Seleziona una pagina

RIMEDI AL COLESTEROLO ALTO E ALLA FERRITINA BASSA

da 28 Set 2016Ipercolesterolemia

LETTERA

COLESTEROLO ALTO E FERRITINA AI LIVELLI MINIMI

Buongiorno dottor Valdo Vaccaro, innanzitutto complimenti per il suo lavoro: un servizio alla collettività che nessuno rende in modo spontaneo e gratuito. Grazie. Le allego le ultime analisi del sangue fatte in data 06-09 perché, come al solito, ho il colesterolo un po’ alto e la ferritina sempre ai livelli minimi.

CIBI CORRETTI E CIBI DA EVITARE

Il mio medico curante mi ha consigliato attività fisica giornaliera e dieta corretta. Le chiedo se potesse aiutarmi in questo, consigliandomi i cibi corretti e quelli da evitare. Ho fatto dei controlli un paio di anni fa per la ferritina bassa e mi avevano detto che forse potevo essere portatore sano di anemia. Avrei dovuto fare ulteriori accertamenti, ma mi sono fermato lì!

MOTIVI DELLE MIE OCCHIAIE

Lo stesso medico mi dice che dovrei donare solo due volte l’anno e cercare di fare vita più equilibrata con orari regolari. Per me che sono soggetto abbastanza ansioso e sottoposto a stress è quasi impossibile! Le chiedo infine se il dimagrimento in viso e le occhiaie continue, che peraltro ho fin da bambino, sono forse sintomi di questa ferritina bassa. Buon lavoro! Cordiali Saluti.
Fausto

*****

RISPOSTA

Ciao Fausto. Per la ferritina bassa ti invito a documentarti andando sul mio blog e digitando nel motore di ricerca le parole, ferritina, anemia, dieta, omocisteina. In particolare ti aiuterà la tesina “Ferritina bassa e sintomi di sclerosi da Bruxelles“. Importante non tanto l’assunzione di ferro, comunque organico, quanto l’assimilazione del medesimo in armonia con la legge del minimo di Liebig. Serve in ogni caso una preparazione igienistica che si acquisisce leggendo regolarmente quanto scriviamo e promulghiamo.

DIGERIBILITÀ MASSIMA DEI CIBI

Il metodo che alla Health Science sosteniamo è molto semplice. Il mio Vitto Valdiano è basato sulla digeribilità massima dei cibi, indispensabile per migliorare la qualità e la fluidità del sangue. Tanta frutta da consumarsi anche sotto forma di spremute e di estratti freschi e preferibilmente in mattinata, in allineamento col ciclo circadiano mattiniero che va dalle 4 alle 12. Abbondante terrina di verdure crude da masticarsi con cura e lentezza e come primo piatto di esordio a pranzo e cena, seguito da un secondo di tuo gradimento. Il tutto nell’ambito di una filosofia alimentare che verte sul vegeto-crudismo tendenziale, sostenibile e personalizzato.

NON È SOLTANTO UNA QUESTIONE DI CIBO

Oltre al cibo ci sono altri ingredienti altrettanto basilari a livello comportamentale, e consistono nel rispetto delle leggi millenarie ed immutabili di Madre Natura, oltre che nel seguire il nostro pacchetto o protocollo-salute, fatto di movimento, riposo, assorbimento solare. Tutte cose piuttosto estranee alla medicina convenzionale che segue strade totalmente diverse per sue scelte sfortunate e degradanti.

COLESTEROLO, TRIGLICERIDI ED OMOCISTEINA

Quanto al colesterolo alto e alla conseguente ipertensione, prediligere uva passa, polifenoli tipo cavoli, crescione, sedano, radicchio, agrumi e mirtilli. Ottimi anche mandorle, finocchio crudo, sedano crudo, aglio, pomodoro, alghe senza esagerare, fragole, uva, biancospino, lupini, riso integrale, funghi secchi miniera di vitamina D. Oltre al colesterolo vanno monitorati i trigliceridi e l’omocisteina. Se fosse alta oltre il limite di 15-20 micromoli, il rimedio ta nella desulfurazione del corpo attuabile con l’assunzione di betaina, sostanza che si trova nelle bietole rosse (meglio se con foglie verdi incluse) e negli spinaci, vegetali ottimi ma con alto acido ossalico, per cui non si deve esagerare.

Per quanto riguarda le occhiaie ti rimando alla mia tesina Occhiaie, occhi cerchiati e fragilità capillare.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

1 Commenti

1 commento

  1. Bukan Saya

    This is a very good post. Just wonderful. Truly, I am amazed at what informative things you've told us today. Thanks a million for that. Tante Kimcil Susu Gede Menggoda Nafsu

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: