LA MIGLIORE FORMA PER LA DANZA E LO SPORT STA NEL VEGAN-CRUDISMO TENDENZIALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CARENZA DI FERRO, OLTRE CHE INTOLLERANZA AL LATTE E AL NICHEL

Salve, mi chiamo Brenda e ho 22 anni. Sono una ballerina di danza sportiva e istruttrice di fitness. Tre mesi fa ho scoperto di essere intollerante al latte e ai latticini, oltre che al nichel. Ho appreso pure di essere carente di ferro, col rischio di diventare anemica.

CERCO LA MIGLIORE FORMA EVITANDO CARNI ROSSE E BIANCHE

Mi chiedevo cose posso mangiare per essere in forma, visto che di energie ne spendo parecchie! E come posso fare a far risalire il ferro. La dottoressa mi ha consigliato di mangiare carne, meglio se rossa. Io di carne ne mangio veramente poca. Passano settimane senza toccarla, e se la mangio preferisco il pollo, ma vorrei evitarla del tutto. Cosa mi consigli? Grazie e buona giornata.
Brenda

*****

RISPOSTA

LIBERARSI IN MODO NETTO DAI CONCETTI-SPAZZATURA

Ciao Brenda. La prima cosa da fare è dare il benservito a qualunque medico e a qualsiasi dottoressa che parlino di carne rossa e magari al sangue. La seconda è dedicare un minimo di tempo a costruirsi una cultura di tipo igienistico. Gli strumenti non mancano affatto. Occorre insomma fare delle scelte precise, allontanandosi dalla massa indecente di disinformazione che domina la scena. Occorre prendere nota di una realtà da brivido. Viviamo in un mondo che fa di tutto e di più per farci ammalare e per mantenerci malati.

RIMBOCCARSI LE MANICHE E SFRUTTARE IL MATERIALE ESISTENTE

Non sono in grado purtroppo di fare un corso di comportamento e di alimentazione vegan-crudista tendenziale a ogni persona che mi contatta. D’altra parte ci sono i miei testi in circolazione e oltre 5000 tesine del blog che sono in grado di darti una mano rispondendo alle tue domande. Datti da fare e iscriviti gratuitamente alla Newsletter per ricevere in automatico i miei articoli.

ESTROMETTERE INNANZITUTTO LE SOSTANZE AMMALANTI

Via tutte le carni, via tutti i farmaci, via tutti gli integratori, via tutti gli zuccheri e i dolciumi convenzionali, via i cibi e le bevande spazzatura. Adottare pertanto uno stile di vita consono al nostro corpo di fruttariani pescando i cibi da quanto la natura offre, privilegiando frutta di stagione, verdure crude, qualche verdura cotta al vapore e comunque mai stracotta, mettendo pure al bando micro-onde e pentole a pressione.

METTERSI SE POSSIBILE IN ARMoNIA COI CICLI CIRCADIANI

Mettersi possibilmente in armonia coi 3 cicli circadiani, che sono il Ripulitivo della mattina (4 am-12), l’Alimentare del pomeriggio (12-20) e l’Assimilativo della notte (20-4), per cui la frutta acquosa stagionale, le spremute, gli estratti, troveranno posto nella mattinata, mentre a pranzo e cena ci sarà una bella terrina di verdura cruda come primo piatto, seguita da un secondo a base di patate e legumi, o minestra di verdura, o cereali, o peperonate, o gnocchi, o pasta, o pizza, sempre alle verdure. Una manciata di frutta da guscio tipo pinoli, nocciole, noti, anacardi e pistacchi concluderà il pasto.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA DIETA IDEALE

Pertanto una dieta leggera, sobria, innocente, rigenerante, digeribile, divertente, sostenibile, nutriente, rivitalizzante e vibrante, alta e superiore ai 6500 Angstrom sulla scala Simoneton, creatrice di un’aura positiva rossa ed energizzante e non di un buco nero assorbente e deficitario. Dieta includente principi e leggi naturali da rispettarsi, ma che potrai adottare e personalizzare in base alle tue esigenze, gusti e necessità. Il ferro che ti manca si trova nei vegetali crudi, nel sesamo, germe di grano, semi di zucca, pistacchi, girasole, noci, mandorle, pinoli, datteri, castagne, tarassaco.

PRIMO PURIFICARE E SECONDO RAFFORZARE

Avocado nelle verdure, alghe, germe di grano, panini integrali col pomodoro o con le melanzane, polenta e funghi, cura dell’uva, ti terranno in grande forma. Adottare melegrane, arance, ananas, mele, pere, banane, uve, meloni e cachi come frutti per l’inverno. Radicchio, lattughe, rape, ravanelli, cavoli, cavolfiori, carote, patate, carciofi, finocchi, valeriana, tarassaco, porri e cipolle come verdure per l’inverno. Primo obiettivo rimane quello di depurare il corpo, secondo obiettivo quello di rafforzarlo.

OTTIMI LIBRI E UNA RIVISTA INTELLIGENTE

Sul blog puoi anche usare le parole-chiave nel motore di ricerca per trovare i titoli delle tesine specifiche, digitando dieta, ferro, anemia, latticini, muscoli, sport. Ti consiglio di leggere non solo i miei libri ma anche Cibo Crudo e Vegan di Annamatilde Baiano e Carol Saito ([email protected]), Homo Vegetus di Fabio Rigon ([email protected]) e Las Vegans di Paola Maugeri (Edizioni Mondadori). Una delle poche riviste coerenti e costruttive sul cibo sano ti potrà aiutare, e mi riferisco a Crudo Style (www.crudostyle.com) che potrai richiedere sempre alla Annamatilde Baiano oppure ad [email protected]

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
27 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
27
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x