IMBARAZZO GASTRICO “DEMOCRATICO” E MAL DI STOMACO PANDEMISTA

Pinterest LinkedIn Tumblr +
  • Clamorosi sviluppi in corso nelle presidenziali americane
  • La Supreme Court si accinge a rovesciare l’intero risultato dei voti, con la vittoria definitiva di Donald Trump

RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO

Più di qualcuno si è fatto qualche risata di troppo davanti al mio articolo di 2 giorni fa, dal titolo “Donald Trump riconfermato Presidente USA”. Persino qualche amico ha preteso di consolarmi davanti al fatto compiuto, davanti alla indiscutibile vittoria della controparte Biden. Una questione di ruzzoloni e di bucce di banane. Tutto sta a capire chi è che ruzzola e chi è che rimane in piedi.

TANTI BRINDISI ANDATI PER STORTO

Si sono stappate bottiglie di champagne e di prosecco un po’ dovunque. Peccato che tutti quei brindisi stiano andando per storto, col rischio di far male veramente. Pensare di aver vinto e stravinto in tutta sicurezza e ritrovarsi invece da un istante all’altro col deretano a terra e i calici frantumati non deve essere troppo piacevole. Gioire delle disgrazie altrui non è il massimo, ma quando si tratta di gente che ne ha combinate per anni e anni di tutti i colori usando tutte le armi del potere e usufruendo pure di totale impunità, viene proprio voglia di dir loro “Vi sta bene”.

UNA LUNGA LISTA DI GENTE CHE STA PERDENDO LA SUA PARTITA

Ma chi è che sta inghiottendo rospi e fiele al posto delle piacevoli bollicine? C’è una marea di persone, un autentico fronte che ne esce fuori sfilacciato e a brandelli, incredulo e intontito. Gente sicura di sé quando invece aveva la coda di paglia. Anche gente del popolo che non aveva nulla da guadagnare da Biden, ma che era stata ipnotizzata e sviata dai media, o che magari tende a seguire le orme del vincitore, per quanto si tratti spesso di un fake winner, di un falso vincitore. Oggi sono davvero in tanti a perdere, e perde per primo il Papa, seguito a ruota dai vari palazzi del potere in Roma Caput Mundi. Perde la RAI, perde Mediaset, e quando dico perde significa che vi entra una sferzata di aria purificante che manda finalmente all’aria ogni miasma ed ogni annosa incrostazione.

C’È CHI È MESSO MALE PER COLPA SUA E C’È CHI STA PERDENDO I SUOI PRIVILEGI

Soffre le pene dell’inferno il mainstream che sta tuttora bombardando invano le sue statistiche fasulle fatte di fake-contagi, di fake-malati e di fake morti. Ovvio che c’è di mezzo anche una marea di persone che sono messe male, ma non certo per il Covid. Sono messe male perché hanno mangiato troppo o mangiato male, o perché si sono fidati ciecamente dei medici e delle loro cure improprie. Soffrono le pene dell’inferno le task force strapagate per buggerare i popoli, e tutti coloro implicati nel tentativo di distruggere il mondo e di trasformarlo in un loro giardino privato e privilegiato, emarginando in modo cinico ed inesorabile sette miliardi di persone ritenute a torto inutili ed inservibili. Soffrono perché si sta esaurendo il loro Paese dei Balocchi. Soffrono perché si sta prospettando la rimozione delle poltrone e la fine della pacchia.

SI STA ANDANDO VELOCEMENTE VERSO UNA RESA DEI CONTI

In questo lungo elenco di gente in penosa sofferenza troviamo un coacervo di interessi intrecciati. Pensiamo alla formidabile coalizione interna americana (CNN, MSNBC, Fox, Washington Post, New York Times, Obama, Hilary, George Soros, Nancy Pelosi, OMS, ONU, Bill Gates, Anthony Fauci). Per non dire della coalizione internazionale di colorazione cinese (Xi Jinping, Khomeini, ecc,) e della coalizione europea Macron-Merkel, e della coalizione italiana (Mattarella, Conte, Speranza, Monti, Grillo, Di Maio, Zingaretti, Berlusconi, Prodi, tutte le reti televisive, tutta la stampa, tutte le istituzioni). Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea, è stata tra le prime e le più solerti a congratularsi col nuovo supposto presidente americano.

BIDEN È UN PERDENTE SERIALE

Biden, quasi timido e delicato, senza alcuna arroganza, stranamente incredulo e non convinto del tutto, ha predicato pazienza fino all’ultimo istante, ma alla fine si è fatto piegare dall’evidenza del conteggio e ha dato il via all’annuncio formale ed ufficiale indirizzandolo al suo paese e al mondo intero. “Grazie a voi. Sarò il presidente di tutti gli Americani, di chi mi ha votato e di chi no. Spero che l’avversario si rassegni e mi conceda la vittoria. Comprendo il suo stato d’animo: è successo anche a me di perdere per ben 2 volte”. Pare che nessuno abbia ricordato a Biden che non c’è il 2 senza il 3.

NON BASTA L’ALKA-SELTZER PER DIGERIRE UN ROSPO

Ed ora, dopo due giorni di tripudio, di girotondi, di brindisi e di sospiri di sollievo, un improvviso blocco alle coronarie per tanta gente, un rospo duro da mandare giù. L’arte della guerra di Sun Tzu, adottata da anni e rafforzata in questi ultimi mesi da Trump, ha prodotto l’ennesima deflagrazione, l’ennesimo sovvertimento dei piani della controparte. Sta letteralmente saltando in aria tutto il gigantesco imbroglio e tutta la indegna e ladronesca macchina elettorale del Partito Democratico, democratico di nome ma non di fatto. Ed ora c’è tutto un mescolarsi di pastiglie, di digestivi, di alka-setzer e di confetti anti-emicrania.

SIAMO DI FRONTE ALLA SCONFITTA DEL GLOBALISMO, DEL NEW WORLD ORDER

Trump li sta mettendo in riga uno ad uno. Il primo della lista è proprio Anthony Fauci, destinato al licenziamento in tronco. Immaginarsi poi lo scorno di Bill Gates e dei suoi scagnozzi dell’OMS, immaginarsi poi George Soros che ha cacciato invano una consistente fetta del suo capitale in nero per riappropriarsi del titolo di finanziatore vincente della parte democratica. Tutti in riga come birilli. Chi rosso paonazzo, chi tramortito e impallidito, chi con l’imbarazzo gastrico e chi col pallore del morto di paura. Si sta profilando quello che nessuno si aspettava, ovvero la sconfitta clamorosa del mondialismo socialisteggiante imparentato con le cineserie di Xi Jinping, e con essa la sconfitta della ennesima pandemia inventata, dell’ennesimo tentativo di quarantena planetaria, dei progetti di controllo della popolazione, delle imposizioni di mascherine e di tamponi.

DONALD TRUMP STIA ATTENTO AI TANTI CHE LO VOGLIONO FAR FUORI IN ALTRI MODI

È il trionfo annunciato della logica e del buon senso, la sconfessione degli Azzeccagarbugli di tutti i colori, è il ritorno graduale e deciso alla normalità, ma non senza qualche insidia. A questo punto l’opzione estrema della eliminazione fisica del presidente imbattibile ed imbattuto si sta delineando più che mai realistica. I soldi di Soros, la coalizione dei media e tutto il resto non sono bastati, e più di qualcuno sta lustrando la canna del suo fucile di precisione. Stia attento Donald Trump, e in particolare le sue guardie del corpo.

QUESTE ELEZIONI HANNO MESSO A NUDO L’IPOCRISIA E LA MEDIOCRITÀ DI CHI VUOLE VINCERE AD OGNI COSTO, SENZA MERITI E SENZA ATTRIBUTI

Gli ultimi fatti sono assai semplici da raccontare, oltre che banali. I DEM hanno scomodato invano gli obitori e i cimiteri dei vari stati, facendo votare centinaia di persone morte e decedute da tempo. Hanno fatto fluire voti illegali dovunque serviva e nelle specifiche zone di carenza voti, proprio dove stavano perdendo nettamente. La lista di irregolarità e di furbizie sta nelle mani della Corte Suprema. I DEM hanno giocato invano l’intero loro vasto e provato repertorio di trucchi e stratagemmi. Non si sono nemmeno preoccupati di lasciare le impronte, convinti com’erano di farla franca. Mala tempora currunt per la brigata Obama-Clinton-Soros-Rockefeller-Gates. Mala tempora currunt per i truffatori e i falsari più inveterati ed abili degli Stati Uniti d’America. Mala tempora currunt per i loro fedeli lustrascarpe disseminati un po’ dovunque il soldo prevale di netto sulla trasparenza e sull’amor proprio.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
26 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
26
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x