LIBERAZIONE DALLA DIALISI E RICADUTA PSICOLOGICA NELLE MAGLIE DELLA PERSECUZIONE MEDICA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

QUATTRO ANNI FELICI E LIBERI DALLA DIALISI

Caro dr Vaccaro, sono Liliana, quella col marito affetto da IRC, insufficienza renale cronica. Ho cominciato a scriverle nel 2010 e la sua tesina “Stop all’insufficienza renale” riguarda me e mio marito. Sono passati quasi quattro anni da quando, disperati, le abbiamo chiesto aiuto. Ci era stata prospettata la dialisi entro 3/6 mesi ma, grazie ai suoi consigli, le cose sono andate ben diversamente.

MARITO IN FORMA CON ASPETTO SPLENDIDO

Mio marito sta bene, ha un aspetto splendido. Ora è fuori che taglia l’erba. Le analisi sono sempre state più o meno stabili, azotemia a 20, elettroliti a posto, uricemia 6,5, glicemia 79, colesterolo 190, pH urine 7,5, proteine urine 70, 3,8 eritrociti, 12,5 emoglobina e la creatinina che si è mantenuta più o meno stabile intorno al 4. Permane una leggera anemia.

AD OGNI ANALISI LA TENSIONE VA ALLE STELLE

Ogni volta che si fanno e analisi, ora ogni 4 mesi, la tensione cresce. Per me è sempre meno sopportabile, forse perchè stò diventando vecchia. Ho letto tutte le sue tesine, e sono preparatissima sulla dieta e su tutte le altre pratiche da seguire. So che le analisi hanno un valore relativo, ma quando quattro mesi fa la creatinina è salita a 4,5 non ho potuto fare ameno di preoccuparmi.

MAGGIORE RIGORE

Ho reso più severa la dieta togliendo anche il più piccolo sfizio, sole tutti i giorni, passeggiate, centrifughe a iosa, ma le analisi di oggi mi hanno dato 5,08 di creatinina, 11,5 di emoglobina e 3,5 di eritrociti, mentre il resto è stabile.

MEDICI CHE MARTELLANO SULLA DIALISI

Perché le scrivo? Non lo so neanche io. Forse perchè sono molto stanca di combattere, sono delusa e triste, perchè nonostante i miei sforzi dovrò sopportare l’aria severa dei medici che diranno “Bisogna cominciare a pensare seriamente alla dialisi”.

QUESTO STRESS NON È VIVERE E MI RITROVO SVUOTATA E TRISTE

Questa non è vita. Mi dica ancora una volta cosa ne pensa, le sue parole mi sono sempre state di grande aiuto e mi hanno sempre restituito la voglia di combattere. Ma come è possibile avere l’azotemia a 18 e la creatinina a 5,08. Mi perdoni la lungaggine di questa lettera. Con grande affetto e riconoscenza.
Liliana Valentini

*****

RISPOSTA

MESSAGGIO PARADOSSALE E INCREDIBILE

Ciao Liliana. Il tuo messaggio ha aspetti paradossali ed incredibili. Ti ritrovi con un marito pimpante che taglia l’erba e sta in ottima forma. Dovresti gioire al massimo grado senza alcuna riserva, e invece alla fine ti ritrovi spompata e addirittura delusa. Questo dovrebbe farti riflettere. Stai davvero andando fuori dal seminato e non hai alcuna scusante valida.

ASSURDI CONTROLLI OGNI QUATTRO MESI

Non ho nemmeno capito il meccanismo micidiale che vi tiene inchiodati a quei medici che già vi avevano prospettato la dialisi 4 anni fa. Medici che, sfruttando la loro imposizione su assurdi controlli ogni 4 mesi, vi stanno martellando in modo irresponsabile ed ignominioso. Un vero e proprio accanimento.

STOP TOTALE ALLE ANALISI

Mi chiedi un parere? Mandali dritti a quel paese e non fare più alcun controllo! Questa è una ennesima dimostrazione di come si comporta la classe medica di fronte ai pazienti. Anziché complimentarli per quanto fanno e per quanto ottengono, tifano contrario e non vedono l’ora di portarli alla dialisi e magari anche ai trapianti. Questa è una cosa estremamente vergognosa, per usare un termine eufemistico.

LIBERARSI DALLE PERSECUZIONI

Ovvio che la gente finisce per subire queste pressioni continue e questa ossessionante persecuzione fisica e mentale. Una guerra psicologica sottile e mirata a far crollare ogni resistenza. Dici di sapere che i valori hanno un valore relativo? Non è vero niente. Ti stai contraddicendo in modo eclatante.
Tu stai dando importanza cento alle boiate della medicina e importanza zero al fatto eclatante e prioritario che tuo marito sta magnificamente, nonostante lo stress a cui viene sicuramente sottoposto.

LEGATI INDISSOLUBILMENTE ALLA MEDIOCRITÀ DEI DATI TABELLARI

Neanche un accenno al fatto che lo stress indotto dai medici sta procurandovi un danno inestimabile. Neanche un accenno al fatto che lo stress non è estraneo alla alterazione dei valori. Neanche un accenno al fatto che lo star bene di tuo marito e il suo miglioramento sul piano alimentare stia facilitando smaltimento tossiemico che falsifica i risultati tabellari. Neanche un accenno al fatto che il corpo tende a guarire. Neanche un accenno al fatto che che esiste anche una tendenza fisiologica verso determinati valori. Avete usufruito di importanti miglioramenti quasi a caso, senza ragionarci troppo, senza dare importanza ai vostri stessi sacrifici, senza alcuna riconoscenza vera e genuina nei miei stessi riguardi, visto che vi avrei portati a risultati parziali e contraddittori.

SI IMPONE UNA SCELTA NETTA VERSO IL CAMPO MEDICO O VERSO LA HEALTH SCIENCE

Un ennesimo esempio della totale incompatibilità tra medicina e scienza della salute. Si impone più che mai una scelta di campo. O state coi medici e gli chiedete di rovinare un paziente guarito e recuperato, oppure li mandate coerentemente a pascolare le pecore, dove potrebbero esprimere al meglio la loro reale professionalità. Non ci sono alternative.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x