LA BUFALA DELLE CARENZE SOLFORICHE NEI VEGANI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

RICERCHE STATUNITENSI E IPOTESI DI CARENZE DI ZOLFO

Buon giorno Valdo, sto leggendo alcuni post di un blog (la scienza marcia) in cui sono state tradotte alcune ricerche statunitensi compiute dalla Fondazione Weston A Price sull’uso che il nostro corpo fa dello zolfo. Come pensierino finale è stato scritto: “La migliore fonte di zolfo sono le proteine animali quali carne, pesce ed uova. Lo zolfo sta scomparendo dal suolo coltivabile, e così i vegetali contengono persino meno zolfo di quanto succedeva una volta. È quindi molto verosimile che i vegetariani soffrano di deficit da zolfo“. Questa affermazione ha una base di verità, almeno riguardo ai suoli statunitensi? Cordiali saluti.
Luciano

*****

RISPOSTA

UNA MENZOGNA AL GIORNO TOGLI IL VEGANO DI TORNO

Ciao Luciano. I macellai americani sono bravi non solo a massacrare bisonti, bovini e bufale, ma anche a mandare in giro le loro bufale informative. La cosa è palesemente priva di senso sia per l’America che per il resto del mondo. Se mancasse lo zolfo, in ogni caso, le carni degli animali subirebbero comunque degli impoverimenti. Visto che poi si devono pure cuocere, è infierente che abbiano o no dei minerali, in quanto cotti, disorganizzati e quindi non assimilabili. Ovviamente hanno fallito con il ferro, col calcio, con lo zinco, con lo iodio, dove i vegani risultano super-mineralizzati. Oggi tentano la carta dello zolfo, domani forse quella del manganese.

CRESCIONE, CAVOLI E RAVANELLI

Esiste una serie di prodotti della natura che è formidabile per contenuto di zolfo. Il crescione innanzitutto, seguito da ravanelli, cavolini Bruxelles, acetosa, cavoli, cavolfiori, rape, porri, cetrioli, lattuga, sedano, piselli, asparagi, avocado, pomodori, ribes, carote, melanzane, ananas, pesche, patate, rucola, zenzero, peperoncino, bietole, rape, spinaci, verdure selvatiche varie.

SERVONO PIÙ MANGIACADAVERI

La realtà è che ogni scusa è buona per spostare l’asse alimentare verso il carnivorismo. Ogni giorno serve una nuova bufala. Non importa quanto assurda e menzognera. L’importante è creare dubbi e timori. L’importante è disorientare la gente. Il colmo è che questi venditori di fumo, non si limitano solo a infierire contro gli animali, e a raccontare balle alla gente, ma fanno di tutto per desertificate i terreni tramite i micidiali erbicidi Round-Up della Monsanto.

I CAMPI DESERTIFICATI DAL ROUND-UP DELLA MONSANTO

Basta andare per le campagne. Distese di campi e campi destinati a mais e soia dove non cresce un filo d’erba. Per trovare del tarassaco e altre piante officinali, occorre andare nei fossi e lungo strade e stradine. Gli agricoltori non sanno più coltivare nulla all’infiori della pannocchia e della soia, monocolture a uso e consumo dell’allevamento di bestiame massacrabile e massacrato. Non trovi n campo seminato a patate o a radicchio, nemmeno a cercarlo col lumino. È una vergogna.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
13 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
13
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x