Seleziona una pagina

FERRITINA IN ECCESSO E METODI PER ABBASSARLA

da 20 Mar 2012Malattie ematiche e disturbi immunitari

LETTERA

VEGETARIANO CON IPERFERRITINEMIA

Ciao Valdo, ho un problema di ferritina alta pur essendo vegetariano. Possiedo tutti i suoi libri ma non trovo risposta a questa anomalia segnata da ferritina alta e ferro regolare. Uso solo verdure, ma non la vedo scendere. Cosa fare per ridurla ai giusti livelli? Le sarei grato se mi inviasse una sua risposta.
B.M.

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE DI FERRITINA

Ciao B.M., premettiamo che ferritina non vuol dire ferro. La ferritina è infatti una molecola formata da un guscio proteico contenente un massimo di 4500 atomi di ferro. La ferritina è caratterizzata da una quota intracellulare e da una quota extracellulare, ed è in stretto rapporto coi depositi di ferro dell’organismo (1 ng di ferritina sierica corrisponde a 8 ng di ferro presente nei tessuti). La ferritina è una proteina che in tutti gli organismi viventi svolge la funzione di immagazzinare il ferro e di rilasciarlo in caso di necessità. E’ prodotta dal sistema reticolo-endoteliale (o sistema reticolo istiocitario o fagocitico mononucleare) ed è catabolizzata dal fegato.

VALORI NORMALI DI FERRITINA

La ferritina si trova soprattutto nel fegato che è autentico magazzino per il ferro, nella milza, nel midollo osseo, nel miocardio, nella placenta, nel sangue, ed anche nei tessuti tumorali. La quota normale di ferritina è 60-400 ng/mL per l’uomo, 15-150 per la donna fertile, e 30-400 per le donne in menopausa. Per la cronaca, la sideremia prevede 60-160 mcg/dL per l’uomo e 40-140 per le donne.

FATTORI CHE REGOLANO LA PRODUZIONE DI FERRITINA

Il contenuto di ferro nelle cellule è basilare. Se esso aumenta la ferritina aumenta e viceversa. Ma la ferritina aumenta anche nei casi di infiammazione di qualche organo, o comunque in caso di infiammazioni e di malattie acute o croniche, ed anche in caso di neoplasie in formazione iniziale o avanzata, La ferritina infatti viene usata anche come marker tumorale. L’aumento di ferritina dipende dagli stati di sovraccarico di ferro, qualunque sia la causa. Nelle necrosi epatiche, nelle cirrosi, nelle epatiti acute e croniche, si produce iperferritinemia per la funzione primaria che ha il fegato come organo di depurazione del ferro. Un fattore di aumento ferritina è l’uso di integratori e di B12.

FATTORI DI ABBASSAMENTO

Non si dovrebbe mai tentare di risolvere degli squilibri mineralvitaminici con gli integratori, questa è la realtà. Stessa cosa con la ferritina. Questi interventi correttivi sono sempre di tipo sintomatico e dunque non risolutivo. Occorre andare sempre alla radice dei problemi, alle loro cause.

Affinchè la ferritina si abbassi occorre che calino le infiammazioni, si chiamino esse coliti, epatiti, nefriti, flebiti, riniti, e così via. Essere vegetariani e persino vegani non basta. Occorre evitare la cottura dei vegetali e occorre bloccare ogni assunzione di integratori. Rendere dunque il sangue più fluido e assumere frutta e verdure crude a volontà, puntando non a specifici risultati, ma al riequilibrio generale dell’organismo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

4 Commenti

4 Commenti

  1. Emma

    Egregio Sig: Vaccaro, la domanda del suo interlocutore è simile a quella che avrei voluto porle io e, pur essendo la sua risposta esaustiva, mi permetto segnalarle il mio caso per chiederle, secondo il suo giudizio, se possa essere adatta anche a me: sono una nonna di 62 anni, con un'alimentazione scarsissima in carne, prediligo verdure cotte o crude e soprattutto molta frutta. Attualmente ho una paralisi del VII n.c. in risoluzione e dagli esami ematici, riscontro una ferritina a 381 mentre globuli rossi , emoglobina e sideremia sono normali. Colesterolo a 274, trigliceridi 230 e glicemia 79. Sto assumendo SUPERLALA 800, integratore a base di vitamine del gruppo B e altri componente neuroprotettori e ho appena terminato l'assunzione di Deltacortene 25 x4 gg,12,5 x4gg,5x4gg e2,5x4gg. Anche il mio medico non sa spiegare come mai questo valore sia così scostante dagli altri. Le sarei grata se mi desse un consiglio se approfondire o se anzitutto provare a smettere l'integratore che dovre assumere per 1 mese. Grazie

    Rispondi
  2. Maddalena Pisanu

    salve io ho un grosso problema,ma nessun(medico) sa dirmi cosa devo fare.ho l'emoglobina a(8)e la ferritina a (800)può darmi qualche consiglio grazie

    Rispondi
  3. Carmine Ianzano

    …ma essendo uomo ed avendo risocntrato un valore di 451 ng/ml , mi devo preoccupare ? che posso e devo fare?
    grazie

    Rispondi
  4. "Cactus"

    Avevo la ferritina alta, ..ho fatto un esame genetico e ho scoperto di avere l'emocromatosi. Sono portatore sano con modifica di un solo gene. Faccio da sempre molto sport, faccio attenzione ad assumere ferro solo di origine vegetale e poco di origine animale, pochissimo alcol. Ogni 3 mesi donazione del sangue. E tutto è rientrato nei limiti

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: