RISULTATI ASSENTI E LOGORAMENTO PSICOLOGICO DA SPONDILOARTRITE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN PARERE SULLA MIA CONDIZIONE ARTRITICA

Salve, ho letto i suoi consigli per combattere l’artrite nel suo blog e ho capito che dovrei iniziare con tre giorni di digiuno e proseguire mangiando frutta e verdura preferibilmente cruda, ma vorrei comunque esporle la mia situazione per avere un parere.

SPONDILOARTRITE CURATA A METOTREXATE PER 5 ANNI DI SEGUITO

Nel 2005 a 25 anni mi è stata diagnosticata la spondiloartrite sieronegativa che ho curato con metotrexate fino al 2010 quando di mia iniziativa, per il senso di nausea e il rifiuto di prendere medicine, ho interrotto la cura. Fino al 2012 sono stata bene, ma poi i sintomi sono ripresi e ho fatto 2 o 3 cicli di cortisone partendo da 16mg a scalare. A luglio 2014 ho deciso di interrompere ogni tipo di farmaco e ho eliminato, salvo qualche eccezione, carne, uova e latticini.

STOP AI FARMACI E ALLE PROTEINE ANIMALI DA UN ANNO

Nonostante sia passato quasi un anno, non noto miglioramenti, anzi, piano piano sto peggiorando e perdendo le speranze. Inoltre dalle analisi risultano bassi i valori di emoglobina, ematocrito e MCV (rispettivamente 10,3 – 31,4 – 25,8). Il mio entourage sostiene che devo ricominciare a mangiare la carne. Ho sempre fatto attività fisica e mangiato in modo comunemente ritenuto sano, a base di dieta mediterranea più o meno. Il mio peso corrisponde al peso forma.

TOSSINE DA STRESS E COMPRESENZA DI METALLI PESANTI

Ritengo che gran parte delle tossine siano prodotte da stress mentale e, una dottoressa che usa uno strumento chiamato Bioexplorer, mi ha confermato che sono piena di metalli pesanti. Mi piace mangiare, anche come momento conviviale e di appagamento. Cambiare totalmente abitudini e rinnegare le tradizioni per me è stato difficile.

NESSUN MIGLIORAMENTO MA SOLO DOLORI E DEMOTIVAZIONE

Anche solo un cenno di miglioramento mi avrebbe incoraggiato invece ora sono demotivata e dolorante. Ho difficoltà a camminare bene, non mi si chiudono le mani, non muovo bene le braccia, ho dolore e bruciore a piedi, caviglie, ginocchia, anche, gomiti, spalle, mani. Potrebbe darmi dei consigli specifici che mi portino a dei risultati concreti? La ringrazio molto e spero che trovi il tempo per rispondermi. Cordiali saluti.
Francesca

*****

RISPOSTA

SE I RISULTATI SCARSEGGIANO CI SONO EVIDENTEMENTE DEI MOTIVI

Ciao Francesca. Quando si fanno le cose con poca convinzione e con scarso rigore, non è strano che i risultati scarseggino. Ho l’impressione che la tua voglia di convivialità e di appagamento alimentare ti abbiano tradita, portandoti a strategie tutto sommato parziali ed approssimative, mentre nel caso tuo si imponeva una strategia rimediale più rigorosa. La dieta mediterranea non è necessariamente una ottima dieta.

L’IMPEGNO VA COMMISURATO AL GRADO DI INQUINAMENTO INTERNO

Bisognerebbe entrare nei dettagli, verificare la tua reale conoscenza dei principi della Scuola Igienistica e la tua coerenza nell’applicarli. Bisognerebbe verificare se rispetti i cicli circadiani e la scala Simoneton, tanto per fare un esempio. Ovvio poi che il cibo non è tutto. Ovvio che lo stress gioca la sua parte importante. Mercurio e alluminio non sono comunque frutto dello stress.

L’ASPETTO ELIMINATIVO VA MESSO IN CONTO

C’è anche da mettere in conto che il tuo cambio di marcia, ipotizzando che sia stato fatto in modo efficace, è avvenuto solo da un anno, per cui stai vivendo un momento delicato, ovvero stai sperimentando uno scarico costante di veleni in uscita. Ogni miglioramento dietologico e comportamentale comportano paradossalmente nell’immediato questo tipo di effetti fastidiosi ma nel contempo ripulenti e costruttivi. Questo vale soprattutto per chi come te si è sottoposto per anni a cure farmacologiche. Mandar fuori residui chimici e metalli pesanti non è affare da poco. Probabilmente un digiuno di alcuni giorni ti permetterebbe di smaltire più velocemente parte del sovraccarico tossico.

L’IGIENISTICA E IL VEGAN-CRUDISMO SONO QUANTO DI MEGLIO ESISTE IN CAMPO SALUTISTICO

Non attenderti che io spezzi una lancia a favore del vegan-crudismo tendenziale e dell’igienistica in genere. Non ne vedo necessità. Il sistema funziona eccome. Funziona al punto che non esistono altre vie alternative di recupero. Mi chiedi consigli specifici che ti portino a risultati concreti? I miei consigli ce li hai già tutti sul blog. La Health Science verte sul rispetto delle leggi della natura e su un formidabile pacchetto-salute che va rispettato e messo in atto con rigore, coerenza e fiducia.

IMPLEMENTARE LA PREPARAZIONE E NON CADERE NEI PENSIERI MEDIOCRI

Digita sul motore di ricerca le parola artrite, spondiloartrite, reumatismi, ristampa le tesine e ristudiale. Chi semina bene raccoglie. Il fatto di essere circondata da un entourage familiare che tifa contro non ti aiuta certo. Il solo pensare che un ritorno alla carne rappresenti una soluzione ai tuoi problemi è indice non solo di precarietà e di inconsistenza nelle tue scelte, ma anche di confusione e di logoramento psicologico

VITALITÀ E VIBRAZIONI RADIANTI SI TROVANO SOLO NEL SUCCO ZUCCHERINO NATURALE E NELLA VERDE CLOROFILLA

I sintomi che stai sperimentando denotano una pessima circolazione e pertanto una formula del tuo sangue che va modificata. Permane nel tuo sistema una acidificazione e una ritenzione idrica, oltre che una pigrizia linfatica. Il tuo corpo richiede costante apporto vitaminico e adeguato rifornimento di acqua biologica, richiede vitalità e vibrazioni radianti, richiede digestioni leggere e complete, tutte cose che puoi trovare soltanto nella frutta e nella verdura. La carne può soltanto provocare ulteriore acidificazione ed intasamento, può soltanto ottenebrarti i sensi e la mente.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

Lascia un commento