TUMORE EMORRAGICO DEL SANGUE E FORTE INDEBOLIMENTO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

LEUCEMIA CON EMORRAGIE CONTINUE PER UNA MIA CARA AMICA

Buongiorno Valdo, la contatto per un problema di salute che ha la mia amica, Paola, e che ormai la sta letteralmente consumando. Non so entrare nei dettagli ma lei ha una specie di tumore al sangue che le provoca continue ed improvvise emorragie, il più delle volte dalla bocca. Emorragie che ovviamente la indeboliscono causando febbre alta e grave mancanza di ferro. Ha le piastrine a livelli di 676.000. Ogni giorno prende Xagrid, Folidex, Zestoretic, Ferrogtad, Ticlopidina che le stanno devastando il fisico e lo stomaco.

PEGGIORAMENTI NEGLI ULTIMI TEMPI

La sua alimentazione purtroppo è quella di un onnivoro comune anche se non fa un eccessivo consumo di carne. Io vorrei tanto aiutarla. È peggiorata molto nell’ultimo periodo. Cosa si può fare? Come dovrebbe comportarsi? Esiste una cura quantomeno che possa alleviare i sintomi di questa malattia se non addirittura farla regredire? Sarebbe possibile mettervi in contatto? Anche solo per via telefonica? Noi siamo di Roma e ho visto che non viene molto da queste parti. Per Paola spostarsi inizia ad essere impegnativo e complicato. La prego, la aiuti. Grazie del tempo che vorrà dedicarci.
Loredana

*****

RISPOSTA

A ROMA HO FATTO DECINE E DECINE DI CONFERENZE

Ciao Loredana. Intanto non è affatto vero che io venga a Roma raramente. C’ero il 14-15-16 gennaio. Stavo a Viterbo dal 10 al 13 aprile. Stavo a Torvaianica dal 13 al 17 aprile, e di nuovo a Roma dal 17 al 19 aprile. Questo significa che non seguite il mio blog con le sue 5000 tesine e tanto meno la mia rubrica Conferenze e Colloqui Valdo 2015. E poi pretendete magari contatti telefonici difficoltosi e problematici dell’ultimo istante, quando è notorio che rifuggo il più possibile da tale metodologia.

DEFINIZIONE DI LEUCEMIA

Vediamo di ripetere cosa significa tumore del sangue o leucemia. Per leucemia si intende una incontrollata proliferazione di globuli bianchi nel corpo e nel sangue. L’incidenza della leucemia è alta nelle persone giovani, ma anche negli adulti che vivono e mangiano in modo balordo, insensato, disordinato. È molto bassa invece tra i vegetariani e tra i nativi che vivono di tradizioni vicine alla natura. Si sa anche che la leucemia risponde rapidamente a un cambiamento dieta dove vengano adottare scelte in favore del crudo, del naturale, del vegetale, del basso-grasso e del basso-proteico secondo le indicazioni di maestri storici tipo Pitagora ed Ippocrate. È significativo che tutti i leucemici soffrano di carenza di vitamina C e carenza di vitamina K (Koagulation vitamin ed antiemorragic vitamin), che si trovano entrambe nelle verdure a foglia verde e nella frutta fresca di stagione.

SANGUE E SISTEMA LINFATICO

Parliamo intanto di sangue, dei suoi componenti e della molteplicità delle sue funzioni vitali. Il sangue è il maggior trasportatore del sistema circolatorio visto che mantiene, con l’aiuto del linfatico, una fornitura costante di materiale essenziale alle cellule e svolge pure simultaneamente un lavoro di scarico delle scorie cellulari agli organi escretivi che sono i polmoni, i reni, l’intestino e la pelle. Esistono tre tipi di cellule nel sangue umano: eritrociti o globuli rossi, leucociti o globuli bianchi e trombociti o piastrine. Il colore rosso del sangue deriva dalla combinazione di ossigeno ed emoglobina.

GLOBULI ROSSI O ERITROCITI

I globuli rossi vengono creati e distrutti in continuazione. I loro centri di formazione stanno nel fegato, nel midollo e nella milza, oltre che nel feto. Nella persona adulta milioni di globuli rossi vengono prodotti giornalmente nel midollo. Tali cellule viaggiano per 140 km durante il loro arco vitale di 3-4 mesi, prima di subire la loro disintegrazione per apoteosi fisiologica dove l’emoglobina viene salvata e riusata nella formazione di nuove cellule. Una marcata carenza di eritrociti e di emoglobina si traduce in stato di anemia e pertanto in una insufficiente  di supporto al metabolismo cellulare. Questo spiega il motivo per cui l’anemico appare svogliato, affaticato e col fiato corto. L’ossigeno è indispensabile alla vita e se la sua fornitura diminuisce anche per un tempo breve, subentrano malfunzionamenti e alterazioni corporali. Se poi la fornitura si interrompe del tutto sopravviene morte immediata.

GLOBULI BIANCHI O LEUCOCITI

I globuli bianchi o leucociti sono piccole cellule a struttura ameboide con presenza di 6000-8000 per mmc di sangue. Il numero di leucociti aumenta durante sforzi fisici, stress emozionali, sindromi dolorose, gravidanza, febbri tifoidee, leucocitosi digestive (cibi cotti, cibi carnei, proteine animali).
I linfociti rappresentano il 20-40% della popolazione leucocitaria, mentre i monoliti il 6-8% della stessa. Vengono formati nei tessuti linfoidi dei linfonodi, delle tonsille, della milza, del timo e delle mucose intestinali.

GRANULOCITI CONTENENTI LISOZIMA E LACTOFERRINA

I granulociti costituiscono circa il 70% dei leucociti circolanti. La loro vita media nel circolo ematico è molto breve, non più di 6 ore, e devono essere continuamente riformati nel midollo osseo da cui prendono origine. I granuli citoplasmatici dei granulociti neutròfili contengono enzimi e proteine necessari per la digestione e l’uccisione dei microrganismi. Tra le più importanti sostanze contenute nei granuli sono il lisozima (un enzima che taglia un legame tra gli zuccheri che costituiscono la parete cellulare dei batteri, con grave danno di questi ultimi) e la lactoferritina (una proteina che esercita un’azione antibatterica legandosi al ferro e sottraendolo al metabolismo batterico). I granulociti neutròfili oltre che nel torrente ematico si trovano nei tessuti. Per ogni granulocito neutròfilo circolante nel sangue, ce ne sono almeno due che, per la loro capacità di attraversare i capillari, rimangono localizzati nei tessuti e cento che, maturi, rimangono invece nel midollo osseo.

FATTORI NEUTRÒFILI, INTERLEUCHINE E SOSTANZE BATTERICHE DEGRANULANTI

La produzione e la messa in circolo dei granulociti neutròfili dal deposito midollare è un evento regolato da sostanze specifiche, dette fattori che stimolano la formazione di colonie di neutrofili (N-CSF, dall’inglese Neutrophil Colony Stimulating Factors). Queste sostanze, che appartengono alla famiglia delle interleuchine (secrete dai linfociti T o dai macrofagi in seguito al riconoscimento di un agente estraneo) provocano l’aumento dei granulociti neutròfili nel circolo sanguigno. Tra i fattori chemiotattici che orientano la mobilità dei granulociti neutròfili dai vasi ai tessuti, alcuni sono specifici per essi e sono secreti da linfociti T, altri fattori ancora stanno nelle sostanze prodotte dagli stessi batteri. Il fine ultimo di tutti questi segnali è di indurre il granulocito neutròfilo, giunto a contatto del microrganismo nel sito di infiammazione, a reagire utilizzando i meccanismi distruttivi, ossia la fagocitosi e la degranulazione delle sostanze contenute nei granuli.

CI SONO PURE I LISOSOMI A LIVELLO CELLULARE

Da rilevare che a livello cellulare esistono pure i lisosomi, dal greco lysis=distruzione e soma=corpo. Il lisosoma è una vescicola o un organello presente nelle cellule eucariotiche e rappresenta il sistema digerente della cellula stessa essendo responsabile della degradazione e della digestione o distruzione sia di molecole estranee ingerite dalle cellule che di macromolecole endogene. I lisosomi si occupano insomma del turnover degli altri organuli cellulari. Attrverso questo processo i globuli bianchi sono in grado di disfarsi sia sia di microrganismi patogeni che di cellule morte precedentemente fagocitate.
La degradazione avviene per mezzo di enzimi idrolitici chiamati idrolisi acide.

PIASTRINE COME FATTORE DI COAGULAZIONE

Le piastrine infine, ossia i trombociti, sono frammenti cellule in sospensione nel plasma sanguigno. Formati nel midollo  totalizzano una presenza di 250000-500000 unità per mmc di sangue e giocano un ruolo importante nella coagulazione. Sostanze che favoriscono la cicatrizzazione contrastando quindi emorragie e sanguinanti sono le ortiche, lo zenzero, la curcuma, l’aglio e il peperoncino rosso.

LEUCOPENIA E LEUCEMIA

Per concludere, i globuli bianchi formano la linea difensiva del corpo e contrastano le infiammazioni ingolfando sia i batteri in eccesso che i detriti cellulari o virus endogeni. La leucopenia denota un livello di leucociti inferiore alle 6000 unità. La leucemia è definibile come maligna sproporzione di leucociti, dove una eccessiva produzione di globuli bianchi, o una precaria rimozione dei medesimi, interferisce ed inibisce con la produzione dei globuli rossi e delle piastrine, causando anemie ed emorragie.

STUDIARE PIÙ MATERIA IGIENISTICA ED APRIRSI LA MENTE

Che fare? Cambiare urgentemente stile di vita e di alimentazione è la prima cosa. Staccarsi in modo progressivo e deciso dai farmaci è il secondo punto. Studiare materia igienista e possibilmente le mie tesine e i miei testi è il terzo punto, visto che ci sono sul blog molte tesine alla voce dieta. Studiare con accuratezza i cicli circadiani, la leucocitosi digestiva di Kouchakoff e la scala vibrazionale Simoneton vale come quarto punto. Sfruttare al meglio il cambio stagionale può essere visto come quinto punto.

L’IPERTENSIONE SI RISOLVE PER VIE RIGOROSAMENTE NATURALI

Ricordarsi che lo Zestoretic è contro l’alta pressione ma è fortemente controindicato per l’insufficienza renale, per cui si può sostituire con un netto cambio comportamentale e alimentare, eliminando carni e grassi, sale e zucchero industriale, alcol e fumo, the e caffè, incrementando l’apporto di spremute ed estratti, nonché di frutta, verdure crude e di cereali integrali. Più movimento e attività fisica, camminate giornaliere, esposizione solare e pensare sempre e solo in positivo. Controllare pure l’omocisteina e, nel caso fosse alta, ricorrere al succo di bietole rosse o beta vulgaris.

PRODURRE SANGUE SANO E FLUIDO MEDIANTE DIGESTIONI SEMPLICI, VELOCI E BASATE SULLA MASSIMA EFFICIENZA ED IL MINIMO SFORZO

Quanto al Folitex, l’acido folico si trova abbondante nelle verdure a foglia verde, nei legumi, nella soia, nei funghi e nel germe di grano. Lo Xagrid serve a ridurre le piastrine e a contenere i trombociti coagulanti del sangue. Vale più che mai il principio del giusto equilibrio fluidità e coagulazione. Valgono più che mai i concetti espressi da due grandi maestri della storia scientifica ed igienista come Padre Taddeo di Wiesent, per il quale Nessuno al mondo muore di cancro e di cardiopatie ma tutti muoiono di sangue guasto, e come, e come Claude Bernard, per il quale se non ci decidiamo a cambiare radicalmente il nostro Milieu Interieur, il nostro ambiente biochimico interno, non risolviamo mai e poi mai i nostri problemi. Ricordo che per produrre un sangue sano, fluido e bilanciato nulla si ottiene dai farmaci ma tutto si ottiene da una serie coerente e continua di digestioni semplici, rapide e complete, e pertanto da una dieta vegan-crudista tendenziale, sobria, piacevole, innocente e sostenibile.

TESINE DA LEGGERE

Piastrine basse e rimedi secondo natura
Stop igienistico alla leucemia
Abbassamento piastrine e strategie di recupero
Leucemia, chemio, zero neutrofili e zero speranze
Connettivite differenziata, leucopenia persistente e alternative naturali

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x