IPERCOLESTEROLEMIA FISIOLOGICA O PARADOSSO ELIMINATIVO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

COLESTEROLO GLOBALE FUORI NORMA

Buongiorno, sono Grazia, ho 63 anni, peso 51 kg. alt. 1,58 cm., da sempre ho un colesterolo ereditato altissimo. Mio papà è morto a 53 anni di ictus e anche suo fratello. Ho origini umili e la famiglia numerosa si alimentava con burro, latte e formaggio. La mia dipendenza da latticini si è protratta a lungo, sia per tradizione, ignoranza, golosità e comodità (panino pausa pranzo sul lavoro). Quando giunsi alla menopausa il mio colesterolo totale era di 360!

PASSAGGIO ALLA MACROBIOTICA ALLA DIETA CRUDISTA-FRUTTARIANA

Sono sempre stata contraria ai farmaci, quindi incominciai ad indagare sulle possibili diete. Iniziai con la macrobiotica ma mi privava in parte della frutta e verdura di cui io sono ghiotta e finalmente arrivai a documentarmi, grazie alle Sue pubblicazioni e libri, sulla dieta crudista-fruttariana. Ora sono tre anni che piano piano ho abbandonato tutto il cibo animale compresi i formaggi e da quasi due anni anni mi alimento al 60-70% di frutta e verdura cruda e per il restante 30% con alimenti vegani, tipo qualche legume, verdure al vapore, yogurt di soia, bevanda di avena in sostituzione dei fiocchi o di crema che non riesco a mangiare.

NIENTE GLUTINE, CAMMINATE GIORNALIERE E DECISA SENSAZIONE DI BENESSERE

In questa stagione mangio un pompelmo al giorno e anche 4-5 arance e mandaranci al giorno o dei kiwi. L’autunno passato mi abbuffavo con uva nera buonissima e, da sei mesi, ho abbandonato quasi totalmente il glutine mangiando più riso integrale o pasta di riso integrale. Cammino 45-60 minuti al giorno ed ho iniziato a fare un corso di yoga. Da rilevare che MI SENTO MOLTO BENE.

VALORI PERFETTI MA COLESTEROLO STABILMENTE FUORI MISURA DA 3 ANNI

Ho appena rifatto gli esami del sangue, ho tutto perfetto. Anche la glicemia che temevo aumentasse con l’assunzione di tanta frutta, ma l’LDL è sui 200 stabile da tre anni, e non si muove nemmeno di 10 punti!!!! In compenso l’HDL da 60 è passato a 106, i trigliceridi sono 106, mentre il totale delle proteine da 2 anni sta a 6,5 (valore di riferimento 6,2-8,5).

NON SARÀ CHE SI TRATTA DI VALORI FISIOLOGICI ED ADATTIVI

Cosa posso fare? Potrei assumere riso rosso fermentato? Conosco due persone che l’hanno assunto e velocemente il colesterolo è sceso ma poi hanno entrambe avuto problemi di salute (debolezza, vertigini, labirintite e depressione). Non sarà che quelli sono i livelli normali per il mio corpo? Grazie della grande disponibilità e cordiali saluti.
Grazia

*****

RSPOSTA

IPOTESI FISIOLOGICA

Ciao Grazia. Può anche essere che il tuo corpo sia portato a un livello fisiologico di colesterolo al di sopra dei limiti, visto che tutto sommato stai benissimo e tutti i valori lo confermano. A mio avviso lo star bene percepito regolarmente prevale per importanza sui valori tabellari. Non sei certo la prima a star bene nonostante un colesterolo fuori norma. Tanto più che il corpo umano non funziona a casaccio ma secondo criteri ordinati e coerenti. In ogni caso, per semplice prudenza e buon senso vale la pena di applicare le norme dietetiche e comportamentali favorevoli a un abbassamento dell’LDL.

IL RIEQUILIBRIO SI ATTUA SPESSO TRAMITE LE CRISI ELIMINATIVE

Tra le ipotesi esplicative della tua situazione, non escluderei affatto quella della depurazione dai grossi eccessi di grasso accumulati nei 60 anni che hanno preceduto il tuo rigoroso cambio dieta. Il corpo funzionante ed indisturbato sceglie sempre i suoi percorsi razionali, in linea con le leggi di Madre Natura. In questo caso vale il principio per cui “Ogni malattia insorge quando serve e dura finché necessario”. Non sei affatto in balia di un corpo disordinato, ma di un corpo attento e intelligente.

SALOMONICO E TEMPORANEO PAREGGIO TRA GRASSI NUOVI IN CALO E GRASSI VECCHI IN ESPULSIONE ELIMINATIVA

Il tuo colesterolo si abbasserà non appena il tuo organismo smetterà di espellere il grasso in eccesso assimilato in precedenza. Il paradosso sta nel fatto che, avendo tu adottato la giusta dieta fruttariana, fortemente correttiva, e da soli 2 anni, hai scatenato un duplice effetto cdi segno opposto. Hai ottenuto da un lato gli attesi risultati migliorativi (confermati dal fatto che stai in eccellente stato di forma), e dall’altro un inatteso congelamento dei risultati tabellari. In pratica i due effetti opposti si sono annullati l’un l’altro in una specie di salomonico pareggio. Chiaramente la situazione è temporanea e tenderà ad evolvere in senso positivo, non appena gli effetti eliminativi cesseranno di essere massicci come nel tempo presente. La mia opinione è dunque positiva, per cui non devi in alcun modo preoccuparti.

ASPETTI CRITICI DEL COLESTEROLO GLOBALE ALTO, SECONDO I COMUNI CRITERI MEDICI

Tenere sotto controllo il colesterolo è importante per mantenersi in salute. Il colesterolo alto è un problema diffuso, dovuto alle abitudini alimentari scorrette e allo stress. Il colesterolo alto può generare depositi di grasso all’interno di arterie e vasi sanguigni. Questi depositi restringono i vasi ostacolando il normale flusso sanguigno e causando l’aumento della pressione. Questa situazione può portare problemi alle coronarie, nonché ad ictus e infarti.

ABITUDINI SBAGLIATE NELLA CERCHIA FAMILIARE, PIÙ CHE GENI DIFETTOSI

Non serve ovviamente chiamare in campo fattori come ereditarietà, genetica, Dna, e persone decedute anzitempo in famiglia. Sappiamo benissimo che le fissità genetiche sono materiale vetusto ed obsoleto, ideologie smentite ultimamente dalla scienza. Si tratta semmai di cattive abitudini familiari adottate e prolungate nel tempo. In ogni caso, anche nella eventualità di geni alterati, è dimostrato che un radicale cambiamento della biochimica interna produce un aggiustamento della situazione, visto che il corpo è Health Oriented e non va mai contro se stesso, non appena gli diamo una mano nella direzione giusta.

TUTTO DIPENDE DAL SANGUE GRASSO

Non mi stanco mai di ripetere il mantra di Padre Taddeo da Wiesent-Baviera, per il quale “Nessuno al mondo muore di cardiopatie ma tutti se ne vanno anzitempo per sangue guasto e viscoso”. L’antidoto al sangue guasto sta sempre nel rispetto del nostro pacchetto-salute, includente tanto sole, tanta respirazione e tante digestioni impeccabili basate su cibi prevalentemente acquosi, vitali, vibranti e graditi.

COLESTEROLO BUONO E COLESTEROLO CATTIVO

Non tutto il colesterolo è uguale. L’HDL, o colesterolo ad alta densità, è noto anche come colesterolo buono. Si tratta di un colesterolo dagli effetti positivi poiché trasporta il grasso attraverso il sangue e previene la formazione di depositi nelle arterie. Il colesterolo cattivo è l’LDL, o lipoproteina a bassa densità. Il livello totale di colesterolo dovrebbe essere tra i 100 e i 200 mg/dL, per un adulto. Occorre tenere d’occhio anche i livelli di trigliceridi, ma nel caso tuo non rappresentano un problema.

IMPORTANTE MONITORARE L’OMOCISTEINA

Pure l’omocisteina va presa in attenta considerazione, visto che un suo eventuale alto livello, marcatamente oltre quota 10, abbinato a colesterolo LDL alto, aggraverebbe il rischio cardiovascolare. In tal caso sarebbe urgente ricorrere a un processo di desulfurizzazione basato sulla betaina, sul succo crudo di bietola rossa e sullo spinacino.

MANTENERE IL FEGATO PULITO ED EFFICIENTE

La dieta ha una parte importante nel determinare i livelli di colesterolo. Può contribuire ad alzare e ad abbassarne il valore, anche se è il fegato a generare la maggior parte del colesterolo circolante in rapporto di 3:1, per cui occorre inserire nella dieta alimenti adatti a mantenere pulito ed efficiente il sistema epatico, cioè fegato, cistifellea e sistema biliare. In particolare alghe, asparago, avocado, carota, biancospino, cavolo, cicoria, ciliegia, cotogna, carciofo, cardo, cardo mariano, crescione, fagiolino, fragola, lattuga, lupini, melanzana, patata, pompelmo, pomodoro, rafano, ravanello, succhi verdi, succo di mela e limone, prezzemolo, sedano, sedano rapa, ribes, mele, uva, mirtilli, limone, riso integrale, olive.

UOVA QUESTIONE CONTROVERSA

Le uova sono un cibo controverso quando si tratta di colesterolo alto. Alcuni studi sostengono che il colesterolo può aumentare mangiando tuorli d’uovo. Altre ricerche dimostrano il contrario. Molti dimenticano che l’aumento dell’HDL può diminuire il rischio di malattie cardiache e bilanciare i livelli totali di colesterolo. Mangiare un uovo intero al giorno potrebbe addirittura favorire il flusso sanguigno.

CI SONO ANCHE I DIVIETI

Semaforo rosso per zuccheri raffinati, dolciumi, gelati confezionati, cracker, biscotti, snack, prodotti da forno, dolci, brioche, farine raffinate, cibi e bevande spazzatura.

RISORSE NATURALI CONTRO L’IPERCOLESTEROLEMIA

Risorse naturali specifiche per abbassare l’LDL? Non mancano affatto. Tarassaco e carciofo in testa, dotate come sono di principi amari che favoriscono la digestione, tonificando pancreas, milza e sistema epatico. Fragole, da mangiare anche mezzo kg al giorno per le loro antocianine. Pomodori crudi e cotti. Ma anche aglio, anguria, arancia, bergamotto, cachi, cipolla, kiwi, mandarino, melone, melegrane, mais, porro, avena, mela, melanzana, pistacchi, girasole, noci, mandorle, arachidi, noci brasiliane, frutta da guscio insomma per un totale di 50 grammi al giorno. Ottimi i legumi tipo lupini, fagiolini, piselli, fagioli, lenticchie, germogli vari.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x