INTOSSICAZIONE SIMULTANEA NON È CONTAGIO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA – SOTTOTITOLI DI VV

CAPIRE ANCORA MEGLIO SENZA TENTENNAMENTI

Gentilissimo, nella sua risposta alla lettera avente pari oggetto della presente mail, sono rimasta sconcertata e confusa dalle sue parole “il contagio indica invece esattamente trasmissione biologica di malattia da persona a persona mediante un agente infettivo contagiante”. Ergo il contagio esiste!

Escluse le persone che hanno costanza, competenza, amore per sé stessi e credo nella alimentazione salvifica che lei pratica e propugna, e che voglio affermare essere l’unica che porti salute ed equibrio e difesa, le altre persone, e nel mondo, tante parti del mondo, dove la gente si arrabbatta a sopravvivere cibandosi di tutto ciò che le consente di sopravvivere, sono soggette al fatidico contagio. È così? Lo spirito di questa mia è uguale a quello di un’altra lettera “VOGLIO CAPIRE”, ricorda?

PROTEINE, ARTIGLI E GENOMI

Del resto la diffusione pandemica di questa patologia polmonare portata dal Covid19 dovrebbe confermare la mia teoria. C’è troppa gente contagiata con facilità estrema, e il terreno “che é tutto” non è però di tutti.

Da questa premessa incontrovertibile, credo che sostenere che i virus siano materia morta (vero) ma, aggiungo io, con RNA o DNA e genoma propri, programmati, pur nella loro semplicità di frazioni di micron e costituiti solo di proteina e artigli, ad essere delle vere macchine da guerra, sia fonte di disorientamento informativo.

Tutto questo al netto delle legittime tesi di lobbies dei farmaci e delle cure-sintomo della medicina ufficiale, dell’esagerazione vaccinale e di tanti interessi incrociati.

VERITÀ E CHIAREZZA FINO IN FONDO

VOGLIO CAPIRE, diceva l’altra postulante. Io completo con “CHIAREZZA, CHIAREZZA, VERITÀ FINO IN FONDO”. Mi scusi per questa nota che può sembrare contestatrice. Ma sto leggendo tutte le sue tesine su questa penosa, ma devastante vicenda, resa più devastante dai balbettii decisionali dei vari governi, e mentre sto alle sue argomentazioni, poi le certezze vacillano, da una tesina ad un’altra.

Non me ne voglia, sperimento i benefici derivanti dallo stile di vita e dall’alimentazione da lei suggeriti, ma ho questi dubbi, come dire, amletici. Cordiali saluti.

Vanda Cupaiuolo


RISPOSTA

INTOSSICAZIONE NON SIGNIFICA CONTAGIO

La frase a cui ti riferisci e cioè che “il contagio indica trasmissione biologica di malattia da persona a persona mediante un agente infettivo contagiane”, è soltanto la definizione ufficiale che la virologia ufficiale dà a questo fenomeno, e non certo una mia affermazione.

Per me il contagio è una invenzione di comodo usata per spaventare la gente, per renderla sospettosa e sfiduciata, per assoggettarla alle cure mediche e alle vaccinazioni. Se tu leggi attentamente le mie tesine non puoi equivocare su questo. Contrappongo sempre il concetto di intossicazione a quello di contagio. L’intossicazione fa capire molte cose e toglie ogni aspetto di mistero, di terrore, di malignità e di superstizione alle malattie.

PARLO SEMPRE DI ABITUDINI ABERRANTI E NON DI ALTRE IPOTESI FANTASIOSE E STRAMPALATE

Non esiste contagio ma solo abitudini aberranti condivise che portano più soggetti ad ammalarsi in modo simultaneo. Esistono cioè diversi tipi di terreno corporale vivo che determinano lo stato di salute della gente. Il ruolo dei virus, polvere morta, rimane quello di materiale escrementizio di scarto.

Creare una guerra planetaria mirata a sconfiggere un nemico che non esiste significa entrare in una logica demenziale e manicomiale. L’ho detto in tutte le salse e lo ripeto qui per l’ennesima volta.

Ovvio che quando il mondo intero viene ipnotizzato dalla tecnica distorsiva dell’opinione, in pieno stile Goebbels, non sempre è facile farsi capire. Se uno usa i dati, il linguaggio e i paradigmi incrostati e dogmatizzati della medicina convenzionale, si adegua e si conforma passivamente ad essi e fa enorme fatica a saltarne fuori.

RIVEDI CON CALMA LE MIE TESINE E RITROVERAI LA CHIAREZZA CHE VAI CERCANDO

A volte, per contestare le tesi sul contagio sono costretto a prendere come riferimento le loro tesi, le loro frasi e il loro linguaggio, ma sempre col fine di mettere in evidenza le loro lacune, le loro assurdità, le loro contraddizioni e le loro macchinazioni.

È un peccato che tu non abbia letto le mie posizioni fin dall’inizio. Ti suggerisco di studiarti Scienza e fantascienza del virus, Virus e viresse, Aids non malattia ma programma di governo, e altre simili.

Il mio non è un casuale rifiuto delle tesi convenzionali della virologia, ma un coerente lavoro scientifico, basato anche su logica e buon senso, mirato a smascherare i dogmi e le supposizioni cervellotiche della controparte.

PER STAR BENE SERVONO I GIUSTI CIBI MA ANCHE I GIUSTI PENSIERI

Ti ringrazio per i benefici che stai sperimentando seguendo i miei consigli alimentari e, stattene certa, sto facendo il possibile per smontare in ogni dettaglio l’intero paradigma medico accusatorio nei riguardi dei virus, con la maggiore chiarezza possibile.

Se gli Azzeccagarbugli intendono far perdere il sonno alla gente con gli artigli di un virus malefico, ribadiamo che i virus non hanno testa, cervello, stomaco, mani e gambe, e nemmeno artigli.

Valdo Vaccaro


LETTERA 2SOTTOTITOLI DI VV

L’IGNORANZA DELLA MEDICINA È DAVVERO SORPRENDENTE

Buongiorno Valdo, era tanto tempo che non ti leggevo e mi è capitata sotto mano la tua tesina risposta al medico Enrico Cillari. Complimenti veri perché hai risposto in maniera egregia. Preoccupante che un medico di tale portanza abbia buchi enormi di conoscenza in ambito virologico. Non dovremmo esserne più stupiti ormai, ma chissà perché continuo a meravigliarmi di cotanta ignoranza della medicina.

TESTO DI ACERRA SUI VACCINI

Ne approfitto per condividerti il libro sui vaccini di Acerra di inizio secolo, qualche anno fa mi diede il permesso di divulgarlo visto che la casa editrice non era più interessata a ripubblicarlo:

https://drive.google.com/open?id=1h0VTSRV837XSvy8nyQay1xmIae0GgPZk

LE CRISI TOSSICHE CHIAMATE IMPROPRIAMENTE EPIDEMIE SI ESAURISCONO DA SOLE E NON GRAZIE AI VACCINI

Interessanti i grafici che fanno vedere come i vaccini siano sempre stati introdotti a fine epidemia quando la curva era già quasi a zero. E come alcune malattie siano state generate, come dicevi nella tesina, dal vaccino stesso, come la polio paralitica quasi inesistente prima del vaccino della polio. Un caro saluto da Emanuele e Luisa, non so se ti ricordi di noi, abbiamo anche passato una vacanza insieme nel lontano 2011 in quel di Monopoli.

Emanuele e Luisa


RISPOSTA

TECNICHE MANIPOLATORIE E STATISTICHE FALSATE SUI VACCINI

È importante segnalare questo ennesimo vizietto medico di attribuire meriti inesistenti ai propri metodi preventivi e curativi, e in particolare alla efficacia dei vaccini. Il vizietto fa parte degli atti manipolativi coi quali si truccano le statistiche e si provano cose false.

La cosa è successa regolarmente per ognuna delle malattie esantematiche. Ormai conosciamo bene di quale piede vanno zoppi i medici, per farcene una sorpresa.

IL MEETING DI MONOPOLI È STATO UNA BELLA ESPERIENZA

Grazie per esservi ricordati del meeting di Monopoli. Sono passati 10 anni da allora. In quella occasione ebbi l’onore e la fortuna di incontrare il prof Pietro Perrino e anche Pino Africano, tecnico oleario, comico nato nonché autore di ottimi libri a sfondo salutistico come “Aprite le Orecchiette”, oltre che il magnifico gruppo di persone includente voi medesimi.

Se continuate ancora a seguirmi o comunque a rintracciarmi dopo un così lungo tempo, significa che abbiamo fatto qualcosa di buono. Approfitto per salutare tutti i protagonisti di quell’evento, uno per uno senza eccezioni.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x