SBALZI DI PRESSIONE TRA ESTATE E INVERNO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

PRESSIONE BIZZARRA E BALLERINA

Gentile Valdo Vaccaro, Le scrivo per un problema che riguarda mio padre. Si tratta di un uomo di 55 anni che da un anno soffre di problemi di pressione e non riesce a trovare una soluzione adeguata.

ANALISI, ACCERTAMENTI E STRESS CONTINUI

I problemi sono iniziati esattamente un anno fa, quando, in ambienti con aria condizionata, sentiva dei giramenti di testa. Misurata la pressione in farmacia, risultava un po’ più alta della norma. Da quel momento ha iniziato a fare analisi e accertamenti.

CURE FARMACOLOGICHE PRIVE DI RISULTATO

Gli esami cardiologici e vascolari non presentano anomalie, il colesterolo è 204, l’hdl 36, i trigliceridi 131. Durante l’ inverno ha misurato la pressione mediante l’Olter e la pressione risultava alta (90-130). La cardiologa gli ha prescritto tre differenti pillole per la pressione alta ma tutte le pillole, dopo la prima settimana di assunzione, portavano la pressione troppo in basso.

RIMEDI OMEOPATICI SENZA ESITO

Dopo tre mesi di tentativi ha quindi eliminato le pillole per provare con i rimedi omeopatici.
Prima un integratore di riso rosso fermentato per il colesterolo e poi un integratore a base di erbe per la pressione. Ma ha poi sospeso entrambe le cure, in quanto inefficaci.

ALTA D’INVERNO E BASSA D’ESTATE

A differenze dell’inverno, ora che fa caldo la sua pressione è bassa, tanto da avere ogni 4-5 giorni un calo piuttosto forte che lo costringe a stendersi con le gambe alzate e a non sentirsi in forze per quasi tutta la giornata. Proprio oggi aveva giramenti di testa, e il test segnava 70 di minima e 100 di massima, così si è disteso sul letto con le gambe sopra due cuscini, cercando di riposare.

INTEGRATORI DI POTASSIO E MAGNESIO

L’omeopata che lo cura gli ha prescritto diversi integratori come vitis vinifera e crede che il suo pancreas sia affaticato e che questi sintomi siano le prime avvisaglie del diabete. Infatti, se passa troppo tempo tra un pasto e un altro, gli vengono dei giramenti. Ora che fa molto caldo sta assumendo un integratore di potassio e di magnesio.

ATTUALE MENU GIORNALIERO

Per quanto riguarda l’alimentazione, mangia secondo lo schema tradizionale, vale a dire carne rossa e pesce almeno una volta alla settimana, pasta se possibile sia a pranzo che a cena, molta frutta e verdura sia cruda che cotta a fine pasto. È intollerante ai latticini e ogni volta che li mangia ha problemi di diarrea. Non tocca alcol da più di sei mesi, salvo rare occasioni. Non ama le bibite gassate e beve molta acqua. È legato a 2-3 tazzine di caffè al giorno.

CERCO DI DARE IL MIO BUON ESEMPIO

Io ho 22 anni e, da circa due mesi, sto cercando si seguire un’alimentazione vegana tendenzialmente crudista e che cerco di leggere le sue tesine quotidianamente. Ho iniziato a parlargli di lei e di questo tipo di alimentazione.

CON UNA DIETA STILE VEGAN-CRUDISTA TENDENZIALE NON POTREBBE CHE MIGLIORARE

Per ora è piuttosto scettico ma credo che con uno stile di vita vegan possa solo migliorare. Dopo l’episodio di oggi ho deciso di scriverle e di cercare una soluzione a questo problema, facendogli poi leggere la sua risposta. Spero che possa rispondermi, ma so che le mail sono tante. La ringrazio per la sua disponibilità e per le utili informazioni che condivide con tutti noi. Un caro saluto.
Martina

*****

RISPOSTA

CAMBIARE STRADA E NON INSISTERE NEI VICOLI CIECHI

Ciao Martina. Penso che tuo padre non sia un cretino. E penso anche che non sia un autolesionista, per cui sarà presente in lui anche la voglia di ritrovare il giusto equilibrio. Si è già accorto che la via dei farmaci non gli è servita a niente. E si sta accorgendo che pure quella degli integratori non gli sta apportato dei sensibili miglioramenti.

PROVARE PER CREDERE

Quando le cose non vanno occorre prendere dei provvedimenti e cambiare registro. È padronissimo di essere scettico in questa fase. Non gli chiedo di darmi credito, ma solo di mettere alla prova i miei insegnamenti. Sarà opportuno che dia una letta ad alcune mie tesine. La pressione del sangue non va regolata ma va auto-regolata, che è cosa assai diversa.

ERRORI GRAVI NEL SUO MENU

Sta facendo diverse cose sbagliate. Carne e pesce, soprattutto presi con regolarità non sono certo materiale salutistico. Pasta due volte al giorno è una mezza follia. Molta verdura cotta e cruda, e abbondante frutta a fine pasto, non è il massimo, visto che la frutta va consumata lontano dai pasti e che la verdura cruda va assunta come piatto di apertura. Credo che alla fine si abbuffi e che la sua assimilazione non sia ai giusti livelli. Il caffè va decisamente eliminato.

COL SANGUE SBAGLIATO NON SI VA DA NESSUNA PARTE

La pressione è in stretta relazione con la funzionalità cardiaca, con la massa e la viscosità del sangue, oltre che col grado di restrizione dei vasi. Se caricato di sostanze estranee, il sangue si altera nei suoi componenti e dallo stato fluido normale passa allo stato viscoso, melmoso, lipotossico.

IMPURITÀ ACUTA UGUALE PRESSIONE ALTA, IMPURITÀ CRONICA UGUALE PRESSIONE BASSA

È noto che, per far transitare lungo un tubo un fluido viscoso quale del catrame liquido, è richiesta una pressione ben più alta di quella richiesta per l’acqua pura. L’alta pressione mette in evidenza lo stato di impurità acuto del sangue, e la pressione bassa significa stato di impurità cronica del sangue stesso.

I RIMEDI SONO TUTTI NATURALI

In entrambi i casi il trattamento normalizzatore della pressione, ossia lo smussamento degli sbalzi, consiste nel respirare aria buona a ritmo ed in profondità, nel realizzare buone e rapide digestioni, nel favorire attiva eliminazione cutanea, renale ed intestinale.

RIPRISTINARE IL RITMO DIGESTIVO ED ELIMINATIVO

Basterà ripristinare la digestione con una dieta a base di frutta e di insalata cruda senza sale, e prendere l’abitudine di 2-3 semicupi quotidiani a temperatura alternata tiepido-fredda, per guarire in pochi giorni. Ovvio che vanno prima eliminati tutti i farmaci e tutte le cure. Il ricorso al digiuno o al semidigiuno possono dare una accelerata verso la nuova dieta. Non scoraggiarsi se, nella fase iniziale del miglioramento dieta, ci saranno effetti eliminativi. Tener duro e resistere in questa fase comporta grosse soddisfazioni nel tempo a venire.

SANGUE SCORREVOLE UGUALE PRESSIONE STABILE

In altre parole, sangue scorrevole significa pressione normalizzata, poiché un sistema endocrino equilibrato e un sistema neurovegetativo stabile garantiscono massima funzionalità organica.

LA PRESSIONE SANGUIGNA È SOGGETTA A REGOLAZIONE SPONTANEA

La stabilità pressoria non è affatto un problema difficile da risolvere. La pressione sanguigna è uno dei valori che, più ancora degli altri, si regolano da soli e pazientemente, a condizione di mettere il corpo e i sistemi di auto-regolazione immunitaria nelle giuste condizioni operative.

ANDARE VERSO IL CRUDO E AVERE FIDUCIA IN SE STESSI

Il che si fa andando verso il crudo, azzerando i farmaci e gli integratori, per la loro incompatibilità con gli obiettivi di fluidificazione del sangue. Ma serve anche più fiducia in se stessi e nelle capacità auto-guaritive del proprio corpo, mandando a quel paese le paure e gli stress che impediscono e compromettono ogni buon risultato.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x