RAGADI ED EMORROIDI PER VITA FRENETICA E STRESS QUOTIDIANO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

TENSIONI ALLO SFINTERE E RAGADI ANALI

Buongiorno! Sono una studentessa di ventun’anni che da più di un anno soffre di spiacevoli disturbi.
Dal febbraio 2015, infatti, ho iniziato, di punto in bianco, a soffrire di ragadi, tensione allo sfintere e probabilmente, ma non sicuramente, emorroidi interne.

VITA FRENETICA E LEGGERA ATTIVITÀ SPORTIVA

Il mio stile di vita prevede una dieta vegana e attività sportiva costante ma non sfinente. Ho una vita frenetica anche grazie ai miei studi universitari di Biologia. C’è pure dello stress aggiuntivo, causa svariati problemi in famiglia. Alcuni alimenti come pomodoro, melanzana, peperone, e lievito peggiorano questi sintomi, che si presentano quasi dal nulla, per rimanere a volte pochi giorni, o anche svariate settimane.

STITICHEZZA E ALTERAZIONI SIMILI LONTANE DAL MIO STILE DI VITA

Il mio medico di base, nonché un proctologo e un omeopata non sono stati in grado di definire una causa del mio problema, essendo stitichezza ed altri disagi simili ben lontani dal mio stile di vita, che, è il più equilibrato possibile, nonostante io tenda a somatizzare molto lo stress.

TENSIONE COSTANTE E FASTIDIOSA

Avverto costantemente questa tensione di cui ho parlato sopra e non riesco a darmi pace, in quanto tale condizione mi impedisce anche di andare a correre o fare attività leggermente più impegnative! Per il momento, cammino un paio d’ore al giorno causa università e va bene così! La ringrazio molto se vorrà rispondermi. Ho letto alcuni articoli e risposte sul suo blog e mi ha molto colpita il suo approccio! Grazie!
E.B.

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE DI RAGADI

Ciao E.B. Le ragadi sono lacerazioni e fessure superficiali e longitudinali della mucosa anale per sforzi defecatori e stitichezza ostinata. A volte la stitichezza sembra non esistere ma ugualmente c’è. Sono dolorosissime e si possono trasformare in ulcere. Rappresentano è un disagio fastidioso e imbarazzante e non sono facili da curare. La cosa migliore da fare per diminuire il fastidio è mantenere sempre idratata la zona ano-rettale ed evitare un eccessivo sforzo e sfregamento durante l’evacuazione.

QUALI LE CAUSE

La prima è la difficoltà di evacuazione data spesso da feci dure e asciutte che possono favorire i tagli della pelle. Colpevoli anche le infiammazioni dell’ultimo tratto dell’intestino, oltre che lo stress e la tensione del vivere attuale che rendono poco elastica la muscolatura anale.

CONSIGLI ALIMENTARI

Per prevenire il problema il consiglio è quello di mantenere un’alimentazione sana e ricca di fibre. Una dieta a base di frutta e succhi freschi, assunti in abbondanza preferibilmente nel ciclo circadiano mattiniero, sarà sicuramente di aiuto. Non manchino melone, ananas, lamponi e fragole, spremute di pompelmo o d’arancia. Mai intraprendere pranzo e cena senza farli precedere da un piatto di tenere verdure da masticarsi accuratamente e con calma, condite con buon olio extravergine di qualità e limone. Ovvio che serve anche un clima positivo e rilassato in famiglia.

ALTRE RISORSE A SUPPORTO

Altri aiuti consistono nella assunzione di 1-3 cucchiai di olio d’oliva da prendersi al mattino a digiuno. Tre manciate di foglie di lampone o di mora o di parietaria in un litro d’acqua per dei decotti da usarsi per lavaggi o impacchi. L’infuso di malva fa bene. Astenersi rigorosamente da salumi, da the, caffè, cole e da bevande gassate. Due semicupi di 15 minuti al giorno in zona genitale. Con l’arrivo della buona stagione ci saranno dei miglioramenti. Assumere spesso il tarassaco specie in questi giorni, mescolato al radicchio, ai ravanelli, all’erba cipollina. Ottima la valeriana o dolcetta, i carciofi, i finocchi crudi.

DIGERIRE BENE È FONDAMENTALE

La difficoltà digestiva nei riguardi di pomodori, peperoni e melanzane, ovvero l’ipersensibilità alla solanina, è prova che il tuo organismo sta marciando con una intossicazione interna superiore ai limiti di tolleranza, nonostante il to stile di vita equilibrato ma non abbastanza. I pomodori meglio assumerli maturi e in stagione ovviamente, o magari leggermente cotti. Non manchino minestre di verdure con patate non irradiate, verze, porri, sedani e simili. Non manchino verdure saltate in padella. Basilare la purificazione del sangue che si raggiunge sempre e solo mediante digestioni leggere ed efficaci. Respirare profondo e addominale e rallentare la frenesia. Maggiore cattura raggi solari.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x