SCONVOLGENTI SCENARI DI GUERRA TRA USA E CINA

Pinterest LinkedIn Tumblr +
  • Notizie-Bomba – Edizione Straordinaria
  • Dalle pesanti frodi elettorali agli incidenti del Campidoglio
  • Trump dichiara la Legge Marziale interna e scatta un inevitabile conflitto armato con la Cina
  • Pericoloso coinvolgimento dello Stato Italiano, del Governo Conte e del Vaticano
  • Non si tratta di previsioni ma di fatti autentici e in corso di svolgimento già nelle prossime ore di Martedì 12 Gennaio
  • Fatti drammatici e concreto rischio di catastrofe

INFORMAZIONE NEGATA AL POPOLINO UBRIACO DI AMUCHINE MASCHERINE E VACCINI

Cominciamo col dire che mentre la massa, il popolino dei vari paesi, in particolare quello italiano ed europeo viene tenuta a bada e distratta con le idiozie e le corbellerie del virus, stanno accadendo sul piano strategico, militare, diplomatico e sul piano dei servizi segreti, gli eventi più intensi, insidiosi e drammatici della storia mondiale. Una conflagrazione mondiale strisciante ma pronta a esplodere in qualsiasi istante nei giorni che vanno da oggi Sabato 9 a Giovedì 21 Gennaio.

INUTILITÀ DEGLI ESSERI UMANI NORMALI

Come mai questa disattivazione planetaria di 8 miliardi di persone da accadimenti così decisivi per la sorta dell’umanità? Semplicemente perché per il momento è stato deciso che la gente non conta e non vale niente ai fini della guerra in atto. Non può essere usata come carne umana sacrificale da macello. L’uomo non può essere mandato in trincea come nel passato. Meglio pertanto distrarla, controllarla, tenerla al guinzaglio e sottochiave, privarla di ogni autentica informazione, tenerla sedata e cloroformizzata tra museruole e tamponi. Il teatro di battaglia non prevede masse pensanti, protagoniste e reattive, difficilmente controllabili, ma truppe selezionate di marines, truppe di intervento rapido e mirato, dotate di sofisticate armi tecnologiche. Prevede armamenti sofisticati, droni, missili intelligenti, aerei spia, satelliti, ordigni sporchi, armi climatiche, armi biologiche e armi cibernetiche. La gente in queste circostanze è un peso inutile.

SCONTRO EPOCALE TRA USA E CINA

Lo scontro fondamentale del momento è tra gli USA, paese leader mondiale ma pericolosamente frantumato e a rischio di disintegrazione, e una Cina pluto-comunista in fase di rapida lievitazione ed espansione. Una Cina in tumultuosa crescita anche se niente affatto priva di importanti divisioni e di tensioni interne sia a livello di popolo che a livello di Politburo. Una Cina che ha affinato ulteriormente le sue capacità di sopprimere e silenziare il dissidio interno e i moti di Hong Kong servendosi della sceneggiata virale in corso. Una Cina che ha imparato dai suoi avversari americani e dalla FED a coprire i suoi pesanti deficit di bilancio stampando moneta interna inflazionata e priva di valore reale, cioè il Biglietto Verde o dollaro per l’America e lo Yuan per la Cina. Solo che la Cina non si è accontenta di mimare i falsari statunitensi, ma li sta surclassando. La carta costa niente, basta trasformarla in valanghe di banconote colorate con l’immagine attuale di Mao Tse-Tung, o quella di Xi Jinping nel prossimo futuro.

FORMIDABILE SIGNORAGGIO BANCARIO DI STATO DA PARTE DEL REGIME CINESE

Un’inezia, un lavoretto divertente che si fa all’istante, un gioco da bambini. Non serve nemmeno la zecca e l’uso di costosi minerali. E con questa moneta cartacea miracolosa e inventata, senza il controllo di nessuno, compri, paghi, investi, sovvenzioni, agganci, corrompi, colonizzi e sottometti il mondo intero, ti infiltri nelle banche, nei governi e nei ministeri, acquisisci porti, aeroporti, ferrovie, miniere, crei campi di detenzione e rieducazione, sostieni le spese militari, foraggi il mainstream e i social, catturi i personaggi determinanti del pianeta, controlli a menadito le masse trasformandole in automi obbedienti privi di voce in capitolo e privi di ogni libertà. Oltre alla moneta ci sono ovviamente i titoli di credito internazionali, anche se per ora i paesi pretendono di essere ripagati in dollari. Proprio per questo gli astuti comunisti di Pekino puntano a issare la bandiera rossa e lo Yuan al posto del dollaro.

DESCRIZIONE PRECISA DI QUELLO CHE È OGGI LA CINA COMUNISTA

Mike Pompeo, Segretario di Stato americano, in un suo duro discorso di ieri alla Voice of America, ha fatto una disamina chiara e dettagliata dei critici rapporti con il CCP, col Partito Comunista Cinese. La lezione è chiara. Abbiamo sbagliato tutto e più di tutto con la Cina. Il CCP sta cercando di impossessarsi in un modo o nell’altro di tutto quello che di buono abbiamo. L’America deve imparare a capire il mondo con cui la Cina sta indottrinando i suoi studenti. Se non ci educhiamo, se non facciamo una onesta disamina su quanto sta accadendo, verremo letteralmente schiacciati e saccheggiati da Pekino. Per lungo tempo abbiamo collaborato, scambiato, lavorato con la Cina pensando di portarla gradualmente verso i nostri valori di sviluppo e libertà, ma ci siamo sbagliati di grosso. Il CCP ha arraffato tutto, ha usato il terrore verso i suoi cittadini, ha usato la sua crescente ricchezza per costruire la propria tecnologia e il suo stato repressivo e liberticida in un modo mai visto e mai sperimentato nella storia umana. Xi Jinping ha nascosto le sue vere intenzioni.

UNA CINA ASSETATA DI POTERE MA INCAPACE DI PUNTARE A UN REALE E PACIFICO SVILUPPO

Negli ultimi 2 giorni, tra l’altro, è impegnato in una intensa campagna propagandistica intorno al mondo. Basta ascoltare le sue parole testuali. Punta al totale controllo interno, e vuole diventare la prima potenza mondiale. Sta lavorando duro su questo progetto che prevede un forte rafforzamento del People Liberation Army. Noi gente libera disponiamo delle migliori risorse, noi produciamo le migliori cose e dobbiamo essere orgogliosi di tutto questo, dobbiamo proteggere quanto facciamo per i prossimi 20 o 100 anni. Il CCP sa che non potrà mai raggiungere i nostri livelli innovativi ed avanzati. Essi hanno uno stato centralizzato, un regime basato sul terrore. La maggior parte di quanto producono è basato su tecnologia rubata, copiata o acquistata, non su qualcosa di sviluppato genuinamente all’interno. Non abbiamo nulla contro il popolo Cinese che ammiriamo e apprezziamo. Vogliamo e desideriamo cose buone e progresso per ogni abitante della Cina, questo sia ben chiaro. I Cinesi fioriscono e progrediscono in una società libera e aperta. Ma il CCP non offre questo tipo di opportunità e di diritti fondamentali. Il CCP è bravo a costruire campi militari e campi di rieducazione. Lo slogan del Partito Comunista è RRR, cioè Rob, Replicate, Replace ovvero ruba, replica e rimpiazza. Il CCP insegna a sopprimere la stampa libera la libertà di pensiero e di parola.

SEGUIRE LA VIA DEL DANARO PER COMPRENDERE QUANTO SUCCEDE

Riprendendo il discorso sull’informazione, per capire dove va il mondo e per distinguere il vero dal falso, il buono dal cattivo, esistono due tipi di narrativa, una narrativa segreta e riservata, nascosta alla maggioranza, e una narrativa ufficiale e pilotata, laconica, manipolata e omertosa a uso e consumo della massa. Per capire le cose arcane e nascoste, occorre sempre “Sniffare e seguire la via del danaro”, ci hanno insegnato a prezzo della loro vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il ventre molle, quello più corruttibile e comprabile col danaro è costituito da tre componenti basilari che sono:

  • Big Pharma con tutti i suoi carrozzoni Aids-Sars-Ebola-Aviarie-Suine-Covid
  • Big Media o Mainstream, con giornali, riviste e reti televisive (CNN, New York Times, Washington Post, Time, Newsweek, ecc.)
  • Big Tech, ovvero Facebook, Google, Amazon, Twitter, Instagram, Youtube, ecc.

LA NARRATIVA UFFICIALE E DOMINANTE STA NELLE MANI DEL SINISTRISMO MONDIALE

Ed è per questo che vediamo un’azione martellante, monolitica e scabrosa a favore di mascherine-tamponi-vaccini-scafandri-siringhe-bare. Ed è per questo che tutte le reti informative ufficiali sono unilaterali e a voce unica nel non dire e nel non informare, tutte comprate da chi paga meglio e da chi paga in contanti, anche in danaro inflazionato-insicuro-intossicato, ma che offre ossigeno e potere a chi si sottomette. Ed è per questo che c’è un silenziamento progressivo e in forte accelerazione delle voci non allineate. La narrativa ufficiale è saldamente in mano alla Cina, alle sinistre, ai Massoni, ai Cinque Stelle, alla Merkel, a Buckingham Palace, alla Unione Europea, agli Agnelli, a Berlusconi, a Carlo de Benedetti, al Vaticano, ai Bilderberg, alla Commissione Trilaterale, ai grandi che si riuniscono a Davos in questi giorni a venire.

TOGLIERE LA CORRETTA INFORMAZIONE SUI FATTI È UN COMPORTAMENTO CRIMINALE

Per quanto riguarda i media nazionali ed europei si è persa l’occasione per agire con decenza e fare un minimo di bella figura, presentando i fatti con oggettività e raziocinio, dovere professionale del giornalismo. Notizie e interpretazioni storpiate e deformate dalla prima all’ultima pagina dei quotidiani di destra, di centro e di sinistra. Telegiornali piatti e in fotocopia, secondo la dettatura dei rispettivi governi. Stiamo sperimentando in pieno la caduta nelle mani del regime mondiale oligarchico-comunista cinese, dove i diritti fondamentali della persona vengono brutalizzati. Ci ritroveremo tutti a rivangare e a rimpiangere le conquiste del passato, la Magna Charta e tutte le lotte e le rivoluzioni successive, scemate in un baleno tra le spire della bandiera rossa e della falce e martello, manovrata dai peggiori ladroni e filibustieri del pianeta. Non esistono termini più teneri e tolleranti per chi opera contro la libertà di pensiero dell’individuo e dei popoli, contro la dignità dell’essere umano.

PATRIOTS DA UN LATO E DEEP STATE DALL’ALTRO

Lo scenario americano, con grosse ripercussioni e riflessioni sullo scenario mondiale, appare oggi caratterizzato da uno scontro epocale tra i Patrioti americani della tradizione da un lato, rappresentati da Donald Trump, e i Dem o democratici o globalisti o Deep State dall’altro lato, rappresentati in sede elettorale da Joe Biden. Trump è letteralmente circondato da nemici potentissimi che sono le citate Big Pharma, Big Media e Big Tech, la CIA e la FBI, sistema bancario, Borsa, il cult Sabbatiano-Frankista, ma anche la nuova sinistra corrotta, opportunista e comunistoide dei Clinton, degli Obama, della Nancy Pelosi, di George Soros, dei Rockefeller, dei Rothschild, di Bill Gates, di Klaus Schwab, e di Istituzioni, Congresso, Corti di Giustizia tutte più o meno corrotte. Gode però dell’appoggio della Guardia Nazionale, dell’Aviazione, della Space Force, delle Special Forces e di parte della Marina, oltre che di un fortissimo appoggio popolare da parte dei cittadini che studiano e che lavorano, da parte dei piccoli imprenditori e degli Americani che hanno a cuore i valori, le libertà e la stessa Costituzione Americana.

DONALD TRUMP NON È DI CERTO IL SALVATORE DEL MONDO, MA RIMANE UNA PERSONA DI GRANDE CARISMA

Vorrei spendere due righe sul presidente Trump che si sta dimostrando l’esatto opposto di come viene dipinto e descritto dai media. Ci troviamo davanti a un personaggio dotato di prestigio e personalità, di dirittura morale e anche di genialità strategica, derivante dalla sua filosofia WuWei, o Arte del Non-Agire, derivata dal Taoismo, oltre che dai suoi studi sull’Arte della Guerra del filosofo-generale cinese Sun Tzu (IV-V° secolo a.C), dove si evita lo scontro frontale preferendo abili mosse psicologiche prese dalle tecniche marziali orientali. Un presidente che ha fatto grandi cose nel suo mandato a favore del suo paese, sul piano dell’economia, dell’occupazione, del rafforzamento militare, dell’immagine internazionale. Un presidente che ha difeso la dignità del suo paese, e che ha saputo tenere il paese fuori da ogni conflitto. Un presidente dalle vaste e imprevedibili risorse, un presidente scomodo e fuori dalle righe. L’unico peraltro in grado di scardinare il muro di falsità e di corruzione costruitogli contro con ogni mezzo lecito e illecito dagli avversari politici interni ed esterni, disposti a tutto pur di farlo fuori o perlomeno di sottoporlo ad un secondo impeachment prima del 21 Gennaio. Le frodi alle elezioni e le narrazioni scandalose e distorte dei fatti del 6-7 Gennaio al Campidoglio ne fanno ampiamente prova.

RUDY GIULIANI E MIKE POMPEO LO CONOSCONO A FONDO

Pochi europei e pochi italiani conoscono la persona e la storia di Donald Trump, l’importanza straordinaria delle sue scelte anche in campo internazionale e per questo suggerisco a tutti di guardare l’intervista a Mike Pompeo di questi giorni.

Chi è interessato a conoscerlo meglio, senza pregiudizi, dovrebbe ascoltare il parere di Rudy Giuliani. Sia Pompeo che Giuliani gli sono vicini da diversi anni. Il fatto di aver vinto le elezioni con 75 milioni di voti, che senza i brogli diventano 80 milioni e oltre, un record mai raggiunto in precedenza, fa capire il grado di popolarità e di stima che si è guadagnato. La massa oceanica di supporter convenuta a Washington si è comportata in modo straordinariamente civile. Dato importante è che i votanti di Trump sono costituiti nella maggioranza dalla gente comune, dalla gente produttiva, dalla gente che lavora. Gli incidenti di Washington sono la diretta conseguenza delle gravissime e clamorose irregolarità elettorali e gli eclatanti sabotaggi che hanno caratterizzato tutto il quadriennio di Trump alla Casa Bianca e in particolare le elezioni fasulle del 3 novembre. Gli incidenti e l’assalto alle sale del Congresso sono stati tranelli preparati con astuzia a tavolino per causargli ripercussioni politiche negative, tant’è che si stanno analizzando tutte le testimonianze fotografiche, video e altro ancora e paiono accertate pesanti responsabilità della polizia e dei violenti Antifa, foraggiati per creare disordini.

LA TECNICA ASTUTA DELLO SCARICO RESPONSABILITÀ E DELLA MISTIFICAZIONE

In pratica anche qui è prevalso l’imbroglio, secondo gli schemi e le strategie del rovesciamento di responsabilità. Tu imbrogli in modo sfacciato e dai dell’imbroglione all’avversario, tu commetti la frode e la attribuisci all’avversario. Una caduta di ogni senso di decenza e moralità. Il modo distorto e pregiudizievole col quale vengono presentati e interpretati gli eventi del 6-7 gennaio fanno luce meglio di ogni altra cosa sui fatti del Campidoglio, utilizzati dai dem e dai media asserviti allo stesso modo dei nazional-socialisti di Hitler con l’incendio del Reichstag del 1933.

Le prove che la polizia abbia fatto entrare volontariamente i manifestanti non mancano:

UNA FOLLA OCEANICA VENUTA A TESTIMONIARE IL PROPRIO DISAPPUNTO DI FRONTE ALLE FRODI NON TRADISCE AFFATTO LA COSTITUZIONE

Non abbiamo mai detto che Trump sia un santo e un eroe ma, strano a dirsi, appare alla resa dei conti uno dei presidenti più seri e più qualificati, un presidente che ha portato pace, sicurezza e benefici economici al paese, a differenza dei vari Bush, Clinton Obama.

Non occorre essere a favore di nessuno, ma Trump risulta amato come persona seria e costruttiva da vasti strati della cittadinanza, mentre Biden è un soggetto dalla coda di paglia per usare un eufemismo, un soggetto corrotto che fa acqua da tutte le parti, inadatto e indegno di stare alla Casa Bianca. L’oceanica folla convenuta a Washington in modo massiccio ma del tutto pacifico non è venuta a caso e non è venuta per fare danni o peggio ancora per assaltare il Parlamento Americano, ma soltanto per dimostrare alla intera nazione e al mondo intero che le più importanti elezioni della storia recente sono state una scandalosa e stomachevole frode. Fatte queste lunghe premesse passiamo alle cose concrete e parliamo di quanto sta accadendo in questi ultimi giorni e in particolare nelle ultimissime ore.


PARTE 2° – Domenica 10 Gennaio 2021

COINVOLGIMENTO ITALIANO NEI BROGLI ELETTORALI DI NOVEMBRE

Ci troviamo davanti a un fatto gravissimo. Un esperto italiano in guerra cibernetica, impiegato presso la Leonardo Spa, una delle maggiori aziende mondiali nel campo Difesa, Sicurezza e Aerospazio, ha scatenato l’allarme firmando una scioccante dichiarazione legata alle lezioni americane. La Leonardo appartiene per il 30% al Ministero dell’Economia e per il resto alla ex Finmeccanica, includente aziende leader come la Oto Melara, l’Alenia Aermacchi, la Agusta Westland ed altre. Il gruppo è il 10° al mondo nel settore Difesa, con un fatturato annuo 2019 di 13,8 miliardi di euro.

UTILIZZO DI SOFISTICATA STRUMENTAZIONE CIBERNETICA

Ecco il documento-bomba del 6 gennaio 2021, nelle mani dei giudici italiani e della Amministrazione Trump.

Regione Lazio, stato Italia. Il prof Alfio d’Urso, avvocato e legale, residente in via Vittorio Emanuele a Catania 95131-Italia, fornisce la seguente dichiarazione su fatti accaduti in diversi meeting, fatti esposti da un ufficiale di alto livello operante nel settore della sicurezza militare. Arturo d’Elia, ex capo dell’IT Department della Leonardo Spa, è stato denunciato dal Pubblico Ministero di Napoli di manipolazione di dati tecnologici e riservati nonché di inserimento di virus nel computer centrale della Leonardo Spa nel Dicembre 2020. D’Elia è stato ascoltato dal giudice di Napoli e ha testimoniato sotto giuramento in data 4 Novembre quanto segue. “Sotto istruzione di personale americano dell’Ambasciata USA in Roma, ho intrapreso una operazione di cambiamento dati relativi alle elezioni presidenziali del 3 Novembre 2020, portando i risultati da un significativo margine di vittoria di Donald Trump a un vantaggio sufficiente in favore di Biden, negli stati dove Joe Biden stava perdendo nel numero totale dei voti”. L’accusato ha dichiarato che stava lavorando nella sede periferica della Leonardo Spa in Pescara-Italia e che ha utilizzato strumentazioni sofisticate di guerra cibernetica capaci di trasmettere voti contraffatti via satellite, passando attraverso la Fucino Tower di Frankfurt-Germania. L’accusato ha giurato che i dati modificati possono essere serviti anche a incrementare il numero di schede elettorali registrate, che è un ulteriore modo di truffare i risultati. D’Elia ha dichiarato di essere disposto a testimoniare a tutte le persone e le istituzioni coinvolte nel cambiamento-voti da Trump a Biden, purché ci sia totale protezione per lui e per la sua famiglia. L’accusato ha inoltre dichiarato di aver assicurato in località segreta copia di tutti i dati originali in suo possesso. “Dichiaro e giuro che i fatti sopra menzionati sono stati esposti in mia presenza personale”. Firmato Arturo d’Elia.

EDIZIONE STRAORDINARIA SU UN FURTO DI VOTI PER VIA SATELLITARE

Direi che si può partire da questa sconvolgente piattaforma, da questo documento esplosivo per capire cosa bolle in pentola e cosa sta realmente succedendo in America, al di là di quanto i media americani e i media di casa nostra dicono e soprattutto non dicono. Chiamare il caso Leonardo Spa come Notizia Straordinaria o come Notizia Bomba è alquanto riduttivo. Questa è una conflagrazione nucleare ad alto potenziale che sta mettendo a soqquadro ogni equilibrio ed ogni certezza sul piano internazionale. Questo è un clamoroso antefatto che fa capire la portata degli imbrogli orditi intorno alle elezioni-farsa per la presidenza USA. Le prove di frode supportata da documenti e video minuziosamente raccolti ed assemblati da Rudy Giuliani e dai Patrioti di Trump è ovviamente imponente, e basterebbero tali prove a definire le elezioni di novembre uno scandalo non da paese evoluto e civile ma da paese delle banane. Se ne parla poco, tanto la notizia è grave.

SI APRONO SQUARCI DI VERITÀ SULLA SCENEGGIATA ELETTORALE E SULLA SCENEGGIATA VIRALE

Qui siamo di fronte a qualcosa di grosso e di estremamente delicato. Ne è coinvolta la Germania, ma sopratutto l’Italia e il governo italiano direttamente per cui il fatto va collocato nell’area della gravi interferenze, dell’incidente diplomatico. Fattore di ulteriore aggravamento la risaputa tendenza sinistrorsa italiana, da sempre pro-Clinton, pro-Obama e anti-Trump. Basta sentire i deliranti commenti di Berlusconi sui fatti del Campidoglio e su Trump. Ma tutta l’Europa più o meno è sulla stessa linea.
Lo schema Roma-Francoforte-Washington fa capire quante e quali trame vengono giocate all’insaputa dei popoli. Che dire poi della falsa pandemia Covid usata strumentalmente per dare il via libera a Xi Jinping nella repressione violenta di moti di Hong Kong e Wuhan e nel contempo mirata a far perdere le elezioni a Trump nemico giurato del Deep State e delle sinistre oligarchiche americane, fedeli alleate del Partito Comunista Cinese? Queste cose fanno capire le dimensioni sconfinate delle frodi che stanno avvenendo sotto i nostri occhi.

QUALCHE ESITAZIONE DI TROPPO NELLE STRATEGIE DEL PRESIDENTE

Quanto a Trump è stato anche troppo onesto e pacifico, anche troppo rispettoso dell’ordine e della Costituzione. Si ipotizza persino che sia stato troppo ingenuo e attendista, mentre avrebbe dovuto giocare d’anticipo. Avendo subito nel corso del suo mandato una moltitudine di boicottaggi, di false accuse, di tentativi di impeachment, avrebbe potuto e dovuto fidarsi di meno degli strumenti legislativi, vista la corruzione e il marciume esistente in tutte le corti americane. Ed ora si trova a dover fare in pochissimo tempo, in poche ore e pochi giorni, quello che non ha voluto fare per mesi e mesi. Non è facile raddrizzare la situazione a tuo favore in mezzo al caos e alla confusione dell’emergenza, di fronte alla coalizione di forze potentissime interne e internazionali che ti vogliono far fuori fisicamente e politicamente.

SIAMO ALLA RESA DEI CONTI E PUÒ SUCCEDERE DAVVERO DI TUTTO

Si prospettano per l’America momenti durissimi con tanto di guerra civile. Al momento le cose sanno andando nel peggiore dei modi. I giorni che vanno da oggi al 21 gennaio 2021 sono cruciali e colmi di insidie. Può succedere di tutto e succederà di tutto. Blocco totale delle comunicazioni, arresti di massa, tentativi di cattura del nemico da entrambe le parti. Non si escludono bombe, droni, guerriglie aeree, attacchi e scontri nelle strade. Trump, al contrario di quanto sostengono i media non ha “concesso” ancora nulla ed è tuttora presidente degli USA. Si tiene ben nascosto e sta per giocare le sue carte finali, che sono la dichiarazione dell’Insurrection Act e della Martial Law, col supporto di Special Forces, Aviazione, Guardia Civile e parte della Marina. Scenari apocalittici. C’è già la rincorsa ad accaparrarsi scorte di cibo e di acqua. Pare che nei prossimi 5 giorni ne vedremo delle belle. Non trovo nulla di divertente o di eccitante nei fatti drammatici, negli attentati e negli atti di violenza, e tanto meno nella guerra. In ogni caso ricordiamoci che la violenza è stata innescata in modi eclatanti dai nemici del paese, vale a dire dai Democratici e paradossalmente dagli stessi Repubblicani corrotti del GOP – Grand Old Party, da quelli che i Patriots di Trump chiamano senza mezzi termini i traditori del paese.


PARTE 3° – Lunedì 11 Gennaio 20

INSURRECTION ACT E LEGGE MARZIALE

Scrivo dall’Italia e sono le 23:50. Ho appena fatto una carrellata dell’ultimo momento per un aggiornamento su quanto sta accadendo. Non mi riferisco al silenziamento delle voci alternative su tutte le piattaforme social e del blocco totale di Parler, e nemmeno al ridicolo e penoso tentativo della isterica Nancy Pelosi di sottoporre Trump a procedura di Impeachment per aver “incitato le folle in Campidoglio”, cose note di cui tutti parlano. Mi riferisco invece ad altri fatti assai più significativi che ci vengono riportati da gente come Mike Adams e Simon Parkes. Intanto il fatto ormai accertato che il presidente Trump è vivo e vegeto oltre che in ottima forma fisica e mentale. Non è morto come qualche sito americano ha malevolmente insinuato. È presidente in carica e non ha nessuna intenzione di mollare. Ha appena dichiarato che questa non è la fine o la conclusione, ma è soltanto l’inizio. La transizione del 21 Gennaio non sarà certamente a favore di Biden ma si tratterrà di una sua riconferma. Ha intanto firmato l’Insurrection Act e dichiarato la Martial Law. Già questo fatto gli dà molti poteri.

PER CAPIRE I FATTI AMERICANI OCCORRE OSSERVARE QUANDO ACCADE NEI VARI PAESI

Sul piano internazionale stanno succedendo cose notevoli. Un blackout nazionale in Pakistan, provocato strategicamente dai Patriots per bloccar la firma di un accordo commerciale per la cessione della General Electric alla Cina, spinto dalla Pelosi e dai Dem. Forti tensioni tra Israele ed Iran, oltre che tra Nord Korea e Cina, sempre in funzione anti-cinese. Aggravamento delle posizioni italiane e vaticane nelle interferenze per via satellitare sulle vocazioni presidenziali. Girano voci su probabili arresti del premier Conte, del presidente Mattarella e persino di Papa Francesco e di qualche cardinale. Situazione di grave emergenza pure in Quebec-Canada, con coprifuoco totale e 6000 dollari di sanzione per chiunque lo viola. L’intero paese sotto pressione e con forte presenza militare cinese.

C’E DA STARE COL FIATO SOSPESO

Trump si trova in località segreta attorniato dal generale Michael Flynn, destinato a diventar nuovo vice-presidente nel suo nuovo mandato, e da altri importanti generali e dirigenti del Pentagono. Sembra che siano sì disposti a sostenerlo durante queste fasi convulse e urgenti della Legge Marziale, ma solo a patto che Trump stesso dichiari guerra alla Cina immediatamente, o meglio operi in modo tale che la Cina stessa attacchi l’America, e a patto che si stanzino all’istante adeguati finanziamenti per il progetto, trasformando l’economia del paese in economia di guerra. L’incidente dovrebbe probabilmente aver luogo sullo stretto tra Taiwan e la Cina, dove sta bazzicando la 6° flotta. Un iniziale atto di guerra è già avvenuto ieri, visto che per la prima volta dagli anni ’70 gli USA hanno inviato un rappresentante governativo di alto livello a Taiwan, violando deliberatamente il principio cinese di One China Policy e facendo letteralmente infuriare i cinesi. Xi Jinping sta da giorni arringando le forze armate a prepararsi allo scontro con l’America. Pare che i generali Americani vogliano colpire la Cina esattamente nelle 7 province collegate alla diffusione del virus Covid, e si stanno preparando a farlo con degli ordigni non nucleari. Una specie di guerra elettronica con missili e bombe simili a quelle usate nei giorni scorsi per l’attentato di Nashville.

MOLTA GENTE SARÀ SORPRESA E SCONVOLTA DAGLI AVVENIMENTI IN CORSO

Intanto è previsto il collasso del dollaro e una enorme lievitazione sia del bitcoin che dell’oro. Sono previsti alcuni giorni di blackout alle comunicazioni. Al posto dei Social disattivati nascerà una nuova piattaforma internazionale chiamata Giant Voice, per una America Libera. Trump ha già fatto convogliare migliaia di soldati dalla Virginia, piazzandoli a difesa del Campidoglio. Pare che per giovedì 14 sia previsto un suo discorso alla Nazione dalla Casa Bianca. Per quanto concerne le sorti del vicepresidente Mike Pence, è tra la lunga lista di traditori in via di arresto e forse persino di esecuzione per alto tradimento. È prevedibile che siano già in corso diversi arresti. Lo stato di massima allerta è stato fatto girare tra le forze armate americane.

C’È SOLTANTO DA AUGURARSI CHE LE SOFFERENZE E LE VITTIME SIANO CONTENUTE AL MINIMO

Nelle ore che seguono, e probabilmente mentre sto scrivendo stanno succedendo tutte queste cose, e si stanno praticamente scrivendo pagine importanti della storia Americana e del mondo. Purtroppo ci sono molti rischi e non mancheranno vittime, sofferenze, penurie, disordini e lutti, tutte cose che nessuno vorrebbe ma che appaiono inevitabili. Ognuno si prepari a capire quanto sta accadendo mettendosi il cuore in pace, nel senso che si tratta di un processo benefico e necessario di transizione e di progresso nonostante tutto. Se sarà possibile proseguirò ad aggiornarvi giorno dopo giorno. Intanto vi invito ad iscrivervi al mio canale Telegram nel caso mi blocchino su Facebook (che vi consiglio di abbandonare completamente in ogni caso).

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
17 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
17
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x