DIETA ADEGUATA PER POST-COLECISTECTOMIA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ASPORTAZIONE AFFRETTATA E SCONSIDERATA DELLA CISTIFELLEA

Gentile Dr Vaccaro, le scrivo su suggerimento di una collega vegana e dopo aver dato una letta ad alcuni suoi scritti su internet. Un mese fa circa mi sono operata di colecistectomia. Avevo vari calcoli che iniziavano a dare fastidio e non ho sparso abbastanza la voce per evitare l’operazione.

FATTO TRAUMATICO, CON OPERAZIONE PIÙ SUBITA CHE SCELTA

È stato un fatto per me abbastanza traumatico perché, ritenendo di essere in grado di farcela senza operazioni,ho dovuto poi rinunciare ai miei ideali e sottomettermi all’operazione. A questo punto il danno è fatto, purtroppo.

MI SERVE UNA DIETA CONTRO OGNI TIPO DI CALCOLI

Però avendo anche scoperto di avere dei noduli alla tiroide e sapendo anche che i calcoli potrei ancora formarli in altri organi, mi piacerebbe molto, anzi vorrei proprio riuscire ad evitare ogni altra possibile intrusione nel mio corpo e seguire una dieta che mi aiuti a tenere sotto controllo la produzione di questi calcoli e di questi noduli. Le chiedo quindi aiuto!

MIO ATTUALE MENU GIORNALIERO

La mia dieta quotidiana è più o meno questa. Prima colazione: 1 kiwi o spremuta di arancia, orzo solubile sciolto in acqua con 1/2 cucchiaino di fruttosio o miele, 2 formelle di Weetabix (frumento integrale), 4/5 biscotti integrali. Pranzo: quando riesco mi porto verdure crude o cotte in ufficio, altrimenti purtroppo panino, ma sempre comunque con verdura. Cena: pasta molto spesso, potage di verdure, verdure cotte, a volte petto di pollo o carne.

UOVA, LATTE E FORMAGGI GIÀ ELIMINATI

Da prima dell’operazione ho eliminato le uova, e da dopo l’operazione sto evitando latte e formaggi. Le sarei molto grata se potesse mandarmi una risposta! La ringrazio fin da ora per l’attenzione. Distinti saluti.
Livia Cesaroni da Roma

*****

RISPOSTA

CURARE DI PIÙ LA BASE INFORMATIVA

Ciao Livia, la prima raccomandazione è quella di dedicare un’ora al giorno almeno alla lettura del blog, nella misura in cui intendi seguirmi. Usa pure come motori di ricerca parole tipo calcoli, reni, fegato, dieta, noduli, per una questione di aggiornamenti globali e per entrare nel vivo dei temi che trattiamo.

TROVO ALQUANTO PRECARIO IL TUO ATTUALE MENU

Il tuo menu non è certamente valido. Per ridare vitalità al sistema epatico-biliare, devi puntare su una dieta viva e vivificante, con zero carne e con massimizzazione di frutta acquosa, oltre che di succhi vegetali.

PIÙ SPAZIO ALL’ACQUA BIOLOGICA

Via pertanto orzo solubile, formelle e biscotti che tolgono spazio a una bella centrifuga di carote-sedano-ananas o a mezza anguria, o a 2 melograni. Adotta semmai del pop-corn fatto in casa, oppure delle gallette di riso, di miglio o di grano saraceno, associando il tutto a tre fichi o a 3 datteri, o a una banana, o a dell’avocado.

CONSIGLI PER IL PRANZO

Per il pranzo, va bene il panino imbottito di verdure crude, pomodori secchi e crudi, radicchietto, rucola, carciofini, olive, melanzane, pinoli, ma precedilo di mezz’ora con un bel grappolo d’uva, o una fetta d’anguria. Sempre sul lavoro, tieniti una scorta di mandorle e di uvetta secca d’inverno, tre vasetti di mirtilli, lamponi, more, più scorta di uva (2 grappoloni almeno, d’estate), un paio di yogurt alla soia.

CONSIGLI PER LA CENA

Per la cena, dopo un primo piatto di radicchietto e pomodori grandi maturi e affettati o altra crudità di tuo gradimento, vada per un passato di verdure, o per delle patate, o anche gnocchi, o pizzetta, o sfarinata di ceci, o fagiolini verdi. Includere pure qualche nocciola, qualche seme di girasole, di lino, di zucca.

PIÙ LE SOLITE REGOLE

Senza mai dimenticare le altre regole standard della scienza igienistica, vale a dire il movimento, le camminate, il nuoto in acqua preferibilmente di mare, la respirazione rivoluzionata, resa da noi ritmica e profonda e non più corta ed ansiogena, l’esposizione solare, il pensiero positivo, l’autostima, la voglia di vivere trovando motivazioni e spunti, scoprendo ragioni e stimoli, apprezzando i lati buoni dell’esistenza nonostante le troppe cose balorde che ci tormentano giornalmente.

SOSTANZE AMICHE E SCACCIA CALCOLI

Succhi di mela e limone, di ananas e limone, centrifugati di carota, con aggiunta alternata di patata cruda, di aloe, di ortica, malva, zenzero, tarassaco, e si dà un saluto alla calcolosi. Ottimi il carciofo crudo, finocchio crudo, ravanello nero e rosa, crescione, ciliegia, rucola, ribes, sedano, uva, prezzemolo, rafano, nespola, melone, dolcetta o valerianella. Più stiamo preferibilmente sul crudo e meglio è. Siamo fatti di acqua e l’obiettivo è irrorare il nostro corpo di acqua biologica e assimilabile. Ti consiglio di leggerti il blog e di inserire come motori di ricerca parole come fegato, cistifellea, bile, calcoli, alimentazione.

SOSTANZE NEMICHE

Sale, zucchero raffinato, integratori, acque alcaline, acque oligominerali, cole, bibite, verdure stracotte.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.