FUTURA MAMMA AVVILITA PER CANDIDA E SOTTOPESO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

STO ALIMENTANDOMI CON CIBI VIRTUOSI E DEPURATIVI

Ciao Valdo, ci siamo sentiti poco tempo fa per via della mia gravidanza e del mio rifiuto dei cibi crudi, nonché di creme d’avena e frutta secca. In questo periodo ho preferito i cibi cotti e le paste integrali o senza glutine, cercando di mangiare quello che il mio fisico richiedeva. Mi preme sottolineare che non ho mai mangiato dolci, zuccheri, carne, formaggi o uova. Non riesco a sopportare la crema di avena. Il mio corpo la rifiuta.

UN MENU INAPPUNTABILE

La mia giornata prevede spremuta al risveglio, ore 9 due mele, ore 11 una banana. Pranzo con verdura cotta, al forno, patate, pasta di mais o riso integrale con sugo vegetariano. Pomeriggio, se ho fame, frutta. Cena verdure con gallette di riso integrale o patate.

FASTIDIOSA CANDIDA E FORTE CALO PONDERALE

I problemi che ora stanno emergendo sono due: 1) Una fastidiosa Candida. Ne ho sempre sofferto, ma mi era passata con il crudismo. Ora mi è tornata. Con bruciori, pruriti dietro e davanti. 2) Calo di peso fortissimo visto che non ho molta fame. Peso 47 kg per 1,70cm. Sono troppo magra. In più con questo tempo piovoso e con alluvioni annesse non riesco a muovermi, a camminare e per la maggior parte del tempo sono seduta in ufficio.

MALESSERE E TIMORI PER LA SALUTE DEL FETO AL SECONDO MESE DI GRAVIDANZA

Cosa posso fare? Davvero sto male e ho paura di mettere a repentaglio la salute del mio bimbo. Sono al secondo mese. Ma purtroppo il mio fisico sta rigettando le cose più sane. Quindi ti lascio immaginare il mio stato d’animo. Sono demoralizzata!!!! Spero che il tuo buon cuore possa aiutarmi con qualche gradito consiglio. Un saluto caro da Padova.
Elena

*****

RISPOSTA

ONDATE ELIMINATIVE MASSICCE E SPALLE PICCOLE PER SOPPORTARLE

Ciao Elena, La precedente mail a cui ti riferisci è “Crudismo difficile in fase di gravidanza“. Comprendo il tuo stato d’animo e la tua demoralizzazione. È la solita questione delle ondate eliminative che seguono le buone scelte di tipo detossificante. Uno si aspetterebbe il premio immediato per i suoi sacrifici e per l’abnegazione dimostrata a favore del proprio organismo, e invece si ritrova stracarico di dolori, di paure e di delusioni. Quasi uno scherzo di cattivo gusto da parte dei meccanismi immunitari. Eppure, te lo assicuro, la colpa non è di questi ultimi.

ALIMENTARSI CON BUON APPETITO E CON DETERMINAZIONE

Il tuo sottopeso poi è sicura fonte di debolezza e di depressione, per cui va decisamente contrastato. A questo punto me ne frego altamente del veganismo, del vegetarianismo e del crudismo. Nei soggetti sottopeso esiste sempre una traccia di anoressia che va stroncata senza se e senza ma. Evita la carne sì, ma punta ad alimentarti con i cibi di tuo gradimento. L’appetito vien mangiando è un proverbio sempre valido. Procedi con determinazione e con saggezza, senza cadere ovviamente nella bulimia.
Leggiti tutte le tesine sul cibo.

PICCHI ACCUMULATIVI DI TOSSINE DA SMALTIRSI ATTRAVERSO IL SANGUE

Il sistema immunitario fa sempre il proprio dovere di chelante, di ripulitore e di disgregatore corporale. Non disdegna di spinger fuori le tossine accumulate e quindi di sgrassare il sangue. Un lavoro escretorio formidabile oltre che prezioso nell’assieme. Il sistema immunitario fa di professione l’imprenditore edile ed instaura in pratica il suo cantiere, mettendo a soqquadro la nostra comoda pace interna. Ma la spinta dei veleni verso l’esterno deve per forza avvenire attraverso il sangue, e questo porta a un temporaneo e simultaneo picco accumulativo di tossine in entrata e in uscita, mettendo a dura prova chi non si è preparato adeguatamente, chi non ha intrapreso il proprio cammino depurativo con la necessaria progressività, in considerazione di uno stock tossico abnorme da smaltire.

IL GELIDO ACQUITRINO INVERNALE NON È IL MEGLIO PER RITEMPRARE LE FORZE

Come hai giustamente rilevato, ai due problemi principali, se ne è aggiunto un terzo di carattere straordinario ed imprevedibile, di ordine climatico. L’arrivo ritmato e sistematico di perturbazioni atlantiche, misto a correnti di aria fredda di tipo polare, non è una novità per chi vive tra le Alpi e il Mediterraneo. Ma l’intensità inusuale e catastrofica delle piogge alluvionali in corso sta davvero mettendo in ginocchio molta gente, come al solito e più del solito. Siamo tutti immersi in un grande e gelido acquitrino, in una immensa palude circondata da montagne cariche di neve all’inverosimile.

MERITEREMMO TUTTI UNA RILASSANTE VACANZA AI CARAIBI

Soffre chi sta bene e quindi, a maggior ragione, soffre chi è indebolito dalle proprie vicende personali. Manca il sole, manca l’aria temperata, manca la frutta fresca nelle varietà estive rivitalizzanti, manca il succo verde della clorofilla fresca, manca il movimento, mancano le sufficienti calorie. Dovremmo tutti imporci un periodo di riposo e di recupero, una specie di letargo invernale. E invece, chi per un motivo e chi per un altro, siamo accomunati da uno stress intenso e continuato, fatto quasi apposta per mandarci in stato di boccheggiamento e di indebitamento calorico.

LA COSA PEGGIORE SAREBBE QUELLA DI PERDERSI D’ANIMO

Pensare di risolvere i propri problemi con qualche sostanza speciale, con qualche dieta virtuosa, con qualche guaritore ufficiale o alternativo, con qualche specialista-docente in corsa per il Nobel, o peggio ancora con dei farmaci o delle cure mediche sul sintomo, è pura illusione. Il solo appiglio possibile per non naufragare, per non finire allo stremo delle forze, rimane quello di credere in se stessi nonostante tutto, di pensare solo e sempre in positivo, di darsi delle motivazioni, di rimboccarsi o le maniche e non demordere. Anche perché non esistono reali alternative se non quelle offerte a piene mani dalla scienza salutistica, quando si riesca a trovare la giusta quadratura del cerchio.

AIUTARE LA CANDIDA A DISPIEGARSI

In effetti la candida non va combattuta ma aiutata ad esprimersi ed espellersi. Come? Smettendo immediatamente di mangiare e bevendo acqua leggera a volontà, mediante un digiuno di 2-3 giorni dove la crisi eliminativa spinge a mandar fuori più veleno ancora fino a scomparire, oppure adottando un semi-digiuno a base di uva soltanto, da consumarsi senza limiti che non siano quelli della sazietà. O meglio ancora adottando un programma regolare di centrifugati di carota, patata, sedano e ananas, oppure di bietola, patata dolce e mela, oppure di topinambur, rapa, zenzero e carota.

MIGLIORARE LA CHIMICA CORPORALE EVITANDO ZUCCHERI RAFFINATI ED APPORTANDO VITAMINE NATURALI B1, B2, B3

Ambiente non sufficientemente acido. Presenza eccessiva di zucchero nel sangue (dovuta a zucchero industriale o a dolci o a prodotti cotti contenenti zucchero, e non certo al fruttosio-vivo della frutta, sempre mitigato ed equilibrato dalla sua acqua biologica e dai micronutrienti di contorno). Ambiente vaginale surriscaldato, umido, congestionato. Niente the, caffè, cole, alcol. Incrementare agrumi, melegrane, cavoli, germe di grano, pinoli, girasole, tarassaco, avocado, cavolfiore, piselli, miglio, legumi, mandorle, avena, zenzero. Completare, mi sia concesso dirlo, la preparazione sfruttando al meglio le mie tesine.

I VERI RIMEDI CONTRO LA CANDIDA

I rimedi consistono nell’evitare ogni forma di zucchero cotto o sintetico, nell’aumentare l’apporto di acqua biologica dalle verdure crude (in leggera prevalenza sulla frutta). Evitare dunque i cibi raffinati, in quanto privi di micronutrienti, di enzimi vivificanti, e di fitochimici, tutte sostanze che rinforzano il sistema immunitario. Adottare progressivamente e per gradi una dieta ad alto tasso di fibra vegetale, onde favorire la salute e l’equilibrio del tratto gastrointestinale. Evitare invece tutte le sostanze irritanti a partire dal fumo e dall’aria viziata. Evitare tutte sostanze che distruggono i batteri amici del tratto intestinale, i batteri simbiotici o saprofiti, favorendo la proliferazione abnorme dei bacillus Coli e dei loro cugini anaerobi.

PER RISOLVERE IL SOTTOPESO OCCORRE PROCURARSI UN BUON APPETITO

Tra le tesine suggerite, ce ne sono molte che trattano la dieta, sia per dimagrire, che per mantenere, che per incrementare. Ma i cibi non vanno soltanto portati alla bocca. Si devono masticare con cura e si devono assimilare al meglio. Ci deve essere un buon ritmo metabolico nella digestione ed anche nel ricambio cellulare. Per stimolare i sensori dell’appetito serve muoversi, andare nei campi con un cestello e un coltellino, prendere aria e sole, respirare, raccogliere verdure selvatiche.

CREDO NEL SOBRIO, NEL SEMPLICE, NELL’INNOVATIVO, NEL VEGAN-CRUDISMO TENDENZIALE, MA ANCHE NEI BUONI PIATTI DELLA TRADIZIONE

Non credo troppo agli schemi fissi, ai menu preordinati con cura per la giornata, per la settimana o il mese. Il mondo non sta mai fermo e si muove in continuazione. E variano pure le nostre esigenze. Diamo dei principi etici e dei consigli mirati. Diamo degli schemi generali di pensiero e di comportamento. Sta poi a ogni lettore di personalizzare tali schemi e tali principi, rendendoli efficaci, fecondi ed operativi.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Ciao Elena,
    ti capisco perchè anch'io all'inizio di entrambe le mie gravidanze ho avuto alcuni problemi simili ai tuoi ed ho anche perso abbastanza peso.
    Volevo solo rassicurarti dicendoti che i cambiamenti nell'appetito in gravidanza sono normali e sono dovuti spesso agli sbalzi ormonali che soprattutto nelle prime settimane sconvolgono il nostro corpo. Poi un po' alla volta passa tutto, non ti preoccupare.
    Anche la candidosi è un fenomeno molto comune e la sua causa non sempre è da ricercare esclusivamente in errati comportamenti alimentari ma anche qui a questioni ormonali ed in generale al processo di "riassestamento" che il corpo sta affrontando quando si è appena avviata una gravidanza.
    Secondo me, tenendoti sempre alla larga dalla carne, ci sono molte cose nutrienti e buonissime che puoi mangiare, prova a sostituire la crema d'avena con quella di mandorle o con quella di sesamo (tahin), e poi c'è l'avocado, ci sono i datteri, i fichi e le albicocche secchi, le banane, le patate normali e dolci, l'uvetta…
    Abbi fiducia nel tuo corpo, lui non può sbagliare.
    In bocca al lupo
    Valentina
    Valentina

  2. Cara Valentina,
    ho appena letto la tua risposta. E volevo ringraziarti.
    Mi rincuora davvero sentire le tue parole e non sentirmi sola in questo momento cosi bello ma delicato. Sai ogni sintomo crea un po' di apprensione non tanto per me quanto per la piccola creaturina che porto dentro e che ti assicuro, ho desiderato tantissimo.
    La mia dieta al momento è abbastanza equilibrata, non mangio carne, latticini, uova, zuccheri e cerco di evitare il glutine. Do spazio alla frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Quindi anche a me sono venuti dubbi che qualcosa di ormonale ci dovesse pur essere con un alimentazione cosi.
    Ti ringrazio ancora per il tuo interessamento e….crepi il lupo!
    Elena

Lascia un commento