ATEROSCLEROSI, STATINE E DOLLARI

da 15 Mar 2023Aterosclerosi

LETTERA

Gentile dottor Vaccaro, spero tanto vorrà rispondere a questa mia, eventualmente potremo poi sentirci attraverso un consulto, ma vorrei prima avere un suo parere su quanto segue. Ho 55 anni, sono sempre stata magra, ho sempre fatto attività fisica e sono vegetariana da molti anni ormai, ma anche prima di diventarlo ero comunque attenta all’alimentazione.

Dai 40 anni in poi il colesterolo ha iniziato ad alzarsi, non ho mai voluto prendere la statina, è così ho fatto per una decina di anni, quando, dopo il controllo delle carotidi, è apparsa una placca. Da lì mi sono spaventata, e mi sono dovuta arrendere alla statina e alla cardioaspirina. Tutto questo per me è una vera condanna, le chiedo se, secondo lei, potrei smettere con questi farmaci dopo 5 anni di assunzione, se è vero che interrompere significa aumentare i rischi (come leggo qua e là).

Le ho riassunto in breve la situazione, spero di ricevere da lei un cenno di risposta per eventualmente e successivamente sentirci per un consulto. Lei è la mia ultima risorsa. A chiunque abbia chiesto, mi è stato risposto di non farlo. Grazie anticipatamente.
Ombretta


RISPOSTA

DEFINIZIONE DI COLESTEROLO

Il colesterolo è una sostanza grassa che si trova in tutto l’organismo ed è fondamentale per il normale funzionamento delle cellule. È coinvolto nella produzione degli ormoni tra cui il testosterone, nella costruzione delle pareti cellulari e in altri processi importanti.

Il colesterolo alto non causa alcun sintomo e per questa ragione può essere definito, al pari della pressione alta, come un killer silenzioso. Esiste invece un esame del sangue per misurare i diversi tipi di colesterolo.

DEFINIZIONE DI PLACCHE ARTERIOSE

Quando ne circola troppo nel sangue, il colesterolo può accumularsi sulle pareti delle arterie (i vasi sanguigni che trasportano il sangue dal cuore alle altre parti dell’organismo). Si parla di accumuli sotto forma di placca. Con il passare del tempo le placche possono far restringere o indurire le arterie, cioè provocare il fenomeno ostruttivo chiamato aterosclerosi.

L’aterosclerosi è una patologia infiammatoria cronica a carico del sistema cardiocircolatorio, con infiammazione dell’endotelio delle arterie e successiva formazione di depositi induriti di grasso, con restrizione e ostruzione delle arterie stesse e con riduzione del calibro interno, ovvero del diametro utile nel quale passa la corrente sanguigna. È inoltre possibile la formazione di coaguli di sangue sulla superficie di una placca, che una volta staccati possono portare al blocco di un’arteria coronaria, innescando così un infarto. Nei paesi industrializzati gli eventi cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte.

DEFINIZIONE DI ARTERIA CAROTIDE

L’arteria carotide è il vaso sanguigno che ha il compito di condurre il sangue al collo e alla testa. Nel nostro organismo sono due, poste una a destra e una a sinistra del collo. Sono tra i vasi sanguigni più grandi del nostro organismo.

OSTRUZIONE ARTERIE SIGNIFICA ATEROSCLEROSI

La restrizione delle arterie è un fatto grave e diffuso. Limitare il flusso sanguigno verso il cuore significa privare ossigenazione-alimentazione e pulizia cellulare al corpo intero e ai suoi organi basilari, significa ostruire le autostrade dell’organismo.

SANGUE GRASSO PIÙ ARTERIE OSTRUITE UGUALE DISASTRO CARDIOCIRCOLATORIO

Questo implica ovviamente ipertensione e supplementare sforzo cardiaco per spingere il sangue in un canale dal foro ridotto. Se poi esiste pure una condizione di sangue guasto o grasso o catramoso, di sangue non fluido, il tutto finisce per aggravarsi.

DEPURIAMO IL SANGUE E TUTTO È RISOLTO

Ricordo qui il formidabile teorema del dr Joan Baur, o padre Taddeo (1858-1926), per il quale nessuno al mondo muore di cardiopatie, di cancro, di diabete e di altro, ma tutti muoiono sempre e solo di sangue guasto. Questa battuta del medico-frate bavarese fa capire che se usiamo intelligenza, se ci concentriamo cioè sul rendere il nostro sangue scorrevole e puro, non servono altre cose per funzionare al meglio.

CAUSE DI ALTO COLESTEROLO LDL

Il colesterolo LDL (low-density lipoprotein) in eccesso può derivare da fumo, diabete, obesità, dieta grasso-proteica, sedentarietà, carenza di frutta e verdure crude, carenza di esposizione solare, fiato corto. Il colesterolo alto lo causiamo spesso con i cibi inadatti che assumiamo giornalmente. Sostanzialmente, una dieta povera di grassi saturi e di colesterolo alimentare, una dieta vegetariana intelligente, meglio ancora se vegan-crudista tendenziale, risparmierebbe la maggior parte dei problemi.

ABBONDANZA DI RIMEDI NATURALI

L’avocado è ricco di grassi sani e altri nutrienti che aiutano ad abbassare il colesterolo LDL nel sangue. Questo magnifico frutto contiene grassi mono-insaturi che non si ossidano e che quindi non aumentano il rischio di ostruzione. Esiste poi una moltitudine di altre risorse naturali per impedire o ridurre l’ostruzione arteriosa, come ad esempio frutti di bosco, agrumi, melegrane, fagiolini, fagioli, germogli, olive, olio di oliva, semi di lino, semini vari, avena, riso integrale, crucifere, allicini, radicchi, tarassaco.

DEFINIZIONE DI STATINE

Le statine (inibitori dell’enzimaHMG-CoA reduttasi) sono una categoria di farmaci prescritti per diminuire il colesterolo prodotto nel fegato e circolante nel sangue. Le statine bloccano l’enzima epatico responsabile della produzione di questa sostanza inibitrice dell’enzima HMC-CoA (β-Hydroxy β-methylglutaryl-CoA). Ovvio che le statine creano forte interferenza e sono prive di risultato utile e stabile, in quanto agiscono sul sintomo e non sui fattori causanti.

NO A STATINE E FARMACI ANTI-IPERTENSIVI

Quando si vuole mantenere il cuore in buona salute, occorre combattere simultaneamente le placche arteriose e il sangue addensato, come accennato all’inizio. Tener presente infatti che l’uso di statine e di altri farmaci anti-ipertensivi significa darsi la zappa sui piedi, poiché innanzitutto il problema non si risolve, e inoltre si diventa schiavi a vita dei farmaci stessi. Queste cose ovviamente non vengono dette e confessate visto che in Big Pharma nessuno pensa alla salute e tutti pensano in termini di money.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi supportare la mia attività lo puoi fare con una donazione libera.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

DISCLAIMER
Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita, non prescrive e non cura. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

TROMBI, EMBOLI E ATEROMI

LETTERA 1 AUGURI DI PRONTA GUARIGIONE Ciao Valdo, sono Franco da Napoli, ex fabbricante di calcoli renali, e tuo compagno di escursioni a Massalubrense. Mi fa...

Commenti

0 commenti

Lascia un commento

Scopri di più da VALDO VACCARO

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading