolo “Consigli Utili per Tutti”, una specie di manuale sintetico Salvapelle, per proteggersi nel contempo dal Covid, dalla Malasanità, ovvero per tornare al Mondo Libero e Naturale. Lo ripropongo alla fine di questo mio articolo, condividendone lo spirito e i contenuti, ma non tutti i dettagli. Blondet ha infatti messo assieme le opinioni di alcuni medici coraggiosi e contro-corrente ammirevoli quanto si vuole, ma sempre medici in tutto e per tutto. Medici che non credono alle cure micidiali messe in campo dalla medicina anti-Covid, ma che credono tuttavia ad altri tipi di cure farmacologiche e vaccinali e, chi crede ad altre cure, crede pure alle panzane del mostriciattolo virale da distruggere ed annientare con ogni metodo possibile. E credono pure nelle integrazioni di vitamina C e D, che implicano pesanti effetti collaterali.

Valdo Vaccaro


CONSIGLI UTILI PER TUTTI – di Maurizio Blondet

 “Che te lo dico a ffa’?”

(riporto conclusioni dei dottori Manera, Salvucci, Sestini, De Donno, Tarro, De Monte, Montanari).

*Sappiate che il problema centrale di questa infiammazione ai polmoni è se si formano trombi, e voi non lo sapete. In questo caso le difficoltà respiratorie aumentano e, come conseguenza, si sarà orientati ad affidarsi a un ospedale. Qui prima di curarvi vi faranno aspettare 3-5 giorni per l’esito del tampone e nel frattempo l’infiammazione divampa ancora.

Quando finalmente si decidono a prendersi “cura” di voi, vi daranno l’eparina, che è efficace più a prevenire la formazione di trombi che a scioglierli, e vi attaccheranno un ventilatore polmonare, che, in presenza di trombi, dà embolia e vi brucia o perfora i polmoni.

PER RASSICURARVI E FARVI STARE SERENI:

  1. se seguite la “Sintesi salvapelle”, che leggerete a seguire, dall’inizio di sintomi particolari, non si formerà nessun trombo e guarirete a casa semplicemente;
  2. nel caso i medici di base non vi seguissero o non prescrivessero, denunciateli;
  3. se doveste invece ritrovarvi nella fase critica e vi affidate a un ospedale:
    • andateci con un avvocato;
    • pretendete prima di tutto l’analisi dei parametri di coagulazione per sapere subito se si sono formati trombi;
    • nel caso si siano formati, PRETENDETE trattamento con urochinasi, che scioglie i trombi, e sottraetevi alla ventilazione fin quando non è certo che si siano sciolti (ma in questa condizione la ventilazione potrebbe anche non essere più di nessuna utilità);
    • ricordate inoltre che in casi gravi si sono rivelate risolutive terapie come quella plasmatica, che utilizza gli anticorpi dei guariti, e l’ozono-terapia che scioglie i trombi grazie all’ozono che va ad essere aggiunto al sangue del paziente;

SINTESI SALVAPELLE

  • no paracetamolo (tachipirina) perché riduce il glutatione che limita l’infiammazione;
  • no all’inizio cortisone perché riduce la risposta immunitaria, ma come antinfiammatori usare aulin o brufen associati a gastroprotettori;
  • si vitamina C e D e antibiotico zitromax;
  • se dopo qualche giorno la situazione non migliora, efficace sarebbe la somministrazione di idrossiclorochina (plaquenil), buon antinfiammatorio. Sì al cortisone poi se la febbre non scende e a eparina a basso peso molecolare (clexane). Si ricordi che l’eparina più che sciogliere i trombi li previene. Quindi se si ritiene che si siano già formati occorre l’urochinasi come trombolitico.
  • in casi estremi optare per la terapia plasmatica, ovvero per il sangue dei guariti contenenti anticorpi o, in alternativa, per la ozonoterapia che consiste nel prelevare sangue del paziente e arricchirlo di ozono. Il sangue, reintrodotto, con l’ozono va a sciogliere i trombi;
  • no ventilazioni polmonari. Portano a morte in presenza di tromboembolia;

COSA ACCADE IN GENERE

Paziente con sintomi e febbricitante. Tachipirina che peggiora l’infiammazione e cortisonici che abbassano le difese immunitarie. Problemi respiratori e ricovero in ospedale. Tampone il cui esito si ha dopo vari giorni, permettendo, senza cure mirate, all’infiammazione di dilagare ancora e di compromettere ampiamente il tessuto polmonare. Per conoscere lo stato del paziente non è necessario avere l’esito del tampone, perché per sapere se ha trombi già formati basterebbe andare a valutare i parametri di coagulazione e quindi agire mediante urochinasi e non con eparina e ventilazione nel momento in cui si saprà l’esito del tampone in ritardo e che questo risultasse positivo.

L’eparina non ha effetto significativo su trombi già formati, mentre la ventilazione in condizione di tromboembolia brucia o perfora i polmoni e dà morte certa.

PERCHÉ SE LE CURE SI CONOSCONO NON VENGONO APPLICATE?

Molti medici di base non seguono adeguatamente il paziente nella prima fase permettendo il dilagare infiammatorio ai polmoni. Quando il soggetto compromesso arriva in ospedale, e non dovrebbe arrivarci se avesse avuto un buon medico, tra tempi perso a casa e quello ulteriormente perso, anche 3-5 giorni in attesa di esito tampone, viene trattato, una volta risulta to positivo, con cortisone ed eparina, anziché valutare se ha già formato trombi, e subito anche con ventilatore polmonare: IN POCHE MOSSE UN SOGGETTO CHE FINO A 15 GIORNI PRIMA STAVA BENE, per assenza di cure cronologicamente e qualitativamente oculate  SI RITROVA CADAVERE.

A proposito di terapie efficaci, qualcuno saprebbe dire per quale motivo è scomparsa nel dimenticatoio la terapia plasmatica insieme all’ ozonoterapia? Eppure funzionavano alla grande! Anche i ventilatori funzionano, ma per tutt’altri scopi da quelli di voler curare.

Come mai dopo tanti mesi tutta questa chiamiamola strana “disorganizzazione”?

Maurizio Blondet

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
3 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
3
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x