Seleziona una pagina

PAURA E STUPIDITÀ UMANA UNICI MOSTRI CONTAGIANTI

da 3 Feb 2022Attualità, Visuale igienista di virus, batteri e contagi

LETTERA

BASILARE CONOSCERE QUANTO AVVIENE ALL’INTERNO DEL NOSTRO CORPO

Gentile Valdo, L’incontro con i suoi scritti mi ha cambiato la vita. Già praticavo una alimentazione vegetariana. Ma i suoi libri mi hanno aiutato a capire il senso della nutrizione, dei vari cibi e quella che reputo adesso una corretta alimentazione ricca di frutta fresca, insalate, orari in cui è meglio astenersi dal cibo. Ma anche l’esperienza del digiuno secondo Shelton ed anche quello secco di Filonov mi hanno dato un aiuto determinante. Le scrivo perché questo periodo ha messo in crisi l’idea che mi ero fatto di malattia con la lettura dei libri di Tilden e quelli della scuola Igienista.

A NATALE METÀ DELLA FAMIGLIA SI AMMALA DI INFLUENZA

Pranzo di Natale 2021. La metà dei presenti vaccinati si ammala il 26, mia moglie si ammalerà qualche giorno dopo. La accompagno il 31 dicembre a fare il tampone che darà esito positivo e di lì a poche ore mi ammalo anche io quando la stessa mattina mi sentivo forte come un leone. Effetto psicologico? Presi una influenza pesante curata senza alcun medicinale o integratore, anzi furono 5 giorni senza mangiare né bere con mia moglie, preoccupata non tanto per il digiuno quanto per la “pericolosità” del virus e per la mia salute.

IN MENO DI UN GIORNO IL FEROCE MAL DI GOLA È SPARITO DEL TUTTO

Questa influenza mi ha dato una lezione importante del corpo: il mal di gola. Terribile, feroce, cui resistevo cercando di deglutire tutto ciò che espellevano i polmoni – dato che non bevevo nulla. Ad un certo punto capii che il mal di gola mi stava dicendo che c’era una barriera nella gola che non dovevo combattere. Da qui, con un po’ di preoccupazione, dato che stavo facendo digiuno secco, iniziai a sputare tutto quello che usciva dai polmoni anziché ingoiarlo tra atroci sofferenze. Risultato? In meno di un giorno mal di gola sparito!

RIMANGONO I DUBBI E LE INCERTEZZE SUL CONTAGIO

La mia domanda per lei è quella relativa al “contagio” a cui non credevo dato che la malattia è il risultato di uno stato di intossicazione del corpo. Ma come è possibile che la metà dei parenti al pranzo di Natale abbia preso l’influenza subito dopo? È una coincidenza temporale? Addirittura sono certo di aver avuto una alimentazione ineccepibile il 25 dicembre ma incredibilmente anche io mi sono ammalato. So dai suoi scritti che la febbre è una benedizione, ma queste febbri comuni a più persone in contesto così ravvicinato hanno messo in dubbio il mio concetto di malattia a causa della possibilità che possa esistere il “contagio”. Uno squilibrio di salute può essere trasmesso? Ripeto il giorno di Natale eravamo tutti in piena salute. Lungi dal credere nella balla del positivo asintomatico. Come è possibile quanto accaduto? Le sarei grato di un suo parere in merito, ma anche di qualche testo che magari mi sia sfuggito sul tema del “contagio” che non è mai stato di attualità come in questo periodo. Un caro saluto ed un ringraziamento per il suo lavoro,
Arnaldo Spicacci Minervini


RISPOSTA

STIAMO MOLTO ATTENTI ALLE NOSTRE FONTI INFORMATIVE

Ciao Arnaldo. Ci sono modi e modi di conoscere la realtà. La massa si lascia spesso ipnotizzare da quanto le viene propinato regolarmente da persone inquadrate, incapaci e colluse con le aziende farmaceutiche. Mai fidarsi e mai prestare credito alcuno a gente col camice e con la divisa. Mai farsi condizionare dalle famiglie e dagli amici, spesso sono i peggiori consiglieri possibili. Mai credere a una singola parola e a una singola statistica comunicata dalla varie reti televisive, fonti seriali di diseducazione e di falsità continue.

Sopra queste vicende di batteri, virus e contagi ci campano non soltanto le aziende farmaceutiche multinazionali, ma anche una marea di persone che vengono a loro volta premiate con percentuali, prebende, sponsorizzazioni, cottimi sulle inoculazioni, vantaggi politici e sociali di vario tipo per il semplice schierarsi dalla parte del più forte. Ci campano le università, le televisioni e i giornali, tutti ai limiti di sopravvivenza e affamati del facile e pronto danaro contante che scorre abbondante in questo settore. Ci campa pure una massa prevalente di poveri diavoli comprabili con un bianco e un nero, comprabili con aiuti, compensi, casse integrazioni, ristori ed elemosine varie che il sistema offre agli allineati e agli obbedienti, a chiunque creda alle narrazioni monocordi e standardizzate dell’Impero.

Nemmeno io chiedo di essere creduto. Ognuno deve imparare a credere in se stesso, a farsi una propria opinione basata sui fatti, sul ragionamento, sulla scienza onesta e trasparente, sulle leggi universali che esistono appositamente per essere studiate e capite.

Il fatto che a Natale metà della famiglia sia finita a letto è la prova determinante che il contagio è la più grande balla circolante nell’universo umano. Se fosse vero il contrario, tutti dal primo all’ultimo della famiglia sarebbero finiti a letto. Questo è il modo corretto di ragionare!

L’UMANITÀ È PRECIPITATA AI LIVELLI PIÙ BASSI DELLA SUA STORIA

“Il tema del contagio con è mai stato di grande attualità come ai nostri giorni”, hai ragione. Ma questa è l’ennesima prova di quanto in basso l’umanità sia precipitata. Confondere batteri e virus per mostri voraci e devastanti quando invece sono amici e soci indispensabili, senza i quali la vita non sarebbe nemmeno possibile, è uno sproposito imperdonabile, è il simbolo del più nero oscurantismo che impedisce di evolversi e di fare dei passi avanti nella comprensione di se stessi e del mondo nel quale si vive. Siete forse alla ricerca della immunità di gregge? L’unico modo per acquisirla è quello di rotolarsi nel fango, è quello di accarezzare gli animali, è quello di immergersi senza alcun timore nella natura, respirando l’aria, bevendo l’acqua di fonte, catturando i raggi solari. Chiunque vi insegni il contrario dimostra di essere privo di buon senso o comunque in malafede.

Chi parla in continuazione di microbi, di sterilità, di distacco tra le persone, di immunità e di altre autentiche stupidaggini meriterebbe un ricovero urgente in una clinica psichiatrica. La malattia è sempre e soltanto uno squilibrio determinato da fattori tossici e da precarietà spirituale. Non essere in grado di distinguere tra salute e malattia è un po’ come non saper distinguere tra il giorno e la notte, tra il Sole e la Luna.

L’INESISTENZA DEL CONTAGIO BATTERICO-VIRALE È AMPIAMENTE PROVATA DAI FATTI

La malattia è per definizione il solo possibile percorso guaritivo, quello che è in grado di riportarci all’equilibrio e a alla salute perduta. Se non riusciamo a comprendere la realtà e la magnificenza con cui il Creatore dell’Universo ci ha concepiti ed assemblati, continueremo a vivere malissimo nel dubbio e nella paura della nostra stessa ombra. La malattia è essa stessa una cura ineccepibile, incorporando in sé doti come la depurazione, la ripulizia interna, la adattabilità alle proprie e uniche esigenze. Pretendere di curare una malattia che è già di per sé strumento di cura e di guarigione è una assurdità, una perniciosa superstizione, una danza tribale intorno al fuoco.

La realtà è che non esiste responsabilità batterico-virale ma soltanto responsabilità umana alimentare e comportamentale per le varie patologie che sconvolgono la gente disorientata e priva di buoni principi. Troppo scontato e troppo facile scaricare il barile su microrganismi vivi e morti, su germi incapaci di difendersi e di ricorrere a degli avvocati. I virus poi sono morti del tutto, e questo fatto non viene mai menzionato e sottolineato poiché porterebbe a conseguenze imbarazzanti. Meglio che la gente continui a credere fermamente che essi siano dei mostriciattoli in perenne stato di belligeranza contro il genere umano. Sul contagio mi sono comunque espresso numerose volte, come ad esempio in “Scienza e Fantascienza del Virus”, per cui chi volesse approfondire può partire da quell’articolo.

IL VERO E UNICO VIRUS DEMOLITORE È LA PAURA

Fatto sta che non esiste al mondo peggiore mostro virale e contagiante della paura, condizione che rende vani e inutili tutti i tentativi di fuoriuscire da qualsiasi patologia fisica-mentale-spirituale. La gente dovrebbe acquisire per prima cosa questo concetto. Dovrebbe piuttosto spaventarsi della propria paura, e soprattutto delle paure ingenerate dal regime, da coloro che la vogliono debole, ignorante, sfiduciata, obbediente e priva di personalità. Invece ad affidarsi disinvoltamente ed irresponsabilmente a terzi, è necessario quindi che la gente impari a prendersi cura del proprio corpo, sia responsabile per le proprie scelte e sia in grado di pensare con la propria testa.

UN SALTO DI QUALITÀ È D’OBBLIGO PER TUTTI

Tra le Leggi Universali a cui si è invece tenuti a credere c’è quella per la quale il corpo non va mai contro se stesso, quella legge per la quale la nostra bussola punta costantemente verso la salute, indicando un ritorno automatico verso l’equilibrio, a patto che mettiamo l’organismo nelle giuste condizioni operative con piena fiducia. Esiste in noi il meccanismo del rinnovo e della rigenerazione cellulare, per cui ci ritroviamo nuovi e possenti ad ogni nuovo ciclo vitale. Smettiamola pertanto di piagnucolare e di perderci in un bicchiere d’acqua. Riprendiamoci la nostra dignità, rimbocchiamoci le maniche e facciamo quello che non abbiamo mai fatto prima d’ora. Studiamo, pensiamo e meditiamo a mente aperta. Diamo un calcio a tutte le falsità che ci sono state inculcate a ruota libera e con deliberata voglia di ingannare.

Chi non rispetta la propria integrità fisica e morale non è in grado di rispettare nemmeno quella degli altri. Stiamo attenti pertanto a cosa portiamo alla bocca e al cervello, stiamo attenti alla qualità degli alimenti e delle informazioni che consumiamo. Chi vive nel presente, chi ha rispetto di se stesso, chi dà assoluta priorità alla propria autostima senza farsi distrarre da niente altro, non ha paura di niente e vive interconnesso con le formidabili energie di cui ribolle l’universo.

Valdes Sepich Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

6 Commenti

6 Commenti

  1. Tiziana

    Vivo con i miei animali costantemente e mi nutro dell’essenziale. Comprendo pienamente ciò che significa creare armonia fra persona e ambiente. È un campo energetico che si crea spontaneamente quando l’equilibrio fra le forze è bilanciato. La reazione che questa persona è stata costretta ad ottenere è quella di un abbassamento del sistema immunitario dovuta alla presenza di una ” estraneità” all’organismo biologico presente nel cosiddetto “vaccino” quale intrusione devastante dell’elemento stesso….e che lo “sostituisce”! Trasmissione che avviene attraverso la nanotecnologia in dato permanente. È un “ente” presente nella persona stessa che viene tecnologicamente sostituita da questo dominio “innaturale”. La condizione è assolutamente diversa rispetto a chi non ha contatto alcuno con ambienti “insani”! Sia spiritualmente che fisicamente…Non “confondiamoci” le idee!

    Rispondi
  2. Pio Garau

    “Addirittura sono certo di aver avuto una alimentazione ineccepibile il 25 dicembre”  Io suggerisco di mangiare solo quando si ha fame (anche a Natale e anche quando ci si incontra con amici e parenti).

    Rispondi
  3. Bosco Roberto

    IL GRANDE RESET

    Il Grande Reset è una proposta fatta, nel maggio, 2020 dal principe Carlo della Gran Bretagna e dal direttore del World Economic Forum (WEF), Klaus Schwab, per ricostruire l’economia in modo sostenibile, dopo la pandemia Covid-19. I promotori del Grande Reset prevedono, prima, la decimazione della popolazione mondiale con guerre civili e la concentrazione del potere economico e della finanza nelle loro mani, in attesa che la fase distruttrice della Terza Guerra Mondiale completi la distruzione delle nazioni e dei popoli e avvenga la rivelazione alla vista del pubblico della “Pura dottrina di Lucifero”.

    L’odio e il disprezzo di questi padroni del mondo per l’umanità e per la sua “cancerosa proliferazione” ha radici lontane e profonde; noi ci limitiamo a poche citazioni solo per evidenziare i toni di questo odio e disprezzo. «L’unica cosa che sento, che val la pena di fare, sarebbe quella di uccidere il maggior numero possibile di persone così da diminuire la coscienza globale mondiale». «La guerra potrebbe diventare così distruttiva che, per una volta e per qualsiasi tasso di incremento demografico, non vi sarebbe il pericolo della sovrappopolazione». «Ma forse la guerra batteriologica si rivelerà più efficace. Se una peste nera potesse scoppiare, in tutto il mondo, ad ogni generazione, i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza popolare troppo questo pianeta» (Bertrand Russel).

    «Lo scopo delle Nazioni Unite è di ridurre selettivamente la popolazione incoraggiando l’aborto, la sterilizzazione forzata e il controllo umano di riproduzione e, per quanto riguarda il bagaglio in più dei due terzi della popolazione, con l’eliminazione giornaliera di 350.000 persone» (Jacques Yves Cousteau).

    “Al fine di stabilizzare la popolazione mondiale, dobbiamo eliminare 350.000 persone al giorno. è una cosa orribile da dire, ma è altrettanto male non dirlo”. (J. Cousteau, esploratore 1991 e l’UNESCO corriere)

    «Ci sono solo due modi per evitare un mondo di dieci miliardi di persone. O i tassi di natalità adesso scendono velocemente, oppure debbono salire i tassi di mortalità. Non c’è altro modo. Ci sono, ovviamente, tanti modi per far salire i tassi di mortalità. Nell’epoca termonucleare, si può fare in maniera molto veloce e decisiva. Carestie ed epidemie sono gli antichi modi in cui la natura controlla la crescita demografica, e nessuna delle due è scomparsa dalla scena…» (Robert McNamara, presidente della Banca Mondiale – 2 ottobre 1979).

    «Se io mi reincarnassi, mi piacerebbe ritornare sul- la Terra sotto forma di un virus mortale, in modo da poter contribuire in qualche modo a risolvere il problema della popolazione» (Principe Filippo, marito della regina Elisabetta, Duca di Edimburgo, leader del World Wildlife Fund)

    «Il problema maggiore è costituito da quei maledetti settori nazionali di quei paesi in via di sviluppo. Credono di avere il diritto di sviluppare le loro risorse come pare loro opportuno» (Thomas Lovejoy, vice presidente WWF USA, 1984).

    «Lavoriamo ad uno scopo unico: ridurre i livelli demografici. … Quello demografico è un problema politico. Quando la popolazione è fuori controllo, occorrono governi autoritari, anche fascisti, per ridurla … Il modo più rapido per ridurre la popolazione è con la fame, come in Africa, o con le malattie come la peste. … La gente si riproduce come bestie…» (Thomas Ferguson, Ufficio affari demografici del Dipartimento di Stato, intervista del febbraio 1984)

    «Cercando un nuovo nemico contro cui unirci, pensammo che l’inquinamento, la minaccia dell’effetto serra, della scarsità d’acqua, delle carestie potessero bastare … Sono tutti pericoli causati dall’inter vento umano … Il vero nemico, allora, è l’umanità stessa» (Club di Roma, The First Global Revolution, 1991).

    «Gli uomini continuano a vivere sul pianeta come i vermi sulla carogna, divorandola. Sanno che alla fine moriranno, ma continuano a divorarla» (Aurelio Peccei – Intervista La Repubblica, 31 dicembre 1980). «Che cos’è l’Homo Sapiens? il capolavoro della natura o un refuso sfuggito al controllo della selezione immediata? …» (Aurelio Peccei – Cento pagine per l’avvenire). «Un comportamento aberrante della nostra specie la rende gravemente colpevole davanti al tribunale della vita. Si tratta di una proliferazione esponenziale che non si può definire che cancerosa» (Aurelio Peccei – Cento pagine per l’avvenire).

    «Nel 2020, scoppierà la Terza Guerra Mondiale … Ci saranno 6 miliardi di morti e la popolazione si ridurrà ad un miliardo di persone … Nel Nuovo Governo mondiale, partiti politici, ideologie e religioni spariranno. L’uomo sarà il solo padrone del suo destino» (Roberto Casaleggio, “Gaia il futuro della politica”).

    «Se facciamo un ottimo lavoro sui nuovi vaccini, sulle cure sanitarie e i servizi alla salute riproduttiva, noi potremmo ridurre la popolazione mondiale forse del 10 o 15 percento (cioè ridurla di 1 miliardo di persone)» (Bill Gates).

    «Una volta che la massa accetta la vaccinazione obbligatoria forzata, il gioco è fatto! Accetteranno qualsiasi cosa: trasfusioni o donazioni di organi, per il “bene più grande”. Possiamo modificare geneticamente i bambini e sterilizzarli per il “bene più grande”. Controlla le menti delle pecore e controllerai il gregge. I produttori di vaccini possono guadagnare miliardi, e oggi molti di voi in questa sala sono investitori. È una grande vittoria! Sfoltiamo la massa e la massa ci pagherà per fornire i servizi di sterminio» (Henry Kissinger, parlando al World Health Organization Council on Eugenics, 25 febbraio 2009).

    “Oggi la popolazione americana sarebbe oltraggiata, se le truppe dell’ONU entrassero a Los Angeles per ristabilire l’ordine. Domani ne sarà grata! Ciò è particolarmente vero se sarà dichiarata la presenza di una minaccia esterna, reale o promulgata, che minaccia la nostra stessa esistenza. È allora che tutti i popoli del mondo dovranno invocare aiuto per essere liberati da questo male. L’unica cosa che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando viene presentato con questo scenario, i diritti individuali, verranno devoluti volentieri per la garanzia del benessere comune, concesso loro dal Governo Mondiale”. (Dr. Henry Kissinger, Bilderberg Conference, Evians, Francia, 1991)

    “L’illegale lo facciamo subito. L’incostituzionale prende un po’ di tempo in più”. (Dr. Henry Kissinger New York Times, 28 ottobre, 1973)

    “Lo spopolamento dovrebbe essere la massima priorità della politica estera verso il terzo mondo, perché l’economia statunitense richiederà grandi e crescenti quantità di minerali dall’estero, soprattutto dai paesi meno sviluppati”.

    “Il potere è l’afrodisiaco supremo” “Gli anziani sono consumatori inutili”.

    “La popolazione mondiale deve essere ridotta del 50%” (Dr. Henry Kissinger)

    «L’eutanasia per i malati terminali e per gli anziani dovrà essere obbligatoria» «Almeno 4 miliardi di “consumatori inutili” dovranno essere eliminati entro l’anno 2050 per mezzo di guerre limitate, epidemie organizzate di malattie fatali ad azione rapida e tramite carestie» (Comitato dei 300).

    «Io giuro di non avere altra patria che la patria universale. Io giuro di combattere a oltranza, sempre e dappertutto, i confini delle nazioni, i confini dei campi, delle case e degli opifici e i confini della famiglia. Io giuro di abbattere, sacrificando la mia vita, i confini dove gli umanicidi hanno tracciato, col sangue e col fango, il nome di Dio. Io giuro di sacrificare la mia esistenza al trionfo indefinito del progresso e dell’unità universale, e dichiaro professare la negazione di Dio e dell’anima». (l’istruzione segreta data al generale Giuseppe Garibaldi che, in sintesi, esprime l’essenza della realtà del Nuovo)

    “In futuro, si tratterà di trovare un modo per ridurre la popolazione. Inizieremo con gli anziani, perché una volta che le persone hanno più di 60-65 anni, vivono più a lungo di quanto producono, e questo costa caro alla società.

    Poi i deboli, e poi gli inutili che non contribuiscono alla società perché ce ne sono sempre di più, e infine, soprattutto, gli stupidi.

    L’eutanasia è diretta a questi gruppi; l’eutanasia deve essere uno strumento essenziale delle nostre società future, in tutti i casi.

    Naturalmente, non saremo in grado di giustiziare le persone o di organizzare campi.

    Ci libereremo di loro facendogli credere che è per il loro bene.

    Una popolazione troppo grande e in gran parte inutile è qualcosa di troppo costoso dal punto di vista economico. Anche socialmente, è molto meglio per la macchina umana fermarsi bruscamente che decadere gradualmente.

    Non saremo in grado di passare test d’intelligenza su milioni e milioni di persone, potete immaginare!

    Troveremo o provocheremo qualcosa; una pandemia che prenderà di mira certe persone, una crisi economica reale o meno, un virus che colpirà i vecchi o gli anziani, non importa, i deboli e i timorosi soccomberanno.

    Gli stupidi ci crederanno e chiederanno di essere curati. Ci saremo assicurati di aver pianificato il trattamento, un trattamento che sarà la soluzione. Quindi la selezione degli idioti avverrà da sola: andranno al macello da soli. (“Jacques Attali era un consigliere di Francois Mitterrand, ex presidente della Francia e ha scritto questo nel 1981, questo frammento è un estratto del suo libro “Breve storia del futuro”, pubblicato in Francia nel 2006″).

    “La società non ha alcuna struttura per consentire ai degenerati di riprodurre la loro specie “. (Theodore Roosevelt)

    “Malthus è stato confermato, la realtà sta finalmente mettendosi al passo con le idee di Malthus. Il Terzo Mondo è sovrappopolato, è un disastro economico, e non c’è modo di poter uscirne. La nostra filosofia è: tornare al villaggio”. (Dr. Arne Schiòtz, direttore World Wildlife Fund of Conservation, ha dichiarato tale, ironia della sorte, nel 1984).

    Una popolazione mondiale totale di 250-300 milioni di persone, con un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale”. (Ted Turner, in un’intervista con la rivista Audubon)

    “È presente un unico tema dietro a tutto il nostro lavoro: dobbiamo ridurre la popolazione mondiale. Tutti i governi fanno a modo nostro, con le buone, o riceveranno il tipo di disordine che abbiamo prodotto in El Salvador o in Iran o a Beirut. La popolazione è un problema politico. Una volta che la crescita demografica è fuori controllo, è richiesto un governo autoritario, anche fascista per ridurla … “.” Il nostro programma in El Salvador non ha funzionato. L’infrastruttura non era abbastanza solida per sostenerlo. C’erano semplicemente troppi, maledette, persone …. Per ridurre davvero la popolazione, in fretta, bisogna chiamare tutti i maschi in combattimento e si deve uccidere un numero significativo di donne in età fertile …” “Il modo più rapido per ridurre la popolazione è attraverso le carestie, come in Africa, o attraverso le malattie, come la Black Death …. (Thomas Ferguson, Dipartimento di Stato Ufficio Affari

    Rispondi
    • Tiziana

      Mi sembra chiaro che il contenuto di tutto questo faccia parte di “intelligenze” avverse … che come scopo hanno solo e soltanto la distruzione dell’umanità.

      Rispondi
  4. stefano

    nessun virus niente di niente i contagi non esistono non esistono neanche i virus. e’ tutto un inganno x spillare soldi dopo avervi terrorizzati. certo si vi chiedete i morti di bergamo e brescia. ok. sono stati ammazzati come cani facendovi credere che e’ stato il mostro cattivo. sapete quanti trucchi esistono al mondo x far morire le persone facendo credere di curarle? e’ di una semplicita’ spaventosa.basta terrorizzarli. infilargli un tubo in gola sparargli ossigeno e state pur certi che anche il piu’ sportivo e sano muore subito dopo. loro poi diranno e’ morto di covid e x nascondere le prove bruciano i corpi. e il gioco e’ fatto facendo cosi a milioni di persone si crea terrore x un virus mortale. bevetevi tutto glu glu glu……..mammalucchi.

    Rispondi
    • Take A Tip

      OK, ma gli anticorpi specifici e misurabili con un semplice esame del sangue, come si spiegano?

      Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: