INSONNIA, STITICHEZZA E RINCRETINIMENTO CEREBRALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

DIETA NORMALE, SPORT, STITICHEZZA ED INSONNIA

Caro Dr Vaccaro, sono un ragazzo di 27 anni e sto male! Non riesco a spiegarle quanto mi riesce difficile sintetizzare tutta la mia vicenda in una lettera, ma tenterò di farlo comunque. La mia è sempre stata una dieta normale, tipo pasta, verdure, carne, frutta, e ho sempre fatto sport. Da sempre soffro di stitichezza e, nell’ultimo anno, complice lo stress per motivi personali e per cambio abitazione, si è aggiunta l’insonnia.

MARIJUANA USATA PER DORMIRE

È proprio in questa condizione psicofisica di stanchezza, stress e insonnia che decido di fumare marijuana. Decido di farlo per dormire meglio la notte, quindi ne faccio uso per qualche sera prima di dormire, devo dire con effetti buoni, anche se ad onor del vero durante il giorno mi sentivo stordito.

BRUCIORE FORTISSIMO AL CERVELLETTO E PERDITA TEMPORANEA USO GAMBE

La terza sera che faccio uso di marijuana prima di andare a dormire succede qualcosa di inaspettato. Dopo 2 minuti circa dopo l’assunzione inizio a non sentire più le gambe. Finalmente riesco ad alzarmi e vado verso la camera da letto ma ecco che sento un bruciore in due punti dietro al collo, in zona sotto-cervelletto. Un bruciore fortissimo, spaventoso. Dopo 5 minuti il bruciore passa nella zona superiore del cervello in zona parietale sempre in due punti. Sembrava che si stesse squagliando il cervello in quei punti, mi sentivo malissimo. Ho avuto allucinazioni e movimenti incontrollati degli arti. Mi sono guardato allo specchio e non mi sono riconosciuto, ho avuto un attacco di panico, derealizzazione, paura.

INSPIEGABILE ED IMPROVVISO STATO DI STORDIMENTO

Da quella notte la mia vita è cambiata. Prima ero una persona piena di vita, senza alcuna paura, senza alcuna ansia, una mente lucida, emotivamente energetico. Dopo quell’episodio mi sono sentito stordito e piatto, chiudevo gli occhi e non riuscivo più ad immaginare, la testa era pesante. Soprattutto non sentivo e non sento più le emozioni come prima, è come se la mia parte che serviva a darmi forza vitale quella parte del mio cervello mi dava vigore si fosse spenta!

PARTE DEL CERVELLO SPENTA ED ANESTETIZZATA

Sento proprio spenta quella parte del cervello che invece dovrebbe bruciare, sento quella zona come anestetizzata. Tutte le emozioni le sento distanti. Sull’altro versante si è sviluppata un’ansia e una paura in me che non avevo mai riscontrato in vita mia. Non riesco più a godere di nulla, non riesco più a sentire nulla, non riesco più a rilassarmi.

TREMORI, BALBUZIE E RINCRETINIMENTO

Negli ultimi tempi, oltre a questo quadro disastroso, ci sono dei tremori alla mano sinistra e destra quando devo tenere di fronte a me telefonini, penne, o comunque oggetti di piccole dimensioni.
Delle volte balbetto e le mie proprietà di linguaggio sono diminuite. Mi sento rincretinito. Molto spesso sento tutta la parte sinistra del mio corpo, dal viso al piede, addormentati. Sembra che la percezione dello spazio e del tempo sia diversa da prima. I miei pensieri sono confusi, così come il mio modo di scrivere.

PERDITA DI INTERESSE PER LE COSE DELLA VITA

La mattina non sento più il piacere che mi pervade il cervello e il corpo, anche dopo lunghe dormite.
Ho perso interesse per quasi tutte le attività umane, come studio, lavoro, donne, anche se dal punto di vista sessuale non ho problemi particolari tranne una piccola diminuzione della libido.

NON PERCEPISCO PIÙ LE EMOZIONI

Ma rimane sempre un punto centrale, ed è quello di non percepire appieno le emozioni. Sento quella parte del cervello spenta, mi ritrovo sempre stordito, vedo la realtà che mi circonda diversa da come la vedevo prima di quell’episodio, vedo i colori delle cose, il significato di ciò che mi circonda diverso.

ASTIGMATISMO INCREMENTATO E USO DI OCCHIALI

La notte tarda spesso mi sento un poco meglio, ci sono dei frangenti in cui è come se ritornassi in me stesso, come se le sensazioni di estranietà verso la realtà, di vertigini e stordimento sparissero. Ma parliamo di secondi. In quei secondi sembra che ci veda persino meglio. La realtà però è che la mia vista, dopo quell’episodio, è peggiorata, tanto che ho dovuto mettere gli occhiali per via dell’astigmatismo.

UN NEUROLOGO PRONTO COME UN FALCO A IMPORMI DEGLI PSICOFARMACI

Due mesi fa ho fatto una risonanza senza mezzo di contrasto al rachide ed all’encefalo. Il risultato parla di protrusione c2-c3, sinusite seno destro, e note diffuse di spondilosi (artrite?). Il primo neurologo al quale mi sono rivolto, dopo 5 minuti che mi ha ascoltato, senza manco il bisogno di un esame obiettivo, mi ha prescritto una lista infinita di psicofarmaci. Il mio buon senso mi ha allontanato da questo delinquente.

UN MALE OSCURO CHE MI STA LENTAMENTE ALIENANDO ED UCCIDENDO

La mia qualità di vita è pessima. Conducevo una vita con l’entusiasmo di costruirmi un futuro, adesso conduco una vita cercando di guarire da questo male, che mi sta lentamente allontanando dai miei amici e dai miei familiari, mi sta lentamente uccidendo.

PROBABILMENTE QUELLA MARIJUANA ERA TAGLIATA

Le mie deduzioni, dettate dalla logica, dicono che la causa scatenante di questo mio malessere è stata aver fumato quella marijuana! Il che mi induce a pensare che quella roba possa essere stata tagliata con altre sostanze nocive, o che semplicemente il mio fisico ha reagito in maniera particolare a quel determinato quantitativo di sostanza stupefacente.

PUÒ FORSE TRATTARSI DI SCLEROSI MULTIPLA?

Vengo alle mie domande. Secondo lei ci può essere una correlazione tra protrusioni cervicali, passaggio di sangue cervicale, e l’episodio di bruciore in quelle determinate zone del cervello dopo l’assunzione di marijuana? Quella sera il mio collo era piegato a 90 gradi sul divano tra il cuscino e seduta. È possibile che la risonanza senza mezzo di contrasto (rachide ed encefalo) non sia stata in grado di rilevare lesioni? Può essere che si tratti di sclerosi multipla? Quali zone possono essere state interessate? Penso sempre al fatto dei due punti specifici nei quali ho sentito bruciore prima dietro al collo sotto il cervelletto, poi nella zona parietale sempre in due punti, disposti in maniera geometrica.

CADUTA VERTICALE DELLA QUALITÀ DELLA VITA

In tutto questo periodo, ho cercato di fare sport, di mangiare più verdura e frutta. La situazione è migliorata leggermente rispetto all’inizio, ma veramente poco, la qualità di vita che ho è pessima comunque. Dal punto di vista cognitivo non riscontro nessun tranne qualche problema di memoria breve e problemi di concentrazione. Perdonerà il modo confuso con il quale le ho scritto.
Apprezzo molto quello che fa, il suo impegno. È una cosa bellissima.
Fly

*****

RISPOSTA

EVITIAMO DI FARE IPOTESI CATASTROFICHE

Ciao Fly. Non ho mai fumato una sigaretta e tanto meno ho mai assunto della marijuana. Pertanto non sono in grado di dirti se quella sostanza fosse normale o tagliata. Il rischio esiste sempre. Dire poi se i tuoi attuali sintomi siano correlabili a determinate sindromi, quali la sclerosi multipla, non è cosa facile a dirsi.

L’ANSIA E IL PANICO NON AIUTANO NESSUNO

Penso piuttosto che il tuo presente stato sia una sindrome acuta da irritazione ed avvelenamento chimico. Ti consiglio dunque di non metterla sul piano dell’ansia e del panico, ma di rilassarti e di pensare in positivo. Nel giro di qualche settimana tornerai in forma come prima.

LA SCLEROSI MULTIPLA RICHIEDE TEMPO PER MATURARE

La sclerosi multipla è una delle più comuni malattie che colpiscono il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale). La SM è una patologia infiammatoria demielinizzante. La mielina è una sostanza composta da acidi grassi che riveste i nervi, similmente a quanto avviene nel rivestimento dei fili elettrici, e questa sostanza consente la trasmissione rapida e coordinata degli impulsi. Sono la velocità e l’efficienza con le quali questi impulsi nervosi sono condotti che consentono l’esecuzione di movimenti armonici, rapidi e coordinati con poco sforzo conscio.

LA SM È DEFINIBILE SINDROME DALLA CICATRICI MULTIPLE

Nella sclerosi multipla, la perdita di mielina (demielinizzazione) è accompagnata da una alterazione dell’abilità dei nervi a condurre gli impulsi elettrici da e per il cervello, e questa alterazione produce i vari sintomi presenti nella SM. Le aree in cui si verifica la perdita della mielina (placche o lesioni) appaiono come aree indurite (cicatrici). Nella sclerosi multipla queste cicatrici appaiono in tempi ed in aree diversi del cervello e del midollo cerebrale. Il termine sclerosi multipla significa letteralmente, cicatrici multiple. Le placche di sclerosi si localizzano nell’encefalo e nel midollo spinale.

TIENITI LONTANO DALLA CARNE E DA OGNI TIPO DI FARMACO

Ti consiglio pertanto di non abbatterti e di ritrovare al più presto l’equilibrio perduto. Il fatto di averlo perso in modo rapido e improvviso, significa che con altrettanta rapidità dovresti ritrovarlo. L’importante è che tu non ti sia fatto tentare dalle prescrizioni del neurologo e dagli psico-farmaci.
Ti consiglio di escludere la carne dalla tua dieta e di adottare una dieta vegan-crudista tendenziale ricca di frutta agra al risveglio e di verdure diuretiche crude come esordio a pranzo e cena.

TARASSACO GIORNALIERO E CENTRIFUGATI DI CAROTE-SEDANO-ANANAS DURANTE
LA STAGIONE FREDDA

Tarassaco, acetosa, radicchio, ortica, sidro di mele, finocchio, carciofo, cavoli, Bruxelles, ravanelli, crescione, melone, centrifugati di carote-sedano-ananas-zenzero-peperoncino, sono tutte risorse naturali che ti aiuteranno ad espellere e smaltire i veleni autoprodotti internamente o eventualmente assunti con quelle sciocche dosi di marijuana. Ovvio che non ricadrai più nella tentazione di addormentarti assumendo droghe, leggere o pesanti poco importa.

L’INSONNIA VA CONTRASTATA CON METODI INTELLIGENTI

L’insonnia di cui soffri si contrasta con metodi appropriati ed innocenti, non certo con sostanze stupefacenti. Più che malattia l’insonnia è mancanza di sonno ed è dovuta a disordine funzionale del sistema nervoso, dei reni e del cuore, tutti conseguenti a prolungate anomalie digestive. Mangiando carne hai probabilmente accumulato dei residui putrefattivi, intasando le tasche e i ventricoli di incrostazioni fecali. Le conseguenti fermentazioni in zona colon hanno generato vapori e miasmi di natura leggera ed ascendente, capaci di alterare la pressione dei gangli nervosi in zona cerebrale.

FRIZIONI E DIETA VEGAN-CRUDISTA

Ti consiglio di ricorrere a frizioni fredde e tiepide alternate, stimolando la circolazione periferica. I semicupi con bagno genitale per 15 o 30 minuti due ore dopo cena, ti possono assicurare un sonno tranquillo, tanto per fare un esempio. Cibi che conciliano col sonno sono le albicocche, l’avena, il cavolo, il cavolfiore, la lattuga, la pesca e la zucca. Il menu serale sia sempre a base di insalate miste di stagione. Chi non dorme bene non avrà mai appetito. Chi mangia sregolatamente non potrà dormire in modo placido e tranquillo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x