TESTIMONIANZE DI GUARIGIONE DA TIROIDITE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA 1

GUARIGIONE DA IPOTIROIDISMO

Gentile Valdo, anche se lei non mi conosce io le scrivo per ringraziarla perché grazie alle sue tesine ed alle sue informazioni libere ho potuto seguire un percorso di guarigione e di felicità. Nel 2010 mi avevano diagnosticato un ipotiroidismo con Hashimoto, dopo essermi svegliata una mattina con mal di gola e collo e un gozzo, con Tsh a 22. Quel gozzo in realtà mi salvò da alcuni anni di stanchezza, ansia e mente annebbiata, perché grazie ad esso ho iniziato a capire cosa mi stava succedendo. Avevo spinto me stessa troppo oltre, piena di problemi che non riuscivo ad affrontare e stress dovuti allo studio e al lavoro.

VANI TENTATIVI RIMEDIALI CON EUTIROX E TIROIDE SECCA

Ero anche provata da dispiaceri, con mia madre malata di tumore da 20 anni, aggravato da recidive al cervello, ma anche dal mio fisico che non voleva andare avanti, e procedeva come lei dice “col freno a mano tirato”. Ho iniziato a prendere l’Eutirox che, seppure all’inizio mi ha dato un po’ di carica, non riuscivo ad accettare perché sapevo che non stavo guarendo ma solo agendo sul sintomo e non sulle cause reali. Non vedendo cambiamenti ho provato a prendere la tiroide secca, ma ero sempre più intenzionata a voler cambiare, ed è lì che ho iniziato a leggere dal suo blog le sue tesine riguardo alla tiroide, e poi al cibo in generale e a come il corpo guarisce da sé a patto di essere ascoltato.

NETTO CAMBIAMENTO ALIMENTARE IN LINEA CON LIBRI E TESINE

Ho anche letto i suoi libri e pian piano ho iniziato a cambiare il modo di mangiare, iniziando prima col crudo e poi col cotto, cominciando a bere nella maniera corretta ed eliminando quei cibi tossici che mi danneggiavano. Non ho mai amato la carne, né i formaggi ma ero amante del latte vaccino sin da piccola. Da adolescente ne bevevo un litro al giorno e difatti soffrivo di acne e costipazione. Così ho deciso di togliere qualsiasi proteina animale. Ho mangiato prevalentemente crudo, con aggiunta di non troppi cereali o legumi, semi e noci. Ho eliminato nel contempo anche il caffè.

TOTALE TRASFORMAZIONE DAL 2010 AD OGGI

Dal 2010 ad oggi, ad un anno e mezzo senza nessun ormone sostitutivo, posso dire felicemente che i miei valori della tiroide sono perfetti, con un Tsh a 2,56 e con una forza incredibile oltre ad una mente serena e che riesce a concentrarsi senza problemi, oltre al fatto di essere riuscita a far scendere completamente gli auto-anticorpi.

ESPRIMO LA MIA GRATITUDINE VERSO LEI E L’IGIENISMO

Ringrazio Dio poiché avendogli chiesto una via di guarigione Lui me l’ha data, dicendomi però di trattare il corpo, che Lui mi ha donato davvero come un tempio, e dirigendomi verso l’igienismo tramite le sue tesine e le sue informazioni.
Per questo le sono grata, perché è disponibile a condividere il suo sapere con altri e senza lucro!!

I MEDICI CON ME HANNO COMPLETAMENTE SBAGLIATO

Per stare bene bisogna indagare dentro se stessi e capire davvero la causa di una malattia ed affrontarla per potersi migliorare ogni giorno. Il suo blog mi ha dato speranza, quella speranza alla quale ho dovuto aggrapparmi da sola con Dio poiché i medici erano sempre perplessi sulla guarigione e preferivano sempre darmi la pastiglia. Sentirmi dire “la tiroide e il cibo non hanno nulla a che vedere” e poi trovarmi qui, ora a stare così bene proprio grazie ad un cambiamento radicale di stile di vita e di alimentazione, direi che hanno completamente sbagliato!!

MI PARE GIUSTO OFFRIRE AL PUBBLICO QUESTA MIA ESPERIENZA

Le scrivo non solo per ringraziarla ma anche affinché questa mia testimonianza possa essere di aiuto a chi è in una situazione di malattia e ha bisogno di incoraggiamento e di speranza. Dio mi ha certamente guarito e mi ha indicato la giusta via. Dio guarisce ma vuole che anche noi facciamo la nostra parte, che ci ravvediamo sia sul piano spirituale che su quello pratico o materiale. Come predico il vangelo di Cristo, ora predico anche la giusta alimentazione poiché Dio vuole che trattiamo il nostro tempio con amore e rispetto e perché Lui ci ha creati in maniera stupenda!! Ancora grazie!!
Jennifer

*****

RISPOSTA

I CASI DI AUTOGUARIGIONE SONO REGOLA E NON ECCEZIONE

Ciao Jeniffer. Ammirevole la tua decisione di condividere coi lettori del blog la tua personale esperienza. Ogni giorno mi arrivano per telefono o per altre vie segnali dai toni simili, facendomi capire che non si tratta affatto di casi rari e sporadici, ma di punte di iceberg che affiorano da un vasto fenomeno sommerso.

LA GENTE SI SOTTOVALUTA E NON SFRUTTA LE PROPRIE RISORSE

Tutti guariscono a patto di credere fortemente in se stessi e a patto di applicare con coerenza le regole o le leggi stabilite da Madre Natura, e a patto che una serie di circostanze negative non prendano il sopravvento. L’organismo si impegna con tutte le sue forze per eliminare le scorie e per rimettersi sui giusti binari. Il corpo non va mai contro se stesso, purché rispettato, purché lasciato fare, purché non sottoposto a invasività, a pregiudizievoli interferenze, a frettolose sentenze negative, purché assistito, nei casi di reale emergenza, da cure mediche opportune ed adeguate.
Il fatto è che troppa gente non conosce se stessa e si sottovaluta, sciupando le sue preziose risorse. Non si rende conto che il pensiero è una forza formidabile, più potente del magnetismo, dell’elettricità e della gravitazione messe assieme. Non si rende conto che la mente umana è una scintilla dell’onnipossente coscienza universale, una scintilla della coscienza divina.

OCCORRE CREDERE MA CON GRANDE INTENSITÀ

Come racconta Paramahamsa Yogananda in Autobiografia di uno Yogi, ai suoi esordi stava male con problemi di stomaco e di sottopeso. Era tormentato da pensieri negativi e da brividi di paura. Decise di recarsi da Lahiri Mahasaya, il suo Maestro di Benares, India Meridionale. “Maestro, se credo di star bene e di riacquistare il mio peso, ciò può davvero avvenire?”. “Potrei provarti che qualsiasi cosa ragionevole tu credessi con grande intensità, si avverrebbe all’istante”, gli rispose il Saggio. E fu proprio questo che accadde.

ASSAI DIVERSE SONO LE CURE MEDICHE

Se invece vai da qualcuno che ti rifila dei vaccini o dei farmaci solo per adeguarsi a degli obblighi elaborati ed imposti da un Regime Sanitario Arrogante e Dogmatico, secondo criteri schematici ed innaturali nei quali tu stesso nutri giustificati dubbi, sarà molto difficile che tu ne abbia reale e stabile giovamento.

MICIDIALE BRODO COME COSTANTE IDEOLOGIA OSPEDALIERA

L’odioso vizietto del brodo di manzo e di gallina negli ospedali, lo spiccato intreccio di interessi e di ideologie con macelli, salumerie e vivisezioni caratterizzano da sempre le tendenze della medicina. Pretendere sensibilità animalistica e spiritualità interspecista da chi va a scuola di anatomia e di sezionamento cadaveri potrebbe essere utopia.

EPPURE LE VERITÀ AUTENTICHE TRAPELANO SPESSO DALLE STESSE FONTI SANITARIE

Tuttavia, almeno sul piano della salute, non sempre la Medicina Ufficiale viene clamorosamente meno ai suoi compiti e alle sue funzioni. Il Journal of the American Medical Association (AMA), ancora nel 1961, aveva creato sconcerto, incredulità e sconvolgimento tra gli stessi americani affermando che il 97% delle patologie cardiache causa di oltre il 50% dei decessi annui in America, si poteva prevenire con una semplice dieta vegetariana, ricca di frutta e verdure e cereali integrali, ricca di acqua biologica e zuccherina, ricca di vitamine, minerali organici e di fitonutrienti. Ma poi, le verità e le buone intenzioni si erano perse per strada, di fronte alle massicce campagne filo-carnivore dei grandi allevatori e delle catene di ristorazione fast-food tipo McDonald’s, Burger King e Kentucky Fried Chicken.

ESSERE VEGANI APPORTA SALUTE E BENESSERE

Una replica degli stessi concetti si aveva nel gennaio 2011 da parte della USDA (US Department of Agricolture, tramite http://michaelbluejay.com/veg/protein.html).
Ma anche un paio di anni fa l’ADA (American Dietetic Association), indiscussa autorità medica internazionale, ha riaffermato che le diete vegane correttamente bilanciate, e altri tipi di similari diete vegetariane, sono salutari e adeguate dal punto di vista nutrizionale e comportano benefici per la salute, nella prevenzione e nel trattamento di molte patologie, tra cui ipertensione, diabete, sbalzi ormonali e diversi tumori comuni, come quelli al seno, alla prostata, allo stomaco, al fegato, al colon, ai polmoni.

UNA QUESTIONE DI IGIENISMO E DI SCIENZA ALIMENTARE

Seguendo Valdo Vaccaro non sei soltanto andata coraggiosamente contro-corrente, non hai soltanto imboccato la strada igienistica, ma ti sei pure allineata alla vera scienza alimentare, nonché agli spunti trasparenti e alle confessioni che la stessa Medicina si lascia sfuggire nei momenti di trance e di caduta della sua ortodossia filo-carnea.

OCCORRE GENUINO IMPEGNO PER USCIRE DAL TUNNEL DELLE PATOLOGIE

Come hai opportunamente evidenziato, il Divino Creatore per te o Madre Natura per chi non vuole scomodare Dio, ti ha offerto una via di guarigione, chiedendoti in cambio più rispetto, più amore è più solidarietà per il tuo corpo, più autostima, più fiducia nelle tue forze interiori. Ed anche più impegno nella acquisizione di dati e nozioni e metodi rimediali privi di effetti indesiderati. Come dicevano gli antichi romani “Nulla palma sine pugna”, ossia “Nessuna vittoria stabile si ottiene senza fatica e senza determinazione”.

LA VOGLIA DI DIRLO ALLA GENTE HA UNA FORTE VALENZA SOCIALE

Il lato più notevole e spettacolare è che ti sei ritrovata non solo rasserenata da valori tiroidei nella norma, non solo beneficiata da una forza incredibile e da una mente serena, ma anche da questa missionaria voglia di estendere al mondo intero la tua gioia e il tuo entusiasmo di vivere. E questo dettaglio assume forte valenza etica e sociale. Testimoniare che si è guariti vale almeno quanto la stessa guarigione in sé.

NON PRATICHIAMO ARTI MEDICHE

Noi filosofi e ricercatori di salute, noi operatori della Health Science, non pratichiamo arti mediche legali o abusive. Non siamo in concorrenza con la medicina e non facciamo sgambetti alla medesima. Abbiamo idee e linguaggi che non coincidono affatto con quanto fa la Sanità sui percorsi di salute. Siamo per metodi naturali e non invasivi. Siamo per la Cura della Non-Cura sul sintomo. Chi crede nella scelta di campo verso la medicina ufficiale è liberissimo di farlo. Chi poi deve forzosamente e necessariamente ricorrere alle cure di emergenza e di pronto soccorso, è giusto e logico che lo faccia.

OFFRIAMO SOLO GIUSTO INSEGNAMENTO E GIUSTA SCUOLA

Noi non siamo guaritori. Nessun soggetto in verità lo è, nessun materiale magico e nessun metodo al mondo lo è. Il merito finale e autentico del guarire appartiene sempre e solo agli strumenti di riequilibrio naturale interno, di cui è dotato il corpo umano. Se abbiamo un merito in tutta questa fenomenologia o in tutta questa faccenda, esso sta tutto nell’offrire il giusto Insegnamento e la giusta Scuola, affinché venga dato al corpo quello di cui ha bisogno e affinché si tolgano nel contempo i bastoni tra le ruote ai delicati meccanismi del riequilibrio, veri protagonisti dell’opera di recupero.

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA 2

STO PROGREDENDO VERSO IL VEGETARIANISMO

Gentilissimo dr Vaccaro, le ho scritto qualche mese fa per ringraziarla delle informazioni trovate sul suo blog. Ho la fibromialgia da 5 anni. Le volevo confermare che, togliendo le amalgame, sto molto meglio, con meno stanchezza e meno dolori muscolari.
Ho 49 anni, sono in menopausa da 4, e mi rifiuto di fare la terapia ormonale sostitutiva.
Da diversi anni non mangio più carne rossa, e sto cercando di diminuire quella bianca e il pesce.

LA MIA TIROIDITE DI HASHIMOTO SI È NORMALIZZATA SENZA FARMACI!

Mi rimanevano da fare gli esami di controllo per la tiroide, visto che soffrivo di tiroidite di Hashimoto.
In più volevo controllare i miei livelli di emoglobina, globuli rossi e ferritina, avendo incrementato considerevolmente nel frattempo il mio consumo di frutta e verdura, specie cruda.
Bene, la notizia che mi preme di comunicarle è che le mie analisi vanno benissimo, come pure i miei valori tiroidei, che si sono normalizzati senza farmaci!
La ringrazio di tutta la conoscenza che mette a nostra disposizione. Un carissimo saluto
Alessandra da Piombino-Lucca

*****

LETTERA 3

LA CADUTA DEI CAPELLI RIMANE UN PROBLEMA DA RISOLVERE

Ciao Valdo, grazie per la tesina sulla caduta dei capelli.

Purtroppo mi ci ritrovo anch’io. Da mesi i miei capelli cadono troppo sul pavimento, sui tappeti, sulle maglie, sulle lenzuola. E pensare che dieci anni fa avevo una testa leonina e per me rappresentavano un segno di femminilità e forza.
Premetto che ho 56 anni e che sono entrata in menopausa in gennaio.
Perlomeno quella è stata l’ultima mestruazione.

Da marzo mi sono buttata a capofitto nell’igienismo.
Non ho fatto digiuni veri e propri con acqua leggera, ma ho trascorso l’intera estate a base di sola frutta, e qualche giorno di ottobre a sola uva.
La mia salute è miglioratissima in tutto e per tutto, ed anche il mio umore.
L’unica pecca la caduta dei capelli.

STO RIDUCENDO PROGRESSIVAMENTE LA DOSE DI EUTIROX

La dottoressa naturopata che mi segue, e che rispetta le mie scelte alimentari, alla visita iridologica ha trovato un occhio bello pulito con sparizione dei segni trovati anni fa, ed è rimasta pure stupita dei miei cambiamenti. Sono ipotiroidea ma sto riducendo progressivamente la dose di Eutirox.

Differenza fra il frullato e il centrifugato

Mia intenzione è di eliminare tutti gli integratori e tutti i farmaci, e l’Eutirox non fa eccezione.
Faccio i bagni derivativi per 15 minuti al giorno e bevo molti frullati di frutta e verdura.
Mi vuole cortesemente evidenziare la differenza, in termini di assorbimento sostanze, tra frullato e centrifugati, preferendo io i primi ai secondi? Grazie di tutto.
Serena

*****

LETTERA 4

Gentilissimo dr Vaccaro, la ringrazio molto per le sue tesine sempre interessanti. Direi che il mio organismo sta reagendo in modo spettacolare con la dieta crudista-vegana. I miei pomfi sono spariti, ed è rimasto solo qualcuno sporadico, che però se ne va via da solo senza il bisogno di medicine: Urrah!

NIENTE PIÙ EUTIROX

Sono abbastanza meticolosa nella scelta degli alimenti. Anche perché, avendo interrotto l’assunzione di Eutirox, ho sempre paura che la mia tiroide si addormenti in maniera definitiva.

Nella mia mega-insalata aggiungo sempre il cetriolo, spinacini crudi e del cicorione crudo, poi germogli di soia (gli alfa-alfa non riesco a trovarli) e della rapa bianca. Pensa che possa andare bene?
Con l’insalata mangio 2-3 gallette di riso. Per il pane integrale preferisco aspettare ancora un po’, temendo la riapparizione dei pomfi, che sono dei rigonfiamenti arrossati e pruriginosi della pelle, caratteristici di dermatiti e allergie.

Anche mio marito cerca di fare la dieta ripulente però, a pranzo, vuole mangiare la pasta tutti i giorni della settimana, mentre di mattina si mangia due arance seguite più tardi da una banana.
Gli ho comprato tutto integrale, sia pasta che pane. Che dice? Può andare bene?
Posso sapere come mai non approva il consumo di tisane?
Io ne ho diverse a base di finocchio, agrumi e karkadè. D’inverno fanno comodo, per ingerire qualcosa di caldo la mattina presto. Ora che sta facendo freddo non riesco ad assumere subito le arance spremute.

GROSSI MIGLIORAMENTI E NIENTE PIÙ POMFI

Direi che sto davvero meglio. I pomfi non mi vengono più nemmeno se sto troppo a lungo seduta, cosa che prima mi accadeva regolarmente, quando mi ritrovavo con le natiche e la parte posteriore delle gambe piena di bolle pruriginosissime.

Ancora non mi sembra vero! Spero di poter bilanciare gli alimenti e di non incorrere in carenze vitaminiche. Sempre ringraziandola per la sua infinita gentilezza, le porgo il mio saluto.
Marina

*****

RISPOSTA GLOBALE

I RIMEDI DELL’ERBORISTERIA PER LA CADUTA DEI CAPELLI

Ringrazio Alessandra, Marina e Serena per i loro messaggi e le invito a procedere nel loro percorso, che è evidentemente quello giusto.

Per la caduta dei capelli, c’è da mettere in conto che l’autunno è la stagione della caduta delle foglie, per cui anche i capelli tendono a diradarsi.
I rimedi più raccomandati sono l’acido pantotenico o vitamina B5, che si trova nelle arachidi, nel germe di grano, nei legumi, nel lievito, ma anche nella frutta e nella verdura cruda in generale.
Ortiche, crescione, cipolla e radici di zenzero, vengono indicate dall’erboristeria sia per massaggi e sfregamenti esterni della cute che per uso alimentare interno.

Per approfondire leggere la tesina Alopecia areata: cause e rimedi naturali.

IL CENTRIFUGATO SEPARA IL SUCCO DALLA FIBRA

La predilezione dei frullati sui centrifugati ha buon motivo di essere. Nei frullati ci ritroviamo con un succo e con tutte le fibre del frutto o della verdura che abbiamo prescelto, mentre nel centrifugato c’è una separazione della fibra.

L’unico vantaggio dei centrifugati consiste nel fatto che riusciamo a metter dentro più acqua biologica. In realtà però va preferito l’utilizzo degli estrattori a freddo, che mantengono inalterate le proprietà degli alimenti, oltre ad avere una resa maggiore e di miglior qualità rispetto alle centrifughe. Sul sito è presente una guida all’acquisto per chi non sa bene cosa comprare.

Approvazione incondizionata per le mega-insalate, col pane integrale o con le gallette.

Non è il caso di demonizzare la pasta integrale a mezzogiorno

La pasta integrale a mezzogiorno, se preceduta da verdure crude ed accompagnata da verdure tipo il cavolfiore, il porro, o altre delizie orticole, non va demonizzata, anche se la soluzione cereali e verdure, o cereali e legumi, o crema di verdure, sono da classificarsi come soluzioni più naturali e più salubri.
Per le tisane a uso terapeutico non esistono veri divieti, ma non condivido affatto l’idea di bere le tisane calde al mattino, in contrasto al rigore climatico invernale.
Di mattina occorre abituarsi al succo d’arancia, deglutendolo a piccoli sorsi.

Col veganismo tendenzialmente crudista non ci sono rischi di carenze

Il mio consiglio in linea generale è quello di evitare bevande addolcite di ogni genere, in quando tolgono spazio alla frutta naturale e all’acqua biologica che essa contiene, e a un paio di bicchieri d’acqua che spesso vanno bene anche in presenza di dieta crudista.
I timori di carenze vitaminiche non esistono in uno schema igienista-vegano-crudista, a condizioni di inserire nell’alimentazione semini pestellati, avocado, mandorle, noci e pinoli.

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA 5

LIBERAZIONE DALL’EUTIROX DOPO 16 ANNI ININTERROTTI

Buongiorno Valdo, questa non è una richiesta di aiuto, bensì il ringraziamento per l’aiuto che mi stai dando. Ho tutti i tuoi libri e leggo il blog regolarmente da quasi 3 anni, in cui mi sono liberata da tanti fastidi e, udite udite, dall’Eutirox, assunto per ben 16 anni ininterrottamente.

NUOTO COMPETITIVO E IPERFERRITINEMIA

Dopo un lungo periodo di energia e vitalità a ruota libera, arrivarono i tempi duri, con difficoltà ad ottenere i miei soliti risultati nel nuoto. A quel punto decisi di fare le analisi. Risultato? Avevo dilapidato il mio tesoretto di ferritina e di ferro che, dopo 4 mesi di veganismo, era salito a 150 che è il livello massimo consentito. Ho subito intuito cosa stava accadendo. Nell’ultimo anno i miei cicli erano stati abbondanti e a distanze ravvicinate, e non potevo spiegare il tutto col criterio delle semplici crisi eliminative.

FIBROMI CONFERMATI E PRIMO DIGIUNO IN CORSO

Sapevo di avere dei fibromi e, per consapevolezza, ho fatto l’ecografia. I fibromi ci sono e, dopo un primo momento di sconforto, mi sono rimboccata i neuroni (e non solo le maniche). Sono dunque passata all’azione. Digiuno di 5 giorni ed aumento della quota di crudo. Adesso attendo i segnali del corpo, mentre consumo spinaci crudi, germe di grano, germogli e affini, e pronta a fare un secondo digiuno in caso di necessità.

NIENTE TRAFILE E NIENTE PROTOCOLLI

Inutile raccontarti che volevano sottopormi a isterografia, con visite, controvisite e medicinali annessi e connessi. Si, come no! Col cavolo che me la faccio! Ahhh, che sollievo! Grazie alla cultura che mi hai gratuitamente e generosamente trasmesso, posso sottrarmi alla deprimente trafila di protocollo medico. Meglio una bella centrifuga brindando alla nostra salute!

C’È QUALCUNO CHE PERDE CLIENTI E CHE MAL SOPPORTA L’AUTO-GUARIGIONE

Grazie, grazie e ancora grazie per la fiducia che infondi nella propria capacità di autoguarire e per questa nuova visione della salute così pervicacemente contrastata. E ti credo! Solo con me hanno perso una cliente fissa, con 16 anni di militanza Eutirox. So che il mio sistema immunitario sta facendo bene il suo lavoro ed io devo aiutarlo in tale direzione, anche rinunciando, per un po’ all’agonismo, cosa che mi dispiace ma che passa in second’ordine. Tornerò, col tempo che ci vuole, a fare la campionessa più forte di prima! Ora devo disintossicarmi!

PURE MIO FIGLIO HA VINTO DISSENTERIA E FEBBRE A 40 CON LA NON-CURA

Ti racconto, infine, che mio figlio 17enne, non vegano ma che mangia vegano a casa con qualche insofferenza, ha vissuto in prima persona l’esperienza della non-cura del sintomo, superando l’influenza con febbre a 39,4 e la dissenteria senza alcun farmaco. Si è alimentato per i 2 giorni necessari esclusivamente con qualche succo di arancia e niente altro. Non gli impongo nulla, semplicemente do l’esempio e lui si accorge che ciò che sostengo ha un riscontro concreto nei fatti.

STO CALDEGGIANDO UNA CONFERENZA A LECCE

Ti lascio ai tuoi impegni augurandoti ogni bene e chissà che non ci incontriamo a Lecce, visto che un mio amico ti ha già contattato per un incontro-conferenza che ovviamente sto caldeggiando. Con stima e, mi sento di dire, amicizia anche se non ci conosciamo di persona.
Tiziana

*****

RISPOSTA

TESTIMONIANZE GUARITIVE DI PRIM’ORDINE

Ciao Tiziana. State facendo la gara a chi mi manda le migliori testimonianze. Un Eutirox estromesso dopo 16 anni di assunzione ininterrotta non è notizia di poco conto. Nemmeno il rapido recupero da dissenteria e febbre a 40 è da sottovalutare.

SPIRITO VINCENTE

Ma la cosa decisamente più bella che si propaga dal tuo messaggio è lo spirito combattivo e vincente che ti anima e ti caratterizza. La stessa grinta che ti faceva prevalere nelle gare di nuoto viene evidentemente trasferita con successo nella tua odierna battaglia salutistica. La tua determinazione è di tipo contagioso e fa capire quanto sia importante credere in se stessi e nelle proprie risorse interne.

MATERIALE INFORMATIVO ABBONDANTE SU FERRITINA E SU FIBROMI

Per quanto concerne la ferritina, ti ricordo che ho scritto tesine tipo “Ferritina in eccesso e metodi per abbassarla“, del 20/3/12, ed altre simili. Per i fibromi leggi invece la tesina “Cure naturali del fibroma uterino“.

AUMENTI DI FERRITINA NEL SANGUE

Le condizioni in cui aumenta la ferritina nel sangue sono numerose.

  • Negli stati di sovraccarico di ferro, qualunque ne sia la causa (vedi assunzione di integratori, vedi consumo di verdure stracotte).
  • Negli stati infiammatori acuti e cronici, incluso infezioni o neoplasie.
  • Negli stati di necrosi in cui estese porzioni di un tessuto muoiono. In questi casi la ferritina contenuta nelle cellule viene liberata nel sangue e il valore di ferritina sierica risulta rilevante. Specie nelle epatiti acute e croniche, dove le concentrazioni di ferritina abbondano per la funzione primaria che ha il fegato come organo di deposito del ferro.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

Lascia un commento