RIMEDI DECISIVI CONTRO LE COLITI DIARROICHE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN AMICO BENEFICIATO MI HA SUGGERITO DI CONTATTARTI

Ciao Valdo, mi chiamo Nicola, un mio amico mi ha parlato molto bene di te, lui aveva un problema intestinale e seguendo i tuoi consigli l’ha superato.

LE COSE BUONE MI CAUSANO DIARREA, MENTRE CARNE E PESCE NON LO FANNO

Il mio problema però è paradossale. La frutta e la verdura mi causano diarrea. La pasta e tutto ciò che contiene glutine mi fa male, ossia sempre diarrea. La carne invece no. Il pesce invece no. Mi sono quindi ridotto ad una microdieta di adattamento, per cui mangio molto riso, frutta secca, miglio, amaranto, carne, pesce e poco altro. Per cortesia, ti prego di darmi il tuo parere. Per me è molto importante. Grazie.
Nicola

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE DI DIARREA

La diarrea è una anomala evacuazione di feci liquide o più molli del normale, più volte al giorno o anche di notte, accompagnata spesso da disagi e dolori addominali. Nei caso più comuni è sintomo di lievi infezioni che durano qualche giorno scomparendo poi da sole senza bisogno di alcun trattamento. Se accompagnata da febbre e vomito può essere determinata da tossinfezione alimentare susseguente a ingestione di alimenti o bevande contaminati da batteri o tossine o veleni esterni. L’eventuale presenza di muco e sangue indica presenza di parassiti, amebe o batteri del genere Shigella, per cui si parla di dissenteria. Consigliato il digiuno per un paio di giorni con infusi di salvia, di camomilla, di assenzio o di ortica.

DIARREA ACUTA, MORBO DI CROHN E RETTOCOLITE ULCEROSA

La diarrea acuta può anche derivare da fenomeno di ansia e di forte stress. Nei lattanti si parla di gastroenterite e non va sottovalutata. La diarrea cronica  tende a ripetersi nel tempo ed esprime solitamente la presenza di una malattia generale dell’organismo prima ancora che un sintomo specifico intestinale. Si parla qui anche di disidratazione e di malassorbimento. Il Morbo di Crohn comporta infiammazione cronica di parti dell’intestino, soprattutto della parte terminale dell’ileo e del colon. La reticoliate ulcerosa comporta infiammazione cronica  del retto e del colon. La diarrea è associata non solo a crampi e a dolori addominali tipo colica, ma anche a febbricola, calo ponderale, astenia, anemia da carenza di ferro, artriti, lesioni oculari e cutanee. Spesso si alterna a stipsi e allora si parla di sindrome del colon irritabile.

PODEROSA DIFESA ORGANICA PER LIBERARSI DAL MATERIALE TOSSICO

Parliamo di uno dei più importanti sintomi degli stati infiammatori e catarrali dell’intestino, conosciuti anche con nomi diversi tipo enterite, gastroenterite, enterocolite. La causa basilare è l’irritazione delle pareti intestinali per fermentazioni malsane originate da cibi sbagliati, da cibi male combinati e da digestioni difficili. La diarrea va anche guardata anche come poderosa difesa organica che elimina le sostanze corrotte del corpo. Trattasi infatti di uno degli strumenti basilari del corpo per liberarsi di materiale tossico o di materiale in eccesso.

ASSUNZIONE REGOLARE DI SUCCHI VIRTUOSI, VITALI E FRESCHI

Too much fruit, stressful emotion or digestive upset (troppa frutta assunta malamente, emozioni stressanti e alterazioni digestive), dice il grande naturopata americano Stan Malstrom. Maelstrom raccomanda una dieta vitale, con diversi vegetali crudi in centrifuga o estrattore (meglio non fare troppe mescole a mio avviso) da prendersi per 6-8 settimane fino a quando le condizioni non migliorano. Ottimo in questo senso il succo di carota o il succo classico di carota-sedano-ananas o mela. Poi inserire nella dieta germogli e vegetali interi come dieta normale vegan-crudista.

RIMEDI NATURALI ED ALIMENTI AMICI

Per i rimedi si raccomanda il riposo, il relax, il sole e una dieta astringente a base di semolino, feculacei, pane abbrustolito, yogurt, cachi, farina di carrube, cotogne e confetture di cotogne, rosa canina e confetture, ribes specie quello nero, nespole, limone metà frutto in acqua calda, melagrana, mirtillo, ortica in succo, in aggiunta a minestrine, o in tisana. Altri alimenti amici includono latte di mandorle al naturale, germe di grano, finocchio, purea di patate, zucca e crema di zucca, patate dolci, fiocchi di avena in minestrina, carota cruda e cotta, un bicchiere di succo di carota al risveglio, due bicchieri di succo di cavolo al giorno, riso, albicocche, castagne, more nere di gelso, crescione, prezzemolo, fico d’India, aglio, zenzero e peperoncino specie nelle ulcerazioni, piantaggine, uva spina, uva, more. Vietati tutti i cibi acidificanti, le proteine animali, latte e cioccolate al latte, dolciumi, bibite dolcificate e gassate, cibi e bevande spazzatura.

SUCCO DI ORTICA SUGLI SCUDI

Il succo di ortica preso al mattino per 3 giorni alla settimana, nella dose di una tazzina diluita con acqua e miele, rappresenta un trattamento che in breve tempo fa vincere ogni affezione cronica dell’apparato digerente.

DISINTOSSICARE IL CORPO

Nel caso specifico ora in questione, occorre chiaramente procedere innanzitutto alla disintossicazione del corpo. La stessa celiachia va inquadrata in quel senso. Al riequilibrio si arriva sempre ma andando per gradi. La frutta va assunta lontano dai pasti principali e soprattutto in mattinata. Le verdure crude vanno assunte a inizio pranzo e cena, e vanno masticate in modo accurato. Il modo migliore per digerire e per stare bene risiede in una adeguata preparazione. Non esiste una alternativa allo studio sistematico del blog che vi ho messo a disposizione. Usare come motore di ricerca termini come colon, digestione, colite, rettocolite, digiuno, dieta, diarrea, costipazione, intestino. Mantenere carne e pesce nella dieta non risolve e non migliora la situazione.

TESINE DA LEGGERE

La salute umana parte dal colon
Coliche addominali, dissenteria e riconquista degli equilibri digestivi
Colon infiammato e sordità improvvisa
Strategie alimentari e tisane contro il gonfiore addominale
Rimedi naturali a dissenteria, colangite e colite ulcerosa

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x