STANCHEZZA CRONICA E SINOVITE ALLE ARTICOLAZIONI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

MI STO NUTRENDO E COMPORTANDO IN MODO IGIENISTICO

Gentile dr Vaccaro, ho 55 anni e da 30 soffro di stanchezza cronica, psoriasi e ora anche di infiammazioni sparse, come dolore al polso, al ginocchio, all’anca e al fondo schiena. Da cinque anni mi concentro sulla dieta e progressivamente ho eliminato un po’ tutte le stesse cose che consiglia lei, tipo alimenti animali, alcool, zucchero, sale. Per farla breve mi nutro di frutta, verdura, semi, frutta secca, cereali integrali, legumi. Nell’ultimo anno ho aumentato il cosumo di cibi cotti perchè ero sottopeso e cominciavo ad avere poca forza muscolare. Faccio anche attività fisica costantemente e all’aria aperta. E poi mi riposo andando a letto presto la sera ed alzandomi verso le sette del mattino.

SONO PIÙ EQUILIBRATO DI PRIMA E DORMO MAGNIFICAMENTE

Inutile dire che guardo anche le combinazioni, ma ormai mi sono ridotto a così pochi alimenti che è quasi impossibile fare mescolanze inopportune. Rispetto dieci anni fa mi sento meglio perché sono più equilibrato e, cosa importantissima dormo discretamente, mentre una volta era un problema enorme ed invalidante.

QUALCHE SINTOMO REUMATICO E ARTROSICO DI TROPPO

Ho anche più energia e vivo decisamente meglio. Da un anno  peròla mia situazione è stabile con la psoriasi, per fortuna non molta, che è sempre lì e, purtroppo, ora vi si sono aggiunte delle infiammazioni, per cui al mattino faccio fatica ad alzarmi dal letto per la sciatalgia.

MI RITROVO PERDENTE RISPETTO A MIO PADRE CHE A 84 ANNI VA  TUTTORA AI RADUNI CICLISTICI

Non so cosa fare ancora e sono demoralizzato. Mio padre ha 84 anni e fa ancora i raduni in bicicletta mangiando tutto quello che gli viene a tiro. Io indietro non torno perché sento che così va meglio, però a volte mi arrabbio proprio. Cordiali saluti.
Michele

*****

RISPOSTA

INFIAMMAZIONE DELLA MEMBRANA SINOVIALE

Ciao Michele. Quando ci sono di mezzo tutti questi dolorini sparsi e queste infiammazioni che hai citato c’è sicuramente di mezzo un sangue apportatore di infiammazione, ossia un sangue grasso da migliorare ulteriormente. C’è sicuramente di mezzo qualche effetto eliminativo, derivante dal fatto che hai assunto una dieta di tipo detossificante. Il nome tecnico usato in medicina per questi disturbi è preferibilmente sinovite, ossia infiammazione della membrana sinoviale

INFIAMMAZIONI AL GINOCCHIO, AL POLSO E ALL’ANCA

La sinovite è una patologia della membrana sinoviale, ovvero di quella membrana che, insieme ai legamenti e ad altri tessuti, riveste e protegge le articolazioni. Questo disturbo riguarda le varie articolazioni del corpo, tra le quali l’anca, il ginocchio ed il polso. I sintomi della sinovite sono, in genere, il dolore, il gonfiore, la rigidità, l’aumento delle temperatura della pelle e il suo arrossamento.

FUNZIONI DELLA MEMBRANA

La membrana sinoviale ha la funzione di proteggere, insieme ad altri tessuti, le varie articolazioni del corpo, inoltre questa membrana secerne un liquido che prende il nome, appunto, di liquido sinoviale, le cui funzioni principali sono quella di lubrificare le superfici delle articolazioni e quella di proteggere la parte e di fornire sostanze nutritive. La membrana sinoviale, in determinate condizioni, può infiammarsi e provocare dolore. La sinovite può scatenare reazioni da parte dell’organismo, quali l’afflusso di globuli bianchi, rilascio di enzimi ed altre ancora. La sinovite dell’anca, del ginocchio e del polso  riguardano pure le rispettive cartilagini e comportano rigidità e difficoltà a camminare. In questo caso l’applicazione di impacchi e il riposo sono la migliore soluzione.

VASOCOSTRIZIONI VASI E STENOSI CON FLUSSO SANGUIGNO INSUFFICIENTE

Quanto alla tua continua stanchezza e alla stessa psoriasi sono sintomo di una pigrizia linfatica generale definibile come connettivite, o anche fibromialgia, caratterizzata da arrossamento dovuto a una riduzione improvvisa della circolazione sanguigna a livello periferico, per vasocostrizione o restringimento dei piccoli vasi sanguigni arteriosi, chiamati arteriole. Le ulcere che si formano sono conseguenti all’insufficiente apporto sanguigno, proprio come accade nell’infarto cardiaco. La durata degli episodi è variabile da pochi secondi ad ore. Il paziente può avvertire formicolii, dolore o intorpidimento. Nei casi più gravi ci può essere comparsa di ulcerazioni. Quando sono presenti tutte e tre le fasi sopra descritte, si parla di fenomeno di Raynaud.

MALATTIE MEDICO-CAUSATE CONTRABBANDATE COMODAMENTE PER AUTO-IMMUNI

Le cause di tutto questo, secondo la medicina, sono praticamente un mistero, e andrebbero attribuite a paradossali eccessi ed errori del sistema immunitario. Uno scaricabarile indecente e assurdo, a copertura delle vere cause che sono eventualmente un connubio inestricabile tra i mal-comportamenti del paziente e le sistematiche cure sbagliate e iatrogene tipiche della medicina.

LA GRINTA E LA SCORZA DI CERTI ANZIANI È QUALCOSA DI STRAORDINARIO

Quanto alla grinta di tuo padre, capace a 84 anni suonati di andare ai raduni ciclistici, pur mangiando ogni cosa che gli capita a tiro, non è certo il caso di mettersi in competizione o di fare dei raffronti. Oltre che una questione di scorza individuale, è probabile che mangi sì tante cose anche proibite, ma che lo faccia casualmente e in quantità moderate. Avrà anche raggiunto l’età in cui ci si libera degli stress per cui la vita ridiventa un divertimento rilassante.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.