IL FALSO E BIDONISTICO MITO MONDIALE DELLA B12

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN DOCUMENTO FONDAMENTALE A CONFERMA DELLE TUE RICERCHE

Ciao Valdo. Sono Donato dalla Lucania e mi premeva inviarti un’ottima ricerca della ricercatrice britannica dr Gina Shaw sulla B12. Qualcosa di estremamente importante in quanto rafforza e convalida la tua lunga lotta in solitario contro le strozzate e gli imbrogli che girano tuttora su questo argomento, non solo in ambito carnivorista, ma persino in ambienti vegetariani, vegani ed igienisti. Speriamo di incontrarci a Sant’Omobono-Bergamo.
Donato

*****

DOCUMENTO DI GINA SHAW  (Elaborazione e sottotitoli di VV)

IL BLUFF DELLE INTEGRAZIONI COMODA ASSAI ALLE MULTINAZIONALI

Il discorso della Vitamina B12 non è nuovo alla maggior parte dei vegani, dei vegetariani e dei crudisti-vegan. I clienti delle multinazionali fanno la fila per rifornirsi di integratori in erboristeria o in farmacia. Ma conviene? In questo articolo verranno posti molti interrogativi e cercherò di estrapolarne delle informazioni utili che provengano da fonti autorevoli e non consumistiche.

TUTTE LE CARENZE SONO FASTIDIOSE, E A QUESTA REGOLA LA B12 NON SFUGGE

La carenza di vitamina b12 può essere un problema serio. Affaticamento, pallore, anoressia, confusione mentale, paranoia, perdita di peso etc sono alcuni sintomi di carenza di B12. Il fatto è che le carenze mineral-vitaminiche non riguardano mai una sola componente singola, vista l’esistenza di alleanze e sinergie.

LE AUTORITÀ SANITARIE BRITANNICHE RICONOSCONO CHE LE QUOTE B12 SONO STATE GONFIATE ED ESAGERATE

Negli ultimi anni, le raccomandazioni ufficiali del Regno Unito hanno diminuito i fabbisogni di B12, perché le quote ufficiali erano state evidentemente gonfiate ed esagerate. Il Ministero della Salute ha riconosciuto che alcune persone hanno una necessità B12 inferiore alla media. Un fabbisogno di B12 a vita ammonta a 40 milligrammi di cristalli rossi, circa un-settimo della misura di una tavoletta media di aspirina. Prendere dosi più elevate di questa vitamina per via orale non ha senso perché 3ug o mcg è il massimo che può essere assorbito per ciascuna volta.

ESCREZIONE E RIASSORBIMENTO NELLA BILE

La vitamina B12 viene esecreta dalla bile e poi riassorbita. Questo fenomeno è conosciuto con il nome di circolazione enteropatica. La quantità di B12 esecreta nella bile può variare da 1 a 10 ug (microgrammi) al giorno. Le persone che seguono una dieta con valori bassi, inclusi vegani e vegetariani, possono ottenere più B12 dal suo riassorbimento che dalle fonti alimentari. Il riassorbimento è il motivo per cui ci possono volere anche 20 anni affinché la carenza sviluppi la malattia.

LA SINTESI INTERNA È SUFFICIENTE PURCHÉ NON MANCHINO TRACCE MINIME DI COBALTO ORGANICO

Analogamente, se la carenza di B12 è dovuta a causa di una mancanza nell’assorbimento, bastano tre anni perché si manifestino i sintomi della malattia. Siccome la vitamina B12 in un corpo sano viene riciclata, la sintesi interna della B12 può soddisfare i nostri bisogni senza che questa venga aggiunta nella dieta. Ma se nella nostra dieta manca il cobalto, il problema non è più che altro una mancanza di B12 nella flora intestinale, ma una mancanza di cobalto (che ha bisogno di altri fattori per venir assorbito). Cobalto che si trova nei funghi, nei tartufi, nella frutta e nelle verdure, ma sempre in quantitativi minimi, essendo un minerale velenoso.

CIRCOLANO PURE NOTIZIE FALSE ED OBSOLETE

Tra le tante controversie sulla B12 ce n’è una che dice che sebbene il fattore intrinseco venga prodotto nello stomaco e che gli intestini producono vitamina B12, il batterio viene prodotto troppo in basso negli intestini e non può essere assorbito dai nostri corpi. Questa opinione purtroppo circola ancora, e secondo la Dr Vetrano, è stato smentita da una ricerca di 20 anni fa, per cui altro non è che una teoria scientifica obsoleta.

È FALSO CHE LA B12 SI TROVI SOLO NELLE SOSTANZE ANIMALI

La versione del 1999 di “Anatomia e Fisiologia Umana” di Marieb dice chiaramente che assorbiamo vitamina B12 attraverso gli intestini. Molte persone dicono che i cibi contenenti vitamina B12 sono quelli che derivano da fonti animali. Anche questo non è vero. Nessun cibo può naturalmente contenere B12, che sia animale o vegetale. La vitamina B12 è l’unica vitamina che contiene un elemento traccia come il cobalto, che dà a questa vitamina il suo nome chimico di cobalamina.

B12 PRESENTE IN BOCCA E NELL’ILEO PER COMBINARSI CON IL FATTORE INTRINSECO

Gli uomini e tutti i vertebrati hanno bisogno del cobalto, sebbene sia possibile assimilarlo solamente sottoforma di vitamina B12. La sintesi della B12 avviene naturalmente nel piccolo intestino umano (nell’ileo), che è il primo luogo di assorbimento della B12. Fino a che i batteri degli intestini hanno il cobalto ed altri nutrienti, producono B12. Secondo il Dr Michael Klaper, la vitamina B12 è presente nella bocca e negli intestini. La B12, per venir assimilata in modo corretto, deve essere combinata con una mucoproteina-enzima chiamato Fattore Intrinseco, che è normalmente presente nelle secrezioni gastriche.

ANTIBIOTICI, LATTE, FUMO, ALCOL, STRESS E CIBI COTTI AUMENTANO IL FABBISOGNO B12

Se il fattore intrinseco è danneggiato o assente, la sintesi della B12 non avrà luogo, non importa quanta ne sia presente nella dieta. La carenza di B12 può esser causata da antibiotici contenuti nel latte, dall’alcol, dal fumo e dallo stress. L’alcol danneggia il fegato, e chi fa uso di sostanza alcolica ha bisogno di maggiore quantità di B12. Il fumo, ed anche tutti i cibi cotti ad alte temperature, aumentano il fabbisogno di B12.

LA B12 È NOTORIAMENTE PRESENTE DOVUNQUE CI SIA PRESENZA DI GRUPPO-B

Fare attenzione ai venditori di fumo. Per esempio i lamponi della Tesco dicono che 100 grammi di questi lamponi contengono il 30% della dose giornaliera raccomandata di B12. Questo non può essere vero. È un caso isolato di pianta che, come tante altre, contiene tracce di B12! Sempre secondo la Vetrano, molti libri sulla nutrizione in USA dicono che la B12 c’è in tutti i cibi che contengono quantità del complesso B (B1, B2, B3, B4, B5, B6, B7, B8, B9), ma che prima non si era in grado di stabilirne la quantità.

GIÀ DAL 1959 SI SA CHE I MANGIATORI DI CARNE HANNO PIÙ CARENZE DEI VEGANI

Ai giorni nostri, tecnologie più moderne, hanno permesso di scoprire che la B12 è presente in quei cibi ricchi di complesso vitaminico B. Non crediamo che la carenza di vitamina B12 sia più diffusa tra i vegani ed i vegetariani. Questa è molto probabilmente un’altra bugia di mercato! Infatti, molti studi che tentavano di dimostrare che i vegani erano carenti, hanno dovuto fare marcia indietro. Contrariamente alla propaganda delle industrie della carne e dei latticini, coloro che mangiano carne hanno più carenza di vitamina B12, e questo è noto già dal 1959!

EVITARE RIGOROSAMENTE GLI ANTIBIOTICI

Detto questo, dobbiamo tenere a mente che molti vegetariani e vegani assumono antibiotici o consumano cibi contenenti antibiotici. A volte esagerano con cipolle, aglio, ravanelli ed altri cibi ricchi di olio di mostarda, che sono dannosi alla flora intestinale. Danneggiata la flora, è difficile e laborioso ristabilirla senza la giusta dieta.

NIENTE INTEGRATORI MA SEMMAI RIPRISTINO DELLA FLORA INTESTINALE

È molto più importante ripristinare la flora batterica piuttosto che fare affidamento sugli integratori. Le persone che hanno un problema fisico perché pensano di non prendere vitamina B12 a sufficienza, spesso non stanno assimilando il cibo nella giusta maniera a causa di una cattiva digestione. Rafforzando il potere digestivo ogni carenza B12 scompare.

PH EQUILIBRATO CONTRO OGNI SORTA DI CARENZA

Sempre secondo Marieb, la B12 può essere distrutta da condizioni altamente alcaline o altamente acide. Questo ci fa capire che la B12 nella carne sarà facilmente distrutta perché l’acido idroclorico nei nostri stomaci durante la digestione della carne è altamente acido. Questo spiega perché i mangiatori di carne hanno carenze di B12 assai superiori ai vegani, sebbene la loro dieta contenga B12. Inoltre, per i mangiatori di carne, c’è pure il discorso antibiotici! Molti consumatori di carne distruggono la loro flora batterica intestinale a causa della putrefazione costante. I batteri della putrefazione naturalmente presenti nella carne affaticheranno ancor di più il corpo.

LE MISURAZIONI B12 SONO FASULLE IN QUANTO RILEVANO B12 INORGANICA E DANNOSA

Livelli bassi di siero B12 non significano necessariamente una carenza di B12. Una persona che prende integratori può avere la B12 che scorre abbondante nel sangue ma ciò non significa nulla. Non significa che il corpo la possa usare, perché le vitamine sintetiche, inorganiche, non possono essere nemmeno assimilate.

STIMOLAZIONI CARDIACHE SCATENATE DAI VELENI

I benefici illusori degli integratori fanno sì che il metabolismo acceleri in fase cardiaca al fine di espellere queste sostanze pericolose il più velocemente possibile. Questo porta ad una stimolazione del corpo e all’illusione di un miglioramento di salute.

LA SCIENZA È MOLTO INDIETRO SULLE SINERGIE TRA I VARI MICRO-NUTRIENTI

La verità è che esiste un delicato equilibrio tra le secrezioni ormonali, le vitamine, gli enzimi e i minerali. Gli scienziati ne sanno veramente poco a riguardo, mancando la voglia, la convenienza e i fondi per approfondire. Queste sostanze non lavorano da sole, richiedono invece altre sostanze per funzionare, come per esempio i grassi. Sappiamo molto poco della vita in una cellula.

L’USO DI INTEGRATORI ALIMENTARI RAPPRESENTA UNA PESSIMA ABITUDINE

L’uso degli integratori può disturbare questo equilibrio delicato e diminuire l’efficienza delle funzioni del corpo. Commercialmente, le tavolette di B12 sono composte di batteri ed i batteri comportano fermenti. Un corpo sano espelle naturalmente le sostanze fermentate. Il problema maggiore con gli integratori è che essi: 1) Non contengono centinaia di altri nutrienti di cui abbiamo bisogno per stare in salute che solo il cibo crudo fornisce, e 2) Contengono sostanze artificiali e contaminanti che fanno male alla salute.

GLI INTEGRATORI E LE VITAMINE DI SINTESI RISULTANO TOSSICI PER L’ORGANISMO

Le vitamine ed i minerali sintetici sono inorganici e dunque non possono venir usati dal corpo umano. Nella produzioni di integratori alimentari, vengono usate sostanze chimicamente pure. Se gli scienziati usassero dei derivati naturali, queste pillole sarebbero troppo grandi da ingoiare. Inoltre, viene aggiunto un carrier chimico per rendere questi prodotti accettabili al palato del consumatore. Tali carriers, come tutte le altre sostanze chimiche, sono tossici per l’organismo. Causano la stimolazione del corpo e una cura illusoria.

LE INTERAZIONI TRA FITOCHIMICI NON SONO RIPRODUCIBILI IN LABORATORIO

Secondo il dr John Potter, medico del Fred Hutchinson Cancer Center, Seattle, la magia del cibo si basa su migliaia di interazioni complesse di dozzine di fitochimici che sono molto difficili da ricreare nelle pillole. Mentre 190 studi provano i benefici di frutta e verdura, non esiste nessuna evidenza a favore degli integratori. Le vitamine, i minerali, gli ormoni non lavorano da soli ma sempre in simbiosi. Per svolgere i propri compiti lavorano insieme ad altri nutrienti. Quando queste sostanze altamente complesse vengono disturbate, la loro efficacia viene ridotta ed inibita.

L’UNICA SOLUZIONE VALIDA RIMANE LA VIA DELLA DIETA SANA E DI QUALCHE DIGIUNO

Comunque, troppi nutrienti concentrati e sintetici succhiano via l’energia vitale perché l’organismo deve espellerne gli eccessi. Chi ha una carenza di B12 in realtà non ha solo quella. Solo una dieta più sana, e condizioni migliori di vita, più qualche eventuale digiuno, potrebbero giovare.

IL 90% DEI MICRONUTRIENTI CI È TUTTORA SCONOSCIUTO

Secondo il dr Douglas Graham, nel suo libro “Nutrizione e Performance Atletica” gli integratori si sono rivelati un metodo incompleto ed inadeguato di fornire nutrienti perché gli scienziati non possono avvicinarsi agli equilibri della natura. Egli afferma che siccome il novanta per cento di tutti i nutrienti non è stato ancora scoperto, perché dovremmo cominciare ad aggiungere nutrienti nella nostra dieta uno alla volta quando possiamo mangiare cibi completi? La maggior parte dei nutrienti interagiscono simbioticamente con almeno altri otto nutrienti, per cui le probabilità di fornire a ciascun nutriente il pacchetto necessario diventano infinitamente scarse. Inoltre aggiunge, non si è mai riusciti a mantenere vivo e neppure in salute un umano o un animale con una dieta rigidamente composta di integratori nutrizionali.

LA B12 È PRESENTE NEI FRUTTI SELVATICI E NELLE PIANTE EDULI ADDOMESTICATE

Dan Reeter, sta creando, nei laboratory Bio-Systems in Colorado, uno dei più sofisticati computer per testare il suolo biologico. Dice che, secondo i suoi test, le piante cresciute in un suolo biologico producono livelli più alti di vitamina B12 disponibile. È stato riscontrato pure che la vitamina B12 è presente nei frutti selvatici e nelle piante edibili addomesticate.

LE DIETE COMUNI DELLA GENTE PORTANO VERSO L’ATROPIA DIGESTIVA

I prodotti animali ed i latticini producono una fonte povera di vitamina B12. Gli studi mostrano che coloro che seguono un’alimentazione classica basata su prodotti animali richiedeno dosi maggiori di vitamina B12 rispetto a quelli che mangiano cibo naturale e vegano. Ciò accade perché la dieta classica porta verso un’atropia digestiva, con perdita funzionale della capacità digestiva.

I VEGAN-CRUDISTI DIGERISCONO MEGLIO E STANNO PURE MEGLIO IN FATTO DI B12

Proprio perché la B12 è legata ai prodotti animali e deve essere enzimaticamente scissa dal legame peptidico per venir assorbita, un acido gastrico indebolito e delle secrezioni enzimatiche gastriche (dovute ad una dieta a base di cibo cotto), rendono inabile la capacità di estrazione della vitamina B12 dal cibo esterno. Per questo, i crudisti-vegan che hanno una digestione più forte, ottengono più B12 dal riassorbimento della bile rispetto al cibo esterno.

LA NATURA ASSICURA B12 IN ABBONDANZA SU TERRENI E PIANTE

Wolfe dice che i microbi del suolo naturale ed i batteri che si trovano sulle piante selvatiche e sulle piante non lavate di un giardino soo una fonte adeguata per i nostri bisogni di B12. I microbi naturali nel suolo devono duplicarsi per colonizzare il nostro tratto digerente, senza fermentazione o putrefazione alcuna.

SCANDALOSA SUPERVALUTAZIONE DEI REALI FABBISOGNI B12

Un altro punto che vale la pena di prendere in considerazione, è che la Dose Giornaliera Raccomandata (RDA) si basa su una persona media che mangia cibo cotto (onnivoro, vegano, vegetariano), che fuma e che beve. Gli interessi commerciali hanno ampiamente esagerato i bisogni di questa vitamina. Questi studi non ci dicono nulla su un vegetariano che conduce uno stile di vita sano.

I SUPERDOSAGGI CREANO PESANTI FARDELLI DA SMALTIRE

È difficile determinare i bisogni individuali di qualsiasi vitamina o nutriente, ed un sovradosaggio di questi crea un fardello inutile per il nostro organismo. Fattori quali stress, velocità del metabolismo, possono essere determinanti per capire i nostri bisogni. Il Dr Victor Herbert ha scritto nell’American Journal of Clinical Nutrition (1998, Volume 48) che, al giorno, sono sufficienti solamente 0.00000035 once (1 microgrammo) di vitamina B12.

CHI VIVE SANO NON HA SINTOMI DI CARENZA, INDIPENDENTEMENTE DAI BASSI VALORI TABELLARI

Questi requisiti minimi possono essere inadeguati per spiegare i bisogni di un crudista vegan che conduce uno stile di vita salutare, richiedendo meno B12 grazie ad una abilità gastrica superiore nel riciclare vitamina B12. Ovvio che la cottura distrugge i microbi ed una dieta vegan composta maggiormente da cibi cotti potrebbe non fornire all’intestino una buona flora. I livelli di assorbimento di B12 sono più alti negli individui sani rispetto agli altri. Alcuni studi, basati sugli Indiani vegetariani che conducevano uno stile di vita sano, mostrarono che nessuno di loro aveva sintomi da carenza B12 anche se i loro valori erano di 3-5 microgrammi.

QUESTIONE DI ASSORBIMENTO INTESTINALE E NON DI DIETA

Il dr Gabriel Cousens dice che la carenza di vitamina B12 è causata generalmente da una mancanza di assorbimento nel tratto intestinale piuttosto che da una mancanza di questa vitamina nella dieta. Annie Jubb ed il dr David Jubb affermano che le persone hanno vissuto in ambienti molto sterili, asettici per così tanto tempo che questi organismi simbiotici sono stati sempre meno presenti nella nostra dieta. Se una persona sta bene ed adotta una dieta crudista-vegan salutare con un’alta percentuale di cibi crudi, non si abbuffa regolarmente, non combina in maniera errata i cibi, non abusa del proprio corpo e digiuna ogni tanto, è raro che svilupperà una sintomatologia da carenza di B12 a patto che la sua flora intestinale non sia stata impoverita precedentemente. La carenza di vitamina B12 è solitamente un sintomo di un problema più grande, ad esempio una flora intestinale povera, malassorbimento e mancanza di luce solare.

GENTE SPAURITA E CONFUSIONATA, PREDA INEVITABILE DELLE MULTINAZIONALI E DEI FAST-FOOD

Harvey Diamond dice che la questione sui nutrienti è diventata confusa e caotica, con tutte le sue informazioni contraddittorie in circolazione. Non c’è da meravigliarsi se le persone non sanno più dove e come ottenere micronutrienti a sufficienza. Sfortunatamente, troppa è la gente sviata ed impaurita al punto che nessuna dose di buon senso può salvarli dalle multinazionali della carne, dei latticini e del petrolchimico (integratori di cibo sintetico).

SE NELLE PIANTE LA B12 STA AI MINIMI LIVELLI SIGNIFICA EVIDENTEMENTE CHE CE NE SERVE ASSAI POCA

La verità è che tutti i nutrienti di cui il corpo ha bisogno sono contenuti nel cibo naturale della sua specie (per gli esseri umani, cibo crudo vegetale). Madre Natura sa come provvedere alle sue creature. Perché dovremmo esser stati creati come mangiatori di vegetali se poi non c’è B12 disponibile che ci viene dalle piante? Se non possiamo averla dalla frutta fresca, dalle verdure, dalle noci, dai semi e dai germogli, allora vuol dire semplicemente che non ne abbiamo bisogno! Se un frutto selvatico o un cibo biologico ne contiene piccole quantità, non significa che ne sia carente. Significa invece che ne abbiamo bisogno di una piccola quantità! Per fortuna che contengono B12 ai minimassimi livelli, visto che il cobalto è velenoso e pure la B12 è pericolosamente velenosa, essendo nemica della vitamina-C, nemica della vitamina-E, nemica del glutatione, e addensante del sangue.

LE PIANTE RICEVONO SOLO L’1% DI NUTRIENTI DAL SUOLO, MENTRE IL 99% PROVIENE DA ARIA, ACQUA E SOLE

I commercianti di pastiglie fanno presto a dire che il nostro terreno è carente. Secondo Diamond ed altri, se un seme non riceve gli elementi di cui ha bisogno non cresce. Inoltre, le piante ottengono in gran quantità i nutrienti da altre fonti come il sole, l’acqua e l’aria. Le piante ottengono solamente l’1% dei nutrienti dal suolo. Se si sviluppa una carenza B12, devono esser adottati dei cambiamenti nella dieta, e uno di questi è il digiuno.

NIENTE STERILIZZAZIONI E NIENTE MICROBOFOBIE

Cambiando la dieta in una più salutare, che sia vegetariana, vegan o crudista-vegan, dobbiamo tornare alla natura quanto più possibile e fare attenzione ai germofobici che ci mettono in guardia circa il disinfettare troppo la nostra frutta e verdura. Facciamo attenzione a cosa compriamo oppure mangiamo del nostro orto e non stiamo a perdere troppo tempo a lavare il cibo!

Fonte

*****

RISPOSTA

Ciao Donato. Ti sono davvero grato per questo documento che sembra quasi la sintesi di quanto da me sostenuto in 5 anni di battaglia culturale in tutte le direzioni, non esclusi i vegetariani della dr Baroni, come risulta da alcune mie tesine sul medesimo tema.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

19 commenti

  1. Dove trovo gli studi che confermano che la carenza da B12 prevale tra gli onnivori?

  2. Tsuki de Namida on

    Dio ha creato animali e piante e l'uomo carnivoro perchè cosi' è stato stabilito. L'uomo presuntuoso vuole cambiare le leggi e l'istinto naturale dell'uomo di mangiare carne. Siete un pugno di stronzi. Vorrei vedere voi e le vostre diete del cazzo ai tempi della pietra , vediamo se l'uomo quando aveva fame gli bastava qualche ciuffo di erba (durante il gelo invernale, senza raccolto, poi voglio vedere come campavano senza mangiare carne) fate presto a fare i 'filosofi' dell'alimentazione, vegani coglioni, quando avete il supermercato e tutti i prodotti pronti solo da comprare… facile parlare oggi…
    La verita' sta' nel giusto bilanciamento. Siete solo malati. Bisogna semplicemente mangiare tutto nella vita. Non abituare il corpo a mangiare solo cibi 'sani' e renderlo incapace di digerire qualcosa di piu' elaborato. Non capite un cazzo della vita, atei falsi profeti con Satana che vi ha annebbiato il cervello.. animali… animali… ma quale animalI! Salvate l'uomo, perchè l'uomo avra' un futuro, non l'animale. A Dio non gliene frega nulla degli animali, sono il dono per noi, il cibo e vestiario per noi…

    • Rebecca Bertazzini on

      Ma che razza di troglodita e maleducato che sei!Potevi anche esprimere la tua opinione senza usare tutte quelle parolacce!Anche perché mi sembra che a seguire i falsi profeti di Satana sei tu,nella Bibbia sta scritto che quando Dio creò l'uomo e lo pose nel Paradiso terrestre,gli ordino di nutrirsi di vegetali,inoltre doveva dare un nome agli animali e prendersi cura di loro e della terra,non è vero che a Dio non importa nulla degli animali,anche se poi in epoca post diluviana ha permesso all'uomo di mangiare carne,non significa che sarà così per sempre e neppure che sia necessario, sempre nella Bibbia è narrata la vicenda dei 3 giovani ebrei deportati a Babilonia che mangiavano solo cibi vegetali ed erano più in salute di coloro che mangiavano i cibi prelibati del re.Solo una cosa di quello che hai detto è vera,gli animali sono un dono di Dio per noi,ma solo per arricchire la nostra vita con il loro affetto,per dare varietà e colore alla creazione, non per essere mangiati e trasformati in pellicce. Per quanto riguarda l'uomo invece,penso che sia l'essere più spietato della terra,mi vergogno di essere umana,solo l'uomo sta devastando l'ambiente,solo l'uomo infligge atroci sofferenze alle altre spece per appagare il proprio egoismo e fare soldi,basti pensare agli allevamenti intensivi per la produzione di carne,latte e uova,che oltre a sfruttare gli animali,immettono nell'atmosfera più gas serra di tutti i mezzi di trasporto del mondo aerei compresi!Oltre a far soffrire gli animali,l'uomo sta anche arrecando afflizione ai propri simili:violenza,pedofilia,omicidi sono all'ordine del giorno,per non parlare del malgoverno, della politica e dell'abuso di potere che iin tutto il mondo causano un'immane sofferenza morale!Dio ha fatto scrivere nella sua parola,la Bibbia che presto ridurrà in rovina quelli che rovinano la terra.
      Tornando al discorso vegano,mangiare vegetale fa bene alla salute e se la dieta vegana è ben bilanciata difficilmente si avranno carenze di b12 ,comunque…..provare per credere!

    • Raffaella Maltinti on

      ..esatto!!!
      Io penso di bilanciare bene..
      Mi fai uno schema della tua giornata o settimaa.. tipo.
      graziee
      i love vegannnn♡

    • Rebecca Bertazzini on

      Circa mezz'ora prima di colazione bevo 1o2 bicchieri d'acqua poi di solito mangio frutta quasi sempre almeno 2 banane e in seguito altra frutta,un po' di noci e qualche volta una tazza di latte vegetale(raramente di soia perché contiene fitoestrogeni)con cereali,a metà mattinata un misto di frutta secca con noci,uvetta mandorle,a mezzo giorno un po'di verdura cruda come carote o spinaci,qualche foglia di tarassaco non lavata raccolta sul postl di lavoro oppure valeriana e cicoria del mio cortile ,ovviamente non lavate,anzi ogni tanto c'è qualche granello di terra,un po'di cibo cotto come polpette di legumi ,burger di verdure,patate lesse, fagioli,lenticchie, ecc…a cena di solito mangio qualcosa di cotto come pizza integrale,pasta integrale ,legumi o verdure. Cerco di mangiare la frutta lontano dai pasti, niente alcolici,caffè,the,pasta e pane bianco,zucchero bianco,poca cioccolata e ovviamente solo fondente ,al posto del the bevo infusi alla frutta a base di karkade con zucchero di canna integrale o non zuccherati affatto.Di recente ho fatto l'esame del sangue:la b12 sta a 180pg/ml dunque non sto proprio ai massimi livelli ma non sarei nemmeno carente,solo che sul referto è indicato come valore minimo 197pg/ml,se il medico mi dirà di premdere l'integratore gli rispondero' di no e semmai provero`con alghe klamath,l'importante che non si abbassi di più se rimane a 180 mi va bene,vorrei ritrovare il referto degli esami di 2 anni fa quando ero vegetariana,non so se la b12 sia indicata,ma se c'è ed è uguale o meglio inferiore a 180 sono in una botte di ferro,spero non sia superiore di molto perché significherebbe che con una dieta vegana si è abbassata e si abbasserebbe ancora, ma io spero di no dal momento che nei 12 anni da latte ovo vegetariana ho mangiato un sacco di porcherie che semmai avrebbero dovuto distruggere la b12 ma era però compensato da quella contenuta nel latte e nelle uova,dunque speriamo bene perché di ricorrere agli integratori non ne ho nessuna voglia.

    • Un clericabile contro dei vegani! Praticamente come Godzilla contro king Kong, o Krueger contro predator… Mostruoso! (In tutti i sensi) non me la voglio perdere.

    • Mi sa che hai trovato un modo alternativo di usare l “erba” anziché mangiarla???

  3. Diego Zannoli on

    per favore smetti di insultare ed informati piuttosto, oggi con internet non è così difficile. oppure ti consiglio qualche libro: "alimentazione naturale" di Valdo Vaccaro oppure "miti e realtà dell'alimentazione umana" di Armando D'elia. io ho cambiato gradualmente alimentazione da due anni a questa parte, ora mangio prevalentemente frutta e verdura cruda, poi un pò di legumi e cereali integrali. ora sto benissimo, non mi ammalo più ed ho una grande energia, molta piu di prima. è davvero incredibile, se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto assolutamente!!!

  4. Raffaella Maltinti on

    Raga la penso come voi!!
    che gente ignorante!!

    Cmq.. io sono vegana e non integro la B12.. proprio non appoggio il consumo di integratori..

    Ho letto tutto questo articolo e tutti gli altri e concordo con Voi!

  5. ilenia spallino chairwoman on

    caro Tsuki, sei proprio la dimostrazione scrivente che il consumo di carne accresce l'aggressività!

  6. Vorrei rispondere a Tsuki de Namida:
    Vai al supermercato a comprar carne oppure ti rechi personalmente a caccia? Spero che riesca a rispondermi con più "parole" invece di insulti gratuiti.

  7. Cortesemente, in sintesi, un vegano, come può garantirsi la B12 senza l'utilizzo di integratori?

  8. chiedete ai vostri nonni se stavano li' a vedere se mangiare verdura o carne.quello che c'era e grazie a dio che c'era.

  9. Salve, ho letto articolo e commenti (tralascio il buzzurro carnivoro egocentrico che pensa che gli animali siano stati messi li' da Dio per noi ahahah io sono vegana da soli 3 anni ma questa cosa non la pensavo nemmeno da onnivora! Che idiozia.
    L'uomo è comparso sulla terra all'equatore e quando è nato non aveva una pistola o un coltello in mano quindi al massimo oltre alla frutta avrà potuto mangiare qualche larva o cavalletta…ma mai animali grossi. E guardati i denti, caro "carnivoro", sono più' simili ad una pecora o ad un Leone? mah..

    Detto questo vorrei chiedere "Prendere dosi più elevate di questa vitamina per via orale non ha senso perché 3ug o mcg è il massimo che può essere assorbito per ciascuna volta." non mi sembra una deduzione corretta, perché magari per assorbire 3 mcc di B12 dobbiamo ingerirne 3000..no? (Infatti così mi sembra suggerisca il Dr. Michael Greger qui http://nutritionfacts.org/video/new-vitamin-b12-test/ o in uno dei suoi altri numerosi video sulla Vit B12. Ah, a Valdo Vaccaro vorrei anche chiedere se quando scrive può pubblicare le fonti delle sue varie affermazioni. Perché – anche se lui in Italia gode di certa fama- a me interessa leggere le fonti (scientifiche) delle affermazioni di questo o quell'esperto di nutrizione. (Ci sono migliaia di persone che si dicono esperte e ognuno ha una sua tesi..quindi se non ci basiamo sulle evidenze scientifiche non so …) Grazie, Saluti, Martina