VASCULITE GUARITA E ONICOMICOSI DA RISOLVERE

da 29 Gen 2012Testimonianze, Vasculite

LETTERA

GRANDI RISULTATI PER TUTTI E LA CRISTINA HA RIPRESO A CAMMINARE

Ciao Valdo,spero riuscirai a leggere questa mail. Ti avevamo scritto anche prima delle feste di Natale per farti sapere i grandi risultati di guarigione ottenuti dopo il nostro primo anno di alimentazione vegano/crudista. Soprattutto da Cristina che non camminava più a causa di una vasculite alle caviglie, e che ora è guarita.

UNA VECCHIA ONICOMICOSI TRASCURATA

C’è però una onicomicosi all’unghia dell’alluce sinistro. Un’unghia tutta deformata, la sua. E’ così da almeno tre anni. Brutta, storta e nera. In parte sollevata come quella di una strega, ed ora le fa anche male. Cosa possiamo fare? Vorremmo inoltre contribuire alla tua causa ma, se possibile, attraverso un normale bonifico bancario. Ti dobbiamo tanto, e non vediamo altro modo per poterti dimostrare il nostro grande affetto. Ti abbracciamo Ignazio Cristina e Giulia.

*****

RISPOSTA

GLI ALLUCI VANNO CURATI

L’onicomicosi tricofitica colpisce in genere le unghie del piede ed in particolare gli alluci, e provoca non pochi fastidi se non curata in tempo, con ispessimenti, decolorazioni, incarnamenti. Trattasi sempre di sintomi, causati da qualche carenza di micronutrienti, a volte da diabete e da iperidrosi podale (/sudore ai piedi). L’alimentazione vegano-crudista migliorerà la situazione in modo progressivo. Utili in particolare carote, cavolfiori, cicorie, arance, banane, limoni, crema di avena coi semini vari e col germe di grano.

ATTENZIONI SPECIFICHE

Occorre anche procurarsi calzini comodi e calzature adatte. Si suggerisce di tagliare le unghie sempre in modo quadro. Impacchi umidi, bagni caldi alternati a bagni freddi, meglio se con acqua e sale. Sfregare le unghie con del limone. Cataplasma di fango sull’unghia durante la notte. Cataplasma di cavolo durante il giorno. Respirare meglio, muoversi e prendere il sole quando c’è.

Valdo Vaccaro

Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi supportare la mia attività lo puoi fare con una donazione libera.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

DISCLAIMER
Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita, non prescrive e non cura. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

1 commento

  1. Bloggin bloggin

    Io ho risolto facendo una pappetta con olio di ricino e bicarbonato e lasciandola applicata diverse notti.. Spero possa essere utile anche a voi

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: